• Wrestling Revolution Facebook
  • Wrestling Revolution Twitter
You are here: Home Extra Editoriali & Rubriche Fil's Feels
WrestlingRevolution.it

WR Editoriali

Dic31

FIL'S FEELS #7: A New Year... A New Day!

Sono stato via per un po' di mesi, non sono riuscito a dedicarmi come avrei voluto al mio editoriale e di questo sono estremamente dispiaciuto, mi sono ritagliato però un po' di tempo in quest'ultimo giorno dell'anno per fare il punto della situazione, un po' come è tradizione fare col giungere del nuovo anno. Abbiamo recentemente assistito all'assegnazione da parte della WWE dei tanto "ambiti" Slammy Awards, che hanno messo in luce Superstars e momenti particolari di questo 2015 decisamente altalenante dal punto di vista dell'intrattenimento; personalmente, se ripenso all'anno appena trascorso, ho molti più ricordi negativi che positivi per quanto riguarda la federazione di Stamford (la gestione di Undertaker e Roman Reigns su tutti), i "creativi" al servizio di Vince McMahon si sono dati da fare a mesi alterni, regalandoci alcuni eventi che passeranno agli archivi come "la festa del nonsense più sfrenato". Qualcosa di positivo però c'è stato ed è proprio di questo che voglio parlare stavolta, ovviamente non è da intendersi che sia stata l'unica nota positiva di tutto l'anno, ma sicuramente è stata una della più meritevoli, perciò è giusto parlarne, quindi...

OOOOOOOOOOOOHHHHHHHH WRESTLING FAAAAAAAAANS.... DON'T YOU DAAARE BE SOUR! CLLLLLLLAP FOR YOUR WORLD FAMOUS 2 TIME CHAAAMPS..... AND FIIIIIIIIIIIIIIIIIIL THE POWAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!

It's a New Day Yes It Is!!! Ebbene si, se guardo indietro in tutto lo scorrere di questo bizzarro anno all'interno della WWE, tra tutti i grandi nomi che si sono susseguiti in epici scontri, tra tutti gli atleti che hanno pian piano scalato la vetta del successo e si sono creati un posto nel cuore dei fan, tra tutte le storyline riuscite o meno a cui hanno preso parte le svariate Superstar, il successo più grande è stato ottenuto proprio da coloro che non hanno vinto nemmeno uno Slammy quest'anno, ma che li avrebbero meritati a mani bassissime. Questa Stable, formata da Xavier Woods, Kofi Kingston e Big E, era partita col sicuro presupposto di essere un gruppo di jobber che sarebbe durato poco più di qualche mese, creato giusto per dare qualcosa da fare ai suoi componenti prima di un eventuale rilascio; ma entriamo nello specifico, Xavier Woods in primis era sicuramente colui con le più scarse possibilità di crearsi una solida carriera in WWE, partito da NXT e poi approdato nel Main Roster, sembrava proprio non riuscire a trovare la sua dimensione e non ha mai destato alcun interesse da parte dei fan; Kofi Kingston lo conosciamo tutti, la Spot Monkey del Money in the Bank Ladder Match e della Royal Rumble, pluridecorato campione di titoli minori, una buona presa sul pubblico ma nonostante le sue buone qualità non è mai andato oltre all'essere un Midcarder di gran lusso; infine c'è Big E, che inizialmente si presentò in veste di distruttore che non guarda in faccia a nessuno, ha conquistato l'NXT Championship battendo niente meno che Seth Rollins ma una volta nel Main Roster è finito per fare la guardia del corpo di turno e non è mai riuscito a crearsi un'identità vera e propria.

Quando questa Stable, inizialmente face, si è formata è stato chiarissimo agli occhi di tutti che c'era qualcosa che non andava, il pubblico non reagiva in alcun modo di fronte alle gesta dei tre bravi e simpatici lottatori, chiunque era certo che di li a poco il progetto New Day sarebbe stato accantonato; poi però la svolta, forse l'ultima spiaggia per capire se questo gruppo poteva avere un futuro: il turn Heel. Dal momento in cui i tre hanno cominciato a fregarsene del pubblico e, anzi, ad andare palesemente contro i fan, col passare del tempo l'interesse (seppur inizialmente "negativo") nei confronti della Stable ha cominciato a crescere; la proverbiale ciliegina sulla torta è stata messa nel momento in cui il magico trio se n'è uscito con la catchphrase "New... Day Rocks!", che i fan hanno prontamente trasformato in "New... Day Sucks!", da li il New Day, giocando sullo scontro coi fan per questi cori, è diventato sempre più presente nella mente dei fan e all'inizio c'era un vero e proprio astio nei confronti di questi tre irriverenti e spocchiosi ragazzi, che hanno poi raggiunto l'impensabile traguardo di conquistare i titoli di coppia in WWE (che difendono tuttora con la regola del Freebird); dal punto di vista personale, sarò breve, li detestavo! Non riuscivo a reggere il fatto che un gruppo così insulso potesse esistere in WWE e potesse addirittura ricevere i titoli di coppia... Devo ammetterlo, ero anche un po' un Hulk Hogan!

Per tutta la seconda metà del 2014 e per i primi mesi del 2015 i buffoni del New Day (come ero solito chiamarli) si sono ritagliati uno spazio sempre più grande tra l'odio mio e quello dei fan, fino a che non è arrivata l'ennesima svolta! I tre, oltre a conquistare per la seconda volta i titoli di coppia, hanno cominciato a dar sfoggio sempre più alle loro abilità di intrattenitori, finendo per diventare uno dei pochi pilastri degli show della WWE; così come per John Cena e i famosi cori a lui annessi, anche i fan del WWE Universe hanno cominciato a dividersi in chi canta "New Day Sucks" e chi invece "New Day Rocks" fino ad arrivare, soprattutto negli ultimi mesi, ad avere fan che cantano "New Day Sucks" in segno di rispetto "Angleiano", cioè quello che i fan dedicavano al buon Kurt Angle cantando "You Suck" sulle note della sua celebre theme song. La cosa certa è che durante la loro carriera in singolo i tre non hanno mai avuto così tanto successo e così tanta visibilità, la loro evidente alchimia al microfono e nei match e il loro divertirsi mentre si cimentano nei promo ha coinvolto tutto lo Universe, e nonostante siano ancora chiaramente schierati dalla parte degli Heel (concetto che comunque ormai è abbastanza superato) hanno raggiunto un numero impressionante di sostenitori, lo dimostrano le strepitose vendite del loro merchandise, che va praticamente a ruba e sta diventando difficilissimo da ottenere.

Ho voluto parlarvi del New Day in questo ultimo numero dell'anno del Feels (ma spero non l'ultimo in generale) non solo perché secondo me la loro evoluzione è una delle migliori cose di questo 2015 in WWE, ma anche per un motivo ben preciso; secondo me il New Day, tra le risate, gli scherzi e le battute, rappresenta uno dei più fulgidi esempi di quanto l'impegno, la costanza e la perseveranza, nonché la fiducia nei propri mezzi, col tempo possa fare la differenza e possa cambiare radicalmente certe situazioni della vita; il loro gioco di squadra è stato sempre più evidente, e con l'aiuto reciproco sono riusciti a creare un qualcosa di accattivante, scoprendo lati dei loro personaggi che non erano mai venuti fuori, come le ottime doti da intrattenitore di Big E o quelle musicali di Xavier, quindi il New Day è anche un esempio di come una grande amicizia possa portarti lontano e darti un valore aggiunto che da solo non ci sarebbe; infine credo che questi ragazzi siano la prova inconfutabile che, come dice un noto proverbio, non bisogna giudicare un libro dalla copertina e, come ne recita un altro, solo gli sciocchi non cambiano mai idea; Kofi, Xavier e Big E erano partiti col vento decisamente contro e con l'interesse verso di loro pari a quello che il Cecca ha per gli uomini (XD), ma hanno trovato il modo per far ricredere i loro detrattori (soprattutto me) e fargli decisamente cambiare idea, perciò ogni volta che vi trovate di fronte a una persona o a una situazione che non vi sembra adatta a voi, concedetevi e concedetegli almeno il tempo di poterla scoprire un po', per poi avere una visione davvero chiara di quello che si ha davanti, io l'ho fatto col New Day ma questo modo di vedere le cose si può applicare a tutto ciò che ci capita nella vita.

La sintesi del discorso è che i miei buoni propositi per il nuovo anno saranno proprio questi: perseverare nei miei obbiettivi, avere più fiducia nei miei mezzi, affidarmi ad amicizie sincere e non giudicare nulla di primo acchito; in un certo senso spero che anche la WWE faccia altrettanto, perché in questo 2015 ha dimostrato di poter tirare fuori qualcosa di buono, ma deve impegnarsi e avere più fiducia nei propri mezzi, che in questo caso sono i giovani e talentuosi atleti che stanno pian piano emergendo e che non devono essere assolutamente giudicati dalla prima impressione sia dai fan che dalla WWE stessa; questo potrebbe essere l'anno di Dean Ambrose, di Kevin Owens, di Cesaro (quando tornerà), di Kalisto, di Neville, di Gable e Jordan, di Amore e Cassidy, di Becky Lynch, di Bayley, di Sasha Banks e di tanti altri ottimi prospetti che militano a NXT o quelli delle indie che approderanno durante l'anno alla federazione di Stamford.

Con la speranza che questo 2016 sia migliore dell'anno appena passato, sia dal punto di vista del Wrestling che personale per ognuno di noi, auguro a tutti i lettori, alla WWE e al mio Staff una buona fine ma soprattutto un buon inizio...

BECAAAAAAAAAUSE.... NEW... DAY ROCKS!!!
NEW... DAY ROCKS!!! NEW... DAY ROCKS!!!

 
Giu04

FIL'S FEELS #6: Fil Me More!

Ci sono atleti nel mondo del pro wrestling che, grazie al loro innato talento o semplicemente a un colpo di fortuna, raggiungono un successo esagerato, costellato di main events, titoli di campione, grandi feud e una solida presa sul pubblico... e poi c'è Ryback! XD

Scherzi a parte, ho aspettato la fine di Elimination Chamber per scrivere questo editoriale proprio per dedicarlo al Big Guy, nella speranza che vincesse il suo match nella Chamber valido per il vacante titolo intercontinentale (anche se la mia prima scelta sarebbe stata Bray Wyatt, però era solo un sogno che non si è realizzato).

Forse molti di voi si staranno chiedendo una semplice, singola domanda... Perché? Beh è semplice, perché il ragazzone che si veste come Rob Van Dam ha raggiunto finalmente un traguardo significativo, ottenere il primo alloro in WWE dopo ben 10 anni di "onorata" carriera!

Ma partiamo con ordine, nel 2004 un simpatico programma di nome Tough Enough (che tra l'altro ripartirà a breve) vede tra i suoi concorrenti un omone dall'aspetto decisamente poco gradevole di nome Ryan Reeves; il ragazzo sembra saperci fare, ma nonostante tutto non riesce ad uscire vittorioso dal programma, impressiona però positivamente la WWE che decide comunque di dargli una chance nei suo territorio di sviluppo.

Dopo qualche annetto per il nostro affamato atleta si presenta una ghiotta occasione per emergere in WWE, ovvero la prima stagione di NXT, programma dedito a creare nuovi talenti e farli diventare vere e proprie Superstar WWE; inutile dire che il Big Guy, che in quell'occasione portava il nome di Skip Sheffield (in cui "Skip" era probabilmente l'azione preferita dai fan nei momenti in cui lui era sullo schermo), non riesce ancora ad avere la fortuna dalla sua parte e viene eliminato dal programma; la vittoria della prima edizione andrà poi all' "imbattibile" Wade Barrett, tanto per la cronaca.

Ma dove la fortuna non arriva ci pensa l'ingegno, perché il buon Skip si ritrova nel gruppo giusto al momento giusto, i rookie della prima stagione di NXT infatti riescono a crearsi uno spazio (e che spazio) nel main roster della WWE invadendo letteralmente lo show e facendosi successivamente chiamare The Nexus. La stable, una delle migliori degli ultimi anni dopo il più recente Shield, fa il bello e il cattivo tempo a Raw e Smackdown e da modo a ogni singolo componente di farsi un nome a spese dei veterani del business; indelebile nella mia memoria è senza dubbio la prima invasione del gruppo, che attaccò John Cena e vide anche un efferato Daniel Bryan strangolare il ring announcer Justin Roberts (motivo poi per il quale non fece più parte del Nexus e venne addirittura licenziato).

Tornando però alla base del discorso, il nostro amico Sheffield spiccò nella stable per la sua forza fisica e la sua aggressività, ma la sfortuna si abbatté su di lui per l'ennesima volta, costringendolo a un lunghissimo stop a causa di un infortunio alla caviglia.

Col passare del tempo i fan si erano completamente dimenticati di quel burbero e muscoloso omaccione dal sorriso smagliante, fino a che all'improvviso costui fece un ennesimo debutto in WWE, stavolta con il nome di Ryback.

La sua gimmick era semplice e d'impatto al tempo stesso: "Salgo sul ring, spacco tutto, vinco il match e torno a casa"; per parecchi mesi il Big Guy ci ha "deliziato" con questo mantra stile Brock Lesnar e con le sue 2 Moves of Doom (Meat Hook e Shell Shocked) fino ad arrivare addirittura a buttare giù il grosso muro del mid-card ed entrare nel giro che conta; Ryback ebbe infatti il privilegio di affrontare niente meno che CM Punk per il WWE Championship, il che ha segnato senz'altro il picco più alto della sua carriera.

Da li in poi è arrivato il depush, quello brutto, pesante e dal quale difficilmente ci si riprende... il Big Hungry viene preso di mira inizialmente dalla nuova stable proveniente da NXT che ha invaso la WWE, lo Shield (non ricordo neanche più quante Triple Powerbomb si sia beccato il povero Ryback), le cose però non vanno di certo meglio dopo questo periodo, perché Mr. Feed Me More viene sì scelto come Paul Heyman Guy da parte del manager più in gamba di tutti i tempi, Paul Heyman, ma finisce per essere diseredato da quest'ultimo perché non all'altezza di far parte della scuderia dell'avvocato di Brock Lesnar.

La sorte del nostro eroe viene quindi segnata da un evento che cambierà per sempre la sua vita, l'alleanza con Curtis Axel! Sia chiaro, io stimo molto Curtis, il problema è che è uno degli atleti più sottovalutati dell'intera WWE (basti guardare alla fine che ha fatto ora con la Axelmania).

Va beh, fatto sta che i due diventano amiconi e insieme condividono il loro triste destino comune di possibili top star diventate però meno importanti e vincenti di El Torito; dopo svariati tentativi di accaparrarsi i titoli di coppia (uno dei quali a WrestleMania 30, a cui ho assistito in prima persona) il duo si separa consensualmente, mantenendo una bella e duratura amicizia (più o meno).

Il Big Guy riprende quindi la sua carriera da singolo, ma non riesce proprio a brillare in mezzo alle tante stelle che nel frattempo affollano il roster della federazione di Stamford; in confronto a Seth Rollins, Dean Ambrose, Roman Reigns, Bray Wyatt e veterani come John Cena e Randy Orton che continuano a dominare la scena, l'ex Skip Sheffield risulta essere solo una piccola goccia dispersa nel mare dell'indifferenza.

Il feud più degno di nota a cui il "Dumb as F**k" prende parte riguarda la rivalità tra l'Authority e John Cena, feud nel quale esce vincitore assieme al suo team a Survivor Series, ma poco tempo dopo viene licenziato insieme ai suoi compagni di merende Dolph Ziggler ed Erick Rowan.

Ah, a proposito di "Dumb as F**k", vale anche la pena segnalare che il povero Ryback è stato anche oggetto di scherno e insulti vari da parte di CM Punk durante il mitico podcast fatto con l'amico Colt Cabana; il Best in the World non si risparmiò in quell'occasione, definendo Ryback un perfetto idiota e asserendo che lottare contro di lui equivale a perdere 20 anni di vita.

Ma andiamo oltre, cioè a concludere l'epopea del nostro novello Ercole, che di fatiche per rimanere a galla in questa piscina piena di squali ne ha dovute fare ben più di 12; l'ultimo capitolo della storia del Big Guy risale a pochi giorni fa, nella splendida e ingabbiante cornice di Elimination Chamber.

In quell'occasione Daniel Bryan, costretto ad uno stop (forse definitivo) per colpa dell'ennesimo infortunio, presenzia a bordo ring per osservare le soldi del suo (e di Vacant) Intercontinental Championship, che verrà riassegnato a colui che sarà in grado di uscire vincitore dal temibile Elimination Chamber Match.

I partecipanti alla contesa oltre a Ryback sono il re dei jobber King Barrett, il biondo con la bionda Dolph Ziggler, il galletto celtico Sheamus e l'immancabile quanto inutile R-Truth; nel match ci sarebbe dovuto essere anche l'ex bulgarusso Rusev, ma essendo infortunato è stato sostituito da Bra... Ah no aspetta, Mark Henry... Mark Henry.... Cioè, Mark Henry... Anche basta!

Comunque, tutti (e dico proprio tutti) davano per scontata la vittoria del Celtic Warrior Sheamus, che da quando è tornato in questo suo stint non ha combinato praticamente niente di buono; tant'è che si pensava: "non ha mai vinto l'IC Title, ancora non ha avuto vittorie significative, vincerà lui di sicuro", e invece TIE' a tutti quanti! il latticino con la cresta ha fallito miseramente anche stavolta ed è stato sconfitto all'ultimo proprio dall'uomo a cui ho dedicato il mio Fil's, Ryback!

Piuttosto emozionante, per me, è stato vedere la consegna del titolo da parte di Bryan nei confronti di Ryback, e i ringraziamenti di quest'ultimo al Dazzler per essere stato di ispirazione a lui e a milioni di fan; non so perché, ma io vedo un fantomatico passaggio della torcia da parte di Daniel al buon Ryan, è pur vero che a livello di talento c'è un abisso tra i due, ma Reeves ci mette passione, cuore e anima in quello che fa, proprio come fa il nostro Bryan; quindi spero vivamente che a Ryback sia riservato ciò che doveva essere dato a Bryan, ovvero un regno da fighting champion in cui il Big Guy magari possa anche crescere qualitativamente affrontando ottimi avversari e regalandoci buoni match da guardare.

Sopravvaluto troppo Ryback? Forse... Ma se devo proprio essere sincero preferisco lui all'ormai trito e ritrito John Cena, che vince tutto da anni e non ha più niente da dire... Ryback può ancora dire qualcosa, e ora che è campione può cominciare proprio dalle parole che hanno definito la sua carriera finora:

FEED... ME.... MORE!!!

 
Mag23

FIL'S FEELS #5: The Fil That Gravifil Filgot

THE FIL THAT GRAVIFIL FILGOT

Il futuro... Quante volte ci siamo soffermati a pensare all'ignoto  e alle svariate possibilità e situazioni che possono presentarsi davanti ai nostri occhi nell'arco di anni, qualche giorno o addirittura pochi minuti... In molti casi il futuro è davvero impercettibile, in molti altri invece diventa fin troppo evidente, tanto da creare un legame intrinseco col presente ed esserne un tutt'uno...
In WWE, senza troppi giri di parole, il futuro è indubbiamente arrivato e sta dominando nettamente il presente, questo futuro è riconoscibile da tre singole lettere, che accostate portano immediatamente i fan più sfegatati ma anche quelli più casuali a esultare e gongolare, sicuri di poter avere davanti ai loro occhi un grande spettacolo e dei grandi atleti... Ovviamente queste tre lettere sono N... X... T!
Lo show "minore" della WWE sta in realtà diventando la maggior attrazione e la maggior fonte di interesse da parte dei fan, ormai stanchi di avere a che fare con un noioso Raw e un piatto Smackdown (per non parlare di alcuni PPV, decisamente sottotono).
Pensare a quanto si è evoluto questo piccolo mondo nell'arco degli anni è tanto quanto pensare all'evoluzione dei talenti che si sono avvicendati sul ring dello show giallo, ormai diventato fonte di grande ispirazione (e forse anche di invidia) per gli atleti ormai già affermati, che si ritrovano a dover dividere o addirittura cedere le luci della ribalta a dei "giovincelli" che hanno relativamente meno esperienza di loro (almeno per quanto riguarda la WWE).

Ma veniamo a noi, cioè a me XD E al mio titolo come al solito ricco di demenza! È chiaro come il sole che, volendo parlare di NXT e dei talenti che lo caratterizzano, non potevo non rendere omaggio alla New Sensation, The Man That Gravity Forgot, Neville! Il talentuoso ragazzo dalle orecchie paraboliche è approdato da poco nel Main Roster e non ha perso tempo nel far vedere tutte le sue capacità, regalandoci performance uniche e sbalorditive; si sparlava ai tempi di come Adrian dovesse debuttare nello show rosso con una Gimmick quasi cartoonesca, ma per nostra fortuna la WWE ha voluto deliziarci con un Neville privato si del nome, ma con un personaggio coi controscoiattoli! Al momento per l'uomo col mantellone non si prospettano feud importanti o con titoli in palio, ma in poco tempo ha rischiato di diventare King of the Ring e soprattutto di sconfiggere John Cena in maniera NETTA e PULITA per diventare il nuovo U.S. Champion, direi che non sono cose da poco... A ogni modo prevedo per lui un futuro radioso, con un'ottima costruzione del suo status potrebbe addirittura ambire al WWE World Heavyweight Championship, il personaggio è ottimo e lui (anche se poco abile al microfono) ha già ottenuto l'appoggio dei fan... Così si che si gestisce un talento, mica Mr. PEOUMM!!!

Il buon Neville però non è il solo ottimo prospetto ad aver mosso i primi passi nel Main Roster perché, seppur per una sola e strabiliante apparizione, il meraviglioso Sami Zayn ha fatto capolino nello show rosso per affrontare la U.S. Open Challenge di John Cena nella sua città natale, Montreal. Introdotto da un presentatore d'eccezione, niente meno che Bret Hart, il ragazzo dai capelli rossi e dall'atletismo mozzafiato ha affrontato Cena tirando fuori una prestazione da 10 e lode con bacio accademico da parte di Lana! E la cosa ancora più incredibile è che è riuscito a condurre un match ottimo dall'inizio alla fine nonostante un infortunio occorso proprio durante il match stesso; Sami ha dimostrato di avere grinta, forza, resistenza, ma soprattutto carattere, il che mi fa pensare che sarà un altro di quegli atleti che nel giro dei prossimi anni rivoluzionerà la WWE diventandone uno dei pilastri più saldi! Bravo Sami, un ragazzo coi Cojones!!!

E a proposito di tirare fuori i Cojones, anche un marchio assolutamente latino è stato impresso nella mente e nel cuore del WWE Universe, andando oltretutto a rendere interessante la Tag Team Division, sto parlando ovviamente dei Lucha Dragons! In realtà il buon vecchio Sin Cara, interpretato ormai da chissà chi, era già un "volto" conosciuto nel Main Roster, la vera novità (nonché la parte più interessante del team) è il suo partner, Kalisto! Dalla prima volta che l'ho visto l'ho definito The New and Improved Rey Mysterio, anche se c'è da dire che questo ragazzo mi sbalordisce ancora più del folletto di San Diego, forse complice anche il fatto che non sono mai stato un grande fan del maestro della 619. Ad ogni modo, i due stanno ancora cercando un'occasione per arrivare alla vetta della divisione, e ne potranno avere una nel prossimo PPV di casa WWE, Elimination Chamber, che vede il ritorno della mastodontica gabbia d'acciaio, in cui per la prima volta competeranno dei tag team con i titoli in palio; non mi dispiacerebbe veder trionfare i due draghi latini, l'alternativa a una loro vittoria sarebbe una riconquista degli allori da parte di Kidd e Cesaro, oppure una difesa da parte del New... Ok no non fatemi pensare a queste oscenità, che mi sento già male... Questa coppia caliente ha comunque possibilità di scrivere la storia, vincendo i titoli nella Chamber, potrebbe essere davvero una bella sorpresa e avere un grande impatto sul WWE Universe.

Impatto... Già... È di questo che voglio parlare per terminare il mio solito sproloquio del mese...  C'è un uomo in circolazione che lascia un segno indelebile della sua presenza in ogni luogo e situazione in cui è coinvolto, un uomo che non ha timori reverenziali ne timori di altro genere, che si pone obbiettivi precisi e li conquista con forza e dominazione... Non sto parlando di Brock Lesnar, ma bensì delle futura Next Big Thing, sto parlando di Kevin Owens! Il ragazzone dalle fattezze non proprio muscolose nasconde dietro al suo corpo poco modellato e al suo sguardo spesso tranquillo una violenza inaudita e una capacità tremenda di dominare i suoi avversari, qualità che lo hanno portato in breve tempo a diventare NXT Champion, battendo un osso duro come Sami Zayn, anzi, distruggendolo... Kevin è un altro talento dal futuro senz'altro radioso, e potrà dimostrare al WWE Universe ancora una volta di che pasta è fatto a Elimination Chamber quando affronterà niente meno che John Cena, lo stesso John Cena che pochi giorni fa a Raw è stato annichilito da una Powerbomb di Kevin, che con spavalderia ha anche calpestato lo U.S. Title, dando importanza e maggior rilievo al suo titolo di campione NXT.

In questo numero del mio editoriale ho voluto dar luce a personaggi che la le luci della ribalta se le stanno prendendo, sono affamati di vittorie e di affermazione, e settimana dopo settimana stanno crescendo e superando molti di quei talenti che si sentono arrivati e militano nel Main Roster senza direzione alcuna ormai da tempo; ho citato alcuni dei prospetti più interessanti provenienti da NXT ma avrei potuto continuare a lungo, aggiungendo magari Hideo Itami (aka Goku), Finn Balor (aka un figo) , Tyler Breeze (aka Mini Ziggler) o le straordinarie Divas, che lottano come nessun'altra Diva del Main Roster è in grado di fare (escludendo Paige, che arriva per l'appunto da NXT).

Che dire? Il futuro sembra essere la chiave di tutto, abbiamo un ex NXT Champion come attuale WWE Champion che risponde al nome di Seth Rollins, impegnato in un feud contro un altro ex NXT che ha un avvenire particolarmente promettente, ovvero Dean Ambrose; abbiamo svariati debutti o apparizioni avvenute nelle ultime due settimane, tutte stranamente legate da un filo conduttore: John Cena. Il rapper di Boston ha dato grande spazio a queste nuove leve con match ed angle degni di nota relativi alla sua U.S. Open Challenge, perciò mi sento di ringraziare Johnny Boy per l'ottimo lavoro che sta svolgendo. E' bello vedere nuove facce e nuovi ottimi atleti calcare il palcoscenico più importante del Pro Wrestling! Poi beh, ci sono gli Ascension e Roman Reigns... Ma si sa che non tutte le ciambelle escono col buco...

 
Apr18

FIL'S FEELS #4 - FILLAAAAAAAAAA!!!

Abbiamo ormai da tempo salutato Wrestlemania e il suo finale scoppiettante (sto ancora godendo XD) e ci prepariamo a entrare festanti e speranzosi in quello che sarà il prossimo appuntamento in casa WWE: Extreme Rules!
L'estremo evento ha delle buone possibilità di essere decisamente interessante, alcuni match garantiranno un grande spettacolo mentre altri... Beh... Facciamo una breve carrellata giusto per parlare un po' a vanvera, anche se vanvera non mi ha mai risposto!

Primo fra tutti il WWE World Heavyweight Championship Steel Cage Banned RKO Match... Ok per dirlo tutto stavo quasi rimanendo senza fiato XD Questa contesa mi intriga, anche se il risultato è scontato, perché voglio vedere cosa si inventeranno per far quasi vincere Orton e per rendere interessante l'ennesimo scontro tra i due... Va bene che il match è per il titolo, va bene che è nella gabbia, ma io voglio Rollins vs Neville per il titolo, vorrei Rollins vs Neville tipo tutte le settimane! Si va beh forse esagero un po'.
Poi c'è Cena vs Rusev per lo US Title, match in cui il Bulgarusso ha deciso di entrare nella Chain Gang e si è inventato sto Russian Chain Match che francamente mi sa di boiata... Staremo a vedere!
Per l'IC Title abbiamo un match di scarso interesse, anche se il protagonista è Daniel Bryan... Il risultato è scontato e BNB a breve si prenderà anche una pausa, non vedo ragioni per dargli il titolo per la settordicesima volta... e poi quella cintura a Barrett porta sfiga! Quando lo capiranno in WWE? Comunque il titolo non durerà per molto neanche alla vita di Bryan purtroppo, il povero Daniel ha ancora problemi fisici e potrebbe dover essere costretto a un ruolo ancora minore di quello che ha già... Beh, se proprio devo fare un nome per il prossimo IC Champion potrei citare un debuttante, tipo uno che non sa cosa sia la gravità... Ok avete capito! XD
Altro titolo in palio è quello delle Divas, in un match tra Paige e Nikki Bella... Ehmmm ok...
Ma passiamo ora al match che da solo vale tutto il PPV, ovvero Roman Reigns vs The Big..... Buahahahahahahah no ragazzi non ce la posso fare XD Dico solo una cosa, per far contento il nostro Andy Badwool: "He will punch you... He will Spear you!"...

Ok, torniamo seri e parliamo dell'ultimo match tra quelli finora annunciati, ovvero quello tra Sheamus e Dolph Ziggler... È proprio su questo che si incentra questo numero del mio editoriale, anzi non proprio; ciò di cui voglio realmente parlare, come avrete potuto intuire dal titolo del Fil's, è del ritorno in "pompa magna" di una delle Superstar da molti amata e tanto attesa, il Celtic Warrior Sheamus! Ho messo le parole "pompa magna" tra virgolette perché francamente non sono rimasto impressionato dal ritorno del Reverse Rowan... Ma andiamo con ordine e con le cose più frivole, cominciamo infatti col descrivere il look.

Nel Raw post Wrestlemania il nostro irlandese senza traccia di pigmento alcuno è intervenuto nell'intento di salvare Daniel Bryan e Dolph Ziggler dalle grinfie di Bad News Barrett, salvo poi massacrare di legnate i due prima citati attirandosi su di sé le ire del pubblico... Ma non è successo solo questo, infatti gli scalmanati fan nell'arena si sono dilettati in un coro all'unisono che mi ha dato subito da pensare: "You look stupid!"... Chi di voi ha visto l'episodio potrà sicuramente ricondurre questo goliardico coro al fatto che... beh... un po' è vero che il guerriero celtico sembra un po' un pirla conciato così! XD Tralasciando il figherrimo stile della barba tutta treccinosa, i capelli.... Eh.... I capelli fan cagare ragazzi dai! Specialmente quando, dopo la fine di un match, gli si affloscia tutto il crestone e sembra ancora più orrendo di quando sta su tutto bello ingellato! Io lo avrei preferito pelato, ma poi somiglierebbe troppo a Rowan e rischierebbero di confonderli nel backstage, con la sola differenza che Rowan sa risolvere un cubo di Rubik e Sheamus no! XD

Passiamo a un piano più importante, ovvero quella che definirei la presentazione del prodotto; anche i sassi ormai hanno capito che Sheamus è tornato per essere un top heel e francamente la cosa mi rincuora, perché il punkettone irlandese era bullo già da face, quindi il ruolo del cattivo che se la prende coi più deboli e i più piccoli gli si addice perfettamente! Se in più ci aggiungi una theme song ben elaborata (che mi prende un sacco) e un'entrata decisamente d'effetto, direi che sotto il punto di vista del personaggio in sé è stato fatto un ottimo lavoro; parlavo poco fa del bullo che se la prende coi più piccoli, perché alla fine è questo che la WWE ha deciso di far fare a Sheamus almeno per adesso, il celtico è il tipico stronzo che sa di essere fisicato e si diverte a tormentare i più piccoli, tant'è che per ora se l'è presa principalmente con Daniel Bryan e Dolph Ziggler, e quest'ultimo sarà proprio il suo avversario di Extreme Rules... in un match con una stipulazione che definire orrenda è dire poco... Ma ne parleremo dopo...

Dolph Ziggler, il nostro tanto amato Show Off, è davvero l'avversario giusto per questo stint di Sheamus? Io speravo in una sua affiliazione con l'Authority (che potrebbe comunque arrivare nel breve futuro) invece il Roscio "perde tempo" con feud un po' senza senso... Anche se battesse Dolph cosa potrebbe dimostrare? Un incremento della credibilità? Io non credo... Ma probabilmente stanno tenendo impegnati i due partecipanti di questo match in attesa di qualcosa di più importante... Ovviamente per Sheamus, dato che Dolph ormai è finito nel dimenticatoio, e dopo questo match sarà definitivamente distrutto e sotterrato for ever!

Perché dico questo? Semplice! Parliamone ora della stipulazione speciale, descrivendola in tre paroline che a Vince McMahon piacciono da morire: "Kiss My Ass"; traduciamo questa cosa in irlandese e viene fuori "Kiss Me Arse", in parole povere il perdente di questo match dovrà letteralmente baciare il culo al vincitore, una vera e propria umiliazione che non dovrebbe essere imposta a nessuno, ma ovviamente stiamo parlando di Dolph Ziggler! Il biondo chiomato è uno che, a proposito di culo, se lo spacca dalla mattina alla sera per essere uno dei migliori del business e ovviamente viene premiato con un'altalenante gestione fatta di momenti epici e momenti degradanti che neanche Santino Marella degli anni d'oro! Questa stipulazione scelta dalla WWE non mi piace per niente, perché nuoce solo a Dolph e a Sheamus non porta niente, se non la dimostrazione che l'irlandese è uno dei nuovi pupilli di Vinnie Mac! Non calcolo nemmeno per sbaglio un'eventuale vittoria di ZIggler, perché se così fosse si manderebbe a donne di facili costumi il super push dell'irlandese...

Per concludere, io sono in trepidante attesa di vedere il Celtic Warrior in feud più interessanti e di rilievo, auspicando una collaborazione con Triple H e Stephanie McMahon magari per supplire all'uscita di Orton (e a breve di Kane) dall'Authority... E poi beh, sognando un po', per contrastare il prossimo ritorno di The Beast, The Conqueror, The Ex Reigning, Defending, Undisputed, WWE Heavyweight Champion of the World... BRRRRRROCK.... LLLLLESNAR! (Era da un sacco che volevo scriverlo XD). Ecco, questo sì che sarebbe un feud con i controzebedei! È così che voglio vedere il cattivissimo Celtic Warrior! Finché te la prendi coi midcarder (anche se di rilievo) non risolvi niente e finisci presto nel dimenticatoio, quindi vedi di darti una mossa caro Sheamus, se no l'unica cosa rilevante del tuo ritorno sarà il coro "You look stupid!"...

Beh, rimanendo in tema irlandese credo non ci sia modo migliore per concludere questo strampalato editoriale dicendovi:

MY NAME IS FILLEY.... AND I LOVE TO WRITE

 
Mar17

FIL'S FEELS #3 - Bad Feels

Un sogno, un momento indimenticabile, un'immortale pagina di storia scritta nella mente e nel cuore di milioni di appassionati... Questo e tanto altro è sempre stato l'evento che tra pochi giorni ci apprestiamo ad assistere... Naturalmente sto parlando del Grandest Stage of Them All, lo show più importante dell'anno in casa WWE, l'evento che ogni amante del grande Wrestling non si permetterebbe mai di perdere... WRESTLEMANIA!!! But... Well...

I'M AFRAID I'VE GOT SOME BAD FEELS!!!

Non penso che i fan del nostro sito si stiano scervellando nel capire il perché del titolo di questo editoriale... Sono ormai mesi che si va avanti col dire che questa WrestleMania è una delle creature peggio partorite da mamma WWE degli ultimi anni, la costruzione dell'evento è pessima, la Road to WrestleMania è stata indecente sotto moltissimi aspetti e la card è degna di una di un qualsiasi PPV di bassa lega, in sintesi quello che ci appresteremo a vedere non passerà alla storia come il miglior evento della federazione di Stamford... Mi permetto come al solito di analizzare alcune cose dandovi i miei tanto cari Feels, anche perché dopo essermi operato recentemente posso dire di avere ancora più naso per queste cose! (XD)

Voglio parlarvi quest'oggi di ciò che mi ha dato ispirazione per il titolo dell'editoriale, ovvero la catchphrase di quel vecchio volpone di Bad News Barrett! L'inglesone è senza ombra di dubbio uno dei protagonisti di questa edizione di 'Mania, anzi a dir la verità il protagonista è il suo titolo di Intercontinental Champion, mai così ambito come nelle ultime settimane; l'immacolata cintura sta passando di mano in mano manco fosse una canna contesa tra Jeff Hardy, Evan Bourne, Jack Swagger, Rob Van Dam e Randy Orton! Tutti la vogliono e BNB è l'unico ad avere il diritto di tenersela, ma non ce l'ha! Si è venuto a creare un interessantissimo scenario a riguardo su cui anche nel nostro podcast mi sono prodigato a dare il mio parere e che voglio riproporre anche qui con l'aggiunta del mio personale pronostico.

Partiamo dall'anonimato, costituito in questo caso da Luke Harper e Stardust, il primo è senza dubbio un ottimo atleta ma è stato inserito nel match per dare un po' di spettacolo con manovre d'impatto e probabilmente per bilanciare la scarsa presenza di heel all'interno della contesa, mi aspetto comunque grandi cose da lui e spero venga poi gestito come uno dei top heel quando ci sarà un po' più di spazio da dedicare alle nuove leve; Stardust è un grande "Meh", sono deluso di vederlo in questo match perché lo preferivo in una solida resa dei conti col fratellone Goldust, in un match che col giusto minutaggio e l'adeguato trattamento poteva contribuire a rendere la card dell'intero PPV un po' meno peggio; ad ogni modo sia per Harper che per Cod...ehmmm Stardust la vittoria sembra decisamente un miraggio astrale, ma soprattutto è totalmente insensata a parer mio.

Passiamo quindi al terzetto più interessante del match, costituito da R-Truth, Dolph Ziggler e Daniel Bryan... Daniel Bryan? Perché hai inserito Daniel nel terzetto degli interessanti e non come possibile vincitore, Fil? Semplice, perché non vorrei che vincesse! Intendiamoci, è molto probabile che vincerà, anche perché lui è "Turd" e quindi troverà un modo da "Turd" per vincere "Turdamente" la cintura, però secondo me questo titolo non serve a Bryan per migliorare il suo status, Daniel è già grande così com'è e il suo nome a mio avviso è stato aggiunto solo per dare importanza alla contesa; un altro grosso nome inserito per dare lustro e spettacolo nel match è senz'altro lo Show Off Dolph Ziggler, per cui vale lo stesso discorso di Bryan, mi sembra decisamente inutile affidargli per la dodecaesima volta l'alloro biancheggiante, sarebbe solo una tacca in più nel suo palmares che però non gli varrebbe nulla, Dolph deve tornare nel giro che conta sul serio! Alla fine di questo magico terzetto ci piazzo il simpatico guascone Nigga, R-Truth, che coi suoi giochetti alla Eddie Guerrero del ghetto ci ha intrattenuti fino a ora e che sarà sicuramente la componente comica nel Ladder Match, fermo restando che sono convinto riuscirà a sfornare anche lui una buona prestazione ma non sarà abbastanza per prendersi la cintura, anche perché è un altro per cui un titolo così avrebbe ben poco senso, deve essere già contento di partecipare a un match di così alto rilievo... Tutto merito di questi dannati hashtag che smuovono il mondo! #GiveTruthAChance.

Fino a ora ho descritto la fuffa buona e quella cattiva, ora arrivo al nocciolo della situation, i due veri papabili vincitori, ovvero il mio super iper mega extra favorito in the world Dean F***ing Ambrose e l'attuale campione Bad News Barrett! Nessuno scommetterebbe un nichelino su BNB e francamente anche io avevo le mie remore, ma dopo la pessima gestione (ehm, l'ennesima) che sta ricevendo nelle ultime settimane qui le cose sono due: o Wade vince con una prestazione convincente e ritorna agli albori di un tempo oppure viene letteralmente seppellito fino ad andarsene dalla WWE! A me piace come atleta, mi è sempre piaciuto e spero non gli facciano fare una brutta fine, ma francamente vedo molto difficile un suo trionfo specialmente in un match con molti potenziali vincitori... Primo su tutti il mio lunaticissimo amico Dean Ambrose, questo gigantesco feud per l'IC Championship è partito da lui, è stato il primo a interessarsi veramente alla cintura e sempre il primo a sfidare Barrett a WrestleMania per il titolo, aveva anche ottenuto il match costringendo BNB e ora si è visto aggiungere altre mille persone alla contesa... Ma poco importa, perché a conti fatti Dean è l'unico (secondo me) che trarrebbe veramente vantaggio dalla vittoria di questo titolo, innalzerebbe il suo status (sia del titolo che di Ambrose eh) e lo preparerebbe per il futuro ingresso nel giro del WWE Championship; ho provato a sforzarmi per trovare un motivo per cui Ambrose debba perdere questo match ma non l'ho trovato, cioè in realtà l'unico motivo sarebbe che la WWE è "Turdissima", ma provo a non pensarci e spero nel buon senso una volta tanto!

Sono già arrivato alla fine dei miei sproloqui, avrei potuto intrattenervi per ore e ore parlandovi di quanto mi faccia schifo, pena e pietà questa edizione di WrestleMania, analizzando per voi e con voi tutti i match, ma voglio risparmiarvi e risparmiarmi questa folle agonia, perciò mi sono dedicato al match che secondo me sarà lo show stealer della serata e che guarderò con più interesse... Sì lo so, c'è Undertaker vs Wyatt, Sting vs Triple H, Cena vs Rusev! Wow non sto più nella pelle! Il main event nemmeno lo cito se no mi emoziono tutto... Scherzi a parte, in questa edizione di 'Mania ci sarà ben poco da gioire, ma quel poco che c'è godiamocelo in attesa di tempi (si spera) nettamente migliori...

Ah... Piccolo Connor... È davvero avvilente che la prima WrestleMania che guardi da lassù sia così brutta, ma tu hai fatto in tempo a vedere una delle migliori e sono contento per il tuo Warrior Award... Te lo sei meritato piccolo guerriero :) Ti vogliamo bene...

 
Feb15

FIL'S FEELS #2 - Believe in the Fil!

L'amicizia è un valore importante che va coltivato nel miglior modo possibile e che spesso può dare grandi soddisfazioni in ogni contesto in cui la si trova; uno degli esempi più lampanti, legati al wrestling, di un'amicizia che ha generato ottimi frutti è quello dello Shield, i tre migliori prospetti di NXT, Dean Ambrose, Seth Rollins e Roman Reigns, che circa 3 anni fa si sono uniti e hanno deciso di cambiare per sempre il volto della WWE... E diamine se ci sono riusciti! Dal loro debutto a Survivor Series 2012 fino al momento in cui hanno diviso le loro strade questi 3 ragazzi, che hanno creato un perfetto mix di intelligenza, atletismo, pazzia e potenza, hanno fatto il bello e il cattivo tempo all'interno della federazione di Stamford, arrivando a sconfiggere team formati dal meglio che la WWE ha attualmente da offrire.
Il loro punto di forza è sempre stato l'amicizia fraterna che col tempo li ha sempre più legati, ma come tutti ben sappiamo neanche questo forte legame è servito per tenere unita questa formidabile Stable, scioltasi per mano di colui che ha fondato le basi per crearla; solitamente si è portati a pensare che chi tradisce un'amicizia e scioglie un importante legame sia destinato a pagarne le conseguenze, ma in questo caso non è andata esattamente così, anzi credo sia stato l'esatto contrario e in questo secondo numero del mio editoriale voglio occuparmi proprio di questo... Believe That...

BELIEVE IN THE FIL!!!

Comincio col parlare di colui che da questa amicizia finita male ne è uscito più ridimensionato, ovvero Dean Ambrose; molti di voi potrebbero storcere il naso leggendo questa affermazione, ma non mi sto riferendo al fatto che il buon Dean ne sia uscito male a livello di carriera, semplicemente lo sfaldamento di questa Stable ha portato decisamente più benefici ai suoi due ex compari, Seth Rollins e Roman Reigns, piuttosto che al Lunatic Fringe, che attualmente si trova a gestire una carriera da singolo molto apprezzata dai fan e dalla dirigenza WWE, ma che ancora non gli ha portato grandi risultati; tutti i feud e i match che hanno visto Dean protagonista sono stati sicuramente ottimi ma non hanno mai visto trionfare nettamente questo folle atleta, che avrebbe bisogno a questo punto di ricoprire un ruolo più rilevante e consono alle sue immense capacità. Si è chiaramente visto come, negli ultimi mesi caratterizzati dall'assenza del campione WWE Brock Lesnar, sia stato proprio Dean Ambrose una delle colonne portanti degli show WWE, questo carismatico ragazzo è capace di trascinare le folle come pochi altri e rendere tutto ciò che fa interessante anche quando va in scena un semplice promo o un match di scarso rilievo; esempio più lampante è il Lumberjack Match tra lui e Seth Rollins, match solitamente noioso e scontato, che grazie a lui e al suo ex partner è diventato uno dei Gimmick Match più godibili e riusciti del 2014.
In questo momento Dean è impegnato nella costruzione di un feud con l'Intercontinental Champion Bad News Barrett, i due dovrebbero già affrontarsi a Fastlane e se ciò dovesse accadere prevedo una vittoria (più che meritata) del nostro amico lunatico, che finalmente potrà portare a casa una cintura dopo tanto tempo e renderla rilevante con dei match di difesa sicuramente ottimi; quello che però spero per Ambrose è che nel corso del 2015 riesca ad entrare nell'orbita del WWE World Heavyweight Championship, sarebbe pazzesco riuscire a vedere Dean premiato già quest'anno con l'alloro massimo della federazione, ma pur essendo pazzesco non è detto che sia così impensabile, dato che la piega che stanno prendendo le cose recentemente vede il titolo finire nelle mani di un ex membro dello Shield, per lo meno di uno degli altri due rimasti escludendo Ambrose. Per il momento mi accontenterei comunque di vedere Dean Ambrose con la cintura IC alla vita, consapevole del fatto che è un ottimo modo di cominciare la sua costruzione per qualcosa di più grande... A differenza di altri destinati alla grandezza ma con una costruzione pessima, di cui parlerò tra poco!

Tra poco è già ora XD Eh già... Perché His Time Is Now! No, non sto parlando di John Cena, bensì della sua versione samoana e capellona! Ladies and Gentleman, boy and GIRLS, I give to you... Mr. PEOUMM, Roman Reigns!!!
Dopo questa brillante presentazione passiamo alle cose serie e andiamo dritti al punto, Roman Reigns non è pronto... Potrei fermarmi qui e andare su altri argomenti, perché tutti ormai lo hanno capito, ma ci tengo ad aggiungere qualche riga (per il dispiacere di chi mi legge XD).
Come ormai è noto il ragazzone samoano ha vinto il Royal Rumble Match 2015, dimostrando di essere il più for... No aspetta, dimostrando che quando la WWE si mette in testa qualcosa è impossibile farle cambiare idea! Per il secondo anno di fila la rissa reale è stata rovinata da una pessima gestione, e ora sappiamo anche che è tutta colpa di Jamie Noble! XD
Scherzi a parte, il cuginetto di The Rock ha ampiamente dimostrato di non aver trovato ancora la sua dimensione, la sua identità e il suo stile, quindi è facile capire che un personaggio del genere non sia pronto per il main event di WrestleMania, specialmente se in quel main event c'è niente meno che il conquistatore della Streak, lo squashatore di John Cena, il repellente delle Attitude Adjustment e dei Curb Stomp, Brock Lesnar!!! Come se non bastasse la WWE ha complicato ulteriormente le cose, cercando di costruire la solidità di Reigns facendogli demolire un muro chiamato Daniel Bryan, o almeno questo è ciò che ci si aspetta a Fastlane, dato che Roman e Daniel si scontreranno nel main event del nuovo PPV con in palio lo spot di contendente numero uno al WWE WHC a WrestleMania.
A mio avviso la situazione è disastrosa, a meno che non sia Bryan a vincere e trovino un modo per riposizionare Reigns su dei giusti binari per costruirlo come si deve e farlo competere per il titolo solo quando sarà veramente pronto; quasi sicuramente però sarà Roman a trionfare, vuoi per un'intromissione esterna (che affosserebbe ancora di più la credibilità di Reigns), vuoi con le sue sole forze (a cui comunque non crede nessuno XD) e questa brillante mossa della WWE non farà altro che riversare ancora più odio su Samoan Cena e rovinerà il main event di questa edizione del Grandest Stage of Them All... A meno che...

Save Us Seth! Ebbene si, parlavo prima di come solitamente il traditore è colui che dovrebbe uscire sconfitto alla fine dei conti e invece stavolta non è andata così, Seth Rollins è a tutti gli effetti colui che è uscito meglio dallo split dello Shield! L'ex Architect è diventato Mr. Money in the Bank, è stato partecipe di ottimi feud e di grandiosi scenari, ha lavorato con icone del calibro di John Cena, Brock Lesnar e Sting, o comunque è stato sempre partecipe dei grandi piani e al centro dell'attenzione delle più importanti storyline. C'è però una cosa che a mio avviso rende Seth il vero vincente tra i tre ragazzi dello Shield, questo giovane leone è riuscito a reggere il confronto e, non solo, a superare nettamente le aspettative nel momento in cui è stato messo in mezzo a due grandi nomi come John Cena e Brock Lesnar! Rollins è attualmente colui che ha rotto le costole a The Beast e ha fronteggiato a muso duro due colossi uscendone a testa alta pur nella sconfitta.
Parlavo prima di come Roman Reigns non sia pronto per la consacrazione a Main Eventer (non regge un match con Fandango...), per Seth Rollins invece il discorso è totalmente opposto, colui che mette le gambe tra le gambe (scherzi a parte XD) ha già dimostrato di poter arrivare al top della WWE senza troppi problemi, e francamente non vedo l'ora di vederlo con quella cintura alla vita per osservare il modo in cui gestirà un peso così prestigioso... Anche se potremmo dover aspettare un po' prima di osservare l'ascesa di Seth, viste le recenti vicissitudini capitate al pupillo di Triple H, che potrebbero costare caro e modificare drasticamente la carriera di questo giovane talento!
Tutti sicuramente sarete venuti a conoscenza dello "scandalo" che ha coinvolto Seth, non voglio soffermarmi troppo sulla vicenda, dico solo che francamente è frustrante rischiare una brillante carriera così... Per delle cazzate... XD (ironizzo ma sono davvero dispiaciuto per la cosa).

Bene, la conclusione finale mi pare abbastanza ovvia, abbiamo un Seth Rollins nonostante tutto già pronto per fare grandi cose, un fantastico Dean Ambrose in fase di lancio e poi... E poi c'è Roman Reigns...
E su chi va a puntare tutto quanto la WWE?

TELL ME... I DID NOT JUST FIL THAT...

 
Gen09

FIL'S FEELS #1 - The First Feel

Viviamo nell'era della tecnologia, dei computer, di internet e dei social network... Ma più di ogni altra cosa viviamo nell'era dell'informazione... E' facile rimanere aggiornati con tutto ciò che succede nel mondo,  spesso arrivando a conoscere cose riguardanti ciò che ci interessa anche quando non lo vogliamo; tutti probabilmente conosciamo il significato della parola SPOILER e spesso ne diventiamo vittime, rovinando a volte per sempre la nostra visione delle cose con cui abbiamo a che fare. Questo accade spesso e continuamente nell'ormai non più magico mondo del Wrestling, dove tutto viene gestito, deciso e calcolato (seppur con qualche eccezione che però si verifica di rado)... Tutto questo va a discapito di un fattore davvero importante che da sempre ci permette di vivere meglio determinate situazioni, comprese quelle legate a questo tanto amato sport-spettacolo: l'IMMAGINAZIONE.

Ho deciso di cominciare con questa introduzione il mio editoriale per far capire qual'é il mio intento, ovvero quello di navigare un po' meno in internet e un po' più con l'immaginazione pur rimanendo nella realtà, offrendovi il mio personale punto di vista sulle storyline, le Superstars, i pronostici e tutto ciò che riguarda il Wrestling e in particolar modo la WWE, sperando di fornirvi uno spunto di riflessione e di discussione... Si tratta comunque di una visione reale, magari a volte anche un po' sarcastica, insomma, come sono io! Non è solo Fantawrestling, non è solo analisi degli eventi, è il mio modo di pensare... e voglio condividerlo con voi!

THESE ARE MY FEELS... THESE ARE FIL'S FEELS!

Innanzitutto vediamo ciò che è accaduto nell'ultimo Raw del 2014, che secondo me (e non solo) ha dato il via alla Road to Wrestlemania di quest'anno; partendo con ordine dalle cose meno importanti, abbiamo visto gli Usos riconquistare i titoli di coppia battendo The Miz e Damien Mizdow.

Soffermandomi un attimo sul Team sconfitto, ho trovato l'idea di mettere i due in coppia e di far interpretare la gimmick di controfigura a Damien davvero sensazionale; Sandow ha un sacco di talento e potrebbe fare bene nella carriera da singolo, se solo gli venisse dato il giusto spazio; il fatto però è che adesso è difficile secondo me riuscire a staccarlo dal suo ruolo, soprattutto adesso che in WWE stanno lavorando alla costruzione di parecchi personaggi di rilievo e a questo punto Sandow risulterebbe di troppo.

Quello che vedo ormai in una situazione disastrosa è The Miz, anche lui con un grande talento ma sfruttato decisamente male; per i due auspico uno split magari nel periodo di Wrestlemania, con sicura vittoria di Mizdow e una piccola consacrazione per lui come face, anche se fa sempre e comunque strano vedere Mizanin jobbare a chiunque quando a Wrestlemania 27 ha sconfitto niente meno che John Cena per il titolo WWE.

Parlando dei job di Miz, il caro Awesome One oltre ad aver perso gli allori ha allegramente jobbato al nuovo tag team sbarcato nel Main Roster, gli Ascension; i L.O.D Wannabes hanno dimostrato da subito... di essere uno dei peggiori team mai visti nella storia di questo business! Lenti e impacciati sul ring e per nulla interessanti in generale, Konnor e Viktor si sono tra l'altro scavati la fossa da soli quando hanno deciso di cominciare l'anno nuovo con un promo discutibile dove hanno infatti preso in giro delle coppie leggendarie come i Demolition e i Road Warriors, dicendo di essere a loro superiori e di poter sconfiggere chiunque, per poi squashare degli atleti locali, manco fossimo ai vecchi tempi di Ryback negli Handicap Match...

E' evidente che questi due qualcosa nella divisione Tag Team dovranno pur fare, e parlando di Feelings ho come la brutta sensazione che gli Usos siano tornati ad essere campioni di coppia per regalare le cinture ai nuovi arrivati, anche se è evidente che questi non se lo meritano proprio.

Ma forse non tutto è perduto perché, rimanendo in tema di team, la fine del 2014 ha visto nascere una coppia decisamente interessante, quella composta da Tyson Kidd e Cesaro; i due, accortisi di essere piuttosto snobbati nelle loro carriere da singolo, hanno unito le forse dando vita a un mix di forza e dinamismo da far invidia al vecchio Team di Batista e Rey Mysterio.

Anche il buon Mick Foley ha speso per loro elogi a profusione, così come alcuni di noi dello staff di WR, e io mi trovo d'accordo con tutti loro dicendo che questa strana coppia potrebbe raggiungere ottimi risultati e magari già vincere i titoli nel giro di qualche mese, staremo a vedere.

Un altro momento da ricordare dell'ultimo Raw del 2014 riguarda un uomo che recentemente mi ha stupito e che potrebbe dire la sua in questo 2015, sto parlando di Adam.... No dai non scherziamo... Parlo del Big Guy, Ryback! Ok in questo momento molti di voi mi staranno insultando, ma sono rimasto stupito dai miglioramenti di questo omone che è riuscito a farmi apprezzare le sue capacità al microfono con un promo decisamente al di sopra di ciò che pensavo potesse fare (e al di sopra delle abilità di alcuni presunti "uomini di punta").

La faccio breve, per lui la vedo davvero la redenzione (altro che John Cena); sta lavorando bene pur essendo un lottatore con dei limiti, magari non arriverà al titolo del mondo ma potrebbe tranquillamente dominare l'upper card anche se c'è gente che merita più di lui; però si sa, agli americani piace grosso (non fraintendetemi) e anche a Vince... Se proprio ora come ora dovessi scegliere tra Ryback e un samoano a caso punterei sul primo!

Non è stato solo Ryback ad affacciarsi al WWE Universe però, perché nel corso di Raw anche un altro atleta, di gran lunga più importante, ha avuto qualcosa da dire; sto parlando di niente meno che Daniel Bryan; il leader dello YES! Movement ha lasciato i fan col fiato sospeso fino all'ultimo, per poi rivelare di essere pronto per tornare a combattere e di voler partecipare al Royal Rumble Match del 2015.

Questa notizia ha reso felici milioni di fan e ha sicuramente inserito un po' di dubbi riguardo al vincitore della rissa reale; se fino a poco fa trapelava la notizia di una quasi sicura vittoria di Roman Reigns, ora tutto si fa più complicato perché il Dazzler non è certo l'ultimo arrivato e avrebbe tutte le carte in regola per poter andare nel Main Event di Wrestlemania.

Per quanto mi riguarda penso semplicemente che Roman non sia ancora pronto per questo grande salto nel Main Event e per la consacrazione a Top Star, avrebbe bisogno di fare ancora un po' di gavetta e costruire meglio il suo personaggio prima di essere lanciato palesemente allo sbaraglio, anche molti fan se ne sono accorti e hanno smesso di tifarlo; c'è inoltre da considerare che questa consacrazione potrebbe essere qualcosa di troppo grande da sostenere per lui dato che, vagliando giusto una manciata di ipotesi, Mr. PEOUMM (cit.) si ritroverebbe ad affrontare o Lesnar, conquistatore della Streak, o Cena, 15 volte campione del mondo; il caso più fattibile riguarderebbe invece una lotta tra Reigns e Rollins, che però dovrebbe incassare il suo Money in the Bank prima di Wrestlemania.

Proprio Rollins ha inoltre la possibilità di diventare campione già a Royal Rumble, che gli è stata data dall'Authority, ritornata al potere proprio alla fine del 2014 grazie a lui; gli scenari su un possibile trionfo dell'ex Architect dello Shield sono molteplici, dalla semplice ma poco probabile vittoria diretta nel match contro Lesnar e Cena, a un più probabile incasso su uno dei due che esce vincitore dal match.

La mia sensazione è che Cena potrebbe redimersi (per la settordicesima volta) e vincere a Royal Rumble, scatenando però le ire dello sconfitto Lesnar e permettendo così a Rollins di incassare, anche se però a prescindere da tutto vedo più probabile un incasso di Rollins in quel di Wrestlemania, ma è troppo presto per parlarne.

Ci sarebbero davvero molti altri argomenti da affrontare, ma non ho intenzione di mettere troppa carne sul fuoco per il momento... Quindi concludo qui per questa settimana e prima di salutarvi vorrei farvi una proposta molto, molto semplice: trovate 10 minuti del vostro tempo, valutate le mie opinioni e, se volete, discutetene con me dicendo la vostra su quello che vorreste accadesse all’interno della WWE. O, perché no, magari se nei prossimi (eventuali) numeri vorreste poter aver il mio punto di vista fatemelo sapere (lo so che non conto una cippa ma già che scrivo... almeno scriverei anche qualcosa che vi interessa). Detto ciò, vi lascio dicendovi...

...FIL CAN FIL THE FILINGS THAT YOU FIL RIGHT NOW...

 

 

Prossimi PPV & Eventi Speciali

WWE Pay Per ViewWWE TLC: Tables, Ladders and Chairs
Domenica 22 Ottobre 2017
Indy & Altre FederazioniPROGRESS Chapter 56: La Danse Macabre
Martedì 24 Ottobre 2017
Indy & Altre FederazioniPROGRESS Chapter 57: Enter Smiling
Domenica 29 Ottobre 2017
Impact Wrestling Pay Per View Impact Wrestling Bound For Glory
Domenica 05 Novembre 2017
NJPW: New Japan Pro WrestlingNJPW Power Struggle
Domenica 05 Novembre 2017

LE TELECRONACHE DI WR

RSWP Rise to Stardom

Rise to Stardom, terzo show della Rising Sun Wrestling Promotion che ha visto un grande torneo, match mozzafiato e anche la nostra presenza per la prima volta con un tavolo di commento live!

Dettagli & Info >>

Il Podcast di WR

Tutti gli episodi >>

WR SOCIAL: SEGUICI!

WrestlingRevolution.it Facebook WrestlingRevolution.it Twitter

Top