Vai al contenuto

Benvenuto su WrestlingRevolution.it - Forum
Registrati ora per avere accesso a tutte le funzioni. Una volta effettuato l'accesso, potrai creare discussioni, rispondere a quelle esistenti, avere il tuo messenger personale, postare aggiornamenti di stato, gestire il tuo profilo, e molto altro. Se hai già un account effettua il log in - in caso contrario registrati gratis subito!
Foto

WR Climb To Glory


  • Accedi per rispondere
42 risposte a questa discussione

#1
stegabri

stegabri

    Re dei Cecchini

  • Utente
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17410 post
  • Iscritto il 10-gennaio 10
  • Sesso:Maschio
  • Provenienza:Novafeltria [RN]

Awards:

Questa sera schienare il proprio avversario non conterà nulla; bisognerà scavalcarlo, salire più in alto di lui. Questa è la sera dei campioni, degli sfidanti, delle rese dei conti, delle grandi opportunità. Solo chi riuscirà a scalare le vette più alte, a salire fin dove osano le aquile, potrà raggiungere la gloria ed entrare nell’Olimpo degli immortali. Questa non è una sera come tutte le altre: live dalla città del Jazz, New Orleans, benvenuti a CLIMB TO GLORY, per scrivere una nuova musica in quel di Impulse!
 
Immagine inserita





Live from: New Orleans, Louisiana



Lo spettacolo dei pyros ci dà il benvenuto a quella che sarà senza dubbio una serata di grande spettacolo. L’ambientazione che troviamo da subito nell’arena è molto particolare: sopra il centro del ring è sospeso un supporto a forma di gancio, vuoto; sul lato che dà sulla rampa d’ingresso è stata posizionata una piccola gabbia, la famigerata ‘Penalty Box’. L’arena è circondata da scale, una aperta al centro della rampa d’ingresso e svariate altre, di diverse dimensioni, intorno al ring. A controllare il buon andamento del match ci sono ben tre arbitri: uno addetto a tenere la cintura, uno alla Penalty Box e l’ultimo a fare da arbitro vero e proprio alla contesa. Tutto ciò può avere un solo significato: il ppv si aprirà con il botto, con il King of the Mountain match valido per il Titolo delle Libertà! Il campione, JBL, questa sera si troverà davanti un’impresa molto ardua: difendere il suo titolo dall’assalto di ben tre uomini, ognuno più determinato dell’altro a strappargli la cintura, in un match molto particolare e molto duro. Chi sarà il Re della Montagna e campione delle Libertà? Lo scopriremo fra poco.

Al centro del ring troviamo Eve Torres, la nuova annunciatrice di WR, con in mano un microfono. Le telecamere indugiano prima sui vari elementi che compongono l’ambientazione di questo match, poi si passa a una piacevole ripresa dal basso verso l’alto della bella Eve, che inizia a spiegare le regole dell’incontro.

ET: “La sfida che sta per iniziare è un King of the Mountain match ed è per il Titolo delle Libertà! Questo match non avrà né DQ né Count-out. L’unico modo per vincere è farsi consegnare la cintura dall’arbitro ufficiale e appenderla e fissarla al supporto sospeso al centro del ring. Ma, per poter essere abilitati ad attaccare la cintura al supporto e vincere così il match, bisogna prima effettuare uno schienamento o sottomissione su un altro avversario; la vittima di questo schienamento o sottomissione dovrà trascorrere 2 minuti nella Penalty Box posizionata a bordo ring.”

Dopo questa spiegazione della ragazza di Boston, i quattro protagonisti di questo match cominciano ad arrivare sul ring.

“Look in my eyes, what do you see?
The Cult of Personality…”


Il primo ad apparire è l’atleta proveniente da Chicago, Illinois; l’autoproclamatosi miglior wrestler al mondo, CM Punk. Punk si presenta sullo stage indossando la sua ormai classica maglietta bianca con la scritta ‘Best in the World’, attraversa la rampa d’ingresso passando apposta sotto la scala in barba a una sfortuna in cui lui non crede e si avvia infine sul ring, sfregandosi le mani in attesa dei suoi rivali.

Il secondo a fare il suo ingresso è l’Illuminato, il profeta di Dio, Shawn Michaels. Dopo la sua entrata dall’alto, si dirige anch’egli verso il quadrato e, una volta entratoci, si mette a parlare da solo rivolto verso il cielo, probabilmente chiedendo al Signore gli ultimi aggiornamenti sui Suoi piani riguardo al match che sta per iniziare.
Ma, mentre HBK prega, esplode lo stage e l’arena si tinge di rosso. Dal Paradiso all’Inferno: Kane è qui! Accompagnato dalla sua diabolica musica d’ingresso, anche il Demone preferito di Satana si unisce al gruppo;attraversa la rampa, gettando a terra con violenza la scala che gli ostruiva in parte il passaggio, e si porta sul ring. Dopo aver dato un’occhiata accompagnata da un sorriso malefico ai suoi rivali, in particolare a Michaels che continuava a pregare nonostante l’atmosfera infernale, fa esplodere anche i quattro angoli del ring.
Infine, ultimo ma certamente non meno importante, anzi probabilmente il più importante essendo il campione, è la volta di JBL a fare il suo ingresso. Il suono di una campanella accompagna l’entrata in scena della limousine bianca con le corna sul davanti; l’autista scende e apre lo sportello al campione delle Libertà, l’autoproclamatosi Dio del Wrestling, JBL. Il miliardario, nonostante la difficile prova che lo attende stasera, sfoggia come sempre un sorriso da persona molto sicura di sé; noncurante dei cori di disapprovazione dei tifosi, si avvia al ring, fermandosi però a bordo ring per dare un’occhiata alla Penalty Box e al resto dell’ambientazione. Una volta salito sul quadrato, consegna la cintura all’arbitro ufficiale incaricato di tenerla durante il match, dandole prima un’ultima occhiata forse temendo che dopo stasera non possa più tenerla alla sua vita; l’arbitro ufficiale alza in alto la cintura, poi si va a posizionare a bordo ring vicino al tavolo di commento. I contendenti sono ai quattro angoli del ring, aspettando l’inizio del match: Michaels ha finito di pregare e attende impassibile l’inizio dell’incontro, Punk saltella su sé stesso in riscaldamento, Kane non vede l’ora di mettere le mani su uno qualsiasi dei suoi rivali, JBL sembra adesso un po’ più teso. L’altro arbitro a centro ring fa le ultime raccomandazioni di rito ai quattro atleti, poi fa segno di suonare la campanella: il match ha inizio.


WR TdL Championship King of the Mountain match: JBL © vs Shawn Michaels vs CM Punk vs Kane

Nessuno dei quattro prova a stringere alleanze, seppur temporanee; l’unico che dà segno di starci pensando è il campione, JBL, che guarda attentamente i suoi rivali, cercando di capire di chi potrebbe fidarsi. Intuendo, però, che l’unico a cui potrebbe azzardarsi a chiedere un’alleanza è Kane, preferisce evitare, essendo il demone non molto propenso al lavoro di squadra, come gli ha già dimostrato. Dopo questa breve fase di stallo, con gli atleti che si guardano in cagnesco, è Kane a dare inizio alle danze, gettandosi con foga contro il primo che gli si para davanti, CM Punk, colpendolo con una serie di pugni e colpi degni della peggior rissa da strada. Michaels, dall’altra parte, va addosso a JBL e anche loro due iniziano una sorta di rissa da strada. Nel ring si sono quindi formate due ‘coppie’: in un angolo Kane e CM Punk se le danno di santa ragione, all’angolo opposto HBK e JBL non sono da meno. Punk prova a reagire ai colpi del Demone, evita un pugno passando sotto al braccio del rivale ed inizia lui a colpirlo all’angolo con pugni e gomitate; Kane però non ci sta e lo colpisce in risposta con una THROATH THRUST, lanciandolo poi con un’IRISH WHIP verso le corde e colpendolo in rincorsa con una CLOTHESLINE, mandandolo fuori dal ring dal lato della rampa d’ingresso. Il Demone prova poi a raggiungerlo fuori dal ring, ma Punk si è ripreso e lo anticipa, facendolo cadere dall’apron ring e spingendolo poi contro la Penalty Box. Nel frattempo, nel ring dalla rissa si è passati al clinch; nella prova di forza logicamente prevale il più fisicato JBL, che chiude poi lo Showstopper in una ABDOMINAL STRETCH; HBK però è ancora fresco e riesce facilmente a liberarsi dalla presa con delle gomitate al volto del rivale, iniziando poi a colpirlo con una serie di CHOP, accompagnate da urla di approvazione del pubblico. Ma torniamo a bordo ring, dove l’atleta di Chicago dopo il colpo rifilato a Kane sembra ora avere la meglio, colpendo il rivale al tappeto vicino alla piccola gabbia con delle gomitate al petto: REPEATED ELBOW STRIKES. Si ferma per darsi la carica con il pubblico, poi torna sul mostro, che però è lesto e lo colpisce con un calcio su una gamba, facendolo cadere con la testa addosso al box di fianco a lui; poi gli è subito sopra e gli copre la bocca con la sua mano coperta da un guanto, tentando di soffocarlo. Punk, colto alla sprovvista, non sembra riuscire a fare nulla per impedirlo e subisce totalmente la manovra di Kane, che lo lascia poi steso a terra; il Demone, quindi, va a cercare qualcosa sotto il ring e inizia a lanciare all’interno del quadrato armi di ogni tipo: un bidone con annesso coperchio, un cartello stradale, qualche mazza da kendo… Nel ring intanto HBK è una furia, continua a riempire di colpi il miliardario, che è costretto a rifugiarsi fuori dal ring vicino al tavolo dei commentatori; ma lo Showstopper non ci sta e si appoggia alle corde per darsi la spinta: PESCADO! Colpito in pieno! Michaels torna quindi al centro del ring, e dal lato opposto Kane fa lo stesso. I due sono ora faccia a faccia, l’infinita sfida tra Paradiso e Inferno si ripete anche stasera, qui a Climb to Glory; e i due atleti sembrano rendersene conto, infatti si fissano senza che nessuno dei due attacchi per primo. Il Demone preferito da Satana fa quindi il suo classico gesto con le braccia, richiamando le fiamme dell’Inferno dai quattro angoli del ring; l’Illuminato da Dio, in tutta risposta, alza le braccia al cielo e una luce dall’alto illumina il quadrato. Questa atmosfera epica viene però interrotta da JBL, che ripresosi dalla botta ricevuta torna sul ring e colpisce alle spalle Michaels, spingendolo addosso a Kane e gettandoli così entrambi al tappeto. Poi, con una faccia che lascia ben intendere quale sia la sua opinione sullo spettacolino messo in piedi dai due poco fa, va ad impadronirsi di una delle mazze da kendo lanciate sul ring in precedenza dal mostro e inizia a riempire di mazzate entrambi i rivali presenti sul ring, quasi a voler dimostrare loro che l’Inferno e il Paradiso sono entrambe cazzate mentre le bastonate che sta dando lui a entrambi sono più che reali. Nel mentre, però, anche CM Punk si è ripreso e piano piano si è riportato sull’apron ring; non appena il miliardario la smette di tirare mazzate a destra e a manca, l’atleta di Chicago parte in volo: SPRINGBOARD CLOTHESLINE! A segno! Punk tenta lo schienamento: 1… 2. Ma niente, JBL si libera subito dopo il conto di 2. I due tornano subito in piedi e Punk prova a farsi di nuovo sotto, ma John non si fa cogliere impreparato per la seconda volta e lo colpisce subito con un BIG BOOT da fermo, andando poi anch’egli per uno schienamento: 1… 2. Niente. JBL allora, mentre CM Punk si rialza, pensa di approfittare del fatto che anche gli altri 2 contendenti sono a terra per provare a schienare uno di loro; si porta sopra a Kane per schienarlo, ma viene preso per la gola dal Demone! Kane, sempre con la mano ben fissa sulla gola del miliardario, si rimette in piedi e carica la sua manovra migliore: CHOKESLAM in arrivo! Ma il texano non ci sta e gli rifila una gomitata in pieno volto, facendolo girare e indietreggiare di qualche passo, la distanza perfetta per essere raggiunto da un ROUNDHOUSE KICK di Punk; un Punk che poi, senza perdere nemmeno un secondo, si carica Kane sulle spalle e se lo lascia cadere subito sul ginocchio: GTS a segno! Incredibile! Va poi per il pin: 1… 2… 3. CM Punk è quindi il primo e per il momento unico abilitato ad appendere la cintura al supporto e vincere il match; Kane, invece, dovrà trascorrere 2 minuti chiuso nella Penalty Box! Il Demone, furibondo, viene aiutato dall’arbitro addetto alla gabbia a raggiungere il luogo di detenzione, accompagnato da un Punk che dalle corde lo saluta sarcasticamente con la mano, e una volta chiuso dentro parte il conto alla rovescia di 2 minuti. L’atleta di Chicago, però, fa appena in tempo a girarsi per concentrarsi di nuovo sugli altri rivali che viene colpito da un treno in corsa: CLOTHESLINE FROM HELL! Pin: 1… 2… 3. Mai il nome di una manovra di una manovra fu più azzeccato: infatti ora Punk dovrà passare 2 minuti d’inferno, nella Penalty Box in compagnia di Kane, che lo aspetta sorridendo diabolicamente. Lo Straight Edge One viene accompagnato dall’arbitro all’interno della gabbia, dove prova a opporre resistenza; ma la furia di Kane è troppo grande: lo spinge contro la parete della gabbia e inizia a colpirlo con colpi molto violenti al corpo e in faccia. CM Punk non ha via di fuga e viene messo a terra, con il Demone che continua a riempirlo di pugni e calci. Ma concentriamoci su ciò che sta succedendo fuori dalla gabbia: infatti ora anche JBL è abilitato alla vittoria, e pare volerne approfittare subito; va infatti a bordo ring e recupera una scala, per poi provare a montarla al centro del ring. Ma non dimentichiamoci del quarto incomodo: Michaels infatti si è ripreso e va a colpire alla schiena con il coperchio di un bidone il miliardario mentre quest’ultimo era intento a posizionare la scala, che crolla a terra con JBL sdraiato sopra, dandogli anche un contraccolpo alla faccia. Momento d’oro per l’Illuminato, che sale sul paletto più vicino con la schiena rivolta al rivale, tenendolo però d’occhio con lo sguardo, e parte poi in volo senza pensarci troppo: CELESTIAL SAULT! Il Diving Moonsault di HBK colpisce in pieno l’avversario sulla schiena. Michaels lo gira e va con un tentativo di pin: 1… 2.. No! JBL c’è ancora! Michaels allora posiziona il coperchio dietro di sé e, rialzato il miliardario da dietro, lo proietta alla sue spalle, reggendogli una gamba con le braccia: HEAVENPLEX! Anche il Leg hook Saito suplex del profeta di Dio va a segno, e va a segno proprio sul coperchio! Altro tentativo di pin: 1… 2… NO! Incredibile! All’ultimo istante JBL si libera. Intanto, il tempo di penalità (se così si può definire) per Kane è finito, e la gabbia viene aperta, consentendo al Demone di uscire; il mostro però, nonostante il tempo di penalità di CM Punk non sia ancora finito, trascina fuori anche quest’ultimo, fregandosene dei richiami arbitrali, solo per poi rigettarlo violentemente dentro la Penalty Box con una IRISH WHIP. Lascia poi l’atleta di Chicago steso con la schiena appoggiata alla parete interna della gabbia e, dopo aver preso una mazza da kendo dall’apron ring, si dirige all’interno del quadrato, dove c’è altra carne da macello ad attenderlo. HBK, però, vedendo arrivare Kane armato di mazza, si affretta a raccogliere il cartello stradale per usarlo a mo’ di scudo. Para un paio di mazzate del rivale, poi gli lancia contro il cartello per distrarlo e lo colpisce con un DROPKICK veloce, facendolo indietreggiare fino alle corde; sfruttando il rimbalzo, però, Kane riparte subito in corsa e colpisce Michaels con un BIG BOOT, facendolo rotolare fuori dal ring. Nel mentre, anche JBL si è riportato in posizione eretta e va incontro al Demone, colpendolo con delle gomitate alla base del collo e alla schiena; ma Kane riesce a rigirarsi e a passare anch’egli all’attacco. Scambio di pugni molto lento tra i due big men: pugno di Kane… pugno di JBL… pugno di Kane… pugno di JBL… pugno di Kane… pugno di JBL… pugno di Kan…No! Stavolta JBL ribatte il pugno e riesce ad avere la meglio, continuando a colpire lui il mostro con una serie di pugni al volto. Ma all’ennesimo pugno il Demone trova la forza di reagire, prendendo il miliardario per la gola e stringendo, portandolo fino a fargli poggiare un ginocchio a terra; JBL sembra soffrire molto l’iniziativa della Big Red Machine, ma utilizzando le ultime forze riesce anch’egli ad allungare la mano e a ricambiare il favore al rivale, prendendolo anch’egli per la gola. I due sono ora uno con la mano alla gola dell'altro, abbastanza vicini alle corde, e nessuno dei due riesce a prevalere; ad un tratto, però, la loro attenzione viene attirata da dei movimenti all’esterno del ring. Si girano entrambi e notano CM Punk che, ripresosi, si è arrampicato sulla cima della Penalty Box; fanno appena in tempo in tempo a vederlo che Punk parte in volo: DIVING CROSSBODY dalla cima della piccola gabbia verso l’interno del ring! Che volo! Entrambi vengono travolti in pieno dall’atleta di Chicago! Le due vittime del crossbody rotolano entrambi fuori dal ring per riprendersi dal colpo subito e dalla mancanza di respiro dovuta al reciproco strozzamento precedente. Dopo averci preso per buona parte del match, ora è CM Punk ad essere il padrone del ring; si bea un po’ con il pubblico, ma viene subito raggiunto da Shawn Michaels, che essendosi ripreso torna sul ring. Faccia a faccia tra i due, che poi si girano verso gli altri due contendenti e partono in rincorsa verso due lati opposti del ring: doppio SUICIDE DIVE verso l’esterno, e sia JBL sia Kane sono atterrati! I due face tornano poi sul quadrato, andando stavolta in clinch; clinch vinto da Punk, che chiude lo Showstopper in una HEADLOCK. Dopo pochi secondi, però, HBK reagisce liberandosi con l’aiuto di un ATOMIC DROP e poi parte di corsa verso le corse: HOLY FOREARM! Il suo Flying forearm smash va a segno ed entrambi sono stesi a terra; ma solo per poco, perché l’Illuminato torna in piedi con un kip-up, seguito però subito dopo da un kip-up dello Straight Edge One. Entrambi sono quindi in piedi e partono con una sfida a colpi di CHOP, in cui prevale Punk che parte con la sua classica MARTIAL ART COMBINATION: schiaffo destro, schiaffo sinistro, chop in rotazione e calcio finale alla tempia! Tutto a segno, ed HBK indietreggia fino ad andarsi a poggiare al paletto. CM Punk sfrutta quindi l’attimo partendo di corsa: JUMPING KNEE & RUNNING BULLDOG! La ginocchiata va a segno, ma il bulldog no, perché Michaels non si fa gettare a terra e prende velocemente in braccio il rivale, gettandolo di schiena sulla scala sdraiata a terra! Che botta! Anche HBK accusa in parte il colpo, ma si riprende prima dell’avversario e dopo averlo spostato sul tappeto tenta uno schienamento: 1… 2… No! Punk riesce ad alzare una spalla! A bordo ring intanto Kane si è ripreso ed è andato a prendere una seconda scala, per usarla probabilmente come corpo contundente; il Demone porta l’oggetto metallico sul quadrato e vi sale anche lui. Imbraccia l’arma con entrambe le mani e parte in corsa contro i suoi rivali, tornati entrambi in piedi dopo il tentativo di schienamento, travolgendoli. Posiziona poi la scala in piedi ad un angolo e va a raccattare Michaels; lo ‘aiuta’ a tornare in piedi e lo lancia poi contro la scala con una IRISH WHIP! Duro colpo per la schiena del profeta di Dio, che tirando il petto in fuori per il dolore avanza di qualche passo solo per essere fatto vittima di una CLOTHESLINE di Kane; HBK rotola a terra sull’apron ring, vicino all’angolo con ancora la scala appoggiata. Ma sempre a bordo ring notiamo altri movimenti: anche il campione, JBL, si è ripreso e volendo farla finita va dall’arbitro addetto alla cintura e gli intima di consegnargliela; preso in mano il titolo, torna anch’egli nel ring. Punta la Big Red Machine e gli corre contro con il titolo in mano, per attaccarlo con la cintura; ma Kane se ne accorge e si getta a terra, mandando il miliardario ad impattare contro le corde e facendogli così cadere la cintura all’esterno del ring. Il mostro prova a sfruttare la situazione a suo favore, prendendo da dietro JBL e andando per un ROLL UP: 1… 2… NO! Incredibile! Kane non ci crede e va a protestare con l’arbitro (più a minacciarlo, veramente…), dando però così il tempo al texano di tornare in piedi e colpirlo con un calcio all’addome non appena il mostro si rigira. Senza perdere troppo tempo, JBL se lo carica in posizione da Powerbomb: JBL BOMB! OMG! Kane è steso a terra, come anche gli altri due contendenti: occasione d’oro questa. Il miliardario si porta fuori dal quadrato, dove l’arbitro addetto alla cintura come da regolamento stava recuperando il titolo da terra per conservarlo nelle sue mani; JBL rifila però un violentissimo spintone allo zebrato che lo stava intralciando, gettandolo a terra, e recupera la cintura per andarla ad attaccare al supporto. Con il titolo nuovamente in mano, ritorna sul quadrato, dove incredibilmente Kane sembra si stia per rialzare; anche CM Punk sta provando a fatica a tornare in piedi. JBL si avvicina al Demone, adesso con un ginocchio poggiato al terreno, e osservandolo dall’alto in basso lo colpisce con tutte le sue forze alla testa con la cintura, mandandolo nuovamente con la schiena a terra e provocandogli anche un leggero taglio alla fronte. Kane sta sanguinando! Il miliardario osserva compiaciuto la sua ‘opera’, dando però in questa maniera le spalle a Punk, che raccattando il bidone dal tappeto lo utilizza per colpire da dietro JBL sulla nuca, facendolo crollare a terra nei pressi delle corde. L’atleta di Chicago, vedendo Kane steso a terra privo di sensi e sanguinante, ha quindi un’idea: lascia cadere il bidone e va a prendere la scala sdraiata nel ring. La monta vicino ad un angolo e passa sull’apron ring per salire prima sul palo e poi da lì raggiungere la cima della scala. Dall’angolo opposto, però, HBK si è ripreso e dall’apron ring monta alla bene e meglio la scala lasciata da Kane all’angolo, per poi salire anche lui sul paletto e raggiungere la cima della sua scala. Giunti entrambi sulla vetta, guardano in avanti e i loro sguardi si incrociano; la situazione è particolare: un solo bersaglio al centro del ring per due uomini. I due sorridono in segno di intesa, poi lo Showstopper fa un segno con la mano allo Straight Edge, come a voler lasciare a lui l’onore dell’attacco. CM Punk non ci pensa su due volte e, dopo un segno con la mano rivolto a Michaels quasi a volerlo ringraziare, si mette in piedi e alza le braccia e la testa al cielo; dà poi un’ultima occhiata al centro del ring e parte in volo: DIVING ELBOW DROP! Oh mio Dio! A segno! L’atleta di Chicago rotola poi da un lato, lasciando il posto all’Illuminato. HBK si mette a sua volta in piedi sulla cima della scala e, dopo aver allargato le braccia chiedendo la benedizione di Dio per questa manovra, parte anche lui in volo: HEAVENLY FALL! Kane viene colpito in pieno anche da questo secondo Diving elbow drop! Michaels, dopo essersi ripreso dal dolore, striscia verso il Demone e allunga un braccio sopra di lui: 1… 2… 3. Ora anche HBK è abilitato alla vittoria! Mentre Kane dovrà tornare per la seconda volta nella Penalty Box, stavolta però da solo; debilitato e sanguinante, viene aiutato da entrambi gli arbitri rimasti in piedi a raggiungere il luogo della punizione, facendo partire il conto alla rovescia di 2 minuti. Nel mentre tutti e tre gli altri atleti tornano in piedi; JBL è il primo, e va a prendere un CM Punk che si stava aiutando con le corde per tornare in piedi, lanciandolo fuori dal ring e facendolo cadere molto male a terra. Va poi su Michaels, tornato completamente in piedi ma ancora un po’ stordito, e rimbalza sulle corde per eseguire su di lui la sua manovra migliore: CLOTHESLINE FROM HELL! Ma no! HBK si abbassa ed evita il braccio teso del rivale, che si rigira velocemente verso di lui: SWEET SAINT MUSIC! Oh my God! Lo Showstopper colpisce il mento del miliardario con il suo patentato Supercalcio, crollando poi anche lui a terra per la fatica. Facendo appello alle ultime forze rimastegli, riesce a rimettersi in piedi a fatica e va a prendere una della due scale; senza smontarla, la sposta lentamente al centro del ring. Si guarda poi in giro e individua la cintura; la va a recuperare e inizia ad arrampicarsi piano piano sulla scala; è in cima, e niente pare poterlo più fermare. Ha ormai poggiato la cintura sul supporto e la sta per chiudere. Ma qualcosa lo colpisce alla schiena e gli fa cadere la cintura! È Kane! Kane! Preoccupandosi solo di salire lentamente la scala, lo Showstopper non si è accorto che i 2 minuti di detenzione del Demone sono finiti! Il mostro, ripresosi dai duri colpi subiti, è uscito in tutta fretta dalla Penalty Box e ha recuperato una mazza da kendo, con la quale ha colpito l’Illuminato alla schiena! Avendo quindi sventato l’imminente pericolo, Kane si arrampica anch’egli sulla scala per togliere definitivamente di mezzo Shawn Michaels. Giunto in cima, prende il rivale per la gola. Cosa vuole fare?!? È pazzo! SUPER CHOKESLAM accompagnata dalla cima della scala, con HBK che atterra sul bidone lì abbandonato in precedenza da CM Punk! OMG! Che impatto! Kane, nell’effettuare la manovra, ‘accompagna’ l’avversario al tappeto, cadendo in questa maniera sopra di lui. Questo si tramuta quindi in un pin, che l’arbitro provvede subito ad effettuare: 1… 2… 3. Com’era facilmente prevedibile dopo il violento colpo, Michaels viene schienato e ora dovrà andare in punizione. Dalle stelle alle stalle: dallo star per vincere al ritrovarsi nella Penalty Box! Che discesa per HBK! E tutto per colpa del Demone preferito di Satana. L’Illuminato viene preso a spalla dai due arbitri rimasti in piedi e portato nella gabbia della punizione, dove dovrà trascorrerà i prossimi 2 minuti. Il mostro, non appena si riprende, raccoglie la cintura caduta vicino alla scala ancora in piedi e comincia a salire in cima, arrancando in conseguenza della manovra appena effettuata; ma CM Punk si è ripreso e si getta a capofitto nel quadrato, per impedire al mostro di attaccare il titolo al supporto e vincere il match. Mentre Kane raggiunge la cima e allunga le braccia per appendere la cintura, Punk sale velocemente sull’altro lato della scala e lo colpisce con un pugno, impedendogli di vincere. Inizia quindi uno scambio di pugni e gomitate tra i due atleti, scambio molto rischioso perché potrebbero cadere in basso da un momento all’altro; la prima ‘vittima’ dello scambio di colpi è la cintura, che scivola dalle mani del Demone e cade dalla scala. I due continuano a battagliare sulle altezze e nessuno dei due sembra prevalere sull’altro; nel mentre anche JBL si è ripreso e aiutandosi con le corde è tornato in piedi. Il miliardario texano osserva la situazione: due rivali si danno battaglia sulla scala, il terzo è chiuso in gabbia e la cintura è a terra ai piedi della scala. La strategia da seguire gli è subito chiara. JBL afferra con entrambe le mani la scala e la spinge contro le corde, facendo crollare sia Kane che CM Punk all’esterno del ring! Poi, tolti di mezzo gli intrusi, ritira su l’oggetto metallico e lo riposiziona per bene al centro del ring. A questo punto la strada è spianata per il miliardario: raccoglie la cintura da terra e sale sulla scala. Michaels, rimessosi in piedi, lo guarda con aria sconsolata dall’interno della Penalty Box, consapevole di non poter fare nulla per evitare la ormai prossima disfatta: gli manca infatti ancora all’incirca mezzo minuto di penalità. JBL raggiunge la cima della scala, allunga le mani e appende la cintura al supporto, chiudendo per bene tutti i bottoni. L’arbitro fa segno al time-keeper di suonare la campanella per la fine del match e la musica del miliardario risuona nell’arena: la sfida è finita, JBL è riuscito nell’ardua impresa di sconfiggere ben 3 uomini e mantenere il titolo. L’autoproclamatosi Dio del Wrestling stacca la cintura dal supporto e la solleva la cielo, seduto sulla cima della scala; scende poi dalla scala e con il titolo sulla spalla si dirige verso il backstage, sorridendo quando passa vicino alla gabbia con ancora HBK all’interno.

____________________________________________________

Le telecamere sono dirette verso il camerino dei prossimi sfidanti di Santino Marella e Y2J, Chris Jericho, in un ladder match valido per i titoli di coppia. La porta è semichiusa ed il cameraman riesce a scorgere i loro volti concentratissimi mentre si accordano sulle strategie da concretizzare nel loro prossimo incontro.

MR: "Fella, non sai quanto ti sono grato per avermi dato quest'opportunità. Se sono qui è principalmente grazie a te che hai consigliato alla dirigenza di mettermi sotto contratto! Finalmente tutti i miei sforzi sono stati ripagati fruttandomi addirittura un match per il titolo al mio primo incontro ufficiale. Sapevo che la mia carriera avrebbe dovuto subire una svolta prima o poi, e quella svolta è avvenuta proprio grazie al mio vecchio compagno di liceo. Certo che la vita è proprio strana..."

Sheamus guarda con aria sorridente il suo compagno e comincia a parlare...

SH: "Hai proprio ragione... ricordo come se fosse ieri quando andavamo al college e scherzavamo tra di noi, ma stasera ci sarà una svolta amico, una svolta significativa, grazie alla quale conquisteremo gli ambiti titoli di coppia. Vedrai, i nostri sforzi saranno ricompensati dopo che avremmo decodifato a calci nel sedere quei due fannulloni! "

I due britannici cominciano a ridere ma il Guerriero Celtico si fa improvvisamente serio e riprende a parlare...

SH: "Ma non è questo il momento delle smancerie perché tra poco ci aspetta un match, anzi, IL MATCH! Andiamo a scaldare i muscoli... "

MR: "Hai perfettamente ragione amico... NOBODY CAN MATCH UP TO THE POWER OF THE BRITISH WARRIORS!"

Sembra che i Guerrieri Britannici siano pronti ad affrontare il loro prossimo match, carichi a mille!

____________________________________________________

Rey Mysterio si trova nell'area interviste, pronto a rispondere ai quesiti del curiosissimo Commentatore Misterioso...

CM: "Rey, allora, che sensazione hai per questo tuo primo match al PPV dal tuo ritorno?"

Rey: "Beh, è bellissimo. Tornare ad essere protagonista mi rende fiero di far parte di questo business. Questo è il mio primo vero match dopo tanto tempo, diciamo che quelli durante gli show televisivi erano una sorta di allenamento in vista di Climb to Glory. Ancora una volta ringrazio tutti coloro che mi hanno dato la fiducia necessaria per tornare in forma, non vedo l'ora di combattere."

CM: "Secondo alcuni rumor usciti su internet dicono che tu non punti a vincere ma a fare più una bella figura. Questi rumor sono veri? Ce lo può confermare?"

Rey: "Ma assolutamente NO! Io ho semplicemente detto che non è sicuro che io porti a casa la valigetta, ma come al solito su Internet tendono sempre a far diventare le frasi più amare e irralistiche. Io sono realista, tutto qui. Sul ring saremo altri sei a contenderci quella valigetta, ma nonostante ciò ognuno di noi ha una piccola percentuale di vittoria. Ma ognuno di noi, non un singolo wrestler. Posso vincere io come può vincere Bryan, Matt o chiunque altro. Io, essendo più agile, conto nel dare spettacolarità al match e visto che ci sono provo anche a vincere, ma non posso garantirlo al cento per cento."

CM: "Ultima domanda: vedi qualcuno particolarmente favorito nonostante tu credi che possiate vincere tutti?"

Rey: "Ti ripeto che tutti abbiamo una possibilità di vittoria, seppur minima. Sarà il ring a parlare."

CM: "Grazie per avermi concesso questa intervista, buona fortuna!"

Mysterio saluta il Commentatore Misterioso per poi continuare il suo riscaldamento in vista del match di più tardi.

____________________________________________________

Torniamo con le immagini nell’arena, pronti a gustarci un altro attesissimo match di questo fantastico ppv. Le immagini ci fanno scorgere fuori dal ring dove, a pochi metri dal quadrato, è posizionata una teca di plexiglass che contiene la prestigiosa cintura di Impulse champion! Questo significa che il prossimo incontro è proprio la contesa che vedrà opposti l’airone nero Shelton Benjamin contro il Napoleone britannico Wade Barrett!

"Ain’t no stopping me nooooooooooow!"
La musica dello sfidante al titolo Impulse risuona nell’arena e le luci dorate illuminano il pubblico che esalta all’apparizione dell’airone nero. Benjamin effettua la sua entrata fermandosi solo quando si trova di fronte alla teca contenete la prestigiosa cintura. La osserva con fare speranzoso e poi entra nel ring saltando sui gradoni posti al di fuori del quadrato.

End of Days distrugge l’atmosfera festosa che si stava creando durante l’entrata di Shelton Benjamin e il pubblico sommerge di fischi l’entrata del campione Impulse Wade Barrett mentre quest’ultimo si appresta a fare la sua entrata. Quando si trova davanti alla teca, osserva contemplando la sua cintura, ma per prenderla dovrà trovare la chiave che apre quella teca e per farlo dovrà cercarla in uno dei quattro sacchetti che si ergono sui quattro pali del ring. Nel ring l’arbitro da le ultime disposizioni per lo svolgimento del match e fa suonare il dong. Si parte!


WR Impulse Championship Find your Destiny Match: Wade Barrett © vs Shelton Benjamin

La contesa parte subito con un clinch al centro del quadrato, I due atleti, già da questa prima fase di incontro, non vogliono lasciare nessuno spiraglio all’avversario. Barrett riesce a portare il clinch dalla sua portandosi alle spalle dell’avversario e chiudendolo in una HAMMER LOCK! Benjamin però è scaltro a ribaltare la manovra e si porta alle spalle del suo avversario coprendolo con una HEAD LOCK! Barrett lancia via il suo avversario, ma questo corre verso le corde e gli si lancia addosso. Barrett è scaltro e riesce a ribaltare la manovra colpendolo con un BACK KICK allo stomaco! Ora, prende il suo rivale e lo manda a sbattere contro un paletto del ring. Il Napoleone britannico deride il pubblico dimostrando che è già in vantaggio sul suo rivale, ma voltandosi scopre che non è cosi. Infatti, vede l’airone nero che prova a staccare il primo sacchetto! Barrett corre verso il suo rivale e lo colpisce con un pugno sulla schiena. Benjamin cade seduto sul paletto del ring e Barrett lo raggiunge salendo sulla seconda corda. Il britannico prova a connettere con un BACK SUPLEX da quella posizione! Parte! Benjamin però riesce a ribaltare la manovra e connette con una DIVING CROSS BODY! I due cadono malamente a terra. Barrett torna in piedi e tenta di mettere a segno un SUPLEX! Carica il suo avversario, ma questo ribalta ancora la manovra con una DDT! Benjamin non vuole lasciarsi sopraffare in nessun modo. Barrett rotola fuori dal ring per riorganizzare le idee dopo queste brutte figure. L’airone nero lo raggiunge e prova a colpirlo, ma il britannico colpisce il suo rivale con un BIG BOOT e lo fa capitolare al suolo. Adesso il campione Impulse ha la possibilità di poter vincere la contesa e risale sul ring, cerca di scoprire su quale palo ci possa essere la chiave giusta e decide di salire su uno dei quattro. Barrett è sul paletto e allunga la mano per staccare il sacchetto. Benjamin però si riprende e sale sull’apron ring. SPRINGBOARD CLOTHESLINE! Barrett precipita al suolo da sopra la terza corda! Ora ad avere l’opportunità di vincere la contesa sembra essere Benjamin. Infatti, sale sul paletto, ma decide di non staccare il sacco contenente la chiave, vuole planare contro il suo avversario! Prende la mira e SWANTON BOMB! Il Napoleone britannico si sposta lateralmente e Benjamin, picchia duramente la schiena al tappeto! Barrett rialza il suo avversario prendendolo per la testa e POWERBOMB! Benjamin si schianta ancora con la schiena al suolo! Barrett si dirige ancora verso un paletto del ring per tentare la fortuna. L’airone nero però, gli blocca un piede e così facendo, il campione Impulse, non può continuare il suo cammino. Barrett si gira e rialza ancora il suo avversario. POWERBOMB! Per la seconda volta! Ma, Benjamin riesce ad evitare la caduta scendendo dalle spalle del suo rivale prima che questo portasse a segno la manovra. SUPERKICK!
Il wrestler d’oltre manica stramazza al suolo come fa anche il suo rivale! I due si rialzano a fatica contemporaneamente e riprendono a colpirsi con dei pugni al volto. Barrett sembra avere la meglio visto che questo è il suo campo di battaglia. Colpisce l’ex Impulse champion con dei pugni secchi al volto e lo fa indietreggiare. Benjamin sta per cedere, ma con le ultime forze che ha in corpo, lancia un calcio al suo rivale. Barrett riesce a bloccare il calcio sferrato dal nemico e lo deride dicendogli che è migliore di lui. DRAGON WHIP! L’inglese cade al suolo colpito da un calcio al faccione! Si rialza a fatica, ma viene preso ancora dal suo avversario. T-BONE SUPLEX! Il campione Impulse colpito da questa doppietta cade a terra e rotola fuori dal ring. Il Gold standard ha un’occasione unica. Shelton è al centro del ring e deve decide su quale paletto tentare la fortuna. Senza pensarci troppo sale su un angolo del ring e riesce a staccare un sacchetto. Shelton riscende dal paletto e cerca il contenuto del sacchetto. C’è una chiave! L’ex campione ha in mano una chiave e si tuffa fuori dal ring per andare ad aprire la teca! È fatta! Shelton è il nuovo campione! Ma, che succede? La chiave è entrata, ma sembra non essere quella giusta. Infatti, la teca non ne vuole sapere di aprirsi e quindi si continua.

L’airone nero non si lascia scoraggiare e torna velocemente sul ring per tentare di staccare un altro sacchetto. Quindi sale su un altro palo e tende la mano verso il secondo sacchetto. C’è Barrett! Barrett è tornato e fa scendere il suo rivale dal palo strattonandolo per il costume. BACKBREAKER! Benjamin rantola al suolo per il colpo appena subito! L’inglese ora, capisce quello che è accaduto e decide di tornare sul suo rivale per colpirlo con dei pugni al volto. Benjamin scalcia via il suo rivale e riesce a tornare in piedi. Barrett parte in corsa e tenta di mettere a segno una CLOTHESLINE! Shelton però, evita il colpo e parte lui in corsa verso le corde. Barrett si blocca vicino alle corde e scopre che il suo avversario non è stato colpito da quel braccio teso. Si volta e viene steso da una CLOTHESLINE! Barrett cade a terra, ma torna subito in piedi e viene asfaltato da un’altra CHLOTESLINE! Benjamin riprende per la terza volta rincorsa sulle corde per portare a termine anche la terza CHLOTESLINE ma Barrett, si è stancato di questo giochino e quando si trova un Benjamin in rincorsa verso di lui. FREE FALL DROP! Il rissaiolo d’oltre manica si deve sorreggere alle corde per non cadere a terra, ma ormai il suo rivale è steso. Barrett decide di rincarare la dose e si carica sulle spalle il suo avversario. Tutto è pronto per la WASTELAND! Sta per partire, ma Benjamin riesce ad evadere scendendo alle spalle del suo rivale. GERMAN SUPLEX! A segno questa volta! I due si rialzano a fatica, Shelton si dirige verso il suo avversario per colpirlo con dei pugni ma Wade, è più lesto e prende il suo avversario per la testa. Serie di ginocchiate al volto offerte dall’inglese e il biondo airone nero barcolla all’indietro e si deve sorreggere alle corde per non cadere a terra. Barrett parte in corsa BIG BOOT! Benjamin però, cade a terra e l’inglese finisce per cadere fuori dal ring ancora una volta. SUMMERSAULT PLANCA! I due sono stesi entrambi fuori dal ring mentre il pubblico, tributa loro la giusta ovazione. Ora sono entrambi sull’apron ring e provano ad arrampicarsi sullo stesso paletto. Uno da una parte e l’altro dall’altra. Sono entrambi sulla cima del paletto e adesso chi cade a terra potrebbe dire addio alla cintura! Iniziano a prendersi a pugni e entrambi barcollano rischiando di cadere all’indietro! Barrett sta per andare giù! Riesce però a prendere la testa e Benjamin e la fa impattare con il palo che sorregge il sacchetto! Benjamin sembra tramortito dalla botta e ora il lottatore britannico sale sulla terza corda e si porta sulle spalle il suo avversario! SUPER WASTELAND! Dalla cima del paletto! Benjamin ribalta la manovra! SUPER ARM DRAG! E Barrett viene scaraventato al suolo da una devastante contromossa. L’inglese prova a rialzarsi e si aiuta con il paletto del lato opposto a dove si trova Benjamin. L’airone nero parte in corsa. STINGER SPLASH! Benjamin prende il suo rivale prima che questo cada a terra e connette con una POWERBOMB che lo manda ad impattare contro il paletto del ring! Benjamin sale sul paletto e tende la mano verso il sacchetto, ma non si accorge che quello è il palo che aveva già provato prima e quindi il sacchetto non c’è! Che sfortuna! Shelton sale su un altro palo e allunga la mano per staccare il sacchetto che questa volta è li dove deve stare. Barrett, però si è ripreso e fa scendere il suo rivale tirandolo a se con tutte le forze. L’airone nero cade a terra, ma facendo una capriola riesce a rimettersi in piedi senza subire danni, ora corre verso il suo avversario ma questo non si fa cogliere impreparato. BIG BOOT! Barrett stende il suo sfidante con un calcio in faccia che lo manda a terra. Il Napoleone britannico non ne ha più, ma prova comunque a salire sul paletto. Dopo alcuni istanti di arrampicata riesce a trovarsi di fronte al sacchetto e prova a staccarlo, ma c’è Benjamin! Il Gold standard, con un salto si porta sulla cima del paletto e prende per la testa Barrett! SUPER PAYDIRT!!! I due volano a centro ring e Barrett sembra quasi svenuto dall’impatto! L’airone nero ha la possibilità di vincere! Cerca di riprendersi con le sue ultime energie e si porta sulla cima del paletto. Tende la mano e… riesce a staccare il sacchetto! Anche questo contiene una chiave, ma sarà quella giusta? La prima chiave che aveva provato non è servita a niente, ma questa volta deve essere quella che gli aprirà le porte per il paradiso di Impluse! Benjamin si porta stremato fino alla teca e infila chiave! Tutto sembra scritto! Ma che succede? Benjamin chiama l’arbitro per cercare di aiutarlo, ma non serve a niente perché nemmeno questa è la chiave giusta! L’airone nero sembra quasi in una crisi isterica!

Che sfiga per lui! Ripresosi da questo stato di nervosismo però, si accorge che il suo avversario è ancora steso a terra e questo significa che può ancora vincere, ma si deve sbrigare! Benjamin sale con tutta fretta nel ring e si dirige verso il terzo sacchetto. Sale sul paletto. È quasi fatta, ma qualcosa si è ancorato al suo costume. È Barrett! L’inglese è ancora nella contesa e colpisce il suo avversario con dei colpi d’avanbraccio sulla schiena. Il Gold standard è costretto a sedersi sul paletto. Barrett gira verso di se il suo rivale e sale anche lui sulla seconda corda. SUPERPLEX! No! Benjamin colpisce il suo rivale con un calcio e lo fa scivolare a terra. Benjamin riprende la sua scalata alla vittoria, ma Barrett si lancia in diagonale verso la terza corda e questa, muovendosi, fa inciampare Benjamin che sbatte con le parti intime proprio sul paletto!! Benjamin è esausto sul paletto e Barrett se lo carica sulle spalle. Lo porta fuori dall’area del paletto e si posiziona proprio d’avanti alle corde del ring. WASTELAND! Una caduta devastante da dentro a fuori ring! Benjamin è caduto fuori dal ring impattando con la schiena contro i tappetini che coprono il cemento! Il picchiatore britannico ha l’opportunità di portarsi a casa la vittoria e si porta su quel paletto che voleva tanto scalare Benjamin. Tende la mano e stacca il sacchetto. Ora la situazione è diametralmente l’opposto di quello che si era proposto qualche minuto fa. Benjamin è steso fuori dal ring e non da segnali di ripresa mentre Barrett potrebbe aver trovato la chiave giusta. Si porta vicino alla teca e infila la chiave nella fessura. Sbuffa e guarda il cielo quasi a chiedere aiuto a qualche suo angelo custode. Gira la chiave… Si apre! La teca si è aperta! Al primo tentativo Barrett becca la chiave giusta! E ora può prendersi la sua cintura. End of Days risuona nell’arena mentre il campione di Impulse, Wade Barrett, corre verso lo stage stringendo forte tra le braccia la sua cintura. Barrett sembra esclamare alla folla “Sono migliore di voi!”.
L’arbitro intanto, corre a sincerarsi delle condizioni di un Benjamin che ancora non da segnali di ripresa.

____________________________________________________

Il Commentatore Misterioso e davanti allo spogliatoio del beniamino Americano....Alex Riley. Bussa alla porta e il liceale esce. L'intervistatore con il microfono in mano è pronto a fare qualche domanda a Riley.

CM: ''Riley stasera affronterai Hunico in un Ultimate X Match e se vincerai i due scagnozzi del Messicano Hunico, saranno licenziati e ritorneranno in Messico, invece se perderai il compagno di mille avventure cioè colui che ha fatto la storia in questa disciplina, Sgt. Slaughter verrà licenziato; Cosa farai per vincere il match e/o userai delle strategie?''

Riley si gratta la fronte e poi risponde al Commentatore Misterioso

AR: ''Strategie? No non userò alcuna strategia, l'unica cosa che farò sarà massacrare di botte quel lurido sudicione di un Messicano e far si che lui non possa venire più a rompere nel nostro paese.''

Nell'arena si sente un boato che intona il coro: ''USA USA USA USA USA USA USA USA USA USA USA USA USA USA''

CM: ''Come hai sempre detto, tu sei un patriota Americano che difende il suo paese, ma anche stasera scenderai sul ring e difenderai il tuo popolo da quei Messicani?''

AR: ''Ma che domande fai? È logico! Io combatterò sempre per il mio paese e lo farò anche stasera e come ogni sera dedicherò la mia vittoria all'Universo di WR!! Aiuterò il sergente Slaughter e non lo farò cacciare per colpa di Hunico. Sergente conta su di me, perchè io ti aiuterò a tenerti il tuo posto di lavoro."


Il ragazzo del liceo rientra nel suo spogliatoio per prepararsi al meglio al suo match di stasera.

____________________________________________________

Torniamo in diretta dall’arena dove tra poco si affronteranno per i titoli di coppia i British Warriors Sheamus & Mason Ryan contro i campioni in carica Chris Jericho e Santino Marella in un Tornado Tag Team Ladder Match. Senza dubbio questo è uno dei match che ha creato più attesa nei fans del WR Universe. Ci apprestiamo a seguirlo: sul ring sono già presenti i due Guerrieri Britannici arrivati sul quadrato durante il break.. ora è il turno dei campioni in carica. BREAK THE WALL DOWN!! Pyros accompagnano l’ingresso sullo stage dei campioni della categoria tag. Chris Jericho si presenta sulla rampa con la consueta concentrazione che lo contraddistingue mentre Santino è euforico come sempre, infatti gironzola intorno al suo partner che ricorda la marcia. L’italiano si ferma a scambiare il cinque con gli spettatori in prima fila, cosa che invece risulta più difficile per il canadese. I due arrivati all’apron si scambiano cenni d’intesa, vogliono vincere questo incontro!! Santino e Jericho passano sotto la seconda corda e si guadagnano il ring sotto lo sguardo vigile dei due Britannici: inizia una fase breve di stretching e preparazione pre-match.

I quattro atleti si posizionano in base ai tag team che ben conosciamo, dividendosi il ring: I campioni di coppia Chris Jericho e Santino Marella a sinistra rispetto alla telecamera mentre la coppia dei British Warriors composta da Sheamus e Mason Ryan a destra sul lato del ring che si affaccia sul tavolo dei commentatori. Ricordiamo la stipulazione del match, ovvero un Tornado Tag Team Ladder Match che prevede che tutti e quattro gli atleti siano impegnati contemporaneamente sul quadrato per recuperare la cintura appesa al gancio posto a 6 metri dal mat, usando le scale che circondano il ring.. senza squalifica e senza count-out. Santino fissa la sua cintura e sembra quasi avere paura dell’altezza che si troverà ad affrontare, mentre Jericho è più tranquillo, non sarà la sua stipulazione preferita, ma ha sempre dimostrato di saperci fare se si tratta di scale e di altezze come queste. All’altro capo i due guerrieri della Britannia si caricano a vicenda battendosi il petto: la loro stazza fa davvero paura, chissà che in un match fisico come questo non siano leggermente avvantaggiati. L’arbitro al centro del ring dà le ultime disposizioni ricordando ai quattro cosa è concesso e cosa no.. inutile sottolineare che gli atleti annuiscono senza voglia, concentrandosi solo sui rispettivi avversari: Sheamus guarda con lo sguardo di un vero squalo dritto negli occhi Chris Jericho mentre Ryan fa la faccia cattiva a Santino che cerca di dissimulare guardando altrove. Le telecamere indugiano ancora un po’ sia sugli spalti sia sulle scale poste fuori dal ring: se ne contano 6 di varia misura, siamo certi che alcune verranno usate per arrivare all’ambito premio, altre saranno un’utile strumento d’offesa. La panoramica si restringe verso la cintura per poi allargarsi agli uomini sul ring. L'arbitro indica il Time Keeper che prontamente fa risuonare la campanella.


WR Tag Team Championship Tornado Ladder Match: Chris Jericho & Santino Marella vs The British Warriors

Sheamus indica a Mason Ryan chi attaccare poi a sua volta si fionda all’attacco andandosela a prendere con Santino Marella: rincorsa breve per Sheamus che rifila un calcione allo stomaco all’italiano che indietreggia ma l’irlandese non se lo fa sfuggire, ovviamente sulla contesa fisica per il miracolo italiano c’è poco da fare e ciò diventa chiaro anche dalle prime battute. Pochi colpi e Marella si ritrova con le spalle all’angolo, vicolo cieco che permette a Sheamus di infierire con dei colpi ben assestati al volto.. uno, due, tre, quattro, quasi non si contano i pugni che il rosso sta sferrando senza sosta ai danni del suo avversario: Santino è in netta difficoltà! Sull’altro fronte Mason Ryan sfoggia la sua possenza e va per colpire Y2J con una CLOSTLINE, che il canadese prontamente riesce a schivare passando sotto il braccio di Mason. Ora è proprio Jericho a prendere in mano la situazione spingendo il gallese verso il suo angolo andandolo a colpire con dei pugni alla schiena, ma la fase di dominio del campione dura ben poco, giusto il tempo per Mason di prendere le misure e colpire al volto il suo avversario con una gomitata… il Living Leggend barcolla e il guerriero britannico ha il tempo di portargli le braccia al collo e scaraventarlo verso l’angolo facendolo impattare con violenza, qui il gallese non fa complimenti e colpisce CLOSTLINE alla testa prima di abbassarsi e abbattersi nuovamente con delle TURNEBUCKLE SHOULDER BLOCK STRIKE sul suo avversario: placcaggi stile football che sembrano quasi in grado di poter spezzare in due il corpo dell’uomo del Millennio. La posizione che ha assunto il leader dei Fozzy permette a Ryan di poterlo colpire con una gomitata all’altezza della schiena che fa piombare Chris a terra, con le braccia che si tengono alle corde. Il gallese non sembra avere pietà infatti pianta il sul piedone sul volto dell’ Ayatollah of Rock 'n' Rolla. L'arbitro avverte però il membro dei British Warriors che la sua veemenza sta superando un po' il limite, e questo richiamo fa calmare un po' Ryan. Dall’altro lato vediamo il guerriero celtico afferrare Santino per la testa, portandolo successivamente ad impattare sul paletto di sostegno del ring. Ma l’offensiva non termina certo qui, anzi lo Squalo prende per un braccio Santino e pare voglia lanciarlo con una frusta irlandese verso l’angolo opposto in cui si trovano gli altri due contendenti, ma a quanto pare non è questa la sua intenzione, infatti con un colpo di reni riporta Marella nella sua zona con una Irish Whip che lo schiaccia allo stesso angolo: l’urto che ne scaturisce è elastico infatti l’italiano torna indietro, proprio tra le braccia del Great White che gli cinge le braccia intorno alla vita e BACK SUPLEX!! Ma attenzione, Marella miracolosamente atterra in piedi! L’italiano festeggia per non aver impattato al suolo, ma le sue speranze sono spezzate dal CLOSTLINE di Mason Ryan che si abbatte su di lui facendolo finire a terra, non prima di aver compiuto una rotazione su se stesso. Sheamus è davvero concentratissimo, non sembra voler perdere tempo a farsi vedere sicuro o a pavoneggiarsi con qualche sorrisetto dei suoi. Gli occhi, che sembrano quasi iniettati di sangue, sono puntati sul rivale, steso dal suo tag partner, che torna ad occuparsi del suo avversario mentre l’irlandese va a rialzare l’italiano. Dopo questa primissima fase del match arrivano le prime reazioni del pubblico, che di certo non sono a favore dei due Britannici, che sono mal visti dal pubblico statunitense: va in scena un nuovo capitolo dell’eterna storia di stranieri che vanno a cercare ribalta negli U.S.A. Tuttavia quello che appare strano è il netto tifo del pubblico all’indirizzo della coppia campione in carica, che è a sua volta composta da due non americani come il Canadese Chris Jericho e l’Italiano Santino Marella.

Il Rosso colpisce con delle STOMPS il povero Santino, che subisce, quindi chiede al suo tag partner di lasciargli Chris Jericho: Mason Ryan dopo averlo strapazzato per bene vuole altra carne fresca da maciullare, e acconsente. Avviene lo scambio di obiettivi. Il gallese va a recuperare Marella, sollevandolo con una sola mano.. ma attenzione! Reazione d’orgoglio di Santino che rifila un TOE KICK al suo avversario , facendolo piegare su stesso: questo potrebbe essere il momento buono. Marella con foga colpisce ripetutamente alla schiena Mason Ryan che subisce la scarica di colpi, incassando abbastanza bene.. questo non ferma Santino che insiste con i suoi attacchi, anche se vista l’inefficacia dei colpi sul colosso passa ad una HEAD LOCK che seppur mantenuta con tenacia dal Miracolo di Milano non è in grado di far cedere il guerriero, che addirittura porta il braccio sul fianco di Santino e con una spinta vigorosa lo lancia verso le corde.. rimbalzo di Marella che è costretto a tornare tra le braccia del suo carnefice che lo atterra con una spallata di una violenza inaudita… l’italiano rotola a terra ma non ha la forza di rialzarsi, se non con l’aiuto delle corde grazie alle quali si tira su. Marella affaticato riesce a guadagnare la posizione eretta ma capisce presto seppur con poco lucidità di avere ben poche vie di fuga in quella posizione. Mason Ryan dal suo canto se la ride di gusto facendo “ballare” i suoi pettorali prima di caricare il suo avversario con una SHOUDER BLOCK!! Il gallese sta dispensando spallate micidiali a entrambi i campioni di coppia mettendoli a dura prova. Santino si lamenta per il colpo ricevuto forse imprecando in italiano, ma non ha il tempo di fare nient’altro: Ryan lo afferra per la testa con un braccio e per la vita con l’altro e scaraventa al centro del ring l’italiano con un CHOKE TOSS! Marella rimbalza e finisce al tappeto mentre il componente dei British Warrior sorride e con la mano fa cenno di alzarsi, ha già in mente cosa fare per spedire Santino una volta per tutte nel mondo dei sogni. Con estrema lentezza l’italo-canadese riguadagna la posizione eretta, persa immediatamente sotto i colpi del guerriero che connette un BIG BOOT con il suo piede misura extra-large. Marella ha sicuramente vissuto tempi migliori! Il campione di coppia rotola verso l’uscita del ring, forse astutamente o forse solo in preda al dolore, fermandosi sull’apron: qui grazie alle corde tenta di rialzarsi e vi riesce ma il suo avversario è pronto a riportarlo alla dura realtà: nooooooooooo!! Spallata di Marella all’altezza del ginocchio del suo avversario! Ottimo colpo dell’italiano che lestamente rientra nel quadrato e con una spallata mette in ginocchio Mason.. i giganti sono difficili da buttar giu, ma poi hanno notevole difficoltà a rialzarsi: è quello che sta succedendo in questo momento. Marella acclamato dal pubblico sembra aver ritrovato verve, infatti si proietta verso le corde, prendendo il rimbalzo della corda più bassa e… SLIDING CLOSTLINE!! Ryan è al tappeto per la prima volta dall’inizio del match!! Il maestro del Cobra attende che il suo rivale si rialzi prima di rispedirlo con la faccia sul mat grazie ad un ARM DRAG. Questa manovra si ripete per ben due volte a breve distanza mettendo leggermente in crisi il gallese, che nonostante tutto si rialza e abbrancato Marella lo spedisce verso le corde e lo attende al centro del ring: CLOSTLINE!!! NOOOOOOO! Santino passa sotto le gambe del Colosso e prontamente lo attacca mettendo a segno un ATOMIC DROP!! Mason impatta con i gioielli di famiglia sulla gamba di Marella: colpo che si sente! Tuttavia il gallese ha poco tempo per riprendersi, infatti l’italiano assesta un DROPKICK al contendente al titolo di coppia facendolo finire sulle corde: è chiara la strategia del Miracolato.. puntare tutto sulla velocità, quindi molti attacchi e poche prese fisiche. Mason è preda facile per Santino che presa la rincorsa si proietta su di lui.. LARIAT!! NOOOOOOOOO!!! BACK BODY DROP!! Marella finisce oltre la terza corda finendo fuori dal ring! Giusto qualche secondo di riposo per il gallese che scendendo dal ring va a regolare i conti.

Ma torniamo all’altra coppia. Sheamus è dietro Chris Jericho intendo a colpirlo al petto con una serie di FOREMAN CLUBS che arrossano il petto del canadese. Leggermente sottotono la prestazione offerta finora dal Sexy Beast. Ora è l’irlandese stesso a battersi il petto e alzare le mani: taunt a cui il pubblico riserva solo tanti fischi. Ciò non abbatte il Guerrieri che va a riprendere il suo avversario, lo rimette in piedi e gli concede una Irish Whip.. noooooooooooooo… era solo una finta, infatti lo squalo tira verso di se il suo avversario abbattendolo prontamente: SHORT-ARM CLOSTLINE!! Il Rosso non pago dell’azione va immediatamente a far sentire la sua stazza sul fisico già provato di Chris Jericho assestandogli una ginocchiata al volto, conosciuta come KNEE LIFT. Il Great White aspetta pazientemente che il canadese dia cenno di ripresa prima di andarlo nuovamente a catturare per mandarlo all’angolo: Jericho impatta e Sheamus si lancia su di lui… vuole colpirlo con una BODY SPLASH che va a vuoto, anzi no Sheamus prova il sostegno del paletto a incassare il colpo.. Jericho si è scansato all’ultimo secondo evitando seri danni. Ora anche il petto dell’irlandese acquisisce una colorazione rossastra a scapito della sua bianchissima pelle. Il Lionheart non può farsi scappare l’occasione di ribaltare il match, quindi agisce velocemente seguendo per un breve tratto il barcollante guerriero celtico prima di stenderlo al tappeto con un ONE HANDED BULLDOG! Finalmente anche il canadese riesce a ribaltare le sorti dell’incontro, guadagnandosi al compente dei pops fragorosi da parte del pubblico: I face hanno riconquistato la scena e non hanno intenzione di riperderla. Il Living Leggend alza il pugno, quindi dopo aver lanciato unj urlo per caricarsi prende la ricorsa che precede la gomitata cadente con la quale va a colpire il British Warrior: RUNNING ELBOW DROP! The Man of Millennium riacquistata un pò di fiducia in se dopo i colpi subiti va a prendere Sheamus per i capelli e lo rialza, andandolo a colpire più e più volte al petto con una scarica di BACKHAND CHOP che si fanno sentire sul petto: lo squalo infatti indietreggia cercando di ripararsi il petto, ma quando vi riesce il campione in carica gli rifila un pugno che lo fa cadere all’indietro: EUROPEAN UPPERCUT! Sheamus è a terra e il Lionheat non si placa certo per questo, non è il tipo che si lascia impietosire, soprattutto quando ci sono in palio i tag titles difesi finora con successo e grande caparbietà. Chris si guarda intorno, via libera: l’unico pensiero è quello di schiantare Sheamus e andarsi a riprendere le cinture. Jericho si lancia sulle corde… SPRINGBOARD CROSSBODY!!! NOOOOOOOOOOOOOOO!! Sheamus, che ha avuto qualche secondo per riprendersi, è tornato in piedi giusto in tempo per abbrancare in volo il suo avversario. Sorride l’irlandese che può così riprendersi la scena, non prima di aver mandato il suo rivale a terra: FALLAWAY SLAM!! Proiezione all’indietro e urto violento. Jericho è a terra e per Sheamus è tempo di prendere la scala e salire a prendere i tag titles!

Fuori dal ring Mason Ryan è alle prese con Santino Marella: vediamo che il gallese fa impattare il Miracolato contro una delle scale poste all’esterno del quadrato. Arriva anche Sheamus che però sembra volersi sbarazzare dell’italiano prima di confabulare con il suo tag partner, infatti vediamo come il Guerriero Celtico prenda per i capelli un sofferente Marella e lo rispedisca sul ring. Ryan si avvicina a Sheamus e dopo un breve consulto prendono una scala ciascuno, una più alta e l’altra più bassa e le portano sul ring: come le vorranno usare? Il pubblico capisce che la contesa da questo momento si inasprirà e non poco. Il Rosso prende la scala trascinata sul quadrato e la appoggia a uno dei quattro angoli mentre Mason brandisce con una mano l’altra scala di dimensioni ridotte. I due Guerrieri prendono la scala tenendone un capo ciascuno e aspettando che i loro avversari si rialzino.. tutto avviene lentamente: il primo a riconquistare la posizione eretta è Santino Marella, che però quasi si pente si essersi rialzato poiché si trova davanti i Britannici che brandiscono una scala, ma ormai c’è poco da fare.. rincorsa e BAAAAM!! Santino viene asfaltato con un colpo di scala!! Ora si attende Jericho: ci sarà la stessa sorte? Il canadese è in piedi anche grazie all’aiuto delle rope di sostegno. I Britannici indietreggiano di qualche passo e partono nuovamente alla carica… ma attenzione!! Il loro colpo va a vuoto, grazie all’agilità del canadese che salta letteralmente l’ostacolo e successivamente con un colpo di reni fantastico si gira e li abbatte con un DROPKICK potenziato dagli effetti della scala!! I guerrieri sono al tappeto, ma in una posizione davvero scomoda, poiché sono coperti proprio dalla scala che avevano tentato di usare ai danni del Living Leggend. Lo stesso Jericho, dopo essersi sincerato delle condizioni di Santino, capovolge la situazione in suo favore: rincorsa verso le corde, dalle quali prende il rimbalzo che gli permette di proiettarsi in un salto mortale rovesciato: LIONSAULT!! A segno!!! Manovra suicida in questo caso da parte del King of the World che impatta contro la scala, ma i danni che subiscono i due che si trovavano sotto la scala sono ben peggiori: ne era cosciente il canadese, che si prende i suoi rischi ma fa davvero male ai due contendenti al titolo. Questa potrebbe essere l’occasione che i due campioni aspettavano per vincere: Santino è in lenta ripresa, potrebbe prendere la scala e salire a recuperare i titoli.. è davvero tempo di calare il sipario? I due British Warrior sono ancora sotto la scala d’acciaio mentre lo Ayatollah of Rock "n" Rolla è rotolato giu dal ring tenendosi il fianco colpito duramente durante la manovra precedente. Il Miracolato di Milano si dirige verso l’angolo e afferra la scala portandola al centro del quadrato, è pronto per l’ascesa!! Ma attenzione Sheamus sembra muoversi dando cenni di ripresa! Marella è in preda al panico, non sa se salire e quindi staccare il premio, oppure andare a colpire di nuovo i suoi avversari mettendoli definitivamente K.O. Santino guarda i tag titles poi guarda l’angolo… opta per il secondo: L’italiano sale sulle corde raggiungendo quella più alta e valuta se lanciarsi, infine lo fa.. SANTINO’S SALUTE.. ARRIVEDERCI!!! Diving headbutt con tanto di saluto per Marella che colpisce la scala, impattando di conseguenza sui suoi avversari! Ottimo colpo!! Ora tocca a Jericho andare a prendersi la vittoria… ma colpo di scena!! Sheamus è riuscito a sgattaiolare dalla scala non subendo alcun danno!! Il guerriero celtico si rimette in piedi anche se a fatica..il suo primo intento è quello di liberare il povero tag partner quindi dopo qualche secondo di pausa lo vediamo valutare la situazione: Santino è a terra dolorante, Mason Ryan è fuori dai giochi per il momento e Chris Jericho è fuori dal ring, anche se in netta ripresa rispetto a un minuto fa… la partita non è finita!

The Celtic Warrior prende la scala e lentamente la posiziona al centro del ring, quindi prima di salire si assicura che la scala sia ben salda: inizia l’ascesa.. momenti di trepidazione.. ma attenzione!! Il Living Leggend si lancia da uno dei quattro angoli! Il Rosso non si era assolutamente accorto della presenza del canadese che si fionda verso di lui con un MISSILE DROPKICK!! Ma NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!! Y2J nonostante metta in scena una manovra da cinque stelle, non riesce a colpire Sheamus ma solo la struttura in acciaio che comincia a barcollare: l’irlandese si tieni più forte che può, indirizzando tutta la sua forza peso verso terra in modo da dare stabilità alla scala.. qui barcolla tutto.. il Guerriero Celtico sta per cadereeee… NOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!! La scala ha retto, ritrovando miracolosamente l’equilibrio e con lei Sheamus che tira un sospiro di sollievo: se l’è vista davvero brutta! Il Britannico ricomincia a salire lentamente, passo dopo passo, ma la sua scalata si fa sempre più pesante e lenta, guarda giù.. è Santino Marella!! L’italiano tiene fermo per un piede il Rosso e non gli permette di proseguire oltre. Sheamus è davvero stanco e impreca, dimenando la gamba ma è tutto inutile, il suo rivale non si stacca, dovrà scendere e sistemare i conti. Marella si trova di fronte il Celtico e sa di essere in netto svantaggio… Sheamus decide di attaccare per primo, prende la rincorsa.. BROGUE KICK!!! NOOOOOOOOOOOOO!! Il Miracolato conferma il suo buffo soprannome!! Vediamo al replay quello che è successo: Sheamus carica il suo Bicycle Kick ma Marella afferra l’altra scala che si trovava a pochi centimetri da lui e fa impattare il piede del Britannico contro l’acciaio, disinnescando la finisher… Clamoroso! Santino appoggia la scala a terra e si precipita dal suo avversario… pugno, ancora un altro, e un altro ancora: va in scena il TRIPLE PUNCH COMBO dell’italiano!! The Great White accusa il colpo ma non tanto da finire al tappeto, anzi è pronto a contrattaccare.. lo vediamo infatti girare su stesso e tentare di colpire il suo avversario.. WAR SWORD!!! Ma Santino Marella è lesto ad evitare il colpo il spaccata e addirittura a capovolgere la situazione grazie a un HIP TOSS che fa piombare Sheamus al tappeto: SPLIT LEG & HIP TOSS!! Il Miracolo di Milano si fruga nella sua tenuta da wrestling, sta cercando qualcosa… che sia…. NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!! Inaspettato ritorno di Mason Ryan!!! Il gallese prende la rincorsa e abbatte letteralmente il povero Santino con una SPEAR incredibile!!! Quando sembrava che il match fosse indirizzato dalla parte dei campioni in carica, il gallese squilla con una manovra delle sue e fa capire che il match non è ancora finito.. Il Guerriero Britannico si dirige nuovamente da Marella e lo rialza abbrancandolo con ferocia .. si capisce dalla posizione che è pronto a connettere un PHUMPANDLE SLAM!! Il gallese solleva l’italiano, ma nel momento immediatamente precedente all’urto a terra il Man of Millennium interviene con uno SPINNING KICK provvidenziale che fa scivolare Santino dalle mani di Mason Ryan.. non soddisfatto Y2J corre verso le corde dal lato opposto, prende il rimbalzo e torna verso il contendente al titolo… FLASHBACK on the Ladder!! Che impatto!! Mason Ryan finisce per impattare nuovamente contro l’acciaio: Jericho sorride, ha un match point importante da giocare! Il canadese va velocemente a recuperare la scala più alta e la trascina con fatica verso il centro del ring: Y2J cerca di essere il più rapido possibile, ma si sa che la fretta è un brutto nemico.. è tutto sistemato! Chris inizia salendo il primo gradino, poi un secondo…. ATTENZIONE!!! Sheamus is back!! L’irlandese si è rimesso in piedi proprio in questo momento e si dirige verso il centro del quadrato, ma gli si para davanti il Miracolato! Santino Marella è pronto a difendere il suo tag partner con l’aiuto di una scala! Il Guerriero Celtico sorride beffardo nonostante il suo avversario brandisca “un’arma”, Marella provoca il Rosso che continua a rimanere nella sua posizione anzi lo invita ad attaccare, quindi il Miracolato ci si avventa con tenta foga, ma il Britannico lanciandosi all’indietro verso le corde prende una breve rincorsa e… BROGUE KICK!! A segno! Marella rincula all’indietro dopo l’urto ma non sembra aver riportato danni gravi, infatti lo vediamo rialzarsi senza problemi.. la scala, atterrata qualche centimetro più in là, è posta di taglio, non sa se prenderla e ripartire all’attacco oppure affrontare da uomo il Celtico: opta per la seconda visti gli scarsi risultati precedenti.. L’italiano si avventa su Sheamus che però lo abbranca facilmente… EXTREME IRISH CURSE !!! Impatto devastante, con la scala che slitta fuori dal ring e con lei anche il corpo di Santino!!! L’irlandese connette una delle sue finisher modificandone il finale, infatti Marella non atterra sul ginocchio dell’avversario bensì sulla scala posta di taglio! La schiena del campione in carica avrà fatto crac! Intanto dalla sua Chris Jericho è arrivato alla sommità della scala e si appresta a sganciare la cintura posta un metro più in alto, ma il canadese sembra non riuscire a fare suo il premio: Sheamus se ne avvede e cerca di correre ai ripari come può, calciando via la scala su cui era in equilibrio il Living Leggend, lasciandolo penzoloni appeso solamente alla cintura.. mossa azzardata perché il sostegno potrebbe cedere, regalando di fatti la vittoria al team campione in carica. I fans guardano attenti questi che potrebbero rivelarsi gli ultimi secondi di una sfida eccitante, molto aperta e combattuta da ambo le parti!Il Celtico con un pizzico di lucidità in più rispetto all’azione precedente corre verso il suo avversario e lo tira per una gamba: forse trascina giu Jericho e il titolo… ma..

NOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!! The Great White è riuscito a tirare via The Human Highlight Reel ma la cintura è ancora appesa lì dov’era!! Colpo di fortuna per il Britannico che ora non deve far altro che schiacciare al tappeto con una POWERBOMB!!! NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!! The King of the World riesce a uscire anche stavolta sfoderando un Huracanrana, conosciuta al pubblico come JERICHO SPIKE! Il Rosso non riesce a credere ai propri occhi, il campione ha ancora tante risorse da sfoderare! Questo sfiducia il Britannico che comunque non si dà per vinto, in fondo il titolo non è ancora nella mani di nessuno, può succedere di tutto. I due contendenti si trovano faccia a faccia, si studiano, entrambi guardano verso l’alto scambiandosi reciproche frecciatine: Il Celtico fa capire a gesti che lui essendo più grosso può arrivare al titolo con più facilità, ma Chris non gliele manda a dire lasciando intendere che lui di grosso ha altro. Dopo questo scambio di vedute i due si chiudono in un clinch: prova di forza vinta da Sheamus che scaraventa letteralmente via il proprio rivale. The Sexy Beast si rimette in piedi e si dirige verso le corde, proiettandosi così verso il suo avversario, ma lo Smeraldo d’Irlanda è pronto a riceverlo al centro del ring: SNAP POWERSLAM!!!! NOOOOOOOOOOOO!! Il canadese scivola sotto le gambe dello squalo con una BASEBALL SLIDE, quindi si rialza e indietreggia di qualche passo … ma… Che succede?? Il Living Leggend sente una presenza alle spalle… è Mason Ryan che in tutta la sua stazza lo sovrasta da dietro!! Il gallese è ancora della partita nonostante le due botte prese dall’inizio del match, ed è pronto a dare il suo decisivo contributo! Il canadese è chiuso a sandwich tra i due, l’unica soluzione sarebbe darsi alla fuga, ma l’orgoglio del campione glielo impedisce: il pubblico è tutto dalla sua parte e lo incita! Jericho sorride, il tipico sorriso che si fa quando le cose stanno andando male.. nonostante ciò dopo aver fatto un cenno a Sheamus, si gira di scatto e parte all’attacco di Mason Ryan con dei pugni al volto, in verità alquanto inefficaci data la stanchezza che prova in questo momento. Il gallese dopo aver incassato qualche colpo, afferra la mano del suo rivale e quasi gliela piega, dimostrando la forza che lo contraddistingue, quindi abbrancato Chris, lo carica.. oh oh, sta per mettere a segno la sua finisher.. HOUSE OF PAIN!! A segno!!! The Man of Millennium stramazza al suolo, inerme di fronte alla forza del gigante, che per evitare altre complicanze spinge giu dal quadrato a calci il canadese. I due Britannici sentono che la vittoria è nelle loro mani, e in effetti è così. Il Rosso si guarda intorno e localizza che l’unica scala nei paraggi è a meno di un metro da lui.. va a recuperarla e la porta al centro del ring, quindi con l’aiuto di Mason Ryan la apre e la fissa: sarà l’irlandese a salire per recuperare il titolo che penzola dal soffitto. Sheamus sale gradino per gradino con il suo tag partner che gli copre le spalle osservando il movimento dei rivali. Lo Squalo è a pochi metri, allunga la mano… ma… cosa succede??? Il guerriero chiama il suo partner: il problema è che non riesce ad arrivare al gancio!! What??!! Mason Ryan inveisce e consiglia a Sheamus di far spazio a lui, quindi il gallese inizia a salire mentre lo Smeraldo d’Irlanda scende per coprire le spalle da eventuali attacchi. Dopo qualche secondo Barri 10-foot è in cima alla scala, si allunga e riesce a toccare la cintura!! E’ finita .. stavolta è finita!!! Mason Ryan ha una mano sulla cintura!

ATTENZIONE: il gancio è ben più in alto!!! Nonostante i quasi dieci centimetri che intercorrono tra i due Britannici non c’è modo di riuscire a sganciare la cintura!! La colpa è della scala, è troppo bassa per riuscire a recuperare la cintura!! Sheamus è indiavolato, avevano la vittoria praticamente in mano! Ryan scende velocemente e si precipita verso l’esterno del ring per recuperare una scala più alta mentre il Guerriero Celtico furibondo afferra la scala sul ring e la getta con tutta la sua rabbia verso la rampa di ingresso che porta allo stage!! L’Irlandese si guarda attorno con l’aria afflitta e con la rabbia che ribolle, ma ciò si placa quando vede una scala arrivare dall’esterno grazie al il suo tag partner: ma un momento, Ryan non accenna a tornare sul ring, … ah eccolo!!! E’ alla prese con Santino Marella!! Il redivivo italiano è di nuovo in piedi, intendo a scambiarsi colpi con il suo avversario Britannico!! Sheamus affretta i tempi e si mette al lavoro per ascendere e prendere quegli agognati titoli di coppia. Seguiamo però ciò che succede fuori dal ring: Ryan tenta un LARIAT ai danni dello Stallone Italiano, ma quest’ultimo si abbassa in tempo e addirittura colpisce allo stomaco il pretendente al titolo, che si piega in due.. taunt dell’italiano: SANTINO STUNNER!! Connessa!! Il palazzetto è una bolgia e cori per Marella fanno capire che il pubblico ci crede! Il Miracolato sale velocemente sul ring, dove vediamo che Sheamus è quasi in cima alla scala, occorrono dei riflessi eccezionali e una buona dose di fortuna… quella che manca ai Britannici: Santino infatti afferra il suo rivale per un piede e lo tira giu facendolo franare rovinosamente a terra!! Marella metta la mano nella sua tenuta da wrestling, cerca la sua calza che lestamente infila sul suo braccio… tre semplici passaggi e il serpente è pronto a mordere: un urlo riecheggia “ COBRAAAAAAAAAAAAAAAA” !!!!!! NOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!! Sheamus afferra il braccio di Santino.. gli occhi dell’Irlandese sono rosso sangue, non ha voglia di giocare, non più dopo l’estenuante match, che è pronto a chiudere una volta per tutte. Lo Smeraldo d’Irlanda mette in posizione un Santino Marella impaurito… HIGH CROSS!! Il Miracolo di Milano viene schiacciato con una notevole potenza sul ring e rotola fuori dal quadrato... Difficilmente si rialzerà ancora dopo l’ennesima e distruttiva finisher subita!! Il Rosso tira un sospiro di sollievo.. ci sono solo lui, la scala e i titolo, qualche metro più su…. Ma i conti sono stati fatti senza l’oste… ecco ritornare sul quadrato Chris Jericho, che di soppiatto si posiziona alle spalle di Sheamus: BREAKDOWN!! Finisher anche per l’Uomo del Millenio, che in sordina spara il colpo che potrebbe valere la vittoria. The Great White è a terra in posizione supina, con la faccia rivolta al tappeto. Il Living Leggend fa segno ai fan presenti che è il momento di salire, quindi il canadese afferrata la struttura in acciaio si appresta a salire, ma non sarà il solo! Mason Ryan sembra indistruttibile, infatti lo vediamo pronto a salire sul ring: lo fa in questo preciso istante. Il Lionheart velocizza come può la sua scalata ma Ryan è sopraggiunto e scala con lui. I due si trovano a qualche gradino di distanza: Chris è arrivato al punto e lavora con il gancio per riuscire a prendere la cintura!

Tuttavia in pochi secondi il Britannico è sopraggiunto!! Inizia un duro scambio di colpi.. uno da una parte e uno dall’altra.. questa scena si ripete fin quando non è il gallese ad avere la maglio.. Mason colpisce una, due, tre volte consecutive: Chris Jericho è in netta difficoltà.. ma attenzione!! Il canadese si porta dal lato della scala in cui stava salendo il suo avversario.. cosa avrà in mente??!!! Oh, ora sembra chiaro!! E’ fuori di testa!!! CODEBREAKER FROM TO TOP OF THE LADDER!!! Incredibile!!! L’impatto distruttivo ha l’effetto di sbalzare fuori dal ring il gallese Mason Ryan, a cui forse serviranno addirittura i soccorsi!! The Mental Mastermind pur non uscendone sicuramente illeso, è riuscito a contenere i danni, nonostante rotoli per il ring in preda al dolore: attualmente tutti e quattro gli atleti sono al tappeto!! Che contesa entusiasmante!! Il pubblico incita i loro beniamini: la fazione per i campioni in carica è forte, mentre per gli sfidanti si sente qualche timido incoraggiamento dal settore frontale alle telecamere. L’arbitro va a controllare lo stato di salute degli atleti.. momenti concitati! Un primo debole segnale arriva da Sheamus che sembra in grado di potersi mettere in piedi anche se molto lentamente.. all’altro capo del ring vediamo segni di ripresa anche nel canadese Jericho che inizia a muoversi strisciando verso le corde: sarà passato un minuto o forse più, tempo che è servito ai due atleti per riacquisire la posizione eretta. Il Celtico, leggermente barcollando va a recuperare la scala e a posizionarla nel punto esatto del ring su cui è posta la cintura mentre il biondo del Canada lo segue da lontano con lo sguardo. Il Britannico a fatica inizia a salire il primo gradino, The Ayatollah of Rock 'n' Rolla timidamente arriva alla scala e mette a sua volta un piede sul gradino: è un susseguirsi di piccoli passi.. Sheamus avanza di uno mentre Jericho lo segue a ruota. Scalino dopo scalino si vede la sofferenza dipinta sul volto dei due atleti, chiunque sarà la coppia vincitrice sarà stato un grande spettacolo.. la coppia sconfitta non avrà nulla da rimpiangere… tutti hanno dato tutto! Sheamus e Jericho sono sul gradino più alto: nessuno dei due ha più la forza di colpire, infatti li vediamo entrambi intenti a strattonare la cintura! I due fanno gran leva sulla cintura che rimane ancora sospesa in aria.. Sheamus e Chris stanno tirando con tutta la forza che hanno dentro… ATTENZIONE!!!! LA CINTURA SI E’ STACCATA!!! CHI L’AVRA’ RECUPERATA??!!

Le telecamere inquadrano i volti dei due avversari, che si guardano entrambi perplessi.. che è successo??? Un’inquadratura larga permette di chiarire ogni dubbio… la cintura è sfuggita di mano ad entrambi!! Clamoroso!! E ora?? I due si guardano afflitti: dovranno correre per recuperare la cintura!! Velocemente i due scendono i gradini della scala.. sembra una corsa alla sopravvivenza… i due sono quasi a terra… ATTENZIONE!! Qualcosa si muove e sbuca sull'apron!! Ma è?!?? Ma è il Cobra!! Che spunta con la sua testina curiosa, affacciandosi nel ring... Santino riemerge a fatica a seguito del suo calzettone verde e si ributta nel ring... Santino però resta straiato al tappeto, anzi sembra quasi che egli sia trainato sul ring dal suo braccio/serpente!! Il quale continua a strisciare piano piano verso la cintura, con Santino che lo segue in apparente stato di incoscienza... il braccio continua ad avanzare a mo' di serpente: la sua vena scherzosa è ancora viva, sicuramente più di lui.. Lo Squalo e il Living Leggend mettono contemporaneamente in piede sul terreno, qualche passo e poi entrambi si tuffano… NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!! Lestamente Santino con un colpo di reni si fionda allungando la mano rivestita dal cobra… WHAT??!! Il Cobra con le fauci ha fatto sua cintura!!! Sheamus e Jericho da terra si guardano intorno: Il Celtico è impietrito, Y2J è incredulo.. Santino, anzi il Cobra, è dunque il primo ad agguantare la cintura!!! Dunque... hanno vinto il match?! A quanto pare si!! SANTINO MARELLA & CHRIS JERICHO CONSERVANO I TAG TITLES!!!

Ovazione dei fans per i loro campioni che sono riusciti nell’impresa di tenere a bada di due forzuti Britannici dall’assalto titolato! Il Lionheart vorrebbe festeggiare ma gli mancano le forze: non è dello stesso avviso Santino che forse ancora più incredulo del suo tag partner piomba in piedi e festeggia a suo modo ovvero suonando la tromba per tutto il ring!! Pazzo finale per questa pazza sfida! Jericho si alza a sua volta e abbraccia il suo furbo e lesto compare mentre Sheamus esausto batte i pugni sul mat: si è fatto giocare come un pivello e questo non lo può accettare, o meglio deve accettarlo, il primo round si è concluso così, ma siamo pronti a giurare che ci saranno polemiche a seguito di questo incontro. Il Celtico rotola giu dal ring e va a sincerarsi delle condizioni di Mason Ryan.. l’aiuto dei paramedici non servirà, infatti il gallese sembra in grado di rialzarsi e di camminare seppur con il supporto fisico di Sheamus.. in cambio Barri-10 foot offre a sua volta sostegno morale allo Squalo che sembra davvero deluso. I due si allontanano facendo dei passi indietro, senza mai voltare le spalle ai confermati campioni di coppia.. lo sguardo e fiero e la testa è alta nonostante tutto. I due sul ring festeggiano, per ora non hanno preoccupazioni ma c’è da giurare che i Britannici non si arrenderanno. Con questa bella ed intensa scena si interrompono le immagini. E’ tempo di andare avanti con il PPV! E’ Climb To Glory!!

____________________________________________________

Dopo questo strepitoso match, Matt Striker passa la linea all'area interviste, dove invece del solito Commentatore Misterioso troviamo la nuova annunciatrice e intervistatrice di WR, la bella Eve Torres, in compagnia di uno dei protagonisti di uno dei match più attesi della serata, il Climb to Glory match: Daniel Bryan. L'America Dragon, diversamente dall'ultima puntata di Impulse, stasera non porta alcuna fasciatura all'addome.

ET: "Grazie, Matt. Come avrete notato sono in compagnia dell'American Dragon, Daniel Bryan. Daniel, la scorsa settimana ho notato che durante il tuo match a squadre portavi una vistosa fasciatura. Cosa ti è successo, e soprattutto come ti senti adesso? Sei pronto per il Cilmb to Glory match di stasera?"

DB: "Si vede che sei nuova qui... Visto che probabilmente tutti gli altri sanno cosa mi è successo, non vorrei soffermarmici più di tanto. Ti do giusto un paio di indizi: un grosso martello e un grosso naso. Quando sei arrivata l'avevano già cacciato, il naso intendo... Ma stai tranquilla, non ti sei persa niente. Comunque, tornando alle cose importanti, come mi sento... Beh, non sono certamente al massimo della forma. È inutile mentire, non sono al 100%... Però non sono nemmeno così tanto da buttare, dai. Se dovessi dirlo con una percentuale, direi che mi sento al 90%: ormai mi sono ripreso quasi del tutto, ma ho ancora qualche piccolo acciacco. Ma non ti preoccupare, come ho già detto un paio di settimane fa al tuo collega insacchettato, non permetterò che quello che mi è successo comprometta la mia prestazione di stasera. Stringerò i denti e andrò avanti, come ho sempre fatto. Forse il mio fisico non sarà al massimo, ma la mia determinazione e la voglia di vincere sono alle stelle. L'American Dragon è pronto come non mai a tirare calci a destra e a manca, a volare da scale, a fare qualsiasi cosa pur di portarsi a casa quella valigetta!"

ET: "Grazie mille, Daniel. A voi la linea, Matt."

____________________________________________________

"Weeeeeeeeeeeeeeeell it's the Big Show...
It's a big man Show tonight (yeah)
Well it's the Big Show!
Crank it up, turn on them lights!
(turn them on)..."


Oh my! It's the Big Show! Big Show è qui! Dopo esser tornato martedì sera in quel di Impulse facendo perdere il match valido per il 7° posto del Climb To Glory Ladder Match a Jack Swagger, è ora presente qui... A CLIMB TO GLORY!

Il pubblico è entusiasta dell'arrivo di Big Show (il quale non era nemmeno annunciato) dato che aspettavano un suo ritorno in ogni puntata di Impulse... Big Show è sempre rimasto nei cuori e nelle menti dei suoi fans. Show ricambia l'entusiasmo del pubblico firmando cartelloni, "dando i cinque" e regalando il proprio berretto a un piccolo fan in prima fila...
Show sembra essere abbastanza tranquillo... Questo si deduce dalla sua espressione facciale e dall'andamento abbastanza normale.
Show si ferma sull'apron ring, ma prima di entrare nel ring, si becca gli omaggi del pubblico. Si vede che Big Show è uno molto amato all'interno di Impulse...
Big Show entra nel ring oltrepassando la terza corda grazie alla sua altezza e alla sua stazza. Entrato nel ring, Show prende la rincorsa con dei contro rimbalzi con le corde... Presa la rincorsa, si dirige verso l'estremità del ring alzando la mano in cielo come è suo solito fare. La reazione del pubblico è pazzesca!

Big Show fa cenno all'addetto ai microfoni di passargliene uno... se lo porta alla bocca pronto per proferire parola ma il pubblico non gli permette di parlare a causa dei continui cori, urla e omaggi del pubblico. Big Show richiama l'attenzione del pubblico testando la funzionalità del microfono con i classici "prova".

Big Show è pronto per parlare...

BS: "Wow! Che bello tornare a casa... Qui ci siete voi, pubblico di Impulse, che mi date la forza necessaria per combattere, forza che non ho avuto durante questi lunghi mesi di infortunio...!
Come ben ricordate, qualche mese fa sono stato infortunato da Jack Swagger..."


Il pubblico fischia l'All American American per quello che ha fatto a The Big Show.

BS: "Jack Swagger mi ha spezzato in due la caviglia! I dottori mi avevano comunicato che... non avrei avuto molte speranze di tornare a calcare questo ring. Mi hanno consigliato di starmene a casa sdraiato sul letto per tutto il giorno, altrimenti avrei peggiorato la situazione.
Mi ero ripromesso di seguire il consiglio dei medici ma non è nella mia dote arrendermi! La mia voglia di spaccare la mandibola a Jack Swagger era troppa... troppa per essere contenuta!
Ogni notte rivivevo quel terribile momento, un momento che la mia memoria non cancellerà mai! Tutto questo per colpa di Jack Swagger! Ogni notte quel momento riaffiorava nella mia mente. Questo però mi ha permesso di farmi capire che io non dovevo arrendermi, che dovevo lottare per ritornare ad Impulse...
Sono stati momenti davvero brutti! Ogni volta che incontravo qualcuno, questo mi derideva... Non soddisfatto, mi domandava come potesse essere successo che un gigante come me... fosse stato messo fuorigioco da un mingherlino come Jack Swagger... Venivo sempre deriso... e questo mi ha fatto capire che non dovevo arrendermi! Sapete, per un gigante come me, esser preso in giro per come sono stato infortunato... è frustante!"


Show smette per un momento di parlare... Big Show, dopo un paio di secondi, assume un'aria seria.

BS: "Ma io... io ho saputo superare questo brutto momento della mia vita, ho saputo andare avanti! Da quel momento in poi, ho dato una svolta alla mia vita: ho deciso di ricominciare ad allenarmi! Le prime settimane sono state molto impegnative e faticose. Inoltre, a complicare la situazione c'era anche la possibilità di una ricaduta dall'infortunio, ma io sono un uomo a cui la parola "arrendersi" non piace! Ho tenuto duro... e il risultato è che sono qui, sono tornato! The Big Show is back!"

Con queste sue parole, Big Show infiamma la folla. Il pubblico infatti lo osanna. Ai suoi fans sembra un Big Show molto cambiato rispetto alla sua ultima apparizione... Infatti gli sembra un Big Show più tenace, più dirompente...

BS: "Jack... te la farò pagare, costi quel che costi! Quello di martedì scorso è stato SOLO STATO UN AVVERTIMENTO! Martedì ti farò provare il dolore che io ho patito durante questi mesi! Martedì sera, quando noi due ci affronteremo, non immagini quanto piacere proverò a farti del male!
Sai, il mio infortunio ha avuto due aspetti entrambi che ti riguardano, Jack. Uno positivo e uno negativo. Quello positivo è che ti eri sbarazzato di me con la convinzione di un mio ritiro. Grave errore da parte tua! Quello negativo... beh... mi hai reso ancor più distruttivo di quanto lo fossi prima! TI FARO' PENTIRE DI NON AVERMI DATO IL COLPO DI GRAZIA QUANDO NE AVEVI L'OPPORTUNITA'! ... Tra due giorni... tu... proverai sulla tua pelle cosa significa avere la mandibola rotta. Vallo a chiedere a chi si è beccato il mio pugno... Ti risponderanno che è stato un grave errore non avermi fatto fuori quando ne avevi l'opportunità!
Jack, io ti renderò la vita un inferno! E questa è una promessa!"


Big Show si prende qualche secondo per riprendere fiato... Ecco che si porta il microfono alla bocca...

BS: "Jack... un'ultima cosa: ti prometto che martedì sera... quando saremo 1 Vs. 1... non uscirai tutto intero dall'arena! E ti prometto che non finirò di rifilarti pugno su pugni fino a quando tu non mi supplicherai di smetterla! Ma tanto... non servirebbe a nulla!"

Il gigante getta il microfono a terra con tanta violenza da farlo rimbalzare in aria.
Big Show oltrepassa la terza corda e, con aria incavolata, se ne torna dritto nel Backstage, mentre il pubblico lo "accompagna" rumoreggiando.
... Arrivato sulla rampa, Big Show rivolge lo sguardo al pubblico... e alza la mano in cielo come solo lui sa fare!

____________________________________________________

Le immagini ci portano ora nel backstage, dove troviamo i Los Machos nei pressi della Gorilla Position che, mentre attendono il loro leader, sono intenti a discutere tra di loro. Dalle facce sembrano molto preoccupati.

MrM: "Tu sei ancora sicuro della scelta che abbiamo fatto schierandoci dalla parte del Messico?"

MuM: "Non lo so più... Prima stavamo messi male, ma almeno non rischiavamo il posto di lavoro."

I due vengono raggiunti da Hunico, che sentendo in parte i loro discorsi e vedendo le loro facce preoccupate prima si arrabbia un po' poi cerca di tranquillizzarli.

HU: "Cosa son quelle facce? No ve fidate più del vuestro líder? Dopo todas las batostas que le avemo refilato avete ancora paura de quel cabron de 'Alex Rili'? Estate perdendo feducia en el credo mexicano? Ve voglio recordar que prima de abraciarlo nesuno se recordava nemeno de la vuestra esistenza, mientre ahora sete renati, ese. Avete avuto match por los títulos, 'mein ivents', sete en los schermos praticamente todas las semanas... Estamo metendo a ferro y fuego esta federación. Cosa volete de più?"

MrM: "Ma stiamo collezionando solo sconfitte e..."

Ma Hunico non lo lascia finire e lo interrompe stizzito.

HU: "Basta! Silencio! No voglio più sentir este estupide lamentele! Ve aseguro que dopo esta sera avrete ancora un trabajo, sarete ancora aquí. Quindi, meno parole y più fatti. Vamos Machos, tocca a nos!"




____________________________________________________

Le telecamere inquadrano il ring e proprio sopra di esso si staglia un’impalcatura da cui tendono orizzontalmente due corde che incrociandosi vengono a formare una X, proprio sopra il centro del quadrato. Dall’intersezione delle corde appese in aria, penzola un contratto. Questo sta a significare che il prossimo, è il match USA contro MESSICO! A contendersi quel contratto, infatti, saranno Alex Riley e Hunico. La parola passa al duo di commento Matt Striker e Mark Henry che ci spiegano il contenuto di quel contratto. I due ci ricordano che quel documento decreta il permesso di permanenza all’interno della federazione, per il partner o per i partners, del vincitore della contesa. Questo significa che già da questa sera, o Srg. Slaughter, o i Los Machos saranno in lista collocamento. Chi sarà licenziato?

"Say it to my face!
Should've been a man, but you don't know how
Play your hand you lost, but it's too late now
Have to pay the price for things you've said, yeah....!!"


La musica del ragazzo del liceo risuona nell’arena mentre questo si presenta sullo stage accompagnato dal suo amico, il sergente di ferro Srg. Slaughter. I due si avviano verso il ring e attendono l’ingresso dell’avversario del liceale.

"Ahahahahah
Sabes que nosotros somos focos pero locos
que en la calle somos lo mas poderosos
en medio del universo poco a poco
salimos desde abajo para construir un negocio..."


Il pubblico esclama tutta la sua ira contro il messicano che odia l’America, mentre quest’ultimo si dirige verso il ring accompagnato dai suoi due amici neo messicani. Hunico sale nel quadrato e anche i suoi scagnozzi fanno la stessa cosa. Il sergente di ferro, che era lealmente sceso dal ring, decide allora, di ritornare all’interno del quadrato per pareggiare i conti. Colpo di scena già da subito! Le due fazioni sono pronte a colpirsi e questo match, che doveva essere disputato da due soli lottatori, ora sta per essere un match a cinque atleti! I Los Machos si scagliano contro il sergente di ferro colpendolo con dei calci allo stomaco e dei pugni, ma attenzione! Sullo stage si presenta proprio il GM di Impulse John Laurinaitis che sembra pronto a riportare l’ordine.

JL: “Signori, signori, Il mio nome è John Laurinaitis e sono il vice presidente esecutivo di Revolution, nonché responsabile dei rapporti con i talenti della federazione e, da qualche mese a questa parte, anche il General Manager ad Interim di Tuesday Night Impulse... E proprio per questo, non permetterò che questo match sia buttato alle ortiche in questo modo. Quindi, Mucho Macho, Mr. Macho e Srg. Slaughter da questo momento, siete ufficialmente banditi dal bordo ring. Tornate immediatamente nel vostro spogliatoio e lasciate che questo match si svolga nel modo più onesto possibile. Ah, quasi dimenticavo, per qualcuno di voi, auguro i migliori auguri per i suoi futuri impegni…”

I tre lasciano l’arena e per qualcuno di loro è l’ultima volta che quella rampa viene percorsa al contrario. L’arbitro può dare ufficialmente il via all’incontro.


Ultimate X Match: Alex Riley vs Hunico

Riley è ancora distratto a guardare il suo partner allontanarsi. Hunico prende la palla al balzo e prova a scalare il paletto del ring. Hunico è appeso per le braccia alla corda che si erge sopra al ring, ma il ragazzo del liceo se ne avvede e lo fa scendere prendendolo per i pantaloni. Hunico cade in piedi, ma viene steso da un pugno del ragazzo liceale. Il colpo si fa sentire e il messicano, dopo essere caduto a terra, si rotola fuori dal ring per riorganizzare la tecnica d’attacco. Riley parte ancora in rincorsa verso le corde e poi torna a colpire il messicano con un BASEBALL SLIDE! Ma Hunico si sposta lateralmente e il ragazzo del liceo scivola fuori dal ring dove viene prontamente colpito da un DROPKICK al volto del messicano! Hunico attende che il suo avversario si rialza, poi parte con un braccio teso, ma Riley si rotola sull’apron ring evitando il braccio teso, poi torna immediatamente fuori dal quadrato e si ritrova alle spalle del suo rivale. BACK SUPLEX! Hunico impatta con i materassini posti fuori dal ring! Hunico, non demorde e anche se dolorante, torna ancora in piedi. CLOTHESLINE! Il messicano cade ancora una volta a terra! Il ragazzo del liceo torna nel ring e prova a salire sul paletto. Riesce a ergersi sopra la terza corda e prova a dirigersi verso il contratto utilizzando la corda posta sopra la sua testa. Quando Riley è a metà della corda, Hunico riesce a tornare nel quadrato e prende il ragazzo del liceo per le gambe. Riley non riesce più a muoversi in avanti ed è costretto a lasciare la presa, però Hunico lo spinge verso di se e connette con una SUPER ATOMIC DROP! Il liceale si dimena al tappeto. Che botta! Il messicano prende per le gambe il suo avversario e connette con la sua patentata QUEBRADORA! L’inverted boston crab del messicano è stata applicata. Riley è sofferente al cento del tappeto, ma Hunico non vuole lasciare la presa. Hunico continua con la sua sottomissione per alcuni istanti, ma poi il suo rivale riesce a toccare la corda più bassa. In questo match però, la squalifica non c’è quindi Hunico può continuare a mantenere la sua manovra ma Riley, riesce a liberarsi da questa sottomissione uscendo nuovamente dal ring. Hunico prova a raggiungerlo uscendo con la testa fuori dal ring, ma viene colpito da un BIG BOOT quasi da fermo che lo stende al centro del quadrato! Il ragazzo del liceo sale fin sul paletto. Hunico è a terra nel centro del ring. DIVING ELBOW DROP! Hunico rantola al tappeto e anche Riley resta qualche istante al suolo per riprendersi. Il pubblico è in visibilio per le azioni che stanno accadendo sul ring! I due si rialzano quasi all’unisono e riprendono a colpirsi con una serie di pugni. Riley passa in vantaggio e riesce ad uscire vincitore da questa serie di colpi, parte in ricorsa per un braccio teso, ma viene colpito da un Hunico che ribalta la situazione. TILT-A-WHIRL BACKBREAKER! L’americano è a terra. Hunico inizia a colpirlo con dei calci devastanti al costato e ovunque riesce a trovare uno spiraglio per colpire. Dopo una serie di colpi, Esce fuori dal ring e va a cercare un oggetto sotto il quadrato. Riesce a trovare una sedia e la riporta nel ring. Il leader del trio messicano attende che il suo rivale si rialza per colpirlo con una sediata che potrebbe mettere la parola fine al match! Riley torna in piedi, Hunico parte in corsa… SPINEBUSTER! L’americano si salva e connette con una delle sue manovre preferite! Riley è in piedi e sembra essere preso da una crisi di nervi. Urla, e sbraita. Poi prende la sedia e la fissa con un’aria assatanata. Colpisce il suo avversario con una sediata devastante alla schiena e ancora un’altra. Le sediate a seguire vengono giù come pioggia. Alla fine decide di lanciare letteralmente la sedia a terra e tenta la scalata alla vetta. Sale sul paletto. Si trascina fino al contratto e… Hunico! Hunico si è ripreso quel tanto che gli bastava per lanciare la sedia verso il suo avversario. Riley viene colpito allo stomaco e tenta di restare appeso alla corda con le sue ultime energie. Riley non ce la fa e si lascia cadere a terra, prima di toccare il tappeto però, viene colpito da un DROPKICK del messicano che lo abbatte definitivamente! I due tentano ancora di rialzarsi, anche se sono molto provati, ma una cosa è certa nessuno dei due vuole lasciare la contesa e questo è logico visto la posta in palio che c’è. I due salgono ognuno su un paletto del ring, l’uno all’angolo opposto dell’altro. I due si appendono alle corde e si indirizzano verso il centro, ma prima di arrivare a toccare il contratto, si trovano faccia a faccia appesi su quelle corde. Iniziano cosi a colpirsi con dei calci per far cadere l’avversario da quella postazione e assicurarsi la vittoria, ma la vista di quel contratto è una visione che non vogliono perdere e questo li fa restare appesi ancora per qualche istante. Hunico mette le sue gambe sulle spalle del suo rivale e le usa come leva per fargli perdere la presa con le corde. Riley cerca di mantenere a fatica la presa, ma questo gli viene reso più difficile dalle gambe del suo rivale che lo spingo verso il suolo. Riley scivola e cade. POWERBOMB! Cadendo, il ragazzo del liceo si porta dietro il suo avversario e visto che le gambe di quest’ultimo erano già adagiate sulle spalle dell’americano, è stato un gioco da ragazzi connettere con una powerbomb che ha fatto sprofondare il messicano nel buio più totale. Riley si rialza a fatica aiutandosi con il paletto del ring e rialza anche il suo avversario. NECKBREAKER! L’americano rincara la dose stendendo ancora il suo avversario. Hunico rotola all’apron del ring mentre il suo rivale riprova a salire sul paletto per portarsi a casa la vittoria. Riley si riporta in prossimità del contratto ma attenzione, Hunico! Hunico si è riportato in piedi e fissa il suo avversario che si trova appeso di fronte a lui. Hunico è sull’apron ring. SPRINGBOARD CROSSBODY! Hunico asfalta il suo avversario. I due sono nuovamente a terra ma questa volta, il messicano si rialza più velocemente e va alla ricerca della sedia che aveva utilizzato prima. Hunico prende possesso della sedia. Riley è di nuovo in piedi barcollante. Sediata in faccia ai danni dell’americano che stramazza al suolo. Hunico cade in ginocchio per la fatica. Hunico fissa il contratto che penzola sulla sua testa e sembra quasi in crisi. Riesce a rialzarsi a fatica e si riporta in posizione eretta. Torna sul suo rivale e prova a connettere con la HUNICO ESPECIAL, ma viene respinto da Riley che, con la gamba libera, colpisce il messicano con un calcio al volto. Hunico è costretto ad indietreggiare e l’americano torna in posizione eretta. Riley parte con una CHLOTESLINE, ma il messicani non fa prende dalla sprovvista e riesce a ribaltare la manovra. SITOUT GOURDBUSTER! La manovra di Hunico ha colpito! Riley è tornato ancora a terra mentre il suo avversario prova a vincere la contesa. Hunico si avvicina al palo, ma cade in ginocchio proprio davanti a uno dei quattro sostegni del ring. La fatica è tanta, ma come ben sa, questo match vale moltissimo per il futuro dei due contendenti. Infatti, il perdente si vedrà privato dei suoi amici. Slaughter, Mister Macho e Mucho Macho, rischiano di perdere il posto di lavoro e questo da la forza a Hunico di riprendere la scalata verso il contratto che, a tutti gli effetti, può essere visto come una lettera di licenziamento. Hunico riesce ad aggrapparsi alla corda che tende sopra il ring e comincia a dirigersi verso il documento tanto desiderato. Sta per raggiungerlo… è fatta! No! Riley riesce a bloccare il suo avversario prendendolo per un piede e il messicano non riesce più a proseguire! Riley si tira a se il suo rivale e questo gli cade proprio sulle spalle. OMG! Hunico, cadendo, è finito in posizione perfetta per la TKO del ragazzo liceale! Riley si appresta a colpire. Il pubblico si ammutolisce! Parte… Hunico riesce a capovolgere la manovra portandosi in posizione seduta sopra le spalle del suo rivale e connette con una HURRICARNARA! L’americano finisce a terra e Hunico ne approfitta per colpirlo con dei calci. Il messicano, poi si avvicina alle corde. QUEBRADA! La combo formata dallo slingshot senton e il successivo springboard moonsault va a segno! Attenzione però, perché Riley, dopo aver subito la senton, si trova davanti agli occhi la sedia che era finita sull’apron del ring e prima che Hunico connettesse anche con il moonsault, è riuscito a portarsela sull’addome. Hunico ha portato a compimento anche il moonsault, ma Riley aveva su di se la sedia e questa è stata determinante per il risultato finale della manovra. Infatti, tutti e due gli avversari sono stesi a terra e si tengono forte la panica. Che collisione che c’è stata tra i due contendenti! Riley si porta in piedi prima del suo rivale e decide di rincarare la dose. Poggia la sedia a terra nel centro del quadrato e aspetta che il suo rivale si rialzi. Quando questo torna in piedi, lo prende per la testa e si porta in prossimità della sedia. RILEY ELEVATION! No! Hunico colpisce il liceale allo stomaco con un pugno e si porta alle sue spalle. CAIDA MEXICANA! La Swinging Samoan Drop del messicano è andata a segno! Riley cade a terra, ma fortunatamente non sulla sedia. I due sono sfiniti al centro del quadrato. Nessuno dei due riesce a rialzarsi anche se ci provano con tutte le loro forze. Hunico torna in piedi per primo e decide di portare a compimento il match. Prende la sedia brandendola con tutte le sue forze. Hunico è a contatto con le corde del ring mentre attende che dal lato opposto Riley si rialza. Il messicano sbraita contro il suo avversario. HU: “Sucios estatunidense”! Il messicano ha perso il lume della ragione e grida in faccia al suo rivale mentre quest’ultimo fatica a rialzarsi. Riley, facendo leva sulle corde riesce a tornare in piedi barcollante. Hunico parte in corsa per colpirlo con una sediata micidiale! È fatta! Hunico è partito!
Riley riesce però, grazie a un barlume di lucidità, a evitare il colpo passando sotto il suo avversario. Hunico affonda il colpo con la sedia! Il suo rivale non c’è più però e questo fa si che la sedia venga a contatto con le corde del ring. La sedia colpisce la corda più alta e subisce un rinculo che la manda a sbattere contro il muso del messicano! Hunico lascia cadere a terra la sedia e si gira barcollante, ma dietro di se c’è Riley pronto a colpire. Il ragazzo del liceo carica il suo rivale sulle spalle. TKO! TKO a segno! Hunico finisce con la testa al suolo e rotola fuori dal ring. Il ragazzo del liceo ha un’autostrada libera di fronte a se. Riley inizia molto frettolosamente a salire sul paletto del ring e poi si attacca alla corda che pende sopra il quadrato. Riley si porta fino all’intersezione delle due corde he sovrastano il ring. Riley è a un passo dalla vittoria!
Hunico cerca in tutti i modi di tornare in posizione eretta aiutandosi anche con il telone dell’apron ring, ma non riesce a riprendersi. Riley allunga una mano verso il contratto e con le ultime forze in corpo, lo tira a se! Riley ha staccato il contratto dal suo supporto! Riley vince il match e Srg. Slaughter è salvo! La musica del ragazzo del liceo risuona nell’arena dopo questo entusiasmante match e l’americano può essere festante. Riley si lascia cadere da quella posizione e finisce con l’impattare con il tappeto del ring, ma questo non importa perché ha già vinto il suo match! Ora le parti sono invertite, sì perché, Hunico è riuscito a tornare in piedi mentre il suo rivale è disteso al centro del ring. Il messicano si passa le mani tra i capelli e si dispera perché, perdendo il match, i Los Machos saranno licenziati. Hunico è rimasto solo. Riley è disteso al centro del ring e viene raggiunto da un Srg. Slaughter che è al settimo cielo per il finale del match. I riflettori calano su un Hunico che ritorna, quasi in lacrime, nel backstage.

____________________________________________________

Il Commentatore Misterioso è ora in compagnia di Dolph Ziggler... uno Show Off che è sempre scortato dall'immancabile Maxine che lo abbraccia.

CM: "Dolph... tra poco si disputerà il match che vedrà 8 uomini tentare la scalata verso la gloria... tu ti senti pronto per ben figurare in un match duro e caotico come questo?"

Doplh Ziggler guarda il suo intervistatore con un sorriso beffardo stampato in volto, poi con sufficienza assoluta risponde:

DZ: "I'm Dolph Ziggler... the next Mr. Climb to Glory..."

CM: "Sì, ok... ma non hai risposto alla mia doman..."

Maxine interrompe l'intervistatore allontanandogli il microfono dalla bocca...

MAX: "Ti ha già detto che lui è Dolph Ziggler e da stasera sarà noto ai più come Mr. Climb To Glory... ti è chiaro ora?"

Maxine spinge indietro con astio il braccio dell'intervistatore, dopodiché, mano nella mano con il suo boy, si allontana dalla zona interviste.

Il Commentatore Misterioso resta deluso dalla mancata risposta di Dolph e si volta scuotendo il capo... quando... nota un altro protagonista atteso della serata passare di là...

CM: "Ehi, John!! John!! Posso farti una domanda?"

JC: "Mmmm... Ok... però veloce che sto andando al ring... il mio match è il prossimo, amico!"

CM: "Sarò velocissimo... John, dicci, com'è tornare a lottare in PPV dopo mesi di assenza?"

JC: "Beh, è un emozione indescrivibile, finalmente sono tornato nel mio mondo, finalmente sono di nuovo su quel ring... se non fosse per Christian, sarebbe perfetto...."

Il bostoniano si fa cupo...

CM: "Christian, è di proprio questo che ti volevo parlare... appena tornato vi siete subito scontrati, durante l'ultima puntata di Impulse lo hai attaccato e fra poco vi affronterete sul ring, come pensi che finirà? sarà la resa dei conti?"

JC: "Come finirà? Finirà che, dopo averlo pestato così tanto da non farlo camminare, glielo farò ingoiare quel fottutissimo martello di cui tanto si vanta! sarà la resa dei conti? Se riuscirà a rialzarsi dopo oggi, probabilmente non lo sarà, sarà finita solo quando ne avrà prese così tante da non potersi rialzare!"

Detto questo, John Cena sposta bruscamente il Commentatore Misterioso e se ne va in direzione ring...

____________________________________________________

Una intro leggendaria pervade l’ambiente... l’arena si tinge di tinte dorate... parte una pioggia di splendenti zampilli color oro che dall’altro inondano lo stage.
Un figuro incappucciato si presenta sullo stage... anche la sua giacchetta è color oro e presenta sul petto stampate le effigi CC... ma è ovviamente lui... non può trattarsi che di Capitan Charisma: CHRISTIAN CAGE!!
Il baldo ragazzotto canadese avanza a passo lento verso il ring, sempre con su in dosso il cappuccio che ne cela lo sguardo... Capitan Canada arriva al quadrato e vi sale, subissato sempre da un orda di fischi assordanti. Il biondo canadese si abbassa lentamente il cappuccio e con lo sguardo, fissa il martello appeso al di sopra del ring.

Ma le telecamere staccano nuovamente sullo stage... perché ora parte roboante la theme song di quello che sarà il rivale odierno del canadese... ovvero lui... il Marine... John Cena!! Un Cena che appare gasatissimo sullo stage... sbraitando e incitando la folla egli percorre avanti ed indietro la zona sottostante al titantron, poi... egli si ferma, immobile... saluto militare e... via, riparte di gran carriera verso il ring...
Con una corsa velocissima il leader della Cenation si getta nel ring, rimbalza un paio di volte contro le corde ed infine lancia il cappellino e la maglietta ai fan.
L’arena è una polveriera... i cori pro-Cena sono assordanti... e dopo che il Marine stesso ha consegnato le sue medaglie all’arbitro... il match può incominciare.


SladgeHammer Match: John Cena vs Christian

Il match ha inizio ed i 2 si fronteggiano con gli sguardi, restando però fermi ai proprio angoli. Poi si avvicinano lentamente dopo qualche secondo... sta per arrivare il contatto, ma... no!! Christian non è pronto ed indietreggia chiedendo un time-break.
Cena sorride infastidito, incitando il rivale a farsi avanti se a coraggio... il canadese, dopo qualche attimo di indecisione... accetta l’invito ed avanza... Clinch al centro del ring... ma no, ma no... Christian ancora imperterrito si chiama fuori, tornando al suo angolo... non è pronto, pare dire... ha bisogno di fare un po’ di stretching... ed infatti si flette e si torce per riscaldarsi... il pubblico ovviamente non gradisce e lo ricopre di fischi ed insulti.
Cena continua a sorridere portandosi la mano al capo, infastidito come pochi, egli scuote la testa ed attende in silenzio.
Dopo qualche decina di secondo, ecco che Christian è finalmente pronto... i 2 si riavvicinano tornando al contatto diretto... eh no! Adesso basta! Christian si ritrae ancora! Ormai è chiaro, la sua è solo una tattica per fare innervosire Cena... un Marine che non ne può davvero più ed al terzo allontanamento del canadese, va su tutte le furie partendo all’attacco...
Il canadese viene chiuso all’angolo e colpito a ripetizione... Capitan Canada invoca l’intervento dell’arbitro a separare i 2, in quanto a suo dire, in questo modo la contesa è scorretta...
L’arbitro, anche se non ce n’è un motivo legale, in quanto il match è senza DQ, da retta a Christian e chiama il break cercando di far ragionare Cena... il bostoniano molla il colpo e lascia uscire il canadese dall’angolo, con l’intento di iniziare un confronto faccia a faccia...
Ma il canadese, approfittando di un Cena distratto dall’arbitro... OHHHH!! Lesa maestà! Lo va a colpire con un ceffone! Che affronto!! Capitan Charisma è senza ritegno!! Un comportamento davvero deprecabile che la folla sottolinea con ulteriori ingiurie...
Al canadese però non frega nulla e se la ride di gusto... Cena sbuffa rabbia, osserva Christian con l’ira funesta negli occhi... e parte all’assalto.
Pugno, pugno, ancora pugno, poi presa e lancio alle corde... YOU CAN’T SEE ME PUNCH!!!
Un Marine che poi colpisce Christian con dei pestoni, rompendo finalmente gli indugi... il match è ufficialmente partito, dopo diversi minuti di scherzi e sollazzi.

Cena blocca subito il canadese a terra con una HeadLock, ma Christian, con l’ausilio delle leve inferiori, riesce a colpire il Marine con delle ginocchiate ed a liberarsi.
Si rialza il canadese che prova ad offendere, ma viene presto fermato... SPINNING FISHERMAN SUPLEX!! Primo acuto del Marine, che si rialza... CC lo segue a ruota rialzandosi pure lui...
Di nuovo un faccia a faccia a centro ring e questa volta arriva il Clinch... Cena pare avere la meglio, ma Christian con un calcione ben affondato ribalta le sorti... un canadese che si lancia in rimbalzo alle corde e... SPINNING HEEL KICK!! Con il suo calcio rotante Capitan Canada si prende un piccolissimo vantaggio che prova poi a sfruttare balzando sulla seconda corda per effettuare un Cross Body!!
Ma il Marine è attento ed afferra al volo il canadese... Knee BackBreaker!! Il bostoniano affonda il canadese schiacciandolo sul proprio ginocchio, poi lo sistema per bene per un’altra manovra in sollevamento: GUTWRENCH SUPLEX!! Un John che pare avere il controllo di questa prima fase di gara, un John che rialza ancora il nemico per immolarlo al cielo... attenzione però... il canadese è lesto e scivola alle sue spalle: REVERSE DDT!! Senza indugi lo blocca al collo e lo schianta al tappeto.
Capitan Canada porta a segno un buon punto e conscio di ciò si batte la mano sul petto per darsi ulteriore carica.
Un canadese che poi rialza Cena e, dopo averlo ulteriormente colpito con la mano, lo trascina appeso alle corde e FOOT CHOKE!!! Cage mettendosi sopra di lui fa pressione con le gambe sul corpo del Marine, provocando un soffocamento di costui contro la seconda corda.
Dopo qualche decina di secondi passata ad agire in modo illegale, Christian molla la presa e sorridendo riguadagna il centro del ring... rincorsa di Cage e... CHIP SHOT!! Tuffo attraverso le corde ed una volta che egli è scivolato a bordo ring, si volta e rifila una sonante cinquina al suo avversario... il quale inerme, ancora semi-stordito dal soffocamento precedente, incassa il colpo. La folla rumoreggia, cori di disgusto per ciò che sta vedendo.

Il canadese intanto passa a frugare sotto al ring... OH! Ecco le scale! Finalmente!! Christian prende una scala un po’ più bassa e la lancia nel ring, poi ne prende anche un’altra, si più esile, ma più lunga... e con essa ben salda in mano prende una breve rincorsa... ma cosa vuole fare?!?
Oh no... si è capito!!! Rincorsa di Christian e... PEEEEM!!! Botta in pieno volto con la testata della scala sul faccione del Marine... il quale cade a terra scivolando giù dalle corde e rivoltandosi nel ring...
A questo punto Capitan Canada fa scivolare anche questa seconda scala nel quadrato, poi, vedendo un Marine giacere a terra, decide di attaccarlo ulteriormente... e di farlo dall’alto.
CC va sul paletto... è pronto per un balzo... oh sì... FROOOG SPLASH!!! Cena è colpito in pieno! Capitan Canada è in totale dominio del match ora.
Un canadese che piazza la scala con cura a centro ring... e con grande calma inizia a salirvi.

Christian Cage è quasi in cima e cerca con la mano già di allungarsi verso il martello, ancor prima che sia giunto sull’ultimo gradino. Ma a fermare i suoi entusiasmi... ecco ritornare il Marine... lui che non si arrende mai, di certo non si fa piegare per così poco... Cena afferra con le sue possenti braccia una gamba del canadese... tira e molla tra i 2... ma alla fine della fiera, la prestanza del bostoniano la fa da padrona e con uno strattone ben assestato lo riesce a tirare giù.
Il Leader della Cenation ora pare aver acquisito nuova grinta e determinazione e passa all’attacco... ancora una serie di colpi frontali... poi rincorsa e spallata... ancora altra spallata stile football... Christian prova a reagire affondando un destro, ma il Marine lo evita... PROTOBOMB!!! Cena alza al cielo la mano!! “You Can’t See Me”... rincorsa e rimbalzo alle corde, spolveratin... no... Cena si ferma... cambia idea... si guarda intorno... anzi, guarda la scala... oh sì!! La scala è ok, pare dire Cena con la testa... il Marine risale la scala per qualche gradino, poi, quando è circa a metà, si volta verso il canadese steso a terra... spolveratina e... SUPER 5 KNUCKLE SHUFFLE!!! Via la polvere e giù un maxi-papagno!!
Il bostoniano si gasa, alza le mani al cielo facendo il gesto dell’ok... è pronto... si apposta per sollevare il nemico nella sua Double A... Christian si rialza... Cena lo solleva... Attitude Adjustment in arrivo... NOOOO!! Il canadese scivola alle sue spalle e sventa il pericolo... Un Capitan Canada che poi afferra Cena per il braccio e lo lancia all’angolo... Irish Whip... NO, reversata... è Cena alla fine che lancia Christian all’angolo...
Un John che poi va a riprendere la scala giacente al suolo, quella più piccolina, e la scaglia all’angolo, gettandola contro il canadese... poi rincorsa di Cena e: RUNNING DROPKICK!! OH MY GODNESS!! Lo ha schiacciato tra scala e turnbuckle qui! Un Marine che poi non perde tempo, sgombra il campo dalla scala, ributtandola a terra, e prende il nemico per il capo... rincorsa e: RUNNING BULLDOG!! Oh yeah!! Ed il pubblico pare gradire l’azione del bostoniano, infatti l’intera arena si prodiga in cori ed applausi a sostegno del rapper.

Un John Cena che esaltato dai canti dei tifosi decide di riportarsi nuovamente sulla scala... sale qualche gradino e come prima si volta all’indirizzo di Christian... un John che quindi rinuncia momentaneamente alla scalata per colpire ulteriormente il canadese. Si lancia il Marine... questa volta con il suo Leg Drop... anzi... è un Super Diving Leg Drop!!! Ma NOOO!! Questa volta il Leader della Cenation ha voluto esagerare e commette un’ingenuità che gli costa un buco nell’acqua!
Infatti il canadese all’ultimo si sposta ed il Marine va così a schiantarsi con una sederata atomica a terra.
Dolore al basso ventre per Cena che si dimena per la botta appena subita... questo da modo a Christian di recuperare lucidità ed andare a ripescare le redini del match.
Un Christian Cage che va a recuperare la scala stesa a terra, poggiandola nuovamente ad un angolo...
Poi va a risollevare cena per un braccio e tenta di lanciarvelo contro... ma il Marine e roccioso e non demorde, impedendo al canadese di fare i suoi comodi... anzi... è Cena che reversa la manovra e lancia Cage all’angolo diametralmente opposto...
Rincorsa di Cena che prova una diagonale con un Shoulder Block, ma Capitan Canada si sposta all’ultimo scivolando sull’apron: PENDULUM KICK!! CC colpisce il bostoniano al volto con un preciso calcio rifilato facendo leva sulle corde... Un canadese che come un falco poi balza sul paletto per un attacco aereo: DIVING EUROPEAN UPPERCUT!! Colpito in pieno Cena crolla sulle ginocchia...
Senza perdere secondi preziosi, The Instant Classic rialza il rapper e lo lancia all’angolo!! E questa volta sì, ce la fa! Il Marine impatta contro la scala prima posizionata proprio da suo nemico...
Il canadese poi prende la rincorsa e connette con una sorta di Corner Splash che va a schiacciare a panino Cena tra scala e paletto, un po’ come lo stesso John aveva fatto con Capitan Canada.
Cage rimuove il metallico oggetto e lo getta a terra più in là, in modo che non sia più d’intralcio... poi aggrappandosi alla testa di Cena, sale sin sulla seconda corda... OH GOSH... ed invece, sì... TORNADO DDT!!
Magistrale azione di Christian che sbatte a terra John Cena... aprendosi una autostrada verso la vetta... ma... anche lui pare rinunciare alla risalita... cercando invece di mettere definitivamente KO l’avversario prima... eh sì, tra i 2 è una questione personale... nessuno vuole darla vinta al proprio nemico...

Nell’arena cala il silenzio... mentre Christian a piccoli passi guadagna la diagonale... OH... ma... ma... sì!! Capitan Charisma sta chiamando la Spear!! Egli si accovaccia con fare isterico e con la mano ben protesa richiama Cena affinché esso si rimetta in piedi...
Il pubblico parte con dei sonori fischi, mentre il Marine da finalmente segno di riprendersi... Passa qualche secondo ed eccolo... Cena è in piedi... Capitan Canada attende che egli si volti e parte... SPEEEEARRRRR!!!!!! NOOOOO!!! Cena si abbassa all’ultimo secondo utile ed evita l’impatto! Il canadese va oltre e s’infrange con la spalla sul paletto d’acciaio!! Dolore atomico per il Leader dei Peep! Il quale riguadagna il ring, tenendosi l’arto infortunato e con sul volto una espressione vistosa di dolore...
Cena però è lì... e non perdona...
Lo abbranca al braccio lo solleva e... ATTITUDEEEEE ADJUSTMENT!!!!! Questa volta c’è!! Questa volta c’è!! The Instant Classic è scaraventato al tappeto. E dopo essersi rimesso in piedi, questa volta sì... Cena parte per la sua scalata alla gloria.

L’arena esplode in un boato che sottolinea l’ascesa alla vetta di John Cena... un Marine che passo dopo passo giunge sino quasi in cima... è praticamente in vetta, sta per agguantare il martello, quando...
OH!! Christian!! Christian si rifà sotto!! Egli non si da per vinto e brandendo l’altra scala, va a colpire Cena a mo’ di ariete... un rapper che deve stare attento, perché un passo falso e potrebbe cadere nel vuoto...
John dopo essere stato colpito due volte con l’oggetto metallico, si accascia sulla vetta della scala sulla quale si trova... dando così spazio ad una remuntada di Christian...
Capitan Canada senza indugiare ributta a terra la scala che aveva in mano e va immediatamente a raggiungere il nemico sin sulla vetta... Ora entrambi i duellanti sono al vertice con il Marine che, dopo un attimo di smarrimento, sembra essersi ripreso.
Battaglia ad alta quota tra i 2 che si scambiano pugni e cortesie, il tutto sottolineato dai boati e dai fischi del pubblico, per l’uno o l’altro atleta... i 2 provano anche a rubarsi il martello a vicenda, ma nessuno dei 2 riesce nell’impresa di staccarlo... Christian affonda un colpo deciso, ma... va a vuoto!! Il Marine lo schiva ed anzi, ne abbranca il braccio... OH MY!! Il Leader della Cenation è lestissimo ad agguantare il nemico ed in men che non si dica, Christian si ritrova sulle spalle di John Cena!!
Si prospetta una Super Double A dalla cima della scala... WHAT THE HELL!! Cena sta per lanciare giù Christian, ma... gomitate, gomitate al volto del canadese che riesce in modo insperato a liberarsi dalla presa...
Equilibrio precario per entrambi che ora si trovano tutti e 2 dallo stesso lato della scala... Un Christian che è scivolato ora alle spalle di John e ne agguanta le braccia... il Marine è sorpreso da questa evasion funambolica di Capitan Canada e non riesce a porvi rimedio...
The Instant Classic passa così all’incasso ed in un battito di ciglia lo si vede librarsi nell’aire... SUPER KILL SWITCH!!! C L A M O R O S O !!!!!!!!!!!
Una manovra da mani nei capelli!! Impatto devastante per entrambi che ora restano a terra esanimi...
Il pubblico è incredulo e resta ammutolito per qualche decina di secondo...

Poi, quando nota segni di ripresa nei 2 atleti... rincomincia a cantare, applaudire e fischiare...
C’è tensione nell’aria ed il primo a rimettersi in piedi è proprio Christian... il canadese riguadagna la scala ed inizia una nuova salita... ma non fa in tempo nemmeno a giungere a metà che... Anche Cena pare essersi ripreso... sebbene ancora al tappeto, il Marine ha la lucidità di stoppare l’ascesa del canadese colpendo con una pedata uno dei piedini della scala... la quale si sposta, facendo perdere l’equilibrio al Leader dei Peep, che ricade in ginocchio al tappeto.
I 2 così sono alla pari ed in contemporanea ora si tirano su... entrambi sono stanchissimi, ma non si arrendono... Christian pare quello più lucido ed è proprio lui che tenta l’attacco decisivo, ma Cena lo schiva, lo manda a rimbalzare sulle corde e ne intercetta il ritorno... SIT-OUT HIP TOSS!!! OH MY GOD!! Con impatto sulla più piccola scala ancora adagiata a terra!! Dolore atroce per il canadese, che si porta immediatamente le mani a protezione della parte del corpo dolorante.
Un Cena che si rimette in piedi e con sguardo corrucciato e determinato a vincere, va all’angolo... cosa vuole fare?!? Oh, no... ritenta la manovra che già in precedenza aveva fallito... anche se questa volta è più prudente ed attacca dal paletto... Christian è a carponi... il Marine è pronto a balzare in aria... DIVING LEG DROP BULLDOG!! Colpito in pieno!! La manovra del rapper va a segno... Un Leader della Cenation che ora afferra la scala distesa a terra e la ripone su Christian incastrandovi una gamba... poi si adagia su di lui e lo blocca alla testa... STF!! Clamoroso!! STF con l’ausilio della scala!!
Capitan Canada è in trappola... il dolore è tantissimo... e cede, cede, cede!! Capitan Charisma cede!! Ma in questo match... ahi lui, non si cede... si deve solo arrivare in cima!! Per cui la manovra va avanti imperterrita...

Il pubblico sottolinea la manovra del Marine con un tripudio assordante... dopo qualche decina di secondi passata a tenere bloccata nella tenaglia la faccia del canadese, il rapper molla la presa...
Christian pare ora svenuto... ed il bostoniano a gran fatica si rimette in piedi... forse per l’ultima volta... visto che a quanto pare si appresta a compiere la scalata decisiva...
Passo dopo passo, il Marine sale... ha ormai superato la metà ed ancora Christian non da segni di ripresa...
La risalita del bostoniano è comunque molto lenta perché la stanchezza si fa sentire... Cena è ormai in cima... allunga le mani verso il martello, mentre Christian sotto, finalmente da segni di ripresa...
Senza perdere tempo, anche se barcollante, il canadese si avvicina alla scala e tenta una insperata ascesa...
Ma ormai sembra tardi perché Cena ha già le mani sul martello, deve solo sganciarlo...
Christian è a metà scala... John Cena ha la mano destra sul gancio che tiene appeso il martello... lo sta per aprire, lo sta per aprire... Sììììììì!!! Ce l’ha fatta! Lo ha sganciato!!!
Il rapper esulta alzando il martello al cielo in segno di trionfo... ma ora però, lo deve usare per vincere il match! Christian intanto è ormai arrivato in vetta... ma... ma che fa?!?!? Invece di salire il canadese... si fruga nei pantaloni?!? WTF!?!?!? Ma cosa cerca...
Deve stare attento perché il Marine incombe su di lui... sta per rifilargli una tonante martellata che lo farà precipitare di certo dalla scala... Christian sveglia!!!!
Ma che succede?!?!? OOOOHHHHH NOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!
Christian all’ultimo secondo utile allunga la mano!! E si vede un vapore fuoriuscire dalla sua mano in direzione del volto di Cena!!
OH MY GOD!! Ma è... ma è uno spray!! È dello spray al peperoncino!! Da non credere!! Christian ha estratto un miniflaconcino di Spray al peperoncino dai pantaloni e lo ha usato spruzzandolo sul volto del Marine!!
Il rapper si porta subito le mani a protezione del volto tant’è il bruciore che gli pervade la pelle, il naso e soprattutto gli occhi!! Un John Cena completamente arrossato in viso che non riesce più nemmeno a tenere gli occhi aperti dal bruciore... Il pubblico è attonito!! Stava per esplodere in un boato ed invece... quell’ulrlo è stato ricacciato in gola dal canadese... un Capitan Canada che ora ha una ghiottissima chance...
Ridendo come una iena bastarda, con quel sorriso beffardo di colui che si sente superiore, Christian sfila il martello da fabbro dalle mani di John e, sotto i roboanti fischi del pubblico che scuotono l’intera arena...
Rifila una martellata di taglio sul torace del Marine...
Cena incassa pesantemente il colpo e, avendo le mani a protezione del volto bruciato, non riesce nemmeno ad imbastire una difesa... E così il Marine precipita... perde l’equilibrio e precipita giù nel vuoto fracassandosi al centro del ring...
Suona la campana... il martello è stato usato... e ad usarlo per primo è stato Christian!!
Il canadese dunque, con un bieco, infido, subdolo, ma scaltro trucchetto, riesce a portare a casa la vittoria... Un Capitan Charisma che da in cima alla scala fa festa, sempre con il solito sorriso da schiaffi stampato sul viso, sollevando il martello al cielo, subissato da fischi incessanti ed epiteti di vario genere...

Qualche istante ed il canadese discende a fatica dalla scala... dopo aver osservato Cena, esanime a terra, si pronuncia in un nuovo sorriso irrisorio di superiorità... fatto questo, lascia la scena... percorrendo la rampa al contrario, sempre facendo orgogliosa mostra del martello, oggetto con il quale ha appena annichilito il rivale e vinto il match.

____________________________________________________

Cody Rhodes è nell' area interviste, ed è naturalmente in compagnia del Commentatore Misterioso, che, con il solito sacchetto a coprirgli il volto, si accinge ad intervistare il figlio del American Dream.

CM:”Signori e signore, siamo qui con l'atleta di terza generazione, il wrestler dal volto sfigurato, l' undashing, Cody Rhodes!!!
Cody... dopo una serie di sconfitte da far invidia a tutti gli interisti, sei riuscito a riprenderti e a qualificarti per il mirabolante match a 8 uomini, il Climb To Glory Ladder Match!!! La domanda sorge dunque spontanea... ti sei realmente ripreso o è stata fortuna sfacciata quella di vincere proprio in quel match?”


Cody osserva per lunghi istanti l'interlocutore, come a riflettere se valga la pena rispondere. Infine si leva il cappuccio dal volto e decide di replicare.

CR:”Fortuna??? Fortuna??? La fortuna è per i perdenti!!! Come ho già detto, le mie sconfitte erano dovute a semplice mancanza di voglia... quando sono approdato ad Impulse, il GM era The Miz, ed infatti lui mi ha subito fatto affrontare atleti con una... discreta preparazione... ed io naturalmente ho vinto!!! Poco dopo Impulse ha cambiato gestione, e io sono stato costretto ad affrontare atleti di infima categoria... e il solo pensiero di condividere il ring con tali rifiuti della società, mi deprimeva... questa è la storia di come ho iniziato a perdere. In seguito però ho cominciato a capire che, vista la scarsa, quasi nulla, competenza degli altri wrestler di Impulse, dovevo essere io, Cody Rhodes, ad innalzarmi sopra gli altri, a salire la scala che mi porterà alla gloria... e l'unico modo per farlo è vincere... obiettivo semplicissimo, come ho già detto.”

CM:”Seh... c'ero anche io quando ti autoproclamavi il miglior atleta al tuo debutto...”

CR:”Cosa stai insinuando...”

Cody Rhodes si avvicina minaccioso all' intervistatore, che corre subito ai ripari.

CM:”Niente, naturalmente!!! Stavo solo pensando da quanto tempo sono ad Impulse! In ogni caso... c'è un' altra cosa che tutti vorrebbero sapere... riguardo la storia del panino del buon Mark He...”

Cody scansa il microfono con stizza ed esclama...

CR: "Non c'è tempo per queste cose adesso... c'è un match che mi attende... adesso!!"

L' Undashing se ne va con una velocità impressionante.

____________________________________________________

La telecamera si sposta e ci troviamo nello spogliatoio dei Los Machos dove regna sovrano un clima di afflizione...
Hunico prova a consolare i 2 seguaci che però non ne vogliono sapere di pacare la loro stizza...

MuM: "Dannazione!! Ci siamo affidati a te, capo! A te e ai tuoi ideali messicani per rinascere... ed ora... che cosa ci resta..."

HU: "Hey, calmi, calmi! Ragionate... se non era per me voi eravate in lista free agent già da un bel pezzo... se siete ancora qui è solo merito mio... ed ora ok... oggi ho fallito... ma vedrete che troveremo una scappatoia... ed il Messico tornerà a regnare!"


Ma proprio mentre le parole di Hunico parevano aver sedato gli spiriti dei 2... irrompe nella loro stanza John Laurinaitis accompagnato da Brodus Clay...

JL: "Ehm... gente... non so come dirvelo... per cui sarò sintetico... MISTER MACHO... MUCHO MACHO... siete LICENZIATI... vi voglio fuori da qui subito!! Chiaro?"

I 2 però reagiscono male alle parole del GM ed iniziano a prendere a pugni qualsiasi cosa gli capiti a tiro nel Locker room... a quel punto il GM, temendo una sommossa, ordina a Brodus di prendere la situazione in mano...
Il possente Bodyguard prende i 2 per le orecchie e li trascina sino a fuori dell'uscita di sicurezza sbattendoli fuori con un calcione nel sedere.

JL: "Mi dispiace Hunico... ma i patti erano chiari... i tuoi uomini ora non sono più parte del roster..."

Hunico si dispera e portandosi le mani al volto, si siede sulla panca rimuginando sul da farsi. Laurinaitis e il suo bodyguard si allontanano soddisfatti.

____________________________________________________

ET: “And now i stime for the 8-man Climb to Glory Ladder Match!!!”

Esplosione del pubblico che sentito l'annuncio si lascia andare ad un boato di gioia, tanta era l'attesa per questo match.


Risuona “I am Perfection” nell’arena ad accompagnare l’avvento al ring di Dolph Ziggler.
Questo sta a significare che è giunta l’ora dell’attesissimo Climb To Glory Ladder Match, l’incontro che assegnerà la preziosissima valigetta... ed il primo a fare il suo avvento nel ring è, stando ai recenti sondaggi, uno dei favoriti per la vittoria finale... il biondo chiomato rampollo: Dolph Ziggler, il quale appare sullo stage in compagnia della sua ragazza, Maxine... la quale dopo averlo baciato appassionatamente, fa ritorno nel backstage lasciando al suo boy la scena. Uno Ziggler che arriva al ring passandosi le mani tra i capelli ed urlando per darsi la carica...


La cavalcata delle Valchirie inebria l’arena... è giunta l’ora di un altro dei favoriti della vigilia... L’American Dragon Daniel Bryan, il quale arriva saltellando al ring, sotto gli applausi dei tifosi.


Il terzo ingresso, mentre “Booyaka 619” risuona nell’aire, è quello di Mucho Gusto Rey Mysterio, il quale arriva baldanzoso al ring consegnando la sua maschera extra ed il poncho ad un bimbo nelle prime file.


E dopo Rey Mysterio... tocca a lui... al ragazzo che non muore mai... Matt Hardy!! Nella sua versione più combattiva di sempre, stando alle sue parole, quella di 2.0!! Ed eccolo il maggiore degli Hardys fare il suo determinatissimo avvento al ring, accompagnato da una ovazione dalle tribune.


L’atmosfera si irrigidisce, il pubblico passa dagli applausi ai fischi... infatti ora sullo stage compare lui... il brutto anatroccolo, lo sfigurato, che come al solito rimane celato al di sotto del cappuccio nero che ne copre il capo... schivo come sempre, l’Undashing scaccia via le telecamere che lo vanno a riprendere, con un gesto della mano... con passo spedito egli arriva al ring e finalmente vi sale... solo allora decide che è tempo di abbassarsi il cappuccio, questo permette a tutti di notare la canonica maschera semi-opaca che ne copre il volto.


Ed ora l’arena si incupisce... le luci si smorzano... sì, perché è la volta dell’avvento di Sting!! Lo scorpione entra in scena con in mano l’immancabile mazza da baseball in mano... il corvo percorre la rampa sino a bordo ring, dove ripone il suo orpello, fatto ciò sale sul quadrato.


“You Think You Know Me”... una frase precisa riecheggia nelle orecchie dei presenti... è chiaro... sta per giungere sul ring... Edge, la Rated R Superstar... sicuramente colui che nel lotto dei partecipanti è il favorito numero uno... Ed eccolo il canadese con il suo pastrano in pelle nera far l’ingresso in scena... i fumi bianchi pervadono lo stage... mentre egli avanza, celando lo sguardo dietro stilosi occhiali neri.

Ed ora... il silenzio cala nell’arena... manca solo un ingresso... tuttavia chi sarà ancora non si sa... in quanto questa slot è rimasta libera dopo il nulla di fatto nel match tra Hunico ed Alex Riley... ed ora... chi avrà indicato il GM per occupare questo posto... su quale superstar sarà ricaduta la scelta?
Ad un certo punto le luci si spengono... ed uno spotlight bianco si accende puntando dritto sullo stage... tutti gli atleti presenti sul ring ed anche il pubblico che assiepa le tribune si voltano all’unisono... per scoprire di chi si tratta.
Dall’alto, improvvisamente, scende un microfono... ed un figuro ignoto appare nella penombra dello stage dirigendosi verso il fascio di luce bianca.


Oh My!!! È dunque Mr. Anderson!!! Mr. Anderson sbarca ad Impulse e debutta con il botto... è lui quindi l’ottavo nome a prender parte al Ladder Match... un Mr. Anderson che come abbiamo udito in questo suo primo promo live si è presentato in grande stile alla folla, la quale ha risposto accogliendolo come un vero eroe!
Scrosciano ancora applausi sonanti per l’atleta di Green Bay, mentre questo cammina a passo spedito verso il ring, osservato dagli sguardi letteralmente sorpresi degli altri partecipanti.

Ed ora che anche l’ottavo duellante è sul ring... l’arbitro può dare il via alle ostilità. Suona la campana, lo spettacolo ha inizio.


8-man Climb To Glory Ladder Match: Edge vs Dolph Ziggler vs Cody Rhodes vs Rey Mysterio vs Matt Hardy vs Daniel Bryan vs Sting vs Mr. Anderson

La contesa parte ed è subito gran bagarre... tutti gli atleti si trovano un nemico e parte una classica rissa formata da 4 coppie... Il primo a volare fuori dal ring è Dolph Ziggler, spedito fuori da Matt Hardy... un Hardy che subito dopo va a dare man forte a Rey, producendosi in un 2vs2 contro Edge.
Poco più in là intanto D-Bryan se la vede con Cody Rhodes in uno scambio acceso di cortesie, mentre a Sting tocca il compito di prendersi cura del nuovo arrivato facendo gli onori di casa.
Anche Cody poco dopo vola giù dal ring, raggiungendo l’ex compagno... e successivamente anche Mr. Anderson.
Daniel Bryan si produce in uno strabiliante volo dall’arpon, con il quale abbatte Rhodes con una ginocchiata in salto.
La battaglia si sposta a bordo ring, dove anche Sting esce dal quadrato per raggiungere la zona di gran ressa. E mentre Matt Hardy continua il suo duello con Edge... Rey cambia obbiettivo... vedendo tutti fuori intenti a battagliare, il folletto di San Diego balza sulla corda più alta e scavalcandola, si lancia giù!
PESCADO!!!
Tuffo esorbitante di Rey che va a travolgere tutti gli atleti ora siti fuori dal ring! Che partenza di match con il botto!
Intanto Matt Hardy affonda offese su Edge... NORTHERN LIGHT SUPLEX!! L’atleta della Nord Carolina pare entrato nel match con il piglio giusto e fa subito capire di che pasta è fatto...
Ma Edge non è da meno... evita il ritorno di fiamma del rivale e lo mette lui a terra questa volta, passandogli alle spalle... EDGE’O’MATIC.
Intanto fuori Rey è il primo a rialzarsi e a riguadagnare la via del ring. Il messicano però viene accolto da un sonante BIG BOOT di Edge che lo rispedisce a terra.
A bordo ring si riprendono un po’ tutti e senza indugiare si passa a cercare le scale sotto il ring... dentro la prima, presa da Mr. Anderson e lanciata sul ring... poi un’altra scala presa anche da Daniel Bryan e fatta scivolare sul quadrato... ed infine una terza scala... presa da Dolph Ziggler, il quale però non la lancia... ma decide saggiamente di utilizzarla come arma... un poderoso ariete per offendere i rivali... e così... PEM! Colpo all’addome su Sting... e poi anche su Daniel Bryan, che cade sulle ginocchia. Un Daniel Bryan che ha nell’addome il punto debole, in quanto ancora dolorante dai colpi subiti qualche settimana fa da HHH.

Sul ring intanto Edge torna su Hardy... Irish Whip, ribaltato e lancio all’angolo... il maggiore degli Hardys parte in rincorsa e... CLOTHESLINE & BULLDOG!! Questa volta è Edge a finire a terra... Matt Hardy che poi va a risollevare l’amico Rey e gli propone una mossa in combo: Matt solleva Rey e lo getta su Edge facendolo cadere con un Leg Drop!!
Occhio alle spalle però, perché giunge l’arrembante Cody Rhodes! Il quale colpisce Matt con un braccio teso alle spalle... ma in suo soccorso giunge Rey... in velocità lo abbranca e: WHEEL-A-BARROW BULLDOG!!
Rey e Matt assoluti dominatori di questo inizio di match... ma intanto, fuori ring, occhio a Mr. Anderson che ha rubato la scala dalle mani di Ziggler ed ora è lui che prova a colpire... Ziggler allora decide di scappare circumnavigando il ring, ma poco più in là ad attenderlo, trova il redivivo Daniel Bryan, il quale lo abbranca in corsa e lo lancia maldestramente contro i gradoni di metallo posti all’angolo del ring. Impatto fragoroso di Dolph che cade a terra...
Mr. Anderson arriva in zona e... vedendo Dolph a terra, si congratula con D-Bryan per averlo messo a terra, allungando la mano... gesto di intesa tra i 2 con l’ArmDrag che stringe la mano dell’avversario... Ma attenzione! Calcione! Mr. Anderson adagia la scala al tappeto e poi: MICK CHECK!! OUCH!!! Che colpo!! Un colpo da KO incassato qui da Bryan!! Mr. Anderson se la ride... è sì, lui come si auto-definisce sempre, è uno stronzo... dunque non guarda di certo in faccia a nessuno... in un match così, non ci sono ne amici, ne nemici... ognuno guarda a sé. Period.
Un Mr. Anderson che fatto ciò riguadagna il ring, con in mano la scala, riponendola a copertura di uno degli angoli.

Sul ring ora troviamo: Mr. Anderson, Rey Mysterio e Matt Hardy in piedi; Edge e Cody Rhodes intenti a rialzarsi.
Mr. Anderson va a prendersi cura di Cody Rhodes, mentre il duo Rey-Matt va di nuovo su Edge.
I 2 risollevano il canadese e lo lanciano all’angolo... Matt in rincorsa, poi si china... parte Rey... POETRY IN MOTION!!! Uh che colpo combinato! Edge cade seduto all’angolo e Rey parte di nuovo in rincorsa: MYSTERIO BRONCO BUSTER!!! La galoppata del folletto si San Diego travolge il rivale. 619 is on fire!!!
Intanto poco più in là, Mr. Anderson ha portato Cody all’angolo opposto, prova un assalto in rincorsa, ma Rhodes si sposta... colpo a vuoto e facciata sul cuscinetto... Anderson è stordito... Cody decide di cogliere l’occasione balzando con un falco sul paletto: DIVING MOONSAULT!! Volo plastico che va a travolgere un atleta di Green Bay ancora in piedi!
Un Cody che poi rialza immediatamente il nemico... controlla il posizionamento a terra della scala e... cerca di eseguire uno Snap Suplex sul nemico!! Lo solleva... e ce la fa!! SNAP SUPLEX con caduta sulla scala! UCH! Che dolore per Mr. Anderson!!
Un Cody che si rialza in piedi e si pavoneggia per la mossa appena portata a segno... ma occhio, perché di fronte a lui si lancia Mysterio a gran velocità... SPINNING HEEL KICK! Cody va al tappeto ed il messicano rincala la dose con un MIDDLE KICK!!
Intanto sul ring rispunta anche Ziggler che piano piano si arrampica tenendosi alle corde.
Rey intanto si porta sull’apron ring: SPRINGBOARD LEG DROP!! Colpo che colpisce in pieno il malcapitato Rhodes... ma ce n’è anche per Ziggler appena rientrato... Rey infatti non frena la sua corsa e balza sulle corde di fronte: SPRINGBOARD CROSS BODY!! E il biondo rampollo è travolto... piroettando egli finisce al suolo nuovamente.
Rey si gasa ed anche Matt Hardy gli da ausilio andando a prendere una scala e sistemandola finalmente al centro del ring per salire... ma occhio alle loro spalle perché... è STING!! Sting finalmente ricompare sul quadrato dopo diversi minuti di latitanza...
Travolge Rey con una Spinebuster a corto raggio e una serie di pugni dopo averlo messo al tappeto... poi si rialza e ne ha anche per Matt... prendendolo e mandandolo a sbattere contro la scala riposta all’angolo... Ziggler intanto si è rialzato... giusto in tempo per beccarsi un INVERTED ATOMIC DROP!!
Poi lo volta di spalle e: SCORPION DEATH DROP!!!
Anche Rey torna sullo Stinger, ma la sua sorte è la medesima... lo scorpione evita il suo assalto e lo blocca alle spalle: SCORPION DEATH DROP anche per lui!!
Poi il corvo vede Hardy ancora adagiato all’angolo contro la scala... rincorsa e... STINGER SPLASH!! Un colpo mozzafiato che schiaccia il maggiore degli Hardys tra sé e la scala.
Matt barcolla... Sting sposta la scalinata facendola cadere e... sale sul paletto: DIVING DDT!!!
Anche Matt è schiantato al tappeto!! Ora è lo scorpione ad essere in un momento di grazia assoluta!
Uno Sting che ora va a riacchiappare pure Rhodes da terra per far fuori pure lui... ma... attenzione! THROAT THRUST!! Colpo di taglio ad emulare il padre per l’Undashing!! E Sting è stordito! Di certo non se la aspettava questa reazione... Un Cody che prende subito lo scorpione per il collo e per un braccio e lo lancia brutalmente contro l’angolo! Spallata contro il paletto metallico e grandi dolori per il corvo.
Un Cody Rhodes che non perde tempo in chiacchere, andando immediatamente ad acchiappare lo stordito rivale. Lo immola e... ALABAMA SLAM!!!!!!!! Sulla scala rimasta ancora a terra!!
Un colpo terribile questo per la schiena di Sting, che si vede sbattuto sull’oggetto metallico con grande efferatezza... uno Stinger che rotola dolorante fuori dal ring... il suo match potrebbe anche essersi concluso qua...

Ed ora Cody... è lui che si accinge a compiere la prima scalata alla gloria... anzi no! Perché Edge lo ferma!! Il redivivo Edge lo blocca alle spalle e lo solleva: ELECTRIC CHAIR!! Oh My Godness!!
Un Edge che ora ha campo aperto e incomincia la sua risalita sino alla vetta... è ormai in cima il canadese... ed allungando le mani riesce già a toccare la valigetta, ma... è troppo presto per cantar vittoria... c’è anche Mr. Anderson... che si è ripreso a quanto pare... egli riesce ad agganciare il canadese per una gamba e a tirarlo giù...
Una volta riportato a terra Anderson prova ad assalirlo in velocità, ma Edge riesce a sovvertire l’esito dell’attacco con un mirabolante FLAPJACK!!!
Edge si riporta in piedi... sul volto un ghigno malefico, mentre passandosi le mani tra i biondi capelli, pensa al da farsi... ma ormai pare chiaro... vuole la Spear! Edge carica la Spear ed attende solo che l’avversario si rialzi... tutto pare pronto, ma... Attento Edge!! Infatti Rey e Matt si sono ripresi... e vanno proprio sul canadese... Matt Hardy pare aver incastrato una scala tra la seconda e la terza corda, mentre Rey con un preciso Dropkick basso alle gambe, sorprende il canadese mandandolo a sbattere proprio contro la suddetta scala... Edge è ora a carponi che si passa la mano sul volto per riprendersi...
Ma occhio a Matt Hardy! Il ragazzo che non muore mai tenta l’estremo!! Si lancia dal paletto cadendo con una sorta di Leg Drop sulla parte della scala sporgente al di fuori del ring.
OH MY GOD!! Carambola! Il tuffo sulla scala fa compiere all’oggetto stesso un effetto pendolo, con la parte interna che si alza, facendo leva sulla seconda corda, andando a colpire Edge in pieno volto!!
Edge è tramortito, crolla al tappeto... pare svenuto... e si inabissa rotolando fuori dal ring...
Ora le scale rimaste sul ring sono soltanto 2, in quanto quella appena usata per fare pendolo è finita giù dal quadrato.
Matt Hardy festeggia risalendo nel ring e compiendo le sue classiche taunt. Con lui fa festa anche il messicano... ma invece che festeggiare, farebbero meglio a pensare a salire sin sulla vetta... infatti, attenzione... perché Dolph Ziggler pare finalmente essersi ripreso e si ripresenta ancora una volta sul ring...
Egli questa volta pare essersi premunito e tra le mani ha raccolto una delle 2 scale per usarla a mo’ di ariete... egli attende con ansia che Matt o Rey si voltino verso di lui e... PEEEM!! Colpo sull’addome di Hardy!! Colpo sul volto di Rey!! Una strage!!!
Ziggler poi getta la scala a terra e si accinge a risalire sull’altra, ancora ben sistemata da prima a centro ring.
Il biondo chiomato atleta risale sin sulla vetta... ma... a fermarne la corsa all’oro è... niente meno che l’ex compagno di tag... Cody Rhodes! L’Undashing si è rimesso e risale in tutta fretta la scala per impedire al rampollo di trionfare...
OH! È scontro aperto ora tra gli ex-compagni... ed è uno scontro ad alta quota! I 2 si percuotono a vicenda con una serie di colpi diretti, con il pugno chiuso... poi, afferrando entrambi la valigetta, cercano di colpire con l’oggetto sulla fronte il rivale...
Ma la loro disputa è destinata a finire patta... infatti sotto di loro... ecco rinvenire nuovamente l’inesauribili Matt Hardy e Rey Mysterio... i quali spostano la scala facendola cadere... Dolph e Cody volano così giù, ma hanno la scaltrezza di atterrare in piedi.
Rey e Matt partono in rincorsa con l’intento di spedire entrambi giù dal ring... ma... sbagliano clamorosamente! I 2 vengono intercettati!! Dolph e Cody seppelliscono momentaneamente i vecchi rancori e collaborano per unità di intenti! Calcione sulle ginocchia dei nemici e... FALLING NECKBREAKER!! L’Undashing spedisce a terra il maggiore degli Hardy! BLONDE AMBITION!! Il rampollo dai capelli biondi schianta a terra Rey Mysterio... per poi andarlo a colpire con una serie di gomitate in caduta: JUMPING ELBOW DROP! Nel frattempo Cody chiude l’opera connettendo su Hardy la sua ginocchiata in rincorsa: RUNNING KNEE DROP!
Una volta annichiliti i 2 nemici Cody e Dolph tornano rivali, con il brutto anatroccolo che si pone faccia a faccia al biondo ragazzotto.
Ma i 2... hanno fatto i conti senza l’oste! Infatti occhio a Ken Andeson!! Che si è ripreso! Un Mr. Anderson che ha indossato una delle scale intorno al capo e muovendosi con fare rotatorio, va ad abbattere i 2!!
Un Mr. Anderson che rigetta la scala a terra, poi... nota un Rey Mysterio che si è portato seduto ad un angolo... ed allora parte in rincorsa: RUNNING FACE WASH!!
Dalla parte opposta si rialza Cody Rhodes... KNEE LIFT!! Il colpo in corsa lo mette al tappeto... Mr. Anderson va sul paletto sotto le grida della folla che ne supportano l’agire. Volaaaaa l’atleta di Green Bay!! KENTON BOMB!!
Cody è colpito in pieno!! Si sbraccia Mr. Anderson per darsi ulteriore carica...
Attenzione a Ziggler però... lo Show Off è di nuovo in possesso di una scala ed affonda ancora con i suoi colpi a mo’ di ariete!!
Ma che succede?!? OH GOSH!! Mr. Andeson... si piega all’indietro con una finta evitando così l’assalto con la scala che gli passa sopra... poi ancora! Un’altra evasion in grande stile! Ed ancora ed ancora!!! Che agilità questo... Mr. Anderson!!
Dolph a questo punto è stizzito e getta via la scala, preferendo un attacco con colpi diretti... ma che succede?!? I colpi non vanno a segno!!! Mr. Anderson schiva tutti i colpi con grande maestria, anzi, gli basta solo una mano per parare ogni assalto!! Mr. Anderson blocca tutti i colpi del nemico, parandoli con il braccio, quasi come se il rivale si muovesse a rallentatore rispetto a lui! La folla è in visibilio e grida “Anderson, Anderson, Anderson” a squarciagola.
Il biondo atleta del Wisconsin alza la mano al cielo con la sua classica posa, per bearsi della carica data dalla gente...
Ziggler, sempre più stizzito, discende dal ring... infila le mani al di sotto del quadrato e cerca qualcosa... Un Dolph Ziggler che riemerge da sotto il ring con in mano una cassa... contenente... delle lattine?!? WTF?!?!
Lo Show Off ritorna nel ring e grida ad alta voce: "Signor Anderson!!!"
Dopodiché afferra ad una ad una le lattine con grande velocità di presa le inizia a lanciare verso il nemico... Strepitoso Mr. Anderson che con una serie di piroette riesce ad evitare tutti i colpi esplosi dal rivale... Cosa mai avrà mangiato quest'oggi per essere così in forma... la pillola rossa o quella blu? Qualsiasi cosa sia, di certo oggi è disceso in pieno a giocare nella tana del Bianconiglio.
E mentre in sottofondo si ode lieve una soundtrack dei Prodigy, Anderson poggiando la mano a terra mentre compie l'acrobazia, afferra con l'arto una lattina dal tappeto e, mentre si riporta in posizione eretta, la lancia verso Ziggler colpendolo in pieno...
Lo Show Off resta stordito e Mr. Anderson ne approfitta per balzare sulla seconda corda e colpirlo con RoundHouse Kick volante che va a segno immediatamente a rimorchio dell'attacco precedente.
Il biondo rampollo cade al tappeto... nell'arena il silenzio...

Mr. Anderson alza lo sguardo al cielo con fierezza... e nota la preziosa valigetta lassù ad attenderlo...
L’atleta di Green Bay pare ora il dominatore incontrastato e con estrema calma egli va a riprendere una delle 2 scale nel ring e a posizionarla al centro del quadrato...
Ma prima che questo possa metterci piede per salirvi, qualcuno lo sorprende agguantandolo alle spalle: WTF?!? IS DANIEL BRYAN!! Daniel Bryan ricompare finalmente nel ring e va a pescare l’ossigenato atleta del Wisconsin afferrandolo al braccio. Mr. Anderson si accorge che qualcuno lo ha agguantato e senza rendersi conto di chi si tratta, si volta sfoderando un braccio teso... ma Bryan si abbassa, schiva l’attacco, compie una piroetta su sé stesso tornando in fronte al rivale e: ROUNDHOUSE KICK!! Bryan colpisce l’avversario in pieno volto e questo crolla al tappeto...
L’ArmDrag non perde tempo e fatto ciò si lancia subito nell’ascesa... è quasi a metà scala, quando... viene fermato alle spalle da Matt Hardy, che lo agguanta... il ragazzo che non muore mai, ancora non molla ed è di nuovo lì a cercare di vincere... Il maggiore degli Hardys riporta D-Bryan nel ring e prova a colpirlo... ma l’American Dragon schiva ancora e proietta a terra il rivale... OMG!! Dal nulla intrappola Hardy in una delle sue manovre più temibili! CATTLE MUTILATION!!!
Stringe la presa l’ArmDrag, mentre Matt si dimena nel tentativo di liberarsi... D-Bryan continua la manovra sino allo strenuo, ma Hardy non pare proprio intenzionato a cedere. Ad un certo punto però... in suo aiuto si rifà sotto Mr. Anderson, il quale con un calcione colpisce Bryan interrompendo la sua manovra... Un Mr. Anderson che poi va ad immolare Bryan con uno SCOOP SLAM gettandolo con la schiena sulla scala rimasta distesa a terra! Dolore per l’ArmDrag... il quale però non demorde ed anzi, tenta immediatamente di rialzarsi...
Ken Anderson torna nuovamente su Bryan per cercare di gettarlo al di fuori del ring, ma questi, anche se stremato, riesce a rimetterlo al tappeto con un Take Down, intrappolandolo poi in un BodyScissor... Bryan infarcisce l’attacco con una serie di gomitate: ELBOW STRIKE a ripetizione. Un Daniel Bryan che poi si rialza, ma sguardo anche su Rey che si è ripreso e, dopo qualche attimo passato a studiar la situazione, va proprio a contrastare l’ArmDrag.
Rey prova un attacco in corsa con una HURRICANRANA DDT... Ma Daniel riesce ad eludere l’assalto spingendo via il folletto di San Diego. Un D-Bryan che lancia poi lo stesso messicano all’angolo, prende la scala e gliela ripone davanti... rincorsa di Bryan: RUNNING DROPKICK!!! UCH!! Dolore per Rey chiuso a panino tra scala e paletto.
Anderson intanto si è messo in posizione seduta ed un Bryan ancora non sazio, prosegue il suo assalto salendo sul paletto... MISSILE DROPKICK!! L’atleta del Wisconsin è messo a terra... un atleta di Green Bay che poi viene trascinato verso la scala, appena usata contro Rey ed ora caduta a terra, con l’intento di intrappolare la sua gamba tra l’elemento metallico.
PEM!! Bryan dopo aver riposto l’arto del rivale all’interno della scala adagiata a terra, chiude l’oggetto con veemenza. Si dimena l’atleta del Wisconsin tenendosi urlante la gamba.

Daniel Bryan ha fatto strage... ed ora torna a prestare attenzione alla sommità dell’arena, là dove penzola la valigetta... ma attenzione!! Egli fa una nefasta scoperta! Da sotto il naso Matt Hardy lo sta per gabbare! Infatti, mentre l’ArmDrag stava assalendo Mr. Anderson, il maggiore degli Hardy si è silenziosamente arrampicato sulla scala, giungendo quasi in cima... Rendendosi conto del colpevole ritardo nell’ascesa, Bryan si precipita in una frenetica risalita della scala, sullo stesso lato in cui si trova proprio Matt...
D-Bryan agguanta Hardy ai pantaloni... poi alla canotta... poi ai capelli... la rimonta è completata... ora i 2 sono entrambi in cima a battagliare...
Ognuno di loro allunga la mano per toccare la valigetta... tentano di staccarla, ma nessuno di loro ce la fa... Bryan, anche se arrivato dopo, pare essere passato in vantaggio e così Matt, rendendosi conto di questo, decide di immolarsi... dal nulla abbranca l’American Dragon e si lascia cadere a terra!! SUPER TWIST OF FATE!!! DA NON CREDERE!! Manovra pazzesca del maggiore degli Hardys che spegne le ambizioni dell’American Dragon, il quale rotola, in preda a rantoli di dolore, sino a cadere fuori dal ring.

Tutto tace ora sul quadrato. Disseminati a terra sul ring ora troviamo Dolph Ziggler, Rey Mysterio, Cody Rhodes, Mr. Anderson e Matt Hardy... dispersi fuori ring invece sono Bryan, Edge e Sting.
Tra tutti questi, Ziggler pare quello più vicino dal riprendersi ed infatti dopo qualche secondo in cui non succede nulla, ma solo cori del pubblico a sottolinear la situazione, egli si rimette in piedi.
Ziggler sorride bullandosi, fissa la scala, vuole salire... poi però... con la coda dell’occhio, si accorge che anche Ken Anderson si sta rialzando... ed allora... RUNNING LEG DROP BULLDOG!! Colpo in rincorsa che rispedisce al tappeto anche l’altro ossigenato del gruppo. Uno Show Off che poi se la va a prendere anche con Rey Mysterio tentando la via della sottomissione... Face Lock da parte sua, che sfocia in una magistrale verticale... poi... anche una ArmBar, nel corso della quale il biondo ragazzo delizia il pubblico con una serie di piegamenti... pubblico che però pare non gradire questa dilapidazione di tempo prezioso...
Ziggler pare eccedere nella sua spocchia e ben presto potrebbe esserne punito... Egli finalmente si rialza e, dopo essersi passato la mano tra i capelli, pare voler attaccare ancora... Running Neck Snap in arrivo?
NOOO!! Perché da dietro di lui risorge, per l’ennesima volta Matt Hardy che lo abbranca e lo mette a terra con un SIDE EFFECT!!
Un Matt Hardy che poi va a raccogliere la scala rimasta a terra e la erige, posizionata proprio dinnanzi all’angolo... ma cosa vuole fare... Matt si porta sul paletto e poggia le mani sulla superficie più alta della scala... OH NO!! Vuole eseguire sicuramente: UN LEG DROP ALLA TRALLALLERO!! Ma provvidenzialmente è rinvenuto Cody Rhodes che, anche se involontariamente, salva l’ex-compagno di tag andando a smuovere la scala dalla quale si stava per lanciare Hardy.
A questo punto allora è lo stesso Matt che si porta in prominenza coi piedi intercettando il tentativo di risalita dell’Undashing e, scalciando come un mulo, riesce a farlo precipitare giù...
La caduta però non è rovinosa... anzi, Cody riesce ad atterrare in piedi, restando solo un po’ stordito per la pedata ricevuta... questo breve attimo di confusione del brutto anatroccolo però... ha permesso a Matt di portarsi ora pienamente coi piedi poggiati sulla scala, per darsi la spinta giusta che gli serve per tuffarsi.
DIVING ELBOW DROP con atterraggio su l’avversario in piedi!!! Cody è colpito tra collo e spalla e finisce per cadere al tappeto.

Matt Hardy è gasatissimo!! Alza la mano la cielo e compie la sua taunt! Il pubblico lo segue... ma non è ancora finita!! È no!! Perché in piedi ora c’è l’inesauribile Ken Anderson!! L’atleta di Green Bay è stordito, ma ancora in grado di reggersi in piedi e barcollando riesce a tentoni a raggiungere la scala... Matt però lo vede... e di certo non lo lascia salire così liberamente... anzi... lo va a prendere e... IRISH WHIP! Lanciato all’angolo!! Dalla parte opposta rispetto all’angolo in cui si trova la scala. Matt Hardy è in estasi da battaglia... e senza pensarci su due volte si arrampica sul paletto... afferra il capo dell’atleta del Wisconsin e... OH MY!!!! TORNADO DDT!!! Una pazzesca, roboante, TORNADO DDT!!
La testa di Ken Anderson impatta contro il tappeto e per lui il match potrebbe davvero esser finito qua... anch’egli infatti rantola, lasciandosi cadere esanime dal ring...
Mamma mia, mamma mia, mamma mia... direbbe quello, dinnanzi ad uno spettacolo così...

Ora Hardy pare non aver più nessuno a separare la sua ascesa verso la gloria... ed invece no!!!
C’è Dolph Ziggler, il quale lo arpiona per un braccio e lo solleva! Caricamento a FIREMAN’s CURRY... e poi lo lascia cadere, con una sorta di GTS, modificata mandandolo a sbattere con il volto sul cuscinetto del turnbuckle!! Il povero Hardy finisce a terra dolorante al viso... mentre se la ride l’atleta biondo chiomato, che vede ormai prossimo il suo successo.
Ziggler si avvicina alla scala eretta ancora al centro del ring... dinnanzi a lui c’è solo un lazzaretto... con una scala eretta vicino all’angolo ed una giacente fuori dal ring... ed i rivali siti: due distesi nel ring, Rey e Matt, ormai esanimi... e tutti gli altri, Bryan, Edge, Anderson, Sting... dispersi da qualche parte fuori dal quadrato...
Ma... un momento... in questo suo osservare le posizioni nemiche... Dolph non nota Cody Rhodes... l’ex-compagno!!
Ed infatti eccolo Cody, sbucargli alle spalle!! Colpo di coda dell’Undashing che assale lo Show Off di sorpresa finendo per bloccarlo nella sua letale ROLLING CUTTER!!
La Cross Rhodes è in rampa di lancio... potrebbe essere la manovra che decide il match... ma... NOOOOO!!
Ziggler, clamoroso, evita il colpo eludendo la giravolta... il figlio dell’American Dream torna sul rivale voltandosi, ma viene anticipato... Ziggler schiva l’ulteriore colpo abbassandosi, poi fa un passo avanti, alza il piede e... SUPERKICK!!!!!!!!!!!!
WHAT THE HELL!!! Dal nulla Ziggler esplode una delle sue manovre migliori, andando a rifilare una pedata in pieno volto all’Undashing, che, anche se protetto dalla maschera, ha comunque incassato il colpo, cadendo al tappeto. Rhodes rotolala pure lui giù dal ring. È apparentemente anche lui nel mondo dei sogni!
A questo punto è fatta!! Una autostrada si apre dinnanzi al ragazzo dai capelli biondi.

Lo Show Off si rende conto che non deve indugiare oltre e... con grande determinazione inizia la risalita finale.
Dolph Ziggler percorre la scala sin sulla vetta... è ormai in cima e sta per raggiungere l’ambita valigetta... ma...
Non è ancora il momento dei titoli di coda perché... Rey Mysterio non si arrende e come un gatto si arrampica velocemente sulla scala raggiungendo il biondo chiomato atleta. Ziggler si accorge dell’avvento di Rey e stoppa la sua ascesa alla valigetta e prova a colpire Mysterio... ma Rey evita il colpo e si lancia in un’azione magistrale!
Facendo leva con le mani poggiate sulla top of the ladder, Rey si lancia avvinghiando con le sue leve inferiori il collo di Ziggler, poi, librandosi in volo, finisce per chiudere una mirabolante SUPER HURRICANRANA!! La quale fa precipitare il rampollo giù dalla scala.
Ziggler impatta sulle corde e resta vistosamente stordito dal colpo, tant’è che poi barcollando finisce per accasciarsi proprio sulle stesse, restando lì appeso.
Che occasione! Occasione d’oro! Ghiottissima per Rey, il quale non se la fa di certo sfuggire!
Rey si porta le mani al volto e urla al cielo... 619 Time? Rey parte in rincorsa dalla parte opposta, rimbalzo alle corde per darsi la giusta spinta e... sulle corde dall’altra parte: MUCHO GUSTO 619!!! Connessa!!
Ziggler barcolla, piroetta, si avvita riguadagnando il centro del ring ove si accascia al suolo...
Occhio a Matt Hardy intanto! Che si è arrampicato sulla scala posta in posizione più defilata rispetto a quella posta a centro ring... Matt Hardy è ora in cima alla scala e dopo aver alzato le mani al cielo, urlando... si libra in volo!! SUPER DIVING LEG DROP!!! Quel che non gli è riuscito prima... gli riesce ora!! Clamorosa azione del maggiore degli Hardy, che fa esplodere letteralmente l’arena in un assordante boato!
Rey e Matt festeggiano e si danno a vicenda la carica dandosi il cinque...
Scuotono gli animi del pubblico agitandosi e levando le mani al cielo per incitare i fan ad urlare...
Poi, in questo clima così rovente... i 2 si soffermano ai lati opposti del ring guardandosi negli occhi... poi, alzando gli occhi verso l’alto, verso la valigetta e la scala che conduce ad essa...
Entrambi fanno capire all’amico che non ce n’è per lui, sarà il sottoscritto a vincere... Rey si indica dicendo a Matt che gli dispiace per lui, ma vincerà il messicano... Hardy risponde che a sua volta quelle di Rey sono solo fantasie, si dispiace a dover infrangere i suoi sogni, ma a trionfare sarà l’uomo che non muore mai...

Fatto sta che dopo questo preambolo fatto di parole, i 2 si recano entrambi alla scala e salgono sin sulla vetta a passo veloce. Sono in cima, allungano le mani verso la valigia... la toccano, entrambi la toccano e se ne contendono il possesso... sul più bello però...
La scala traballa!! Oh no!! I 2 hanno perso troppo tempo a rispettarsi e hanno permesso così ad altri contendenti di rifarsi sotto... sono ora Cody Rhodes e Sting che abbrancano la scala e la spingono giù! Facendo così volare a terra il folletto di San Diego e il maggiore degli Hardys.
Cody Rhodes fa cenno a Sting di andare a prendere Matt e gettarlo fuori dal ring... Lo Stinger però colpisce la mano di Rhodes intimandogli di non dargli ordini che lui non è un suo subalterno...
Cody Rhodes si scusa e finge di allontanarsi, salvo poi rifarsi sotto a tradimento e prendere lo scorpione di sorpresa: FLOWING DDT!! Lo scorpione è sbattuto al tappeto... Cody ora è l’unico in piedi, ma si accorge che sia Rey che Matt si stanno rialzando piano piano...
L’Undashing balza così sulla seconda corda e connette con la sua ginocchiata volante: BEAUTIFUL DISASTER ad abbattersi sul volto di Matt Hardy, il quale cade stordito rotolando fuori dal ring.
Poi Cody ne ha anche per Rey Mysterio andandolo ad agguantare alle spalle, prima che esso possa essersi completamente rialzato: CROSS RHODES!!! Anche il folletto di San Diego è schiantato al tappeto ed anche lui rotola mestamente fuori dal ring stordito.

Il brutto anatroccolo è dunque ora veramente l’unico ad essere rimasto in piedi e senza indugiare risistema la scala intento a salirvi per vincere. La scala è sistemata... Cody, dopo essersi assicurato della stabilità di essa, risale sino alla vetta. È in cima... allunga le mani protendendole verso la valigetta... ce l’ha praticamente fatta... è sua... ma... non riesce a compiere l’ultimo passo... l’allungo decisivo... e questo perché... qualcuno pare trattenerlo... ma è...
OH GOSH!!! Ma è... Mark Henry!! Il Nutellone è salito sul ring ed ha afferrato per la gamba il brutto anatroccolo non permettendogli l’ultimo passo per arrivare a staccare la valigetta!! Che disdetta!!
Un Mark Henry che si è probabilmente legato al dito il tiro mancino perpetrato dall’Undashing nel corso dell’ultima puntata, quando con fare furbesco Rhodes lo ha fregato da sotto il naso andandosene via.
Ma ora Henry lo ha preso e pare intento a non lasciarlo andare... anzi, con estrema brutalità gli basta un violento strattone per ritirarlo a terra da sulla cima della scala dove era...
Henry ora si porta faccia a faccia con Cody e gli intima di dargli il nome che vuole... ma Cody pare paralizzato dalla paura e non riesce a rispondere...
Henry, stufo di attendere a questo punto passa ai fatti... dal nulla afferra Cody Rhodes e lo schianta al tappeto!! WORLD’s STRONGEST SLAM!! E questa volta il buon Cody non è riuscito ad evitare l’ira dello Scimpanzone... il quale poi gli grida forte che lui non è qui per farsi prendere in giro... e questa schiacciata al suolo gli dovrà servire come memo per non provare più a fregarlo in futuro.
Henry abbandona il ring e si torna ad accomodare in postazione di commento, mentre sul ring ora regna il totale silenzio... non c’è nessuno che sia in piedi ora e che possa tentare la risalita all’eldorado.

Passano una trentina di secondi senza che si muova una foglia sul quadrato, quando... ecco che da bordo ring riemerge a fatica un figuro... è Daniel Bryan!! È l’American Dragon! Il quale a stento si appoggia all’apron e aggrappandosi alle corde si ritira dentro.
Daniel Bryan è ora sul ring e si avvicina claudicante alla scala. A fatica vi ci sale e piano piano giunge alla vetta... D-Bryan è tutto solo... potrebbe essere l’occasione buona per vincere... ce l’ha! Ce l’ha in mano! La valigetta è sua, deve solo staccarla!!

Ma qualcosa sotto di lui non va!! C’è Sting!! Sting si è ripreso dalla DDT precedente inflittagli da Cody, Uno Sting che prende la scala e la spinge via! Ma D-Bryan non cade!! E no!! Infatti... clamoroso!! L’American Dragon ha abbrancato la valigetta con le mani e tenendola stretta resta lì appeso come un salame!
Lo sforzo dell’ArmDrag è notevole e nonostante rimane lì aggrappato saldamente, tenta anche con una delle 2 mani di staccare il gancio che tiene duro la valigetta...
Sting intanto prova ad interferire con l’American Dragon afferrandogli i piedi, ma... ma D-Bryan riesce con le ultime forze a scalciarlo via... Sting va al suolo colpito da una pedata che lo stordisce...
E Bryan prova così a riportare la sua attenzione sullo sganciare la valigetta... anche se l’impresa è ardua... infatti lo sforzo è già notevole solo per il restare appeso, aggrappato alla valigetta... in più egli deve controllare che, il muoversi, tentando di avvicinare la mano al gancio, non gli faccia per contro perdere la presa facendolo scivolare e cadere nel vuoto.
Dopo alcuni attimi di pathos, finalmente l’ArmDrag sembra aver trovato le misure giuste ed è riuscito con la mano ad afferrare il gancio... deve solo stringerlo per aprirlo e per lui sarà fatta... la fatica si legge nel suo volto tant’è lo sforzo a cui si sta sottoponendo... contando che ormai sarà un minuto che egli è lì appeso...

ATTENZIONE però... dal nulla!! SPEAR!!! SPEAR!! SPEAR!! SPEAR!!! NOOOOOOOOOOOOOOO!!!!
C L A M O R O S O !!!!!
Edge, nell’indifferenza più generale, si è arrampicato mestamente sull’altra scala, quella posta defilata rispetto al centro del ring e da lì si è lanciato in un portentoso balzo disperato, avvinghiando il nemico e trafiggendolo all’addome!
I 2 cadono entrambi a terra, con la valigia che resta così dov’è... penzolando vistosamente a destra e a manca, scossa dall’impatto appena andato in scena...
Edge si rialza, anche se un po’ zoppicante... la peggio però l’ha avuta di certo l’American Dragon, che ora giace a terra, apparentemente esanime...
La Rated R Superstar lo osserva attentamente e con sul volto un lauto e beffardo sorriso, si porta l’indice alla testa, come a volergli dire che lui è il più intelligente e scaltro di tutti... ed in quanto furbo, la vittoria riderà a lui...
Edge si gira per cercar possesso della scala... PEEEEEEMMMM!!!!
Che legnata!! O H M Y G O D N E S S!!!
C’è Sting! Lo scorpione è rinvenuto... e si è armato di mazza da baseball!! Deja vu!! Lo Stinger colpisce Edge in pieno volto con una mazzata assiderale! Una scena già vissuta qualche mese fa!
Edge crolla così al tappeto ricacciandosi in gola tutta la sua tracotanza e la sua spocchia. Sting sorride ed esausto getta via la mazza, per prendere possesso della scala...
Lo scorpione adagia la scala al centro del ring e con passo deciso vi ci sale... ma anche per lui la stanchezza è tanta e la risalita è legnosa...
Lo Stinger è ormai in cima, ma... attenzione... qualcuno riemerge da bordo ring con intento di rendere quanto meno più difficile l’ascesa al trono dello scorpione. È Mr. Anderson!! Si tratta proprio dell’atleta di Green Bay, il quale si ripresenta dopo diversi minuti di latitanza, sul ring e senza indugi risale sino alla cima della scala.
È in cima ed una volta lassù, si fronteggia con lo scorpione... pugni e contro pugni, sottolineati dai boati delle genti... l’alterco va avanti sino a che... lo Stinger affonda un colpo deciso con la mano... ma va clamorosamente a vuoto! La stanchezza lo ha annebbiato e così Mr. Anderson lo è riuscito ad eludere... un Mr. Anderson che blocca giusto appunto la mano del nemico e senza indugiare se lo carica in spalla tirandolo a sé!
Posizione tipica del Samoan Drop!! OH MY GOD!! Ma cosa vuole fare?!? No!! Da non credere!! Ed invece sì!!
SUPER ROLLING SAMOAN CRASH!!! GREEN BAY PLUNGE da un'altezza assiderale!!!!!
Mr. Anderson si lascia cadere dalla cima della scala e affossa definitivamente lo scorpione facendogli impattare la schiena al suolo con un colpo terrificante!
Volo assiderale! Una manovra da MANI NEI CAPELLI!!!
Il pubblico esplode di gioia ed ora è tutto per l’atleta di Green Bay!!
Un Mr. Anderson che ora si riprende, anche se un po’ rintronato, e si rimette a salire la scalinata...
Passo dopo passo... il pubblico è in apprensione... passo dopo passo... continua l’ascesa del ossigenato omaccione... passo dopo passo... eccolo finalmente sulla vetta... protendere le mani verso l’orpello ed agguantarlo!! È fatta! È fatta! La valigetta è nelle sue mani! Mr. Anderson è il primo Mr. Climb to Glor... ma chi è?!?!?
Qualcuno accorre di gran carriera al ring provenendo dallo stage... ma è?!? WTF?!? Ma è MAXINE!! Maxine irrompe nel ring e risale in tutta fretta la scala!
Mr. Anderson sorpreso dal vedere la ragazza giungere verso di lui si ferma ed osserva incuriosito la scena sino a ritrovarsi in un istante la ragazza dinnanzi a lui, sulla cima della scala.
I 2 si fissano con Maxine che si staglia proprio davanti all’atleta di Green Bay.
Mr. Anderson però non si fa certo intimorire dalla presenza della ragazza ed anzi, le intima di discendere all’istante, altrimenti sarà lui a buttarla giù, anche se si tratta di una donna.
Maxine a questo punto parte con la mano e gli molla una sonante cinquina che lascia il segno rosso sul viso di Ken, tant’è la foga con il quale questo è stato dato.
Maxine sorride compiaciuta, ma Mr. Anderson si riprende... si volta lentamente con lo sguardo sbarrato... digrignando i denti quasi come ad essere posseduto dall’ira! Oh no! Povera Maxine! Guai in vista per lei...
Anderson arma la mano per colpirla e buttarla giù, ma... OH MY GOD!!
Maxine abbranca Ken Anderson e... e lo bacia!! Lo bacia appassionatamente infilandogli completamente la lingua in bocca!!
L’arena esplode in un boato di incredulità, mentre terminato l’atto, Maxine si ridà un contegno pulendosi la bocca... Mr. Anderson è basito ed anche un po’ scioccato dalla situazione... un comportamento che di certo lo ha colto impreparato lasciandolo interdetto...
L’atleta di Green Bay scuote il capo per riprendersi e riportare l’attenzione dove serve, ovvero sulla valigetta... ma... OH NO!!! Mr. Anderson vola al tappeto!! SUPER ZIG ZAG!!!
CLAAAAMOOOOROOOOSOOOOO!!! Dolph Ziggler emula il canadese Edge, balzando dall’altra scala ed agguantando al volo Mr. Anderson al collo... poi lo proietta a terra con una micidiale schiacciata in caduta!

Anderson è KO!!! Dunque era una trappola! Maxine si è presentata in scena solamente per turlupinare il nemico con un bacio fasullo, permettendo al suo boy di tornare in corsa per la vittoria!
Maxine ridiscende dalla scala in tutta fretta e va a rialzare Dolph, incitandolo a sbrigarsi a risalire la scalinata. Un Dolph Ziggler che ha avuto tutto il tempo per riprendersi dagli attacchi del duo Hardy-Mysterio e che dall’ombra è risorto per dare la zampata finale...
Dolph inizia la sua risalita verso la gloria, mentre Maxine gli tiene ferma la scala per facilitarne il compito... Urla la mora ragazza di Tampa, incitando il suo uomo a fare in fretta... Ed eccolo Dolph Ziggler finalmente in vetta allungare le braccia sino alla valigetta... egli, accompagnato da degli assordanti fischi che ne sottolineano l’azione, porta le mani sul gancio e si accinge a staccarlo...
Occhio a Rey che si sta riprendendo e prova con le ultime forze a buttarsi dentro alla disperata... Si attacca alle corde e risale sull’apron ring... Ma Maxine lo sorprende e con un calcione in rincorsa lo rifà precipitare giù dal quadrato. BIG BOOT con il tacco 12 di Maxine! Ahi Rey, che male!!
Dolph Ziggler non ha più alcun ostacolo ora... il pubblico intuisce che nulla più ormai potrà contrastarlo ed inizia a fischiare ancor più rumorosamente, soprattutto all’indirizzo di Maxine! Una Maxine che invece leva le mani al cielo già per festeggiare la vittoria...
Ziggler intanto armeggia con il gancio, quasi come a far fatica a staccarlo... la valigia non si vuole staccare... ma che succede?!?!
No!! Ed invece sì!!
Ce la fa!! Il gancio finalmente si apre e Dolph Ziggler stacca la valigetta!!
Ora è ufficiale!! Dolph Ziggler è il primo Mr. Climb To Glory della federazione!!
Festeggia Dolph Ziggler aprendo le braccia ed urlando come un ossesso, agitando nell’aire la preziosa valigetta appena acquisita!
Da dentro il ring fa anche festa Maxine, la quale è risultata fattore fondamentale per la vittoria del suo uomo. Un Dolph Ziggler che discende dalla scala e va ad abbracciare Maxine al centro del ring...
Dolph Ziggler passa la valigetta alla sua donna che la stringe forte e la solleva al cielo in segno di trionfo... l’atleta biondo chiomato le passa una mano tra i capelli come a volerla ringraziare ed i 2 si baciano profondamente.
Dunque Dolph Ziggler diviene la scheggia impazzita della federazione... colui che potrà sfidare, in qualsiasi momento lo riterrà più opportuno, uno dei 2 prestigiosi campioni della federazione.
E sulle immagini di uno Ziggler che lascia festante il ring, sempre abbracciato da Maxine che lo accompagna fuori, le telecamere staccano nel backstage.

____________________________________________________

Randy Orton è ormai prontissimo. Il suo match verrà disputato a breve e lui si è già portato nelle vicinanze dell'ingresso dei lottatori sullo stage. Sulla spalla, come sempre, vi è la sua cintura, la sua corona di Campione WR, che questa sera, ricordiamolo, dovrà difendere contro l'ex detentore Chavo Guerrero. Alle sua spalle, l'inquadratura ci mostra il commentatore misterioso, che lo stava appunto cercando per avere una dichiarazione prima della contesa.

CM: "Randal.. posso farti qualche domanda?"

La Vipera, come al suo solito, si gira molto lentamente, sospirando, finchè i suoi occhi blu non incrociano quelli che appena si vedono del l'uomo incappucciato. Quest'ultimo non attende oltre, e fa subito la sua richiesta.

CM: "Tra pochissimo sarai nuovamente sul ring insieme a Chavo Guerrero, e la cintura che ora tu detieni sarà nuovamente in palio. Quali sono i tuoi pensieri al riguardo?"

RO: "Non starò qui a ripetere che cosa ho intenzione di fare a Chavo, perchè sono stato abbastanza chiaro la settimana scorsa. Settimana in cui Chavo è riuscito a vincere il match di coppia. Ma questa sera non c'è nessuno, oltre a noi due, sedie, tavoli e scale, che saranno i miei compagni di giochi preferiti là fuori. Proprio la scorsa puntata io e Wade Barrett abbiamo perso, ma non ha alcuna importanza. Io sono un lupo solitario, non ho bisogno di farmi accompagnare dalle nuove leve che arrivano e pretendono di essere i migliori. Per quanto mi riguarda quel match non ha alcun valore. Ma se volete vederlo come un vantaggio per quel messicano... beh, vedetelo come vi pare. Io so che non è così. So quanti colpi ho programmato di dare a Chavo con ogni singolo oggetto che troverò sopra o sotto il ring. E sono quasi certo che lui farà lo stesso. Si proclama tanto buono, ma in realtà anche lui farebbe qualsiasi cosa per vincere, solo che è troppo facile nascondersi dietro al buonismo. Ad ogni modo con questo match voglio chiudere la questione. Sconfiggerò Chavo, lo finirò come merita e finalmente potrò guardare verso nuovi orizzonti. Nuovi sfidanti che non attendono altro che un'occasione per guadagnarsi questa cintura, occasione che ovviamente verrà sprecata non appena saliranno sul ring, perchè li sconfiggerò uno per uno. E questa sera state a vedere.. Chavo è solo il punto di partenza."

Fatto il suo breve ma intenso discorso, il ragazzo di Saint Louis si allontana dall'uomo mascherato, andandosi a preparare per il suo match.

CM: "Grazie Randal."

La linea, sulle parole del Commentatore Misterioso, torna di nuovo all'arena.

____________________________________________________



Le immagini tornano in diretta dal quadrato dove i due contendenti sono già sul ring, ognuno al proprio angolo per terminare la fase di riscaldamento fin quando l’arbitro li richiama al centro del ring. Subito i due si avvicinano, lo sguardo di Alberto Del Rio sprizza vendetta, John Morrison sostiene lo sguardo con la sua solita determinazione. Lo sciamano del sesso allunga la mano per cercare il contatto fisico ma il messicano gli replica malamente a parole. Primo sgarro da pagare..si parte!


One vs One Match: John Morrison vs Alberto Del Rio

Senza troppi complimenti, si chiudono in un CLINCH. Prova di forza da ambo i fronti combattuta, e vinta velocemente da Del Rio. Quest'ultimo ha la meglio, e sfruttando la sua abilità tecnica, applica al suo avversario un efficace HEAD LOCK che però viene rotta, grazie ad una spinta energetica del Guru Of Greatness, verso le corde. Alberto riceve dalle rope opposte una carica, che lo sta portando dritto nelle braccia del Tuesday Night Delight. Quest'ultimo quindi si abbassa, in un tentativo di BACK BODY DROP... ma la proiezione non và a buon fine. Infatti El Valiènte De Todos ferma la sua corsa, e non solo annulla l'offensiva dell'avversario, ma lo colpisce anche con un calcione al petto. Sbuffo soffocante da parte di Morrison, che indietreggia pericolosamente. Allora Del Rio non può far altro che avvicinarsi, e con una serie di giochetti, " ammanetta" il suo giovane rivale, in un ARM BAR. Prontamente il New Face Of Extreme tenta una fuga, ma il lottatore messicano non glielo permette, aumentando la pressione. Il volto del Prince Of Parkour si fà via via paonazzo, e la sua stabilità cala in maniera eccessiva. La rabbia del messicano costringe il proprio avversario in ginocchio, che non vuole comunque cedere così presto. Tutto il pubblico è pro Morrison. Un aiuto morale quindi per l'Ambassador Of Abdominal, che sembra ricavarne anche coraggio e determinazione. Fattori che gli ridanno la posizione eretta. JoMo è incontrollabile!!! Del Rio non c'è la fà a tenerlo ammanettato, e viene colpito ripetutamente dal braccio " libero " del suo avversario. Proprio grazie ad un'ultima e decisiva gomitata, Alberto molla la presa, tenuta attiva per qualche minuto. L'atleta californiano, sfrutta ora a proprio vantaggio la situazione sfoderando un RUSSIAN LEG SWEEP di pregevole fattura!!! Le sorti pendono ancora sulla bilancia, e per il momento nessuno dei due la fà traballare dalla propria parte.

Morrison riporta l’avversario in posizione eretta e fa per lanciarlo contro il turnbuckle: il messicano con le protezioni ... John Morrison poi parte per una TURNEBUCKLE CLOSTLINE ma Del Rio si scansa all'ultimo e rifila un calcione sulla schiena di Morrison. I fan oggi presenti rumoreggiano, ma in tutta risposta Alberto insiste nella sua azione connettendo una SUPLEX a cui fa seguire lestamente una CHIN LOCK. Fase statica dell'incontro. I due stanno dando il massimo per poter riuscire nel loro intento, la contesa sembra essere ancora in parità, nessuno riesce a prendere le redini del match, forse Del Rio ci è quasi risuscito, visto che da qualche minuto sta chiudendo ogni spiraglio al Morrison, che in questo frangente di tempo è ancora chiuso nel lucchetto applicatogli dal ricco messicano che non molla assolutamente la prese, anzi la stringe maggiormente. L'arbitro va a porre la fatidica domanda al principe del parkour, ovvero se vuole cedere, ma la risposta ovviamente è negativa, nonostante John non sia ancora riuscito ad uscire dalla morsa letale. Morrison dopo aver patito la presa di Del Rio riesce in qualche modo a riprendersi e a raggiungere la posizione eretta… Alberto è sorpreso per lo sforzo compiuto dallo sciamano del sesso che colpisce con delle gomitate l'addome del valiente, riuscendo a liberarsi. L'essenza dell'eccellenza però non sta a guardare e colpisce il volto di Morrison con un pugno che fa barcollare il suo avversario odierno, dopo di che lo spedisce alle corde con una frustata irlandese, ma ecco che John coglie il rebound e atterra il lottatore messicano con un ottimo DROPKICK dritto al volto! Ora entrambi gli atleti sono a terra ma entrambi sembrano in grado di rialzarsi tranquillamente ... il primo a farlo è Del Rio, seguito a ruota da John Morrison. Il latino è però più lesto a lanciarvisi contro abbattendolo con una CLOSTLINE. Il Guru Of Greatness si rialza facilmente e va a cercare la contesa fisica ma Alberto lo anticipa colpendo l'avversario con un DROPKICK TO KNEE.. I due atleti sono stesi al tappeto per riprendere un pò di fiato..

Come previsto Alberto sta puntando sulle sue abilità tecniche e sull’astuzia mentre John sulla sua incredibile velocità e resistenza. Il Guru Of Greatness ora ritrova la posizione eretta, grazie alle corde, che lo tengono sù come se fossero vero e proprie stampelle.
Il pubblico si fa sentire forte con applausi e cori, sono galvanizzati per lo spettacolo fin qui offerto dai due, chiedendo agli atleti di continuare così: ora è Alberto che và con un'altra offensiva. Di fatti solleva il New Face Of Extreme, e lo lascia solo soletto a centro ring, mentre lui è diretto alle corde. Lì c'è un rebound, e nel ritornare, cerca un braccio teso. NO!!!! Velocity From Morrison!!! Il Prince Of Parkour evita un ulteriore colpo, e contemporaneamente abbrancando il messicano. ...TILT A WHIRL DDT! Spettacolo! Morrison guarda l’avversario a terra e si precipita per coprirlo.. Nooooo!! STANDING SHOOTING STAR PRESS!!
Morrison va per lo schienamento, l'arbitro si getta al tappeto ed inizia a contare..1..2..NO!

Del Rio ne viene fuori!! Morrison osserva con aria contrariata il direttore di gara sbuffando poi si ributta ancora contro Del Rio, colpendolo con delle stomp, allontanandosi poi brevemente. Compie però l'errore di perdere troppo tempo, prima di riprendere la sua azione, dando modo al messicano di riprendere fiato. Alberto è ancora a terra quindi il Tuesday Night Delight si dirige verso l'angolo e vi si sale sfruttando le corde. Lo sciamano del sesso è pronto per lanciarsi in volo: DIVING CROSSBODY!!! NOOOOOOOO! Ancora una volta l’aristocratico proveniente dal Messico lo anticipa DOUBLE KNEE GUTBUSTER! A segno!

L' Exencia de la Exelencia sembra essersi stancato di tanti giochini e punta a una rapida vittoria cercando di mettere a dura prova l’arto del suo rivale. Morrison dopo qualche secondo prova a rimettersi in piedi con l’ausilio delle corde, ma appena il suo braccio afferra le rope di sostegno, Del Rio si catapulta fuori dal ring colpendo l’arto con un ARM HOTSHOT! Il messicano non soddisfatto trascina John per un braccio fino al paletto, sul quale fa impattare violentemente l’arto! Morrison urla per il dolore mentre Alberto sorride beffardo, controllando lo stato del braccio danneggiato, quindi decide di tornare di nuovo sul quadrato. L'arbitro intanto è già arrivato ad un conto di 7 ma il messicano stoppa il conteggio. Lo sciamano del sesso si tiene l’arto infortunato e cerca di rialzarsi come può, prima sedendosi.. ma non riesce a fare altro poiché il suo avversario si abbatte come un furia su di lui, stendendolo con un poderoso ROUNDHOUSE KICK. Morrison in questa fase del match è costantemente a terra, ma nonostante ciò il WR Universe è tutto al suo fianco e lo incita ad andare avanti e conquistare la vittoria. Non è tuttavia dello stesso avviso Alberto Del Rio che sorride, pur conscio di avere come unico supporto quello del suo personal ring announcer Ricardo Rodriguez. Il messicano desidera ardentemente la vittoria per tornare presto al suo antico splendore: quello prima dell’infortunio subito. Proprio nel ricordo del dolore che ha dovuto sopportare, l’ereditiero messicano afferra per i capelli JoMo e lo abbranca, mettendo a segno una FALLING NECKBREAKER.

Le redini del match sono passate nelle mani dell'essenza del'eccellenza che sorride beffardo; il messicano va a rialzare ancora una volta il suo avversario e poi la lancia contro le corde, poi parte all'assalto e lo colpisce con un ENZEGUIRI KICK al braccio. Il Principe del Parkour grida dal dolore, ma anche l’urlo gli viene strozzato in gola poiché Alberto lestamente afferra lo stesso braccio ed esegue un ARM DDT! Il messicano ha un volto radiante che rappresenta la soddisfazione, il volto di Morrison al contemporaneamente esprime dolore. L’Orgullo de Mexico afferra per i capelli il suo avversario e lo rialza, spedendolo alle corde. E’ una fase molto veloce e godibile del match! Ma ritorniamo all’azione: il rimbalzo prodotto dall’Irish whip fa tornare John verso il centro del ring.. Del Rio carica un BIG BOOT, ma non fa in tempo a colpire che Morrison gli balza sopra la testa atterrando con un piede sopra la seconda corda.. Il messicano ha solo il tempo di voltarsi indietro.. FLYING CHUCK!! Morrison nonostante fosse malconcio è riuscito ad eseguire a sua volta una manovra , quindi in questo momento entrambi i wrestler sono stesi al tappeto doloranti, provati dai colpi subiti durante tutto l'arco del match! Ragazzi che contesa incredibile!!!

Sostenuti dal sostegno dei fan accorsi qui oggi , ambo i wrestlers si muovono in direzioni opposte, con un unico e importante obiettivo : le corde. L'arbitro nel frattempo è partito con il double count, quando però Del Rio e lo Shaman Of Sexy si ancorano alle rope. Sostanziosa spinta per i due promettenti atleti, che in contemporanea ritrovano la posizione eretta. E’ buffo vedere ciò che sta accadendo sul ring: John e Alberto barcollano vistosamente per qualche secondo come se si ritrovassero le gambe molli..colpa degli sforzi. Ci vuole qualche secondo prima che la situazione si normalizzi. Di fatti il messicano in questo momento corre (lento) verso il Tuesday Night Delight. La sfortuna si abbatte sul New Face Of Extreme, che viene acciuffato alle spalle da Del Rio…BACK SUPLEX!!! Damn!!! JoMo esegue una perfetta rovesciata ai danni di Alberto: questa manovra è conosciuta dal pubblico del wrestling come PELE’ KICK! !!! Il californiano, con fare tranquillo si dirige nei pressi del suo avversario, e con un leggero sforzo lo solleva dal terreno e lo spedisce verso le corde con una frustata irlandese..rimbalzo.. il messicano torna verso il centro del ring dove ad attenderlo c’è Morrison: FLAPJACK!!!
John Morrison è riuscito a mettere a segno un'ottimo flapjack, quindi infierisce su Del Rio sfoderando una tecnica a passo di danza: BREK DANCE LEGDROP. I fans vanno in visibilio per questa manovra. Il Principe del Parkour resta comunque concentrato sulla sua azione, infatti ora lo vediamo sollevare il lottatore messicano. Morrison colpisce il suo avversario odierno con delle chop al petto, ma Alberto sembra riprendersi, e non vuole che il Guru of Greatness prenda il sopravvento, quindi reagisce assestando dei colpi violenti ai danni di Morrison. Alberto ha la meglio nel corpo a corpo, e sigilla la sua evidente supremazia con un calcio all'addome che fa piegare Morrison sulle ginocchia. Il messicano ora gli cinge la vita con le braccia e connette il GERMAN SUPLEX con tanto di ponte!
L'arbitro conta ...1..2.. 3... NOOOOO!!

Scarica di fischi ma l'arbitro fa segno di due ... ma come diavolo ci è riuscito?? UNO STOICO MORRISON HA SOLLEVATO LA SPALLA!! Ma che resistenza ... chi se lo sarebbe aspettato?? Anche la "Exencia de la exelencia" resta a terra immobile non tanto per la mancanza di forze fisiche quanto per la mancanza di quelle psicologiche. Del Rio inizia a pensare davvero di non riuscire più a battere un avversario così gasato, inoltre i colpi a sua disposizione sono pochi: tra questi solo una può essere decisiva, la Rio Grande. Le spalle e le braccia dell'atleta di Los Angeles, in particolare quella destra, sono state danneggiate a sufficienza..
Lo Shaman of Sexy è rantolato nel frattempo verso le corde, dove si gode un meritato momento di riposo. La sua spalla è stata messa a dura prova, e deve assolutamente evitare dei contatti che risulterebbero troppo devastanti. Mentre Del Rio biasima se stesso, il New Face Of Extreme ha cercato di recuperare il minimo delle proprie energie, attraccato alle rope. Tuttavia il messicano è fermamente intenzionato a non concedere altro riposo al suo avversario e avvicinandosi lo afferra per un braccio e lo rialza di forza, mandandolo all’altro capo del ring con una Irish Whip.. rimbalzo di Morrison.. L’Orgullo de Mexico si abbassa per eseguire un BACK BODY DROP, ma è tutto inutile: Il Prince of Parkour mostra tutte le sue doti in questa disciplica rotolando sulla schiena di Del Rio. Il messicano colto di sorpresa si gira ma si becca una STO BACKBREAKER a cui JoMo fa seguire una devastante NECKBREAKER. Che reazione inaspettata da parte di John Morrison!!! Lo Shaman Of Sexy sfodera un sorriso smagliante, sente la vittoria più vicina dopo questo capovolgimento di fronte, quindi mettendo da parte il dolore, corre in direzione delle corde, dopo aver visto che Del Rio accennava a rialzarsi, si prendende il rimbalzo e scarica tutta la potenza del suo ginocchio sul faccione di Alberto Del Rio.. RUNNING KNEE STRIKE BY MORRISON!!! Trademark Move a segno perfettamente. Il pallino del gioco è ora nelle mani del Tuesday Night Delight, che è riuscito a ribaltare da qualche minuto la situazione. Gli inni d'incitamento per lo Shaman of Sexy aumentano a dismisura. Morrison sembra voler ricambiare l’affetto applaudendo il pubblico, anzi si prepara a regalargli uno spettacolo entusiasmante. JoMo si guarda intorno e valuta le distanze con estrema cura, tuttavia il suo avversario da cenni di ripresa, quindi l'atleta californiano si affretta ad eseguire la sua finisher: STARSHIP PAIN !!
NOOOOOOOOOOOOOOOO! Attenzione c'è Ricardo Rodriguez che sbuca all'improvviso balzando sull'apron con intento di distrarre lo sciamano!!!
Ed a quanto pare ci riesce, visto che Morrison perde l'attimo per osservare Riccardino ricacciato giù dall'arbitro che lo redarguisce e lo minaccia.

Alberto del Rio ha modo così di rialzarsi ed andare a colpire il suo avversario con un ENZEGUIRI KICK volante che stende Morrison facendolo piombare catastroficamente a terra!! Colpo di scena incredibile! Lo sciamano del sesso non da segni di ripresa, e la strada per Del Rio sembra spianata e in discesa. Il messicano rialza Morrison che non tenta neanche di controbattere, è stremato… RIO GRANDE!!!
Alberto del Rio stringe i denti e cercare di aumentare la pressione della manovra, mentre Jonh emana delle grida quasi impercettibili per via della carenza di fiato.. In questo frangente si potrebbero decidere le sorti di questo match stratosferico…

JoMo non ce la fa e cede!! Alberto Del Rio è il vincitore di questa incredibile contesa.
Dopo l’infortunio questo match potrebbe sancire il definitivo rilancio del messicano, che ora vediamo guadagnarsi il paletto nonostante per lui non arrivi il ben che minimo incitamento, se non quello di Ricardo Rodriguez. Il tuttofare personale dell’aristocratico sale sul ring per abbassare le corde al “suo padrone” e permettergli di scendere. I due si allontanano mentre il povero John Morrison è impietosamente inquadrato dalle telecamere che ne testimoniano il pessimo stato del post-match. Sulle note di Realeza il vincitore fa la sua uscita di scena e questo conclude il collegamento.

____________________________________________________

Le immagini si spostano nuovamente nel backstage, più precisamente, nello spogliatoio di Cody Rhodes, dove l’Undashing si sta tenendo una borsa del ghiaccio sulla schiena per recuperare dai dolori subiti.

MH: “Ehi, Cody!! Cody!!”

Esclama una voce tonante che si paventa nello spogliatoio.
L’Undashing si volta di scatto e con sua grande sorpresa scorge Mark Henry, qui... nel suo spogliatoio!!
Il brutto anatroccolo compie un repentino scatto all’indietro alzandosi dalla panca su cui era seduto e ritraendosi timoroso verso gli armadi.

CR: “Che diavolo vuoi qui? Eh? Non ti è già bastato quello che mi hai fatto?!?!? Per colpa tua io ho perso il Climb To Glory Ladder Match! Già, proprio così! Perché senza il tuo intervento io... sarei riuscito a staccare la valigetta!!”

Un Cody carico di rabbia prende un po’ di coraggio per affrontare a muso duro il Nutellone, il quale, in tutta serenità e pacatezza, replica...

MH: “Vedi Cody... quel che ho fatto... te lo sei cercato... e serviva per farti capire che io non sto affatto scherzando... forse tu lo hai preso come un gioco tutto questo... ma io no! Io sono serissimo... e visto che tu mi davi l’idea di prendere troppo alla leggera la situazione... ho dovuto farti capire con la forza che il tempo di scherzare è finito... dunque Cody... sai bene cosa voglio... dammi il nome del colpevole... chi ha rubato il mio prezioso panino?”

CR: “Ehm... non lo so! Non lo so ancora!!”

MH: “Mmmm... male Cody... molto male... mi costringi a...”

CR: “Ma... grazie alle mie indagini, sono riuscito a risalire a coloro che sono i 3 maggiori indiziati... sono sicuro che il colpevole è uno di loro 3, anzi... ho già qualche sospetto, ma devo verificare... per cui, stanne pur certo Mark che martedì, nel prossimo episodio di Impulse, riuscirò ad incastrare chi tra di loro è il vero responsabile!!”

MH: “Ok... Cody... ti voglio dare fiducia... attenderò martedì con ansia, sperando che tu mantenga la tua parola... Devo dire che la schiacciata più forte al mondo, ti ha fatto bene Cody... finalmente hai iniziato a ragionare senza trovare più scusanti. Bravo... allora rimettiti... ci vediamo martedì!”


Un Mark Henry pacato, saluta Cody Rhodes con un cenno del capo e, grattandosi il barbone soddisfatto, lascia la stanza a passo ciondolante.
L’Undashing resta lì, a fissare il vuoto... avrà veramente individuato il colpevole... o è soltanto un bluff per rabbonire Mark Henry?

____________________________________________________

Spettacolo nello spettacolo finora a Climb for Glory: la linea passa live all’arena dove si è giunti al momento clou della serata.. non resta che dire: And now it’s time for MAIN EVENT!!

"UUUUUUUUUUUUUUUH CHAVO!"
Il Mexican Warrior fa capolino dal backstage, fermandosi prima della rampa ed esibendosi nella taunt di Viva la Raza, osservando la cintura che in questo particolare caso è appesa sopra al ring. Il pubblico risponde con un boato generale, mentre il messicano si avvia sulla rampa per raggiungere il ring.

Dopo aver salutato i fans, Chavito regala il suo mantello ad un bambino. Il messicano prende quindi la via del ring passando per i gradoni e salendo sul ring, posizionandosi sotto la cintura ed indicando il cielo, puntando così il dito contemporaneamente alla cintura e al cielo in ricordo dell’indimenticato Eddie. Inevitabile la standing ovation del pubblico, che Chavito accoglie impassibile come un gladiatore. Il messicano quindi si dirige su un paletto per infiammare ulteriormente la folla eseguendo la taunt di Viva la Raza. Chavito Heat si distende poi sulle corde con aria quasi annoiata, attendendo il suo avversario odierno: Randy Orton. Lo scontro tra i due si prolunga ormai da tantissimo tempo, si può dire quasi che Chavo Guerrero vs Randy Orton sia un classico di Revolution degli ultimi tempi: chissà che questo non possa essere l’ultimo capitolo.. quello definitivo! Chavito è carico a mille per questa sfida, in palio, oltre all’onore c’è il titolo massimo di questa federazione. Un match dalle molteplici chiavi di lettura, insomma, e su cui di certo non manca la carne al fuoco.

"I HEAR VOICES IN MY HEAD.. THEY COULCIL ME … THEY UNDERSTAND.. THEY TALK TO ME!"
Non si vede ancora sullo stage.. ma improvvisamente ecco sbucare il campione! Randy Orton is in da house! Passo felpato quello del campione, che stasera si presenta qui senza avere alla vita la cintura conquistata ad House of Pain. Il titolo è messo in palio qui a Climb to Glory, e come suggerisce il titolo, non a caso, la cintura è collocata sopra il ring e sarà accessibile a colui che riuscirà a scalare tutti i gradini e a farla sua.

La Vipera percorre la rampa con passo cadenzato, guardando costantemente davanti con la testa alta. Non si può dire che non sia un tipo che non ha controllo e sangue freddo.

Peccato che il Leggend Killer non si volti per vedere l’accoglienza che gli viene rivolta qui stasera.. ovviamente non delle migliori visto il tasso di odio dei fans nei confronti del campione. Ultimi metri di rampa: Randy Orton li percorre guardando sempre più in alto, il suo obiettivo al momento non è Chavo Guerrero, nonostante l’astio, ma il titolo che penzola a 6 metri d’altezza.
Orton si guadagna l’entrata tramite i gradoni, e passando sotto la seconda corda accede al ring. Chavo lo fissa, ma non fa lo stesso Randy che va all’angolo e salito sul paletto esegue la sua taunt sotto i fischi. Orton è molto impopolare.
Dopo pochi secondi il campione scende, carico come non mai, quindi si pone di fronte al messicano facendogli segno che la cintura posta sopra di loro rimarrà alla sua vita; un sorriso sarcastico si dipinge sul viso di Chavo, il quale si allontana poco dopo.
Un’immagine suggestiva quella offerta in questo momento. La tensione è altissima, l’arbitro fa segno al Time Keeper di suonare la campana, cosi avviene dopo pochi secondi!


WR World Championship TLC Match: Randy Orton © vs Chavo Guerrero

Il Match ha inizio Ladies and Gentlemen!! Il pubblico accompagna il triplice suono con un urlo di gioia, finalmente la loro attesa è finita, questo Main Event molto sentito dai tifosi è iniziato, sia Randy che Chavo iniziano a girare per il quadrato come se stessero tracciando un cerchio, sono entrambi molto concentrati e nessuno dei due vuole rischiare di esporsi troppo. Tuttavia la Vipera avanza per prima verso il centro del ring invitando Chavito ad una prova di forza, ma il messicano rifiuta scuotendo la testa con convinzione: Randy è più grosso di lui, potrebbe essere una sfida persa in partenza.
L’Apex Predator quindi agisce subito, provando colpire di sorpresa Chavo, ma quest’ultimo però legge le intenzioni di Mr. Rko, parando il colpo e partendo alla carica con un pugno. Un colpo secco, che non lascia spazio a reazioni, poi un RUNNING WHEEL KICK addirittura fa finire l’Apex Predator contro le corde, dove viene raggiunto subito dal Mexican Warrior che lo colpisce con un braccio teso, facendolo finire al di fuori del quadrato!
Il messicano si fionda direttamente su Randall esibendosi in una PLANCHA! In questo incontro non ci sono i conteggi fuori, quindi possono starci tutto il tempo che vogliono. Non si fa neanche in tempo a finire una frase che il messicano ha impugnato una sedia nei pressi di Randy, il quale,tentando di rialzarsi, non si accorge del pericolo imminente, infatti viene colpito da un CHAIR SHOT in pieno volto!
Primo punto a favore del Mexican Warrior che ora fa cadere la sedia a terra. Il Predatore Massimo è molto confuso, viene addirittura rialzato da Chavo che si assicura di avere messo la sedia al punto giusto. Il collo di Randall viene chiuso dal braccio destro di Chavito, il quale sorride, lasciandosi cadere all’indietro... DDT ON THE STEEL CHAIR!!!

Ottima l’angolazione ottenuta da Chavo con questa caduta, che riesce a sortire l’effetto sperato. Il messicano potrebbe addirittura tentare di vincere subito, ma dopo aver dato un’occhiata alla scala in mezzo al quadrato, decide che forse è meglio proseguire nella sua opera diindebolimento, visto che questo Orton ha più vite dei gatti. Come non detto, Randall inizia a muoversi, tenendosi però entrambe le mani sulla nuca, fortemente colpita in questi ultimi minuti dell’incontro, ma Guerrero non ha tempo per le lamentele, ha tempo solo per portare a casa questo match.
Le mani del fautore della Rko vengono levate dal suo volto con veemenza da Chavo, il quale poi gli afferra il volto, rimettendo in piedi il suo rivale; Il Legend Killer barcolla, mentre il Mexican Warrior ha impugnato nuovamente la sedia, pronto a sferrare un altro colpo: tutto sembra pronto, ma quando il Latino Heat assesta il colpo, lo assesta solo all’aria, visto che Orton è riuscito miracolosamente ad abbassarsi.
Chavo è spaesato, invece Randy ha trovato un’altra sedia molto vicina a lui, ora anche il messicano si accorge della posizione del campione del mondo e riparte con un’altra sediata, che viene accolta dalla medesima mossa dell’Apex Predator! Le due sedie si schiantano insieme, ma è Randall ad avere la meglio, facendo finire la sedia di Chavo per terra, ora quest’ultimo è disarmato, infatti indietreggia fino al paletto, ma Orton è subito li, e lo va a colpire con un CHAIR SHOT! NO! Il colpo prende in pieno il paletto di sostegno del quadrato, Guerrero è stato furbo a spostarsi, e ancora più furbo a sbucare alle spalle del campione del mondo, spingendolo poi contro il sostegno di ferro.

Non ci sono parole per descrivere questo inizio di Chavo Guerrero. Un unico obiettivo, un unico pensiero, due semplici parole: WR TITLE! Il Messican Warrior sa di essere in vantaggio ma, in questo istante, sta forse prendendosela comoda e sta lasciando ampi spazi per una ripresa del Leggend Killer. Il Latino Heat si fionda ora sullo sfidante e lo colpisce con un ELBOW DROP in caduta da posizione eretta e subito, lo va poi a rialzare, ma Randy trova la reazione che tanto gli mancava e connette dal nulla con un EUROPEAN UPPERCUT diretto alla bocca del rivale. Chavo indietreggia toccandosi la zona colpita e digrigna i denti, partendo poi subito dopo contro il Campione e colpendolo a sua volta con uno STANDING DROPKICK! La reazione del Predatore Massimo è durata pochissimo, tant'è che il lottatore carambola contro l'apron ring e dolorante per il colpo, decide di rotolare nuovamente all'interno del quadrato.
Il Mexican Warrior si mette dunque a rovistare fra gli oggetti presenti sotto al ring, evidentemente in cerca di qualche arma che potrebbe tornargli utile, quindi prende da sotto il telone che copre il ring un tavolo di legno e lo spinge, con un pò di fatica all’interno del quadrato dove riposa la Vipera. Finalmente anche il membro della famiglia Guerrero ritorna sul mat e va subito a colpire Orton con un FOOT STOMP che è preludio di qualcosa di più grosso. Il Mexican Warrior difatti prende il tavolo e lo apre per bene nelle vicinanze del Turnbuckle, ponendogli sopra Randall . Passano i secondi e Chavo sale sulla terza corda e mima il tipico gesto delDIVING CROSSBODY! Può essere già finita qui...Orton potrebbe venir schiantato attraverso un tavolo e il messicano potrebbe dunque salire la scala e staccare la cintura ma...WHAT??? Randall si riprende, forse fingeva di essere cosi malconcio e scatta in piedi prima che Chavito saltasse dal paletto e lo raggiunge, colpendolo con un pugno al volto. Guerrero rimane frastornato sulla terza corda e subito viene raggiunto dal Predatore Massimo che saltato sulla stessa corda, come se non bastasse, lo aggancia portandogli le braccia attorno alla vita e proiettandolo da altezza siderale dietro le sue spalle, proprio sopra il tavolo posizionato in precedenza dal Mexican Warrior! OH MY GOD!
SIDE BELLY TO BELLY SUPLEX FROM THE TOP OF THE TURNBUCKLE TO THE TABLE!!

This is insane Ladies and Gentlemen. Dopo pochi minuti di match abbiamo già visto sediate, colpi proibiti e un tavolo spaccato in due dal volo di Chavo Guerrero sopra di esso, grazie alla manovra incredibile della Vipera. Il tavolo comunque è ormai in frantumi, Chavo non ha più la forza per respirare e nonostante i grandi incitamenti da parte del WR Universe, entrambi i lottatori restano storditi, tra le macerie del tavolo, ed il pubblico preoccupato inizia a sincerarsi delle condizioni dei due, fin quando...Randy Orton con l'aiuto delle corde li vicine, si riporta in posizione eretta!!!
The Viper is still alive!!!
Non molla, non vuole mollare, le sue voci vogliono che lui si rialzi anche se fisicamente non ce la fa. In questo momento è proprio cosi, Randall si regge in piedi a stento, ma se vuole confermarsi campione, DEVE a tutti i costi salire su quella scala per staccare la cintura.
Orton studia bene la situazione, decidendo di provare la prima scalata dell’incontro, visto che il suo avversario è apparentemente svenuto. Mr. Rko riprende la scala e la posiziona al centro del ring, riuscendola anche a mettere molto bene sotto la cintura, ora deve salire, salire fino a staccare la corona, sembra potercela fare! Scalino dopo scalino, il Predatore Massimo allunga una mano, cercando di prendere il titolo, ma è ancora troppo in basso per staccarla! Un errore che costa tempo al campione del mondo in carica, il quale sente una pressione dalla base della scala, qualcosa la sta scuotendo, ma è Chavito! Un redivivo Guerrero sta facendo dondolare sempre di più la scala, non permettendo Apex Predator di staccare la corona. Randy è costretto a scendere mentre Guerrero si sta rialzando in questo momento, aggrappandosi alla scala: Orton è sul mat, ha il suo avversario davanti.. gli rifila un colpo allo stomaco, un uncino al braccio e giù sulla scala!
ONE ARM HOTSHOT SULLA SCALA!

L’atleta proveniente da El Paso rantola dal dolore, tenendosi il braccio appena colpito dall’oggetto contundente, mentre Randy ridacchia come sua natura. Tuttavia nonostante sia in vantaggio non vuole saperne di salire sulla scala, per il momento, infatti, con un poderoso calcio, la allontana dal ring, facendola finire nelle vicinanze del Turnebukle: strano il comportamento! Chavo cerca in qualche modo di rifugiarsi anche lui fuori dal campo di battaglia, ma la Vipera non lo permette, afferrandolo per un piede per trascinarlo al centro, Chavo si dimena e riesce a sferrare un calcio al petto di Orton, che di scatto tuttavia lo blocca prontamente, ma Chavo è lesto.. lo colpisce con un ENZIGUIRI KICK alla base del collo facendolo cadere al suolo.
Una reazione tutta d’istinto quella di Chavito, il quale si siede sulle sue ginocchia, respirando affannosamente, ma con un sorriso, un sorriso che vuol dire “sono ancora in gioco”.
Il messicano rotola fuori dal ring, in cerca di qualche oggetto, ma la sua attenzione cade su una semplice sedia, ebbene,Chavo la afferra, la guarda, sorride e rientra nel quadrato, posizionandosi poi al centro di esso e lasciando cadere la sedia.
Ma le intenzioni di Chavito sono diverse, vuole fracassarcisopra Randy, visto che la posizione è quella, le movenze sono quelle, tutto è pronto, manca solo la portata principale, ovvero Orton , il quale si rialza barcollando, venendo afferrato da dietro e.. GERMAN SUPLEX! ! But No!!! No, my God NO! il Legend Killer, si libera sgattaiolando alle spalle di Chavo.. che cerca di girarsi..
OLYMPIC SLAM SULLA SEDIA D’ACCIAIO!!!!

Bruttissimo l’impatto che ha avuto la schiena di Chavo con la sedia, la quale si piega a metà, sformandola tutta. Tra i 2 c'è certamente un atleta in leggero vantaggio: è la Vipera.. Inoltre la stipulazione non può far altro che favorire Randall, indubbiamente più pirtato fisicamente per battaglie così dure. Non c'è tempo per queste riflessioni perché Randall , inizia a colpire Chavo con degli STOMPS. Chavo si dimena per cercare di salvaguardarsi ma Randy è tenace.. Non si stacca dallo sfidante, lo colpisce, e ancora e ancora! Continuando cosi gli staccherà la testa ma, per fortuna del messicano, il Leggend Killer abbassa il ritmo dei colpi, forse per la stanchezza, quindi lo va a rialzare.. lo spedisce alle corde.. SPINNING TILT A WHIRL HEADSCISSOR from nowhere di Chavo! La botta si sente ma Randy scatta in piedi come una molla con uno sguardo che non promette nulla di buono, facendo cenno di no con la testa. Forse per Chavo la soluzione migliore è scappare all'esterno del quadrato e cosi fa! Orton non ha però intenzione di stare a guardare cosi anche lui si butta a capofitto giù dal quadrato, iniziando una corsa per l'inseguimento del messicano. Sembra che questi stanno giocando ma, in realtà, si stanno per massacrare. Chavo percorre tutto il perimetro di gara finchè, purtroppo per lui, si ritrova spiazzato nelle vicinanze delle balaustre. Da li può solo scappare tra il pubblico ma tutto ciò regalerebbe la vittoria a Randy Orton che, per giunta, lo raggiunge. Chavo si passa le mani sulle guancie barbute e decide finalmente di combattere: Rincorsa di Orton e LOU THESZ seguita da una scarica di pugni! Randy rialza il suo avversario.. lo colpisce con un pugno, quindi si porta alle spalle...
BACK SUPLEX … NOOOOOO! Chavo lo sorprende e.. SAITO SUPLEX…. NOOOOOOOOOOO!! FULL NELSON SLAM ON THE BARRICADES di Orton!

L'impatto è duro per Chavo ma di sicuro non proibitivo. La Vipera dalla sua non vuole invece perdere l’occasione di vittoria e per questo si porta all'interno del quadrato. Chavito si contorce ancora dal dolore e quindi Orton non deve far altro che rientrare scalare l'oggetto che gli regalerà la conferma di essere l'indiscusso WR Champion. The Viper è dunque nel ring e posiziona accuratamente la scala per poi iniziare a scalarla, inizia la sua scalata sicuro di avviarsi verso una facile vittoria; questo eccesso di sicurezza, tuttavia, porta il figlio di Bob Orton ad impiegare moltissimo tempo per salire verso la gloria, comportando cosi un ritorno del Messicano, che rientra nel ring brandendo un tavolo. . Il nipote di Latino Heat è risalito in modo da essere alle spalle di Randy, il quale proprio in questo momento ha terminato la sua scalata e sta tendendo il braccio verso il tanto agognato titolo. Ma il pretendente al titolo non ci sta e alza l'arma appena conquistata...lanciandola addosso a Randall !!! Incredibile, Chavo lancia il tavolo addosso alla vipera e lo colpisce in pieno alla schiena, facendolo malamente cadere! What a TABLE SHOT by Chavo Guerrero! Il Leggend killer è caduto in ginocchio e si sta tenendo la schiena dolorante, ma lo scaltro Chavito non ha intenzione di lasciargli un momento di pace: agguantatogli un braccio, il messicano lo spedisce alle corde, attende che torni indietro dopo il rebound e...infierisce sulla sua schiena schiantandola contro il proprio ginocchio con un TILT A WHIRL BACKBREAKER ! Orton si piega su sè stesso e tutto sembra presagire la prima scalata verso la cintura del messicano .. Chavo inizia a salire anche se lentamente. Randy dal suo canto è dolorante, ma ancora tante energia in corpo, infatti lo vediamo prima mettersi carponi e da qui riacquistare la posizione eretta: Orton è pronto a scalare a sua volta. Chavo è a pochi gradini dalla sommità della scala.. ma attenzione!! L’Apex Predator ha quasi raggiunto il suo sfidante: eccoli sono entrambi in coma! Scambio di colpi ad alta quota fra i due e nessuno sembra prevalere quando, con una grande manovra, Randall mette a segno una combo devastante composta da pugno e facciata contro la cima della scala, cosi da rendere vulnerabile Guerrero e poterlo chiudere con il braccio dietro al collo eseguendo immediatamente un ...
SUPERPLEX FROM THE TOP OF THE LADDER !!!

Assolutamente fantastico! Una mossa magnifica e un colpo tanto duro da metter in difficoltà anche un uomo fatto d'acciaio. Il tutto però ha un doppio effetto a causa della notevole altezza: i due atleti sono tutti e due a terra e soprattutto clamorosamente tutti e due fuori gioco!
Pazzesco!!! Non ci sono parole per descrivere la manovra usata da Orton! Il Superplex dalla sommità della scala ha arrecato danni anche alla sua schiena, ma ancora di più a quella del messicano , il quale è rotolato fuori dal campo di battaglia per il dolore. Randy , anche se acciaccato, ha un’autostrada verso la cintura, un’autostrada che vuole sfruttare subito, anche in quelle condizioni fisiche!
Come una vera e prova vipera, Mr. Rko striscia verso la scala, aggrappandosi ai primi scalini e facendo forza almeno per appoggiarsi ad essi, riuscendoci anche se con molta fatica. Il primo Step è completato e di Chavito nessuna notizia, dunque The Apex Predator allunga ambo le mani sull’estremità della scala, cercando di salirci, anche se si denota che Randall fa una fatica bestiale, è lento peggio di una tartaruga ma, nonostante tutto, è ancora da solo, riuscendo, nel frattempo, a scalare i primi due gradini.
Il campione del mondo è molto provato, ma comunque continua a salire, passo dopo passo, ma attenzione, perché la folla si agita, esulta, esplode in cori! Ma che succede? Una mano si intravede dall’apron, una seconda, ecco anche la testa! E’ Chavo!! Il messicano sta risorgendo dalle sue ceneri e, dondolando con la testa, si fa rotolare all’interno del quadrato, raggiungendo così il Turnebukle! Orton lo nota subito, non crede ai suoi occhi, Guerrero sta salendo lentamente sulla terza corda mentre l’attuale campione del mondo si è incredibilmente fermato, quasi sotto shock, impressionato dal recupero di Chavito.
Randall scuote il capo come per svegliarsi da un brutto sogno, provando una reazione di puro istinto, vuole salire fino in cima! Guerrero barcolla ma non molla! Ma che aspettano questi due??? Orton potrebbe staccare la cintura da un momento all'altro! Ecco Chavo Guerrero si lancia...MISSILE DROPKICK TO THE LADDER!!! Missile Dropkick di Chavito che ribalta la scala, facendo malamente crollare la Vipera proprio quando aveva letteralmente le mani sul titolo!

What an IMPACT! Per dimostrare che nessuno è superiore a nessuno, questi due si sono distrutti a vicenda, cadendo insieme! L’arbitro controlla lo stato dei lottatori, sembra essere “tutto ok”, quindi il match può e DEVE continuare, solo uno rimarrà in piedi, solo uno uscirà con la cintura.
Il primo a muoversi è la Vipera, che si aggrappa alla prima corda, cercando una salvezza, uno spiraglio per tornare in posizione eretta, ma il Latino Heat lo segue a ruota, comportandosi allo stesso modo.
Secondi dopo secondi, corda dopo corda, Chavo e Randy si trovano stanchi, a guardarsi in cagnesco dai due lati del quadrato. Senza pensarci troppo su i due ritornano verso il centro del ring e iniziano a colpirsi furiosamente con pugni sul volto.. dopo qualche scambio è Orton ad avere la meglio, quindi afferrato l’avversario per un braccio applica una frusta irlandese che fa finire Chavito alle corde, qui rimbalza per tornare verso il centro del ring… Randall lo aspetta abbassandosi, vuole connettere un BACKBODY DROP, ma il messicano si ferma in tempo e rifila un calcione al volto del campione che barcolla, il messicano lo abbranca.. SITOUT SIDE SLAM!! Connesso! Per la prima volta in questo match Chavo sembra poter essere in grado di “matare” il toro Orton. Chavito si dirige verso le corde, passando sotto la seconda raggiunge l’apron: qui valutata la distanza si prepara al volo: HILO!! Volo passando sopra la terza corda! C’è anche il tempo per lo spettacolo! Il nipote di Eddie Guerrero si guarda intorno.. c’è una scala, una sedia e un tavolo.. può uscirne qualcosa di buono! Ma no, Chavo vuole fare altro, infatti lo vediamo rialzare il suo avversario che continua a barcollare, sembra impotente di fronte al suo avversario. Chavito solleva con grande sforza l’Apex Predator e se lo fa scivolare oltre la schiena.. vuol dire solo GORY SPECIAL!! Urla di dolore da parte di Randy, gia provato alla schiena dalle numerose botte.. peccato che qui non valga cedere, altrimenti siamo sicuri che avrebbe fatto! Il Guerrero dal suo canto non molla la presa.. ma attenzione!!! Nonostante la posizione non certo propizia, Orton riesce a bloccare la sua gamba dietro la gambe del suo aguzzino.. Chavo è costretto a interrompere!! Il Leggend Killer è salvo!! Il messicano impreca, non ci vuole credere.. ma ciò non può far altro che caricarlo ancora di più.. afferra di nuovo il suo avversario, ma noooooooooooo! Orton sferra una gomitata al pretendente al titolo che si tocca la zona colpita, quella vicino all’orecchio. Guerrero si tiene la testa, e non può nulla quando il pallino dell’azione passa nelle mani della Vipera che nonnette una delle sue Trademark move: INVERTED HEADLOCK BACKBREAKER!! Oh my God! Terribile!! Chavo viene spedito al tappeto, ma le sofferenze non sono di certo finite. Il messicano tenta di rialzarsi aggrappato alle corde, anzi sembra quasi che voglia scendere dal ring per riprendere fiato. Il campione non si impietosire di certo, infatti lo vediamo andare a recuperare una sedia che usa per colpire Chavito allo stomaco, quindi la getta a terra. L’Apex Predator sorride, freddo e imperturbabile, ha le idee chiare, infatti abbranca un Chavo piegato su se stesso e lo riporta con la testa e il busto sul ring mentre i piedi sono appesi alle corde: la testa è vicinissima alla sedia! Don’t Non lo fare Randy! No!
MIDDLE ROPE DDT ON THE STEEL CHAIR!

Una mossa letale quella di Randy Orton, sembra pronto a uccidere se necessario per arrivare a quella dannata cintura. Chavo è stecchito, sembrerebbe una volta per tutte, pare anche sanguinare ma da questa inquadratura non è possibile verificarlo poiché il messicano ha la testa sul mat.
La scala, precedentemente caduta, viene riposizionata nel mezzo del quadrato, pronta a essere di nuovo scalata dalla Vipera. Ma no, Orton sbuffa non è davvero convinto che il suo avversario sia finito, per questo va verso il tavolo, portato sul ring proprio dal messicano.. con pazienza lo apre e lo posiziona sul ring: è pronto ad usarlo, ma come? Attimi di suspence. Indecisione, tormento, mancato senso di appagamento...questo è quello che prova ora Randy Orton, atleta sempre desideroso di vincere ma anche di far passare momenti brutti e di terrore ai suoi sfidanti. Lui è la Vipera, lui è il Predatore Massimo di questa compagnia e non può vincere un match senza aver lasciato il suo marchio di fabbrica. Osserva la scala, osservaChavo Guerrero, osserva il titolo WR...tutto sembra pronto, tutto sembra mostrarsi per come deve essere e la strada per la riconferma è ormai sgombra da ogni ostacolo. Il Destino ancora una volta ha voluto premiare l'Uccisore di Leggende ma Orton vuole giocare con esso e sfidarlo all'ultima sorte. Cosi, dopo un attimo di dubbi, Randy si tira uno schiaffo sulla guancia sinistra e chiude la scala buttandola al tappeto! La presunzione di Orton fa ancora una volta da padrona, ma questa potrebbe costargli molto cara. La Vipera raggiunge il corpo privo di sensi dello sfidante e lo colpisce con uno stomp. Il figlio di Cowboy Bob Orton sembra quasi stupito dalla poca resistenza di Chavito e dopo averlo colpito nuovamente con un calcio di suola, lo abbranca… ma attenzione!! Chavo con il volto insanguinato brandisce una sedia.. CHAIR SHOT!! Che colpo!! Randy cade all’indietro con un gran tonfo!! Chavo è esausto ma c’è! Resistenza inaspettata per il non certo colosso Chavito, che comunque dimostra con la sua resistenza da titano, quanto ci tenga a quella cintura. L’Apex Predator è a terra intento a tenersi il volto tra le mani, forse ha subito danni al naso? Non sembra così, anche perché il Leggend Killer non sembra avere le mani sporche di sangue, a differenza del suo sfidante, che tuttavia al momento se la passa di gran lunga meglio.
Chavito sembra pensare ad una soluzione che possa permettergli di capitalizzare il vantaggio: preso il tavolo aperto un minuto fa da Randall , Guerrero lo posiziona come vuole.. ma non ha tempo!! Randy si sta riprendendo, non bisogna perdersi in convenevoli, quindi il messicano sale, seppur a fatica sulla terza corda.. lo spirito Latino lo pervade: VIVA LA RAZA!!! Finisher in arrivo!!! Infatti Chavito spicca il volo, allargando gli arti nelle movenze tipiche di una rana per la.. FROG SPLASH!!

NOOOOOOOO!! La Vipera riesce a mettersi in ginocchio all'ultimo momento, caricandosi Chavito al volo sulle spalle!! Attenzione però al messicano, che sfrutta il leggero sbilanciamento di peso sofferto da Orton nel rialzarsi, per afferrargli la testa e scendere dalle spalle, piegandolo in due con una poderosa ginocchiata! Il Mexican Warrior connette dunque un VERTICAL SUPLEX SULLA SEDIA! Chavo si è infatti accorto di essere finito vicino al punto dove Randall l'aveva in precedenza schiacciato a terra.. Ma attenzione, perché anche dopo aver eseguito la manovra Chavito non molla la presa, rialzando subito Orton...e connettendo un secondo VERTICAL SUPLEX SULLA SCALA!! Stavolta la schiena di Randy sbatte contro la scala abbandonata a terra, ma come ormai da tutti preventivato la manovra non finisce qui e, sempre senza mollare la presa sulla Vipera, Chavito lo rialza...e connette l'ultimo VERTICAL SUPLEX SUL TAVOLO! Orton sfonda il tavolo in mille pezzi, e Chavo completa un epico TRE AMIGOS UTILIZZANDO COME ARMI CONTUNDENTI RISPETTIVAMENTE UNA SEDIA, UNA SCALA E UN TAVOLO!!

Chavo respira affannosamente, dovrebbe salire a prendere quel titolo che tanto sogno, ma il cuore latino non gli perdona di aver fallito la finisher appresa da suo zio Eddie, vuole riprovarci. Non ci solo più tavoli sul ring quindi il messicano, decide di andarlo a recuperare fuori da ring,rotolando sotto la prima corda. Fruga, fruga e poi estrae quanto cercato...la scala è nelle sue mani! La tira verso l'esterno del ring e la innalza a fatica , per poi urlare al cielo e dare una dimostrazione di forza lanciandola letteralmente dentro il quadrato. Il messicano sale più velocemente che può sul ring, qui afferra il tavolo e lo apre, posizionandolo sotto il corner, quindi chiedendo forse più di quanto il suo corpo è disposto a concedergli, prende Randy per la testa e lo depone sul tavolo.. lui si invola verso la corda più alta. E’ tutto prono.. un urlo si spande “ Yo soy Latino Heat!”..
FROG SPLASH!!!! NOOOOOOOOOO!!! RANDALL ERA RIUSCITO A METTERSI IN PIEDI, E CONNETTE UNA R.K.O DEVASTANTE SUL TAVOLO!!!

Impatto violento, tavolo spaccato nuovamente in due e schegge che si disperdono nel quadrato, finendo nella schiena di Chavito. L'Apex Predator si riporta invece sulle proprie gambe e apre le braccia muovendosi come impossessato da un qualcosa di estraneo. Le voci lo stanno guidando alla vittoria ma, se cosi vuole concludere il match, non deve far altro che aprire quella dannata scala, posizionarla al centro del ring e...SCALARLA!
Gli sguardi di Randall però vanno verso il corpo di Guerrero che non da segni di ripresa imminente, quindi decide di tentare la scalata, che sia la volta buona? Sembrerebbe di si, perché Orton è già a metà scala, e solo ora Chavo da segni di vita, muovendo il braccio destro in avanti. Il Predatore Massimo lo nota, lo guarda, lo vede che striscia, almeno cerca di farlo, ora l’indecisione è ancora più grossa, cosa fare? Cercare di salire oppure distruggere una volta per tutte il Latino Heat? L’Apex Predator guarda la cintura, la fissa stringendo i denti, ma poi il suo sguardo passa sul Mexican Warrior , il quale finalmente alza la testa, continuando a strisciare come un verme. Ma le voci nella testa di Orton sembrano prendere il sopravvento, ecco perché scende dalla scala.. Orton ha gli occhi iniettati di sangue, vuole distruggere il suo avversario, che è diventato ormai il suo incubo.. non riesce più a metterlo K.O. definitivamente. Brandendo una sedia raccolta nelle vicinanze, Randy guarda l’agonia del suo rivale.. lo attende, aspetta che si rialzi, quindi parte come un treno.. Ma Chavo stramazza al suolo! Ma che cosa è successo? Probabilmente le gambe del messicano non hanno retto il suo peso, facendolo cadere al suolo sotto gli occhi increduli di Randy, il quale è rimasto proprio di sasso. E ora che si fa? Randall ha in mente qualcosa, non vuole perdere tempo, quindi rifila una sediata alla schiena del pretendente al titolo, poi la getta via, anzi no: cambia idea e va a prendere dei tavoli... li getta sul ring e li dispone uno al di sopra dell'altro! Ma che vuole fare? Oh... porta Chavo all'angolo dopo averlo rialzato... OH MY... un Superplex sui 2 tavoli!!!

Chavito però riesce a riprendersi ed a scalciare via il rivale... poi si lancia immediatamente prendendo il rivale al volo DIVING DDT!!! Che colpo per Chavo, che ora ha qualche attimo per tirare il fiato!
Incredibile capovolgimento di fronte quando tutto sembrava concludersi! Guerrero trova la forza ed ora è lui che prova la scalata al successo...
Passa qualche secondo, Chavo a fatica è in cima... ma occhio a Orton che non si da per vinto e ritorna in corsa... anche lui a fatica riesce a rimontare, prima bloccando Chavo alle gambe, poi risalendo sempre più su sino ad essere faccia a faccia con il messicano...
I 2 ora sono sulla cima della scala! Ricomincia la colluttazione.. i due si rispondono colpo su colpo, con Randy leggermente avvantaggiato.. ogni colpo sembra essere una condanna per il messicano: ora la Vipera ha preso il sopravvento e scarica tutta la furia su Chavito riempiendolo di pugni..
La presa del messicano si fa sempre meno salda, quindi Randall lo spinge giù.. OH MY GOD!!! Chavo cade dalla cima della scala franando rovinosamente proprio sui 2 tavoli!!! OHHHH MYYYY GOOODNEEEESSSSSS!!!! E’ la fine per lui e logicamente anche per il match.

Randy Orton distrugge così i sogni titolati di Chavo Guerrero che ora giace a terra tra i resti del tavolo spezzato.
ORTON E' STANCO ma riesce comunque ad allungare un braccio e ad afferrare l'alloro. Egli sgancia la cintura e...
HA IN MANO IL TITOLO WR WORLD CHAMPIONSHIP!! E’ ANCORA LUI IL CAMPIONE!!!

L’arbitro si dirige verso l’Apex Predator per alzargli il braccio e sancire così la sua vittoria, ma Randy contrariato lo spintona via, al momento non ha tempo per i convenevoli, vuole solo stringere tra le mani la sua cintura, la più importante di Revolution. La Vipera è sul tetto del mondo, e vuole gridarlo ai sette venti, quindi si guadagna il paletto e li effettua la sua taunt portando il titolo al cielo: la folla non lo acclama per niente, ma questo Randall se lo aspettava, infatti un campione come lui guarda solo avanti, attende il prossimo avversario per azzannarlo e iniettargli il veleno mortale, quello che ha steso anche Chavo Guerrero. Sceso dal paletto, Randy fa per scendere ma… guardate! Chavo Guerrero si muove, anzi sta tentando di rialzarsi, ma proprio non ce la fa. Dopo molti sforzi il messicano riesce a mettersi a carponi. Orton lo guarda con ammirazione, poiché nonostante i danni che ha riportato è ancora lì che lotta per la sopravvivenza, questo è da sottolinearlo. Lo stesso Orton si avvicina al suo avversario forse per complimentarsi con lui o anche solo per sincerarsi delle sue condizioni.. a passo lento si avvicina.. è a pochi centimetri.. ma che fa? Fa marcia indietro guadagnando la direzione diagonale... quindi va a prendere la rincorsa verso le corde e il conseguente rimbalzo, fiondandosi di Chavito!! Sono ancora le voci a farla da padrone nella testa del Predatore massimo!
PUNT KICK!! Incredibile!! Randy Orton colpisce il suo avversario già allo stremo mandandolo K.O. Il messicano è a terra privo di sensi mentre l’Apex Predator ride di gusto!! Colpo davvero basso, e inaspettato. Randy Orton si conferma un meschino, ma come detto, lui pensa solo a se, infatti lo vediamo pavoneggiarsi in questo momento, indicando prima se stesso, poi il povero Chavo e infine la sua cintura. In fondo è l’immagine che meglio sintetizza questo estenuante match!
Randy Orton digrigna i denti soddisfatto per l’atto appena compiuto... Chavo Guerrero è appena stato fatto preda del Punt Kick e di certo questo gli costerà parecchi mesi di ospedale e conseguente allontanamento forzato dalle scene. Ma di certo il Legend Killer ha ottenuto ciò che voleva, dando pieno seguito alle sue parole, si è levato una volta per tutte il suo acerrimo nemico dalle scatole... ed ora soddisfatto, solleva nuovamente la cintura al cielo...

E con le immagini della vipera che fa festa, ci avviamo alla conclusione di questo mirabola...

“I am Perfection (I’m Perfection) I am Perfection Yeah (Perfection)”
What the hell!! È la theme song di Dolph Ziggler!!! Ma come mai risuona nell’arena? Lo stesso Orton si volta in un misto tra il sorpreso e lo spaventato verso lo stage, mentre lo Show Off compare, accompagnato dall’immancabile Maxine, nella zona sottostante al Titantron.
Sorriso smagliante da guancia a guancia per lui, mentre la Vipera lo scruta con aria tesa...
Il biondo rampollo batte la mano 3 volte sulla valigetta che tiene ben stretta a sé, poi... la solleva al cielo, sempre senza mai distogliere per un attimo lo sguardo da Randy Orton...
La folla è ammutolita, mentre Randall incita Dolph a farsi sotto, ma non con molta convinzione... Lo Show Off però resta lì, sullo stage, continuando a ridersela di gusto... Maxine abbraccia il suo boy, mentre questo continua ad ostentare la sua valigetta, scuotendola, mettendola ben in mostra di fronte a sé...
Il suo intento è chiaro... è qui solo per lanciare un monito, un segnale forte, un avviso al campione di stare bene in guardia... perché da ora in poi lui potrebbe rappresentare una grossa spina nel fianco della Vipera.
E con gli sguardi intensi dei 2 che si incrociano, l’uno teso e preoccupato, l’altro più tranquillo e divertito... si va ora veramente a concludere questo mozzafiatante, imperdibile, incredibile, PPV.
Appuntamento al prossimo Tuesday Night Impulse.



Spoiler


Modificato da stegabri, 23 marzo 2013 - 12:01


#2
Sin Kane

Sin Kane

    Leggenda

  • Utente
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3852 post
  • Iscritto il 08-giugno 11
  • Sesso:Maschio
  • Provenienza:Catania

Awards:

Wow! E' veramente il BEST PPV EVER! Bellissimo!

Ho fatto il mio debutto!!! :dramma: Che bello!!

Mr. Anderson? :O_O: Mi sarei aspettato chiunque ma non lui!

Il King Of The Mountain Match è stato stupendo. Anche l'Ultimate X Match mi è piaciuto molto ma il mio preferito è stato il King Of The Mountain Match. Il Ladder Match è stato bellissimo, ma voglio premiare quel match perché mi ha tenuto nel dubbio fino all'ultimo momento...

Complimenti a tutti i promatori, a chi ha scritto i match e a Stegabri! :clapclap:

Ah, mi ero dimenticato di Cody Rhodes e la faccenda del panino... Questa storia mi sta incuriosendo sempre più...

Modificato da Sin Kane, 28 aprile 2012 - 15:56


#3
The Joker

The Joker

    The Red Knight

  • Utente
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1623 post
  • Iscritto il 09-marzo 12
  • Sesso:Maschio
  • Provenienza:Mantova

Awards:

devo dire innanzi tutto che è davvero il BEST PPV EVER!

purtroppo kevin abbiamo perso... ma come scritto alla fine del match.... ci rifaremo... non è finita qui! brucerò quel cobra!

complimenti a tutti!

aspetto di vedere gli aggiornamenti a roster, top 15 ecc. per vedere com'è la situazione e fare il promo per la prossima puntata....

@gio e ft4

non è finita qui statene certi :dramma:

Modificato da Triple Sheamus, 28 aprile 2012 - 12:54


#4
Mark194

Mark194

    Hall Of Famer

  • Utente
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7975 post
  • Iscritto il 11-maggio 10
  • Sesso:Maschio

Awards:

PPV stupendo :sisi:

Peccato per la sconfitta, ma mi rifarò :asd:

#5
Redmanuel

Redmanuel

    Superstar

  • Utente
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2873 post
  • Iscritto il 16-maggio 10
  • Sesso:Maschio

Awards:

PPV magnifico!!!!
Ultra felice per la vittoria di Ziggler,.... e Punk le ha prese anche oggi!XD

#6
Big Red Monster

Big Red Monster

    Rookie

  • Utente
  • StellettaStellettaStelletta
  • 105 post
  • Iscritto il 18-marzo 12
  • Sesso:Maschio
beh che dire

è stato un Pay Per View magnifico anche se la mia sconfitta l'avevo già capita e sono curioso di vedere quale sarà il mio futuro

COMPLIMENTI A TUTTI ;)

#7
Fantomius

Fantomius

    Best for business

  • WR Board of Directors
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5899 post
  • Iscritto il 16-febbraio 11
  • Sesso:Maschio
  • Provenienza:Borgonuovo (RI)

Awards:

Pensavo che Henry lo avrebbe attaccato oggi, ma evidentemente mi son sbagliato... Che gli avete fatto a Mark? :dramma: Me lo avete reso più buono!

Veramente ha attaccato Cody mentre quest'ultimo stava per staccare la valigetta e gli è costato il match... :ahsisi:

Comunque, grazie per i complimenti per il KOTM match!


e Punk le ha prese anche oggi!XD

Ne hai pure date tante però, dai... ;)


Ah, non appena finirò di leggere tutti i match (me ne mancano 3 e mezzo...) commenterò per bene il ppv.

Modificato da Fantomius, 28 aprile 2012 - 13:20


#8
Redmanuel

Redmanuel

    Superstar

  • Utente
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2873 post
  • Iscritto il 16-maggio 10
  • Sesso:Maschio

Awards:

Pensavo che Henry lo avrebbe attaccato oggi, ma evidentemente mi son sbagliato... Che gli avete fatto a Mark? :dramma: Me lo avete reso più buono!

Veramente ha attaccato Cody mentre quest'ultimo stava per staccare la valigetta e gli è costato il match... :ahsisi:

Comunque, grazie per i complimenti per il KOTM match!


e Punk le ha prese anche oggi!XD

Ne hai pure date tante però, dai... ;)


Ah, non appena finirò di leggere tutti i match (me ne mancano 3 e mezzo...) commenterò per bene il ppv.


sisi, lo sò!! :up:

#9
Peep

Peep

    Pro affermato

  • Utente
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 831 post
  • Iscritto il 28-marzo 12
  • Sesso:Maschio

Awards:

Ce ne fosse stato uno che si è chiesto: ma chi sarà mai Mr Anderson? :around:

Ah ovviamente ringrazio chi ha fatto i complimenti per i match ;)

#10
Deadman_

Deadman_

    Pro

  • Utente
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 388 post
  • Iscritto il 15-marzo 12
  • Sesso:Maschio
  • Provenienza:Agropoli (SA)
Opener spettacolare. Di sicuro il miglior incontro insieme al Climb To Glory Ladder Match!
Complimenti a tutti, ai promatori, ai writers e a mia mamma che mi ha fatto forte e bello .-.
Stra felice per la vittoria del mio Christian al debutto in PPV :D
Spoiler


#11
Fab

Fab

    John Cena in WR E-Fed

  • Utente
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1589 post
  • Iscritto il 28-dicembre 11
  • Sesso:Maschio

Awards:

Intanto grande introduzione... mi hai fatto aumentare l'hype ancora di più. Rischiavo l'infarto. Commenterò man mano che leggo.


Molto bello il KOTM. Quando HBK stava salendo la scala ho pensato che avrebbe vinto... ed è arrivato Kane! YES! Ho beccato la vittoria di JBL! A questo match do un 4,5/5. Davvero avvincente! Complimenti a Fantomius (che ho scoperto che si chiama come me)!


Dai, Shelton! No, non è quella...
...
Vai, vai! Ora sarà quella buona!!! No, no.
...
Vediamo... Barrett la prende... eh, ma che culo! Alla prima ci becca! :asd: Anche questo match mi è piaciuto... e sono a 2 risultati azzeccati! 3,5/5


La cintura che cade e nessuno che la prende... tensione ai massimi livelli! E alla fine Santino la prende... o meglio, U COBBRA la prende! Volevo la vittoria degli altri, ma non perchè mi piaccia come team, ma perchè voglio Y2J da solo! E vabbè, dai. 3,5/5


L'Ultimate X match, nonostante i partecipanti che, diciamolo, non sono top star, mi intrigava molto come stipulazione. E non ha deluso le aspettative, anzi. E ne becco un'altro. Ma vai, ma vieni! Ma chi sono...?! Spero cogliate la citazione treuominieunagambesca :asd: 3/5


Molto caotico il Sledgehammer match. Bravo allo scrittore! Non sapevo proprio chi avrebbe vinto... e non ci ho preso, infatti! Christian che fruga nei suoi pantaloni... doveva proprio masturbarsi durante il match? :asd: Comunque astuterrimo (e si, passatemi l'eresia) il canadese. Non è finita tra i due, me lo sento... magari al prossimo ppv ci sarà un pepper match... 4/5


(leggendo)
Vai, ora c'è il CTG... si, sbrigatevi a entrare che voglio vedere il misterioso... MMMMMMIIIISSSSSSTTTTTTTEEEEEEEEEEEEEEERRRRRRRR.... KKKKKKEEEEENNNNNEEEEEEEEEEEEEEEEDDDDDDYYYYY!!!
...
KKKKKKEEEEEEENNNNNEEEEEEDDDDYYYYYYY.... Lo chiamerò sempre così. Fateci l'abitudine.
Ottimo match. Per ora il migliore di tutti dello show... Anvedi Maxine! La carta vincente... la carta a letto... fortunato Dolph Ziggler! :asd: E fortunato io, che ci ho preso! Ora... lo incasserà stasera? Credo di si, dai... 4,5/5


SI! SI! SI! SI! SI! SI! Ho vinto! SI! SI! SI! SI! SI! E andiamo! 3,5/5


TLC. Main event. Titolo massimo in palio. Che dire? SUBLIME.
Questo è stato il match che mi è piaciuto di più di tutti... ed è quello che si prende il giudizio massimo. 5/5
Ok, ciao a tu... WOOO! DAJENE DOLPH! DAJE! Ma... no dai... insomma, vai e prenditi il titolo... oddio, perchè le immagini si allontanano? Perchè i commentatori salutano? Perchè ora lo schermo è nero ed è partita la pubblicità?!?! NO! Amaro in bocca :asd:


Pronostici... 5 presi su 8. Buono, buono. In miglioramento rispetto al 3 su 8 dello scorso. Il prossimo, a regola, sarà quello buono :asd:


In conclusione, a questo ppv do un 4,5/5! Che è un 9 su 10! Un super ppv! Davvero ottimo. Perfetto. Non manca niente. Ma credo che il 5/5 arriverà poi...

Spoiler





Ah... Stegabri, per questo commento pretendo una chanche al titolo di quel pirla di Orton! :loool:

Modificato da Fab, 28 aprile 2012 - 14:13


#12
Fede51189

Fede51189

    Pro

  • Utente
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 251 post
  • Iscritto il 28-maggio 10
  • Sesso:Maschio

Awards:

Stupendo, emozionante, mozzafiatante! Non c'è storia!
Il King of the Mountain è spettacolare, seriamente. Complimentoni a Fantomius, perchè è stato scritto in maniera eccezionale, pieno di colpi di scena!
Match tutti di altissimo livello comunque, assolutamente. Il finale del Ladder Match è meraviglioso, col Cobra che frega tutti XD
Ho beccato il Climb to Glory winner, me l'aspettavo vincesse Ziggler, anche se non ero certissimo! Ottima scelta!
E beh.. Main Event fantastico, sono rimasto in ansia fino all'ultimo! Ma alla fine la difesa è andata a buon fine, anche se appena ho letto dell'ingresso di Ziggler credevo incassasse subito la Title Shot XD
Ottimo lavoro, come sempre! Complimenti a tutti, TUTTI!

#13
stegabri

stegabri

    Re dei Cecchini

  • Utente
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17410 post
  • Iscritto il 10-gennaio 10
  • Sesso:Maschio
  • Provenienza:Novafeltria [RN]

Awards:

MAXINE ci concede un suo servizio fotografico sulla sua fan page FB inerente a Climb To Glory.

http://www.facebook....2...0304&type=1


Spoiler


#14
Redmanuel

Redmanuel

    Superstar

  • Utente
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2873 post
  • Iscritto il 16-maggio 10
  • Sesso:Maschio

Awards:

MAXINE ci concede un suo servizio fotografico sulla sua fan page FB inerente a Climb To Glory.

http://www.facebook....2...0304&type=1


Spoiler

La WWE ci spia.. :soso: :soso:

#15
Sin Kane

Sin Kane

    Leggenda

  • Utente
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3852 post
  • Iscritto il 08-giugno 11
  • Sesso:Maschio
  • Provenienza:Catania

Awards:

Pensavo che Henry lo avrebbe attaccato oggi, ma evidentemente mi son sbagliato... Che gli avete fatto a Mark? :dramma: Me lo avete reso più buono!

Veramente ha attaccato Cody mentre quest'ultimo stava per staccare la valigetta e gli è costato il match... :ahsisi:

Giusto! :cazz:

#16
Gio Wolf

Gio Wolf

    Mr. Who's Your Winner

  • Staff
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2794 post
  • Iscritto il 26-novembre 11
  • Sesso:Maschio
  • Provenienza:Borgonuovo (RI)

Awards:

Quando mi sono trovato di fronte la lunghezza dell ppv. Challenge accepted!
Tutti match fantastici soprattutto nei vari finali!
Bello lo spray al peperoncino! Bello il finale con Maxine e la vittoria di Dolph Ziggler! Come da pronostico a vinto lui!
Matt Hardy e Rey Mysterio prossimi sfidanti ai titoli di coppia?
A proposito, continua la striscia di vittorie nei ppv! Ancora una volta vincitori! Grazie al COBRA! :yoballo: :ballu:
Main event fantastico! Ho fatto un balzo sulla sedia quando ho letto che entrava Dolph. Ho pensato che potesse sfruttare la sua occasione già stasera, ma poi ho visto che lo spoiler con i credits era troppo vicino e ho capito che non avrebbe usato la sua valigetta già questa sera! :asd:




La cintura che cade e nessuno che la prende... tensione ai massimi livelli! E alla fine Santino la prende... o meglio, U COBBRA la prende! Volevo la vittoria degli altri, ma non perchè mi piaccia come team, ma perchè voglio Y2J da solo! E vabbè, dai. 3,5/5

Continuo a ringraziarti per la tua fiducia! :ciaociao:

MAXINE ci concede un suo servizio fotografico sulla sua fan page FB inerente a Climb To Glory.

http://www.facebook....2...0304&type=1


Spoiler

:O_O: :rotflpapero: Questa cosa è veramente strana! :dramma:

#17
stegabri

stegabri

    Re dei Cecchini

  • Utente
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17410 post
  • Iscritto il 10-gennaio 10
  • Sesso:Maschio
  • Provenienza:Novafeltria [RN]

Awards:

Aggiornato il roster, con i nuovi ingressi... e le uscite (Jack Swagger e Jeff Hardy sono ufficialmente "liberi", visto che l'assenza dei loro possessori ha superato il mese e mezzo)

Domani mattina provvederò anche ad aggiornare Ranking e "le cose da fare" per il prossimo episodio. :up:






ps: nessuno che ha notato il segmento rievocante il "Mr. Anderson" di MATRIX durante il Climb To Glory Ladder Match... :look:
Con Ziggler nella parte dell'agente Smith. :sghgh:
Cioè nessuno di voi ha mai visto Matrix, uno dei film + famosi di inizio anni 2000? :O_O:




pps: ah tra l'altro... il promo che era contenuto in un video era proprio quello di Anderson... per questo vi avevo avvertito con: "attenti anche ai video"... ho messo una sequenza di theme song apposta per confondere il lettore... in modo che aprendo l'ultimo video si aspettava un'altra theme... ed invece c'era un promo. :asd: :asd:

#18
Sin Kane

Sin Kane

    Leggenda

  • Utente
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3852 post
  • Iscritto il 08-giugno 11
  • Sesso:Maschio
  • Provenienza:Catania

Awards:

Aggiornato il roster, con i nuovi ingressi... e le uscite (Jack Swagger e Jeff Hardy sono ufficialmente "liberi", visto che l'assenza dei loro possessori ha superato il mese e mezzo)

Domani mattina provvederò anche ad aggiornare Ranking e "le cose da fare" per il prossimo episodio. :up:






ps: nessuno che ha notato il segmento rievocante il "Mr. Anderson" di MATRIX durante il Climb To Glory Ladder Match... :look:
Con Ziggler nella parte dell'agente Smith. :sghgh:
Cioè nessuno di voi ha mai visto Matrix, uno dei film + famosi di inizio anni 2000? :O_O:





pps: ah tra l'altro... il promo che era contenuto in un video era proprio quello di Anderson... per questo vi avevo avvertito con: "attenti anche ai video"... ho messo una sequenza di theme song apposta per confondere il lettore... in modo che aprendo l'ultimo video si aspettava un'altra theme... ed invece c'era un promo. :asd: :asd:

Lo avevo letto ma poi l'ho completamente dimenticato.

P.S.: Stegabri, non è che potresti farmi conoscere Maxine? Sai, si è messa in posa per te e mi domandavo se me la potresti far conoscere? :rotfl:

#19
Brusteve

Brusteve

    Superstar

  • Utente
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1611 post
  • Iscritto il 16-ottobre 11
  • Sesso:Maschio
  • Provenienza:trento(Italia)

Awards:

Tutti i match sono stati FANTASTICI... veramente, il tempo che ci ho messo a leggerli è stato ben ripagato... complimenti a tutti!!!

KOFM veramente fatto bene! Non avevo molte aspettative su quel match, e invece ha superato di gran lunghe le previsioni.
U COBRA trascina santino sul ring... :asd: Scena fantastica!!!
Mr. Kennedy!!! WTF!!!
:dramma: Avrei vinto io il CtG!!! Mark Henry... :checazz: sono contento cmq... sono stato quello che si è avvicinato di più alla vittoria, tranne
Ziggler, che alla fin fine si è meritato la vittoria XD

Non ci credo... non è possibile!!! Maxine fa un servizio fotografico con le scale!!! Mi devo preoccupare???

Ps: Ste... posso dirti che le tue firme sono una più bella dell' altra... :rolleyes:

Pps:

la pillola blu o la pillola rossa?


L'autore di questo match è fan di Naruto... :ahsisi:

#20
Peep

Peep

    Pro affermato

  • Utente
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 831 post
  • Iscritto il 28-marzo 12
  • Sesso:Maschio

Awards:

Mr. Kennedy!!! WTF!!!
:dramma: Avrei vinto io il CtG!!! Mark Henry... :checazz: sono contento cmq... sono stato quello che si è avvicinato di più alla vittoria, tranne
Ziggler, che alla fin fine si è meritato la vittoria XD


Veramente anche io ci sono andato molto vicino e mi sono beccato anche un pomiciata xD

Grazie per i complimenti ai writers, siamo stati bravi in effetti xD

Il Cena Vs Christian mi ha fatto scompisciare: Via la polvere e vai al maxi-papagno ahah




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi