• Wrestling Revolution Facebook
  • Wrestling Revolution Twitter
You are here: Home Extra Editoriali & Rubriche New Horizons NEW HORIZONS #17 - The final countdown
WrestlingRevolution.it

NEW HORIZONS #17 - The final countdown

Salve a tutti, eccomi di nuovo qui per parlare di questo mese di settembre caratterizzato dal tour che ci ha permesso di salutare, di dire arrivederci a due autentiche leggende come Nigel McGuinness e Bryan Danielson.
È proprio di questi quattro show di settembre e dei tapings di HDNet del 10-11 ottobre che voglio parlare, facendo anche un salto in PWG dove sono stati annunciati i primi nomi per la BOLA, Battle of Los Angeles, 2009.

Il Final Countdown tour inizia il 10 settembre con la registrazione delle prime tre puntate per HDNet.
Ci sono sicuramente match interessanti, Colt Cabana vs. Nigel, Steenerico vs. Super Smash Brothers ma ovviamente l'attenzione è tutta rivolta al match tra Wolves e Strong/Danielson, un match che in altre occasione sarebbe superfluo definire sprecato per una puntata settimanale ma che, in questo caso, fa piacere vedere, essendo stati già decisi i match di Danielson negli altri 4, veri, shows.
Fortunatamente il match sembra aver rispettato le attese della vigilia anche se c'erano pochi dubbi visto che si affrontavano il miglior tag-team del mondo in questo 2009, un wrestler in formissima come Strong e un wrestler che... che si chiama Bryan Danielson, basta questo.

I match dell'11 settembre sembrano essere veramente più interessanti, abbiamo infatti il miglior tag-team del mondo, gli American Wolves, contro coloro che seguono a ruota, gli Young Bucks, che si affrontano per le cinture tag-team, abbiamo il campione Austin Aries contro Colt Cabana e abbiamo Strong contro Danielson.
Direi che male male non è andata neanche stavolta, tre match che sulla carta promettono benissimo, soprattutto il primo e il terzo con quest'ultimo che ha degli illustri precedenti come il match della prima, storica, edizione di Supercard of Honor.

La card del primo “vero” show del Final Countdown Tour, quello del 18 settembre, sembrava anche questa interessante.
Un Dream Tag Team match con i Briscoes che affrontano gli Young Bucks, un match che promette tante mazzate tra Davey Richards e Castagnoli e soprattutto un ME del calibro di Danielson vs. Hero.
Questo match era già stato proposto due settimane prima, in PWG, e si era concluso con la vittoria di Danielson in un match da 45 minuti circa, sì avete capito bene, 45 minuti di battaglia con i quali la PWG ha tributato il degno saluto ad un wrestler che ha fatto tanto per questa federazione.
Questo match è stato definito dai report come un match fantastico, i report del match fatto in ROH invece hanno espresso “solo” belle parole, non ci resta che attendere fiduciosi l'uscita del DVD.

La card del secondo show di questo tour, quello del 19 settembre, sembrava leggermente migliore di quella del giorno prima.
In questo show abbiamo match del calibro di Briscoes vs. Wolves, un dream match a tutti gli effetti, abbiamo un Dog Collar match tra Necro Butcher e Jimmy Rave che promette una vera e propria guerra e abbiamo un ME che era scontato per il risultato ma sicuramente dall'incredibile fascino: Austin Aries vs. Danielson.
Diciamo che non ho letto report dettagliati su questo show, posso solo pensare che il match tra Briscoes e Wolves possa aver deluso qualcuno per il finale via DQ mentre sul ME non ho letto nulla, spero solo che abbiano permesso ad Aries di esprimersi, almeno per una notte, a suoi veri livelli.

La card dello show del 25 settembre, essendo anche uno show che precede uno show importantissimo come Glory By Honor VII del quale parlerò tra qualche riga, aveva giusto due match potenzialmente interessanti (e che match!): Roderick Strong vs. Nigel McGuinnes e Davey Richards vs. Danielson.
Entrambi match hanno due precedenti importanti alle spalle, il primo match ha un precedente in Driven dell'anno scorso, match che era stato una delle tante perle del regno di Nigel, il secondo ha come precedente il match più bello della BOLA 2008, un match che nonostante non avesse avuto un'atmosfera come quella di uno show ROH era stato comunque incredibilmente bello.
Se il match tra Davey e bryan sembra aver rispettato le attese (anche in questo caso i dubbi erano assai pochi, con un Davey così in forma si sta parecchio sicuri) la stessa cosa non sembra potersi dire per il match tra Strong e Nigel e anche in questo caso penso che la condizione fisica di Nigel abbia influito e non poco sulla non riuscita del match. Come sempre spero che i report si sbaglino.
Da segnalare anche il match tra Edwards e Steen non tanto per la qualità del match ma per l'infortunio che Edwards si è procurato durante questo match, infortunio che sembra aver influito tantissimo sul match che gli American Wolves hanno combattuto il giorno dopo.

Il 26 settembre, infatti, è stato il grande giorno, la ROH ritorna al Manhattan Center per Glory By Honor VII, uno show con una card a dir poco paurosa.
Abbiamo lo sbarco in ROH della infinita rivalità tra Kingston e Hero, una rivalità che si è sviluppata più che altro su HDNet, abbiamo il rematch tra Bucks e Briscoes, abbiamo la conclusione della rivalità tra Wolves e Steenerico in un Ladder War che aveva l'arduo compito di non farci rimpiangere il primo e soprattutto, abbiamo il ME, abbiamo Nigel e Bryan uno contro uno one... last... time.
Lo show sembra essere stato ottimo, 4 ore di buon wrestling che hanno permesso a tutti i match di rendere il massimo, certo è che quei quasi trenta minuti di durata del ME faranno storcere un po' la bocca a coloro che si aspettavano una 45, 60 minuts time limit draw con conseguenti 5 more minutes che avrebbero determinato il vincitore dell'ultimo incontro di un feud che è già leggenda.
Viste le condizioni di Nigel personalmente sono già felice di aver potuto assistere ad un ultimo match tra i due, un match che non vedo l'ora di vedere e che, sono certo, sarà da pelle d'oca dall'inizio alla fine.
Dispiace però per un Ladder War penalizzato dall'infortunio di Edwards, non ci voleva proprio questa tegola che non ha permesso di concludere forse il miglior feud di questo 2009 con un match all'altezza. Sia chiaro i report non parlano di schifezza o delusione, anzi, l'atmosfera sembra essere stata anche in questo caso da brividi con un pubblico che ha tributato un'ovazione a Edwards per aver combattuto nonostante l'infortunio, però non si parla neanche di capolavoro, e questo era quello che tutti ci aspettavamo.

Come ho già detto nel titolo vorrei un attimo chiarire la situazione che si è venuta a creare in PWG parlando anche della BOLA di quest'anno.
Durante lo show del 4 Settembre Danielson ha sconfitto Hero diventando PWG World Champion ma, vista la situazione, il titolo è stato reso vacante e verrà assegnato durante la BOLA del 20 e 21 Novembre.
Quest'anno il torneo vede 16 lottatori scontrarsi per determinare il nuovo campione: al momento i primi nomi confermati sono Kevin Steen, Brian Kendrick, Chris Sabin, Scott Lost, Jerome Robinson e Brandon Gatson.
Coem potete vedere ci sono nomi piuttosto importanti, nomi presenti anche negli anni passati e che hanno permesso alla BOLA di essere sempre un torneo interessantissimo e sicuramente da seguire.

Come ormai da qualche numero a questa parte concludo ringraziando tutti coloro che hanno avuto il piacere e la pazienza di leggere che ho scritto.
Se volete criticare, complimentarvi o semplicemente discutere su quanto è scritto in questo sarò lieto di farlo, il mio nick in giro è quello con cui mi firmo mentre quello con cui mi trovate qui è -=Final Product=-.

Welcome to the end my friend, the Sky has opened


 

Prossimi PPV & Eventi Speciali

Nessun evento

LE TELECRONACHE DI WR

Wrestling Italiano

WrestlingRevolution.it al commento degli show italiani, Rising Sun Wrestling Promotion e non solo!

Il team di WrestlingRevolution al commento dei più elettrizzanti show di wrestling italiano: segui con noi la Rising Sun Wrestling Promotion!

Elenco completo delle nostre telecronache >>

WR SOCIAL: SEGUICI!

WrestlingRevolution.it Facebook WrestlingRevolution.it Twitter

Top