• Wrestling Revolution Facebook
  • Wrestling Revolution Twitter
You are here: Home Extra Editoriali & Rubriche Parallel Lives PARALLEL LIVES 37 - Kane: dalla maschera alla cravatta e dalla cravatta al dimenticatoio?
WrestlingRevolution.it

PARALLEL LIVES 37 - Kane: dalla maschera alla cravatta e dalla cravatta al dimenticatoio?

 

KANE: DALLA MASCHERA ALLA CRAVATTA E DALLA CRAVATTA AL DIMENTICATOIO?

Iniziamo questo articolo come si deve, con una bella storia, come le favole che si rispettino (prima di continuare ci tengo a dire che la storia è puramente inventata!). Un giorno, non ben specificato, ma nell’anno 2040, due ragazzini, in fase preadolescenziale, si recano dal loro nonno esperto di sport, ex atleta di wrestling. In mano, uno dei due, ha una foto di un atleta. La mostra al nonno, dicendogli: “Nonno, mi hanno detto che questo era uno dei migliori e più longevi wrestler dell’epoca. Tu sai chi è?”. Il nonno, la fissa e subito alla mente gli tornano incantati ricordi. La foto, che risaliva al 2012, ritraeva un beniamino del Wrestling, ovviamente dell’epoca, alto 2 metri e più, che indossava una calzamaglia nera, su cui si stagliavano poderose fiamme rosse, ma soprattutto l’atleta indossava una maschera. Ovviamente il nonno, orgoglioso di ciò, disse: “Bhé, voi non ci crederete ma questo ero proprio io, nei miei momenti di migliore forma. Lottavo nella WWE, con il ring name di Kane. Ero conosciuto come il demone prediletto di Satana. Incutevo timore in tutti i miei avversari. Ero anche soprannominato come il Big Red Monster. Tutti avevano paura della mia crudeltà. Sapevano che ero pazzo, in me non c’era spazio per la ragione, agivo impulsivamente e radevo al suolo chiunque provava a mettersi sulla mia strada. Forse non sarò stato il wrestler più vincente di tutti i tempi, ma con questa gimmick ho reso grande la mia carriera e sono entrato nel cuore dei fans”.

Ora stoppiamo un momento questa storia inventata. Se le cose si fossero concluse così, Kane avrebbe avuto questa bella storia da raccontare ai propri nipoti. Fino a pochi giorni fa credevo che le cose andassero così. Poi sono rimasto sconvolto. Prima di dirvi da cosa, facciamo un breve passo indietro.

Non vi starò qui ad elencare la carriera di Kane ed i suoi successi, ci vorrebbe troppo e sarebbe anche noioso. Concentriamoci su un breve periodo della sua carriera, abbastanza recente. L’8 luglio 2013, a RAW, Kane batte Christian, in un match previsto per quella puntata dello Show rosso della WWE. Alla fine del match, una nuova stable, debutta nel main roster, la Wyatt Family. Questa stable, rassomiglia una setta religiosa che ritiene di avere le vere risposte ai problemi che affliggono il mondo. Essa è composta dal loro leader, Bray Wyatt, e dai suoi due adepti Erick Rowan e Luke Harper. Il trio si scaraventa su Kane, aggredendolo. Si apre così un feud tra Kane e la Wyatt Family, la quale sostiene che Kane abbia smarrito le sue origini, abbia accantonato il suo vero lato, quello cattivo. La faida continua fino a che Kane e Bray Wyatt non si scontrano a Summerslam, in un ring of fire match. Kane perde il match, causa l’interferenza degli altri membri della stable. A fine match la Wyatt Family mette KO Kane e lo porta via con se, privo di sensi.

A questo punto la dirigenza WWE aveva in mano la cosiddetta “miniera di diamanti”, poteva sfruttare la situazione a suo vantaggio, tenere Kane fuori dalle scene per un po’, per poi farlo tronare, incacchiato più che mai, facendogli effettuare un “ritorno alle origini” riproponendolo come il demone prediletto di Satana, un mostro senza pietà.

In tal modo Kane si sarebbe fiondato sulla Wyatt Family e avrebbe concluso la rivalità iniziata mesi prima. Tutti i fans aspettavano con ansia questo momento. Le settimane passavano e il ritorno di Kane era ormai prossimo. Siamo a Hell in a Cell 2013, la Wyatt Family sta brutalizzando The Miz sul ring. Scoppiano le fiamme dell’inferno, e Kane si ripropone sullo stage; Si catapulta sul ring e sbaraglia l’intera Wyatt Family. The Miz lo ringrazia per essere stato salvato ma Kane, di tutta risposta lo stende con una Chokeslam. Ci siamo! I fans sono in visibilio. Il mostro, dedito solo a Satana, è tornato. Non ha più amici, sono lontani i tempi del team Hell No!, non deve dar contro più a nessuno per le sue azioni. Tremate la Big Red Machine è tornata!

Quanto avremmo voluto che la storia si concludesse così, con questo “lieto fine”, con un Kane ritornato alle origini…. E invece no! La WWE fa una delle cose più stupide fatte negli ultimi anni, prende Kane appena tornato alla gloria, la sua rivalità, quasi perfetta, con la Wyatt Family e butta tutto nel cestino. Fa fare un promo a Kane, nel quale, leggete bene, Kane, il mostro che non segue logica e razionalità, decide di abbandonare la maschera per diventare la guardia del corpo di Stephanie McMahon (il tutto, dicono dei rumors, sia avvenuto perché così Kane possa mostrare il suo volto in TV, in modo da fare campagna pubblicitaria per il nuovo film prodotto dalla WWE, che lo vede come protagonista, intitolato See No Evil 2).

L’esclamazione giusta, dopo questo avvenimento è: WTF? Ma stiamo facendo sul serio? Perché sprecare una cosa così buona, per un’altra di cui nessuno sente la necessità? D’altro tra le fila degli scagnozzi di HHH, compare già molta gente, che senso ha Kane? Ma la cosa che mi fa uscire dai gangheri ancor di più, che sono sicuro accadrà, è questa: la Corporation di HHH, prima o poi, più prima che poi, si scioglierà, e di Kane che ne faranno? Gli rimetteranno la maschera e gli diranno torna a fare il mostro? Cioè che diranno? Diranno che ha avuto un breve periodo di rinsavimento, dove è diventato l’impiegato modello, giacca e cravatta, per poi tornare tra le file del diavolo? Bha…

Voglio concludere con un interrogativo, che si ricolleghi alla breve storia inventata che ha aperto questo articolo: “Ora, come farà Kane a spiegare ai suoi nipotini, nel 2040, che questa è stata la fase di vera pazzia della sua carriera e non quella precedente, con quale presupposto potrà dirgli che era più sano da mostro che da uomo in giacca e cravatta?”. Con questo interrogativo levo fiato alle trombe e cedo a voi la parola…            

Clicca qui per lasciare un commento                                  


 

Prossimi PPV & Eventi Speciali

Indy & Altre FederazioniPROGRESS Chapter 82
Domenica 30 Dicembre 2018

LE TELECRONACHE DI WR

Wrestling Italiano

WrestlingRevolution.it al commento degli show italiani, Rising Sun Wrestling Promotion e non solo!

Il team di WrestlingRevolution al commento dei più elettrizzanti show di wrestling italiano: segui con noi la Rising Sun Wrestling Promotion!

Elenco completo delle nostre telecronache >>

WR SOCIAL: SEGUICI!

WrestlingRevolution.it Facebook WrestlingRevolution.it Twitter

Top