• Wrestling Revolution Facebook
  • Wrestling Revolution Twitter
You are here: Home Speciali Altri Speciali Stables New World Order
WrestlingRevolution.it

New World Order

In questo numero ripercorreremo la storia di quella che forse è stata la più grande stable che il mondo del wrestling abbia mai conosciuto: il New World Order. La storia di questa stable inizia 27 maggio del 1997, quando Scott Hall, conosciuto nella WWF con il nome di Razor Ramon, irruppe in una puntata di WCW Nitro, annunciando che prestò avrebbe preso il potere nella WCW, e che ci sarebbe stata una "grande sorpresa". La grande sorpresa venne rivelata la settimana seguente. Kevin Nash, conosciuto nella WWF con il nome di Diesel, raggiunse il suo amico, ed insieme formarono gli Outsiders. I due wrestler cominciarono così ad irrompere durante i match di WCW Nitro, a dar fastidio ai wrestlers nel backstage e a causare danni tra il pubblico. Dopo alcune settimane, annunciarono che presto avrebbero avuto un terzo compagno (la WCW chiese a Sting di andare con Nash e Hall, ma a Sting non piaceva l'idea di un turn heel). Quindi l'unico uomo pareva essere Bret Hart, ma la WCW in quel periodo non aveva i soldi per permetterselo. Così si giunse a WCW Bash At The Beach, dove gli Outsiders avrebbero dovuto competere in un match 3 contro 3, contro Lex Luger, Randy Savage e Sting. Ovviamente avrebbe dovuto partecipare anche il partner misterioso. Nash e Hall si presentarono senza il terzo uomo, dicendo che egli era presente nell'arena, ma in quel momento non avevano bisogno di lui. Durante il match, Sting colpì Nash con una Stinger Splash, mentre Nash teneva Luger all'angolo. In questo modo Sting schiacciò Nash contro Luger, che si infortunò e venne portato via in barella, rendendo di fatto il match un Tag Team match. Verso la fine del match, l'uomo misterioso fece irruzione sul ring. Quell'uomo era Hulk Hogan. Hogan a sorpresa aiutò Nash e Hall colpendo Sting e Savage, e di fatto turnando heel. In una storica intervista post-match, Hogan spiegò il motivo del suo turn, dando la colpa ai fans. Quindi annunciò che lui, Nash e Hall avrebbero formato una nuova stable, chiamata "The New World Order of Professional Wrestling". Iniziò così un lungo feud che vide contrapposte la WCW e l'nWo. Durante una puntata di Nitro, Hall & Nash, armati di bombolette spray, coprirono un intero logo WCW, scrivendo le tre iniziali della loro stable.

A Fall Brawl 1996, il team nWo battè il team WCW nei War Games, rinforzando la loro posizione di potere nella federazione. Dopo questo match, Hogan offrì a Sting un posto nell'nWo, ma Sting rifiutò. Hogan si infuriò, e fece debuttare un falso Sting, che fece pensare a tutti i fans della WCW che Sting li aveva traditi. In realtà Sting non aveva tradito nessuno, e, infuriato, si ritirò dalle scene per 18 mesi, presenziando comunque agli show, ma senza combattere.
Con Sting fuori gioco, le cose per l'nWo si fecere più facili. Hogan, Nash e Hall reclutarono nuovi membri come The Giant (Big Show in WWE) e Syxx (X-Pac in WWE). Avevano anche un arbitro personale, Nick Patrick. Il solo Randy Savage provò ad opporsi ad Hogan, ma venne sconfitto e sparì dalle scene. A sorpresa però, Roddy Piper si presentò alla WCW per fronteggiare il suo vecchio nemico, Hulk Hogan. Hogan, che nel frattempo aveva cambiato nome in "Hollywood" Hulk Hogan, rivelò che il presidente della WCW, Eric Bischoff, era la mente dietro all'nWo, ed era questo il motivo del grande potere della stable. Piper riuscì a sconfiggere Hogan, ma non riuscì a conquistare il titolo Mondiale. Nel gennaio del 1997, l'nWo introdusse il suo pay-per-view personale, chiamato Souled Out. Durante il PPV, gli Steiner brothers riuscirono a strappare i titoli di Coppia dalle mani di Hall & Nash ma, la sera successiva, Eric Bischoff riconsegnò le cinture agli Outsiders. Qualche mese dopo, Randy Savage tornò a sorpresa, entrando nell'nWo. Per tutto il 1997, l'nWo ebbe il potere nella WCW. La federazione sembrò riguadagnare un pò di potere quando Lex Luger riuscì a strappare il World Title ad Hogan, ma Hulk si riprese il titolo a Road Wild. Dopo che la stable ebbe distrutto i Four Horsemen, ed ebbe inserito nei propri ranghi anche Curt Hennig, Sting tornò per affrontare Hulk Hogan. Il loro match ebbe la più grande pubblicità che un match di wrestling avesse mai potuto ottenere: fu pubblicizzato, infatti, per un anno intero. Finalmente i due si affrontarono. Il match fu un dominio totale di Hogan, che alla fine mise a segnò il Legdrop Of Doom, con l'arbitro Nick Patrick che contò il 3, ma la campana non suonò!!!! Bret Hart stava impedendo all'addetto al gong di suonare la campana!!! Hogan scese dal quadrato, ma Hart lo colpì e lo rimandò sul ring. Hogan si ritrovò davanti uno Sting completamente cambiato; venne sommerso di Stinger Splash. L'nWo arrivò per provare a salvare Hogan, ma Sting li mise tutti KO, e per finire applicò la Scorpion Deathlock, aggiudicandosi il match e il World Title. Tutta la WCW giunse sul ring per festeggiare l'uomo che aveva posto fine al dominio di Hogan. Purtroppo, però, il match non venne riconosciuto, e venne ordinato un rematch a Superbrawl 1998, dove Sting finalmente riuscì a conquistare, questa volta definitivamente, la cintura. Per la prima volta, l'nWo sembrava in difficoltà. Inoltre, Randy Savage cominciava ad avere problemi con Hulk Hogan. Difatti Savage battè Sting a Spring Stampede 1998, diventando campione del Mondo. Hogan andò su tutte le furie, e in una puntata di Nitro, con l'incredibile aiuto di Bret Hart, si riprese il titolo.

Il 4 maggio 1998, la WCW annunciò che l'nWo si era divisa in due fazioni: una, chiamata nWo Black & White (o nWo Hollywood), e l'altra chiamata nWo Wolfpac. l'nWo Hollywood era capeggiata ovviamente da Hulk Hogan, e poteva contare su wrestlers come Brian Adams, Buff Bagwell, The Giant, Scott Norton, ecc... In seguito si aggiunsero Scott Hall, Curt Hennig e Rick Rude, che arrivarono dal Wolfpac. Il Wolfpac, invece, era capeggiato da Kevin Nash, e poteva contare su wrestlers come Randy Savage, Lex Luger, Sting, ecc... Durante quel periodo, i wrestlers non allineati con l'nWo venivano considerati face, quelli che militavano nel Wolfpac venivani considerati tweeners, e quelli che militavano nel Black & White venivano considerati heel. Le due fazioni dell'nWo si fronteggiarono durante il 1998. Il 6 luglio del 1998, Hogan venne sconfitto da Goldberg e perse il World Title. L'nWo cominciava a perdere popolarità, e non aveva più lo stesso potere si prima. Nell'ottobre del 1998, Hogan sparì dalle scene. All'inizio del 1999, Hogan e Nash cominciarono a pensare ad un ritorno dell'nWo "old style". Il 4 gennaio del 1999, Nash aveva il World Title alla vita. Quella sera, durante Nitro, Hogan tornò, proprio per affrontare Nash che, incredibilmente, si stese al tappeto e si lasciò schienare da Hogan con un solo dito. L'nWo era rinato. La stable, che si riunì sotto il nome di Wolfpac, comprendeva le maggiori stelle della federazione, mentre tutti i midcarders ed i lowcarders continuarono ad esistere con il nome di Black & White. Ma a metà del 1999, l'nWo sparì dalle scene, per tornare alla fine del 1999, con una fazione nuova, la Silver & Black, composta da Nash, Scott Steiner, Jeff Jarrett e Bret Hart. Purtroppo però la WCW stava fallendo, e questa fazione durò per poco tempo. I fans della WCW cominciavano ad essere stanchi dell'nWo, e la WCW decise che sarebbe sparita. Ma la storia di questa stable non finì. Nel 2001, infatti, Vince McMahon acquistò la WCW. Alla fine dell'angle dell'Invasion, i proprietari della WCW e dell'ECW, Shane e Stephanie McMahon, che avevano entrambi il 25% della federazione, vendettero insieme il loro 50% a Ric Flair, che così diventò il co-owner della WWF, insieme a Vince McMahon. Vince non accettò, e promise che avrebbe distrutto la WWF con una "dose di veleno". Quella dose di veleno prese forma, e si rivelò sotto le sembianze di Scott Hall, Hulk Hogan e Kevin Nash. L'nWo era risorto. A No Way Out 2002, i tre fecero irruzione nella WWF. Il loro dominio duro finò a Wrestlemania 18, quando Hogan ebbe un match contro The Rock. A fine match, Hogan strinse la mano al People's Champion. In seguito a quel gesto, vennè brutalmente attaccato da Hall & Nash, che reclutarono per l'nWo altri due wrestler come X-Pac e The Big Show.

La reunion dell'nWo però, non funzionava a dovere. Scott Hall aveva problemi di alcool, e venne presto rilasciato. Oramai rimaneva solo Nash, che reclutò il rientrante Shawn Michaels. Ma il 15 luglio del 2002, Vince McMahon, dopo aver ripreso il controllo totale della WWE, fece sparire il New World Order. Le ultime apparizioni le fecero, quella sera, X-Pac e Kevin Nash, che si infortunò, restando fuori per molti mesi. Ironicamente, la sera in cui il New World Order spariva, Eric Bischoff faceva il suo debutto nella WWE. Questa è la storia della stable che riuscì a dominare una federazione intera, monopolizzandola per parecchi mesi... Una stable che non avrà eguali nel pro wrestling... tre uomini che da soli presero il potere... il New World Order.


 

Prossimi PPV & Eventi Speciali

Indy & Altre FederazioniPROGRESS Chapter 82
Domenica 30 Dicembre 2018

LE TELECRONACHE DI WR

Wrestling Italiano

WrestlingRevolution.it al commento degli show italiani, Rising Sun Wrestling Promotion e non solo!

Il team di WrestlingRevolution al commento dei più elettrizzanti show di wrestling italiano: segui con noi la Rising Sun Wrestling Promotion!

Elenco completo delle nostre telecronache >>

WR SOCIAL: SEGUICI!

WrestlingRevolution.it Facebook WrestlingRevolution.it Twitter

Top