• Wrestling Revolution Facebook
  • Wrestling Revolution Twitter
You are here: Home Extra Editoriali & Rubriche TNA Point TNA POINT #137: Summertime Madness
WrestlingRevolution.it

TNA POINT #137: Summertime Madness

Caldo, caldo, caldo, caldo, caldo, caldo, caldo, caldo… E no, non sto facendo una sorta di versione italiana o parodia della theme song di EC3… Se non l’avete ancora capito, fa caldo, un afosissimo caldo boia! Ma ovviamente nemmeno questo basta per fermarci… E infatti il vostro Fabio “Fantomius” Broggi è comunque qui, come sempre pronto a darvi il benvenuto a una nuova sudoreggiante edizione del TNA Point! Ma bando alle ciance, let’s go!

Ok ragazzi, capisco che ormai (almeno qua da noi) si schiatta di caldo e non si respira più, e capisco pure che il caldo dà alla testa, e magari ti può far fare anche delle pazzie… tipo mettersi  a scrivere il TNA Point su un portatile che ti fa sudare anche l’anima per quanto si surriscalda, per dirne una… oppure, che so, farti stravolgere completamente la tua compagnia in appena un paio di settimane. Perché in questi ultimi di giorni è successo davvero di tutto, di tutto in TNA, sia on screen sia dietro le quinte, tra ritorni (alcuni decisamente clamorosi altri un po’ meno), abbandoni, sorprese, nuovi campioni, accordi e quant’altro. E magari per molte cose potrebbe anche essere presto per parlarne a pieno, siamo ancora agli inizi e non se ne conoscono bene tutti i dettagli e sviluppi… Ma noi proveremo comunque a dire qualcosa su tutto quanto successo in queste due settimane di Pazzia Estiva!

E ovviamente iniziamo subito con la notizia più clamorosa: non me ne voglia il buon EC3, a lui ci arriverò più tardi, ma ovviamente non sto parlando della sua grande vittoria… bensì dell’inattesissimo ritorno di Jeff Jarrett. Un Jarrett che tra la sorpresa generale, anche dei dipendenti e wrestler TNA e dei dirigenti di Destination America a cui pare ciò sia stato tenuto segreto, due settimane fa ha fatto la sua comparsa a Impact insieme alla moglie Karen e, dopo aver parlato apertamente del suo precedente addio alla compagnia da lui fondata insieme al padre e aver nominato anche la sua nuova GFW, si è auto-annunciato come partecipante al King of the Mountain Match di Slammiversary. Match che poi, come saprete sicuramente, ha vinto e si è laureato così nuovo Legends Champ…Global Cham…TV Ch…ehm, primo KOTM Champion, “nuovissima” cintura (credo più celebrativa che altro) introdotta dalla TNA, che ha anche annunciato Jeff come prossimo introdotto per la loro Hall of Fame. Ma gli aspetti più interessanti e potenzialmente rivoluzionari di tutta questa vicenda a quanto pare dovranno ancora svolgersi, o meglio si sono iniziati a muovere in questi giorni. Sembra che questo ritorno di Jarrett nasconda sotto molto più di un suo semplice ultimo cameo in occasione della sua introduzione nella HoF: pare infatti sia in lavorazione una grossa storyline di invasion della GFW in TNA, storia che (stando ai rumor) potrebbe vedere Jeff rientrare in TNA e ottenere la fiducia di Dixie Carter, per poi turnare heel e far scattare quindi l’invasione. Una grossa storia quindi, che ha già avuto dei risvolti dietro le quinte con dei pesanti abbandoni: Magnus infatti è stato rilasciato dalla TNA ed è passato alla GFW, sembra come parte della storyline, e anche l’ancora più pesante rilascio di un original come James Storm dovrebbe rientrare in quest’ambito invasion, oltre al fatto che il Cowboy dovrebbe comunque continuare a lavorare con la TNA a gettone.

Visto che ne ho parlato apriamo una parentesi su un altro capitolo di questa pazzi estiva: gli abbandoni. I già citati Storm e Magnus infatti non sono stati gli unici… Un altro grossissimo nome che non fa più parte della TNA è il Greatest Man That Ever Lived, Austin Aries, che ha lasciato la compagnia scegliendo di non rinnovare il suo contratto. Contrariamente ai suoi colleghi però lui pare non abbia a che fare con la potenziale invasion, tanto che ha pure già firmato un contratto da free agent con una società impegnata nella gestione dei talenti… Un grandissimo saluto quindi a uno dei migliori wrestler che la TNA abbia mai avuto, e a lui i migliori auguri per i suoi possibili NeXT impegni. Un altro nome che non fa più parte della TNA poi è Low Ki, che ha ottenuto il rilascio dalla compagnia ed è anche già stato tolto dalle storyline con un infortunio nell’ultimo Impact. C’erano anche dei rumors per dei grossi addii al femminile, con Taryn Terrell e Awesome Kong che sembrava non avessero accettato il rinnovo di contratto, ma le due per ora hanno smentito queste voci, vedremo… Altri due addii che invece sono passati un po’ sottotono, più che altro perché avvenuti prima che iniziasse tutto questo casino, sono quelli di Gunner e Samuel Shaw (di cui vi avevo anche parlato nell’ultimo numero del TNA Point): ripensandoci ora, dopo tutto quello che è successo, chissà che magari anche loro non facciano parte della potenziale storia con la GFW?

Tornando nuovamente alla Global Force, da notare che il ritorno di Jarrett e la possibile storyline di invasion fanno parte di un grande accordo tra le due promotion. Accordo che porterà quindi TNA e GFW a collaborare sempre di più nel prossimo futuro, con scambi di wrestler e quant’altro, iniziando già da Bobby Roode che parteciperà al torneo per decretare il primo GFW World Champion nei primi tapings TV della nuova promotion. Una mossa questa di fare accordi con un’altra promotion che potrebbe avere dei risvolti molto positivi per la TNA, magari addirittura aiutarla a uscire dal baratro verso cui si sta inesorabilmente dirigendo… Anche perché, parlamioci chiaro, da sola non ne sarebbe uscita e anzi sarebbe andata sempre a peggiorare. Mentre una coalizione con una nuova promotion già molto discussa e sulla bocca di tutti come la GFW di Jarrett potrebbe dare una bella scossa agli ascolti e portare finalmente una ventata di aria fresca. Certo, si tratta di una mossa rischiosa, visto che di fatto stai abbastanza stravolgendo l’intero spirito della tua compagnia… Ma in un tale momento di crisi forse la TNA aveva bisogno proprio di questo: un azzardo, tentare un tutto per tutto. Sempre meglio che andare avanti a oltranza in attesa dell’inevitabile, no? Poi chissà, magari così in un prossimo futuro riusciranno anche a trovare una migliore alternativa a quei coglioni di Destination America…

Ma passiamo nuovamente on screen. Non tanto per parlare di Slammiversary, che è stato comunque un evento molto godibile ma piuttosto fine a sé stesso, quanto più per analizzare quanto successo nelle due settimane di Impact. Settimane che ci hanno regalato non uno, non due, ma addirittura tre (anzi in realtà quattro) nuovi campioni! E iniziamo ovviamente dal top, dalla nuova Icona Americana (e pure Hardcore) della TNA: Ethan Carter the third…EC3! Come pronosticabile infatti la TNA ha giustamente deciso di coronare al meglio l’ottimo percorso fatto in questo ultimo paio d’anni con il buon Ethan facendogli vincere il titolo massimo contro Kurt Angle. Personalmente non mi sento di muovere davvero alcuna critica alla gestione di questo talento, è stata portata avanti in modo graduale, dando così anche a lui i giusti tempi per migliorarsi, e ha raggiunto il culmine in un match ben lottato e ben gestito. Ho letto in giro qualche lamentela per il fatto che l’incontro si è chiuso con un Roll-up pulito, ma personalmente non ci vedo niente di male… Anzi, così si è data maggiormente  l’idea di “parità” tra i due atleti coinvolti, che in precedenza erano anche usciti dai pin dopo le rispettive finisher, e si è evitato un brutto finale sporco. Ora EC3 ha davvero tutte le carte in regola per fare davvero bene come campione, prevedo un ottimo regno per lui.

Andando avanti, la scorsa settimana a Bell to Bell si è concluso il torneo per riassegnare i vacanti World Tag Team Titles. Dopo infatti il prevedibile pareggio dei Dirty Heels la settimana precedente nel Full Metal Mayhem, e passando anche per un single match per decidere la stipulazione della finale a Slammiversary, si è finalmente arrivati al decisivo Iron Man Match; incontro questo vinto dagli Wolves, che per la quarta volta quindi vanno a detenere i titoli tag team della TNA. Si torna perciò all’inizio, prima che iniziasse tutto il casino con gli infortuni (prima di Edwards poi di Jeff Hardy) che hanno portato a rendere ripetutamente vacanti le cinture. Giusto così, anche considerando poi che Aries era vicino a lasciare la compagnia… Ora, una volta finite queste puntate già registrate, il problema potrebbe essere trovargli degli sfidanti, visto che i Dirty Heels sono andati, i BroMans si sono divisi e la TNA si ritrova un po’ a corto di team… Inevitabile sarà uno scontro con i rientranti Hardys al loro ritorno, scontro che comunque credo sarà di breve durata e porterà poi alla guerra interna tra Matt e Jeff. Una valida alternativa se no potrebbe essere il Beat Down Clan, che settimana scorsa si è liberato una volta per tutte del Rising costringendo la stable allo split forzato (cosa questa che non mi dispiace affatto, Drew Galloway può andare avanti benissimo e probabilmente anche meglio da solo). MVP, Kenny King e il neo-rientrato Hernandez (che ce lo vedo davvero a suo agio e adatto in questo ruolo di membro del BDC) potrebbero quindi puntare il loro mirino proprio sui titoli detenuti dagli Wolves.

Prima ancora dei Tag Team Titles però era stato riassegnato un altro titolo, quello della X Division. E devo ammetterlo, sono stato davvero colto di sorpresa dalla vittoria di Tigre Uno, non me l’aspettavo minimamente. Però, considerando ora il fatto che Low Ki non poteva vincere perché vicino a lasciare la TNA, decisamente molto meglio lui che Grado… Ora bisognerebbe ridare un po’ una scossa alla Divisione, che ha bisogno di qualche buon atleta che ne rinfoltisca un po’ le fila; è bruttino vederci girare intorno sempre i soliti pochi nomi, DJ Z, Manik, Kenny King e Rockstar Spud, per quanto siano tutti più o meno dei buonissimi atleti… Intanto un minimo inizio potrebbe essere riportare Robbie E nella Divisione, ora che si è conclusa con sua vittoria la rivalità con l'ex-bro Jessie Godderz. Poi però serve anche qualcun altro, qualche match interpromozionale una volta iniziata l’invasion GFW non sarebbe affatto male, chissà…

E su questo direi che anche per stavolta ci possiamo stare. Volendo ci sarebbero ancora delle piccole cose di cui parlare, come le Knockouts, Bram, il proseguimento di Storm vs Magnus con Mickie James… Ma queste due settimane sono state davvero ricchissime di argomenti e ho scelto di rompervi le scatole solo su alcuni, sui principali, degli altri magari ne parlerò nel prossimo numero del TNA Point. Il vostro fantomatico Fabio “Fantomius” Broggi perciò vi saluta, e come sempre l’appuntamento è solo qui, su WrestlingRevolution.it!

Alla prossima, sweaty people!

Bye!


 

Prossimi PPV & Eventi Speciali

Indy & Altre FederazioniPROGRESS Chapter 82
Domenica 30 Dicembre 2018

LE TELECRONACHE DI WR

Wrestling Italiano

WrestlingRevolution.it al commento degli show italiani, Rising Sun Wrestling Promotion e non solo!

Il team di WrestlingRevolution al commento dei più elettrizzanti show di wrestling italiano: segui con noi la Rising Sun Wrestling Promotion!

Elenco completo delle nostre telecronache >>

WR SOCIAL: SEGUICI!

WrestlingRevolution.it Facebook WrestlingRevolution.it Twitter

Top