• Wrestling Revolution Facebook
  • Wrestling Revolution Twitter
You are here: Home Speciali Altri Speciali Stables D-Generation X
WrestlingRevolution.it

D-Generation X

In questo numero andremo a conoscere ciò che la WWF oppose alla WCW, ovvero la stable più pazza e sregolata del wrestling. La DeGeneration X. Il gruppo nacque quando Shawn Michaels e Triple H, l'uno una star già affermata, l'altro sulla buona strada per diventare una stella (e lo sarebbe diventato più avanti), iniziano a combattere in coppia. Al loro team, si aggiunge la guardia del corpo di Triple H, Chyna, e inizialmente, "Ravishing" Rick Rude, che comunque avrebbe lasciato la WWF poco tempo dopo per trasferirsi nella WCW. Il gruppo rappresentò subito un grosso cambiamento per la federazione. Difatti, erano soliti fare gestacci durante le loro apparizioni, e di rivolgere più volte la frase "Suck It!" ai loro avversari... Un invito non proprio piacevole... Fecero subito un grande impatto sul pubblico, ed inevitabilmente assunsero il ruolo di face, le classiche persone che non conoscono regole (celebre il loro motto "You make the rules, and we'll break 'em"). Il loro primo feud rilevante fu contro un'altra famosa stable, la Hart Foundation, guidata da Bret Hart. Bret però rimase coinvolto nel feud per poco tempo, a causa dello ScrewJob di Montreal (di cui troverete uno speciale nella stessa rubrica). Rimaneva solo Owen Hart nella Hart Foundation, ed il feud andò avanti con lui. Owen se la prese specialmente con Triple H.

Il feud andò avanti per molto, fino alla notte del 29 marzo del 1998, sera in cui si svolse WrestleMania 15. Quella sera, Shawn Michaels doveva affrontare Stone Cold Steve Austin per il Titolo WWF. La DX chiamò anche il noto pugile Mike Tyson, come "special referee" per il match. Alla fine del match, però, Tyson tradì Michaels, e lo colpì in pieno volto, facendogli perdere il World Title. In verità, HBK soffriva di seri problemi alla schiena, e doveva lasciare temporaneamente il mondo del wrestling. La notte successiva, Triple H si presentò come nuovo leader della fazione. Annunciò anche che aveva reclutato tre nuovi membri: "Mr.Ass" Billy Gunn, "The Road Dogg" Jesse James e X-Pac. Con questa nuova formazione, la DX divenne ancora più controversa e fuori dalle regole, e per questo crebbe in popolarità, causando un nuovo turn face. Arrivarono molte storyline per il gruppo, ma la più importante fu quella contro la Nation Of Domination. Rimane celebre però, la puntata di Raw in cui, approfittando del fatto che lo show settimanale della WCW, Nitro, si svolgeva vicino al luogo in cui si svolgeva Raw, tentarono di invadere lo show della concorrenza con un carro armato, vestiti da militari. La stable rimase unita per quasi un anno, ma alla fine Triple H e Chyna andarono ad unirsi alla Corporation di Vince McMahon e Billy Gunn intraprese una carriera da singolo. Nel gruppo rimanevano solo X-Pac e Road Dogg. Negli ultimi mesi del 1999 il gruppo tentò una reunion (gli unici assenti erano Shawn Michaels, Chyna e Rick Rude, che sfortunatamente era scomparso nel mese di aprile). Il gruppo rimase unito fino alla metà del 2000, quando Billy Gunn venne fatto fuori per un infortunio. Nella storyline venne cacciato, perchè non era più "forte" come un tempo. Il suo posto nei New Age Outlaws (team formato appunto da Road Dogg e Billy Gunn) vanne preso da X-Pac, che però non riuscì mai, in team con RD, ad avere la stessa popolarità dei NAO. A WrestleMania 2000, dopo che Vince McMahon ebbe tradito The Rock, aiutando Triple H a mantenere il titolo, la DX si unì alla Corporation, formando quella che venne chiamata "DX-Corporation". Il mese seguente The Rock però riuscì a togliere il titolo ad HHH, aiutato dal rientrante Stone Cold Steve Austin. Ma dopo che Triple H ebbe riconquistato il World Title a Judgment Day, il gruppo si sciolse di nuovo. Triple H oramai era una star affermata, gli altri si divisero per altre strade. Nel mese di novembre ci una reunion, durante una puntata di Raw, in cui la DX affrontò e sconfisse i Radicalz. Solo X-Pac non prese parte all'incontro, a causa di un infortunio. La DX si presentò usando le loro solite movenze, ma si capiva che per loro era la fine. Il feud contro i Radicalz andò avanti per tutto il mese, e terminò alle Survivor Series, in un match 4 contro 4. Stavolta a non prendere parte all'incontro fu Triple H, sostituito da K-Kwik. In quel contesto vinsero i Radicalz e questo fu l'ultimo match della DeGeneration X.

Nel 2002, durante una storyline che coinvolgeva Shawn Michaels, appena rientrato e facente parte del New World Order, e Triple H, si ebbe un revival della DX. Difatti, Michaels propose ad HHH un posto nell'nWo. Triple H propose invece ad HBK di far tornare la DeGeneration X. I due si presentarono sul ring con la musica della loro vecchia fazione, e con le stesse mosse che facevano anni prima. Ma subito dopo, Triple H turnò heel, attaccando Michaels, iniziando un feud con lui e deludendo tutti i fans che si aspettavano un ritorno della DX. Di tutti i membri della DX, sono rimasti solo HHH ed HBK. Chyna è inattiva dal 2001, Road Dogg e Billy Gunn combattono nella Total Nonstop Action. X-Pac "dovrebbe" combattere nella Total Nonstop Action, mentre Rick Rude è purtroppo deceduto nell'aprile del 1999. Questa è la storia di un gruppo che secondo alcuni è stato creato sulla falsariga del New World Order, tesi sempre negata da Vince McMahon. Le uniche cose che ci rimangono di loro, però sono i siparietti esilaranti, ed il fatto di aver cambiato il volto di una federazione...

C'è altro da dire? Ah, si.....

SUCK IT!


 

Prossimi PPV & Eventi Speciali

Indy & Altre FederazioniPROGRESS Chapter 82
Domenica 30 Dicembre 2018

LE TELECRONACHE DI WR

Wrestling Italiano

WrestlingRevolution.it al commento degli show italiani, Rising Sun Wrestling Promotion e non solo!

Il team di WrestlingRevolution al commento dei più elettrizzanti show di wrestling italiano: segui con noi la Rising Sun Wrestling Promotion!

Elenco completo delle nostre telecronache >>

WR SOCIAL: SEGUICI!

WrestlingRevolution.it Facebook WrestlingRevolution.it Twitter

Top