• Wrestling Revolution Facebook
  • Wrestling Revolution Twitter
You are here: Home Extra Editoriali & Rubriche WR PagellOne WR PagellOne #1 - Febbraio 2013
WrestlingRevolution.it

WR PagellOne #1 - Febbraio 2013

Pagellone del mese Febbraio
pronti, via...


VOTO 10
Ai PRODIGIOSI RITORNI che la WWE ha messo in piedi a raffica nel giro di un paio di settimane, roba che non ci si crede, da far sgranare gli occhi persino a San Tommaso, insomma...
Lesnar... torna, spacca il culo a Nonno Vince ed al Magnifico The Miz, poi se ne va...
Henry... torna, spacca il culo un po’ a tutti, ma poi di spaccarlo pure a Khali non ne ha voglia, pare troppo, quindi se ne va...
Swagger... torna, spacca un po’ di culi anche lui, tanto per non essere da meno, poi non se ne va... anzi, vince pure un importante match nella gabbia...
Jericho... torna... non spacca alcun culo come gli altri, anzi finisce sempre per prenderle, ma in fondo... chissenefrega... l’importante è che Lassie sia tornato a casa... e poi Chris, anche se perdi in fondo noi ti vogliamo bene lo stesso, perché ci regali sempre tanto spettacolo... Così, come piace a noi... Yeah Baby!!


VOTO 9
Alla HALL OF PAIN che riapre improvvisamente i battenti e nel giro di poche settimane si ritrova ad essere piena zeppa di nuove adesioni, roba da far invidia persino a Silvio e alla sua tanto sbandierata rimonta elettorale.
Affollato come un bar della riviera il giorno di Ferragosto, il loco si ritrova ad ospitare in un istante, bontemponi quali: Daniel Bryan, Rey Mysterio, Sin Cara, Titus O’Neal, Randy Orton, Honswoggle, Kane, Chris Jericho, Randy Orton ancora, che non era contento e voleva farsi pure un secondo giro... e persino il possente Grande Khali.
Accolti tutti sull’uscio da questo novello Bud Spencer nero, di nome Mark Henry, che di certo non sta con gli ippopotami, anzi... li bastona... e gli fa pure tanto male... ai poverini.
Dio perdona, Mark Henry no! Diceva l’adagio... ed ocio a non mettergli troppo i bastoni tra le ruote ...altrimenti si arrabbia. Chi trova un amico trova un tesoro si dice, ma se l’amico in questione è questo qua, il Nutellone, l’unica cosa che uno trova ad incontrarlo... sono le botte! Ahi!


VOTO 8
A QUESTO SIGNORE QUI...

Uno Yosemite Sam appena uscito da un cartone della Warner, che ha deciso di presentarsi a Raw, per la disperazione dei tanti fan del coniglio Bunny, sparsi in tutto il globo.
Il fanatico, burbero, sudista, razzista, radicale, intransigente, tizio dell'armeria, proprietario del negozio di liquori, tizio che sta sulla veranda seduto sulla sedia imbracciando un fucile... però, a quanto pare, non ce l’ha solo con i conigli che invadono il suo orticello di carote, bensì con un sacco di altra gente.
Questo Boss Hog “de noi artri”, è giunto sin qui per ricordarci a tutti quanti che questa America non è un albergo, dal quale si entra ed esce a proprio comodo... Dunque i cari: messicani, canadesi, thailandesi, portoricani e, perché no, pure diavoli della Tazmania, sono caldamente invitati ad accomodarsi fuori dalla porta, grazie... Pena pestaggio da parte di tale chiamato Jack, che di cognome non fa Lo Squartatore, bensì Swagger, ma si presume possa far tanto male lo stesso...


VOTO 7
Allo SHIELD.
Uno scudo che nella storia nasce come arma di difesa, ma qua in WWE ha tutta un'altra concezione... altro che difendersi, questi qui attaccano eccome!!
Il Buono, il Brutto e il Cattivo, anche se qua paiono più tutti cattivi, portano scompiglio in quel dei Saloon di Raw e SmackDown, ma non con l'irrequieto sparar di ingenti colpi di rivoltella, bensì a suon di cazzotti.
Più scaltri della Banda Bassotti, più irriverenti del Trio Medusa, più spietati dei 3 Giudici di MasterChef e con una simpatia addosso tale da far invidia persino ai Trettré, il massimo dell'umorismo proprio, questi 3 "farabrutti"ci servono su di un candido vassoio argentato forse la pietanza più inattesa dell'intero menù di Elimination Chamber, recapitando l'onta della sconfitta a casa Cena, a casa Sheamus ed a casa Ryback.
Un Dream Team, sogno di ogni spettatore più piccino, cucinato a puntino senza appello... ed anche la sera dopo, quando il tutto è stato volutamente riproposto in un bis culinario, nonostante il cambio di qualche ingrediente, fuori lo stufato Cena e dentro un pizzico di Y2J, il risultato finale non è stato differente, anzi: sempre il solito mappazzone con contorno in pezzi di avversari arrostiti, presentato su di un letto agrodolce di sangue e sudore.
Roba che se lo assaggio, lo Shield, "io muoro".


VOTO 6
Alla MIRACOLOSA LINFA CHE UN TURN FACE TI PUO' DARE...
Prendete un burbero, cattivone, intransigente, codardo, irriconoscente... aggiungete una dose non troppo massiccia di Turn Face, agitate il tutto ben bene e versate la miscela in padella... ciò che otterrete sarà un impavido eroe che vi sorprenderà...
Sarà capace di vincere le più ardue battaglie a testa alta, come mai nessuno prima di lui!
Questa parrebbe la ricetta segreta che mamma WWE prepara ai suoi figlioli, capace di trasformare in tempo zero, la peggio gente come The Miz ed Alberto Del Rio: da ingrati conigli rosiconi, che fuggono a gambe levate persino di fronte ad un Hornswoggle qualunque, a famelici leoni assetati di giustizia, tali da non abbassare lo sguardo e non temere il confronto nemmeno dinnanzi a nemici del calibro e soprattutto della stazza, di Big Show e Brock Lesnar... Se non è un miracolo questo?
Come diceva quello: un Turn Face può fare... cambiare... Nininni... Nananna...


VOTO 5
A THE ROCK. Il Campione del Popolo, dopo 10 anni, finalmente è tornato sul trono di campione WWE!! Evento epocale, sì lo sappiamo... ma nonostante ciò, il Champ, compare in quel di Raw, quando ne ha il tempo, esibendosi al microfono manco fosse sul palco del Teatro Ariston a San Remo, intonando la sua Canzone Mononota, ricordandoci ogni volta quanto sia importante il ruolo del popolo per il campione del popolo, che il campione del popolo è tornato per il bene del popolo, che il popolo è rappresentato ottimamente dal campione del popolo ed altre frasi a tema popolare... dimenticandosi, però, di citare l'immancabile Maestro Peppe Vessicchio, quale autore di musica ed arrangiamento.
Tutto molto bello, certo... ma... in tutto ciò, dove sono finite la poliedricità, la sfrontatezza e la ricchezza di sfumature irriverenti tipiche dell'inno cubano, che il temerario e impavido The Rock ci aveva abituato ad suonare?


VOTO 4
Al PARCHEGGIO DA RITIRO PATENTE IMMEDIATO DI ALBERTO DEL RIO.

Ecco spiegato come mai, l'Albertone internazionale non fa più il suo sfavillante ingresso con tanto di macchinone al seguito. Macchinone che a quanto ci risulta è stato prelevato e confiscato dalla Pula, per impedire al ragazzotto di combinare altri guai.
Infatti, non pago del fatto di aver investito il signor Natale Babbo, nel giorno del suo compleanno, il signorotto messicano ha deciso di non arrendersi, regalandoci una manovra di parcheggio così audace da far invidia all'Onorevole Gabriella Carlucci ed alle sue soste vietate sui marciapiedi di Montecitorio.
Il Serenissimo, qua, posteggia la sua lussuosa automobile in settantesima fila, lassù in quel dell'affollata tribuna, a troneggiar tra i deliranti fan... Roba che al confronto i tifosi dell'Inter ed il loro motorino... sono solo un branco di dilettanti... Va là, va là...


VOTO 3
A tale MADDOX BRAD.
Can che abbaia non morde sentenzia il detto... ed il buon Breddino abbaia tanto, ma morde zero.
Come un esploratore, avventuriero in foresta che ha però perso la bussola, si barcamena a destra e a manca in quel del carrozzone per cercar di ottenere la sua parte del bottino... e quando finalmente la riesce a trovare, decide di farsi ingolosire, il ghiottone.
Non pago, lui, ne vuole di più... ma come è ben noto, chi non si accontenta, non gode... di buona salute in questo caso... già perché a forza di merar il can per l'aia, finisce che si attirano le ire dei vicini... o in questo caso, le ire dello Shield... E vallo poi a spiegare a questi "omoni" che si trattava solo di uno scherzo, con un sorriso... visto che i denti, questi qua, sono abituati a buttarli giù a suon di mazzate.
Il Brad ricompare, dopo lunga gita dal dentista, un paio di settimane dopo con il ruolo di lecca sedere di Vickie Guerrero... roba che... beh, in fondo, i denti rotti dallo Shield, non facevan poi così tanto male...


VOTO 2
Come 2 sono i membri di questa COPPIA DI BOMBOLONI FRITTI che la WWE ci propina in antipasto alla grande cena di Elimination Chamber e non solo. Brodus e Tensai messi insieme: della serie, errare una volta ci sta, è del tutto umano e lo possiamo anche perdonare... ma se la cosa si ripete... "eh no, allora qui me lo fate apposta" si chiede l'invitato.
Ad ogni modo fa specie questa scelta, anche perché da che mondo e mondo i Bomboloni, essendo un dolce, solitamente andrebbero serviti quanto meno come dessert...
Forse a questo punto è da ipotizzare un intervento di Chef Ramsay, che intuita la pericolosità di questo indigesto piatto, ha deciso di non rovinare troppo il pasto ai commensali, servendo in ultimo una pietanza troppo cruda, persino per chi al Raw c'è abituato da 20 anni.
2 mostri iper-tatuati, conciati da buttar via, ma che tanto piacciono ai piccini, 2 ragazze Pon Pon sempre intente a dimenar le braghe... ci mancano soltanto un nano barbuto, un domatore di leoni e i 2 leocorni e poi via... il carro del circo è pronto a partire... destinazione nuovi lidi... speriamo il più lontani possibile... Buon viaggio!


VOTO 1
Al malinconico e flemmatico BALZO DI SIN CARA... Giunto di gran carriera per salvare l'amico Rey, il prode mascherato, forse perché troppo spaesato dal fatto di non trovare il ring illuminato di giallo o ancor di più dal fatto di essersi finalmente accorto di indossare una maschera senza i buchi per gli occhi, si lancia suicida tra le fauci dell'iroso e famelico Henry, quasi fosse uno dei pochi investitori della Parmalat, rimasti ancora in vita.
Il malcapitato, a quanto pare, ha deciso di farla finita proprio ora, gettandosi, non dal balcone di casa, bensì dalla corda... con il risultato di finire in bocca direttamente al leone, anzi in questo caso, allo Scimpanzone.
Il martire impiega poco tempo ad espletare le proprie volontà, infatti il buon Mark, mosso da grande pietà, veste i panni del Buon Samaritano, decidendo di porre fine presto ai suoi disagi; lo sbatte al suolo con suprema potenza, onde evitare lui altre inutili e crudeli sofferenze. Santo subito.


VOTO 0
Infine, al SISTEMA INFORMATIVO DEI MEDIA ITALIANI.
Bruno Sammartino, stimato connazionale, celebre in tutto il globo, entra nella Hall Of Fame di una delle compagnie più importanti del mondo, lo dicono i numeri dei fatturati... La notizia sta sulle prime pagine di tutti i giornali americani, sulle home page dei maggiori siti internet... Tutto il mondo ne parla... tranne... il paese da cui proviene questo celeberrimo campione.
Mr. Ego Triple H ha steso ponti d'oro pur di avere un italiano, un nostro connazionale, nella loro Arca della Gloria... ma a quanto pare qua, nell'amato Bel Paese... di tutto questo, non gliene frega niente a nessuno...
Già... meglio parlare di chi sia la nuova fiamma o con chi abbia litigato oggi, il signor Balotelli Mario. Queste sì che sono le belle storie che tanto ci attraggono e che ci riconciliano con lo sport.
Ciao!      


 

Prossimi PPV & Eventi Speciali

Indy & Altre FederazioniPROGRESS Chapter 82
Domenica 30 Dicembre 2018

LE TELECRONACHE DI WR

Wrestling Italiano

WrestlingRevolution.it al commento degli show italiani, Rising Sun Wrestling Promotion e non solo!

Il team di WrestlingRevolution al commento dei più elettrizzanti show di wrestling italiano: segui con noi la Rising Sun Wrestling Promotion!

Elenco completo delle nostre telecronache >>

WR SOCIAL: SEGUICI!

WrestlingRevolution.it Facebook WrestlingRevolution.it Twitter

Top