• Wrestling Revolution Facebook
  • Wrestling Revolution Twitter
You are here: Home Extra Editoriali & Rubriche Parallel Lives PARALLEL LIVES 40 - Wyatt Family: Futuro radioso o fuoco di paglia?
WrestlingRevolution.it

PARALLEL LIVES 40 - Wyatt Family: Futuro radioso o fuoco di paglia?

WYATT FAMILY: FUTURO RADIOSO O FUOCO DI PAGLIA?

L’uomo è un animale sociale. Ha bisogno di aggregarsi e fraternizzare con le altre persone. Come questo vale nella vita reale, vale anche nel mondo del wrestling. Fin dalla nascita della disciplina gli atleti, o per lo meno la maggior parte di essi, si sono dedicati alla ricerca di partner o colleghi al fine di creare partnership efficaci ed efficienti. L’unione di intenti era dovuta nella maggior parte dei casi ad un unico obiettivo: la vittoria. Gli atleti, riuniti in team o stable, avevano il solo scopo di sbaragliare la concorrenza, conquistare vittorie e riuscire a portare dei titoli attorno alla propria vita.

La durata di un team o di una stable era variabile: ci sono stati atleti, come ad esempio i Road Warriors (Animal & Hawk), che hanno combattuto per tutta la carriera, tranne brevissime parentesi, in coppia, senza mai sciogliere la partnership; ci sono invece atleti, che pur non lottando costantemente in coppia, restano alleati per tutta (tranne brevissime parentesi) la loro carriera, come gli Hardy Boys (Matt & Jeff); infine invece ci sono quelle alleanze che durano giusto il tempo di un breve stint, giusto il tempo di gravitare per un po’ attorno agli allori di coppia, non necessariamente conquistandoli, per poi splittarsi, in maniera pacifica o meno, e sparire.

Quando un nuovo team si forma i pareri dei fans, o degli esperti, ma anche le voci di corridoio che si scambiano gli atleti negli spogliatoi, sono sempre fra i più disparati. C’è chi crede che il team sia pronto ad una carriera ricca di successi, oppure c’è chi ritiene che gli atleti abbiano fatto squadra solo perché non c’erano altri piani pronti per loro. Una stable che oggi sta avendo molto successo, anche se è comparsa nel main roster della WWE da poco (in realtà ad Nxt esisteva da un bel po’) è la Wyatt Family, formata dal suo leader, Bray Wyatt (ex Husky Harris), e dai suoi due tirapiedi Erick Rowan e Luke Harper.

La stable ha la gimmick di una setta dedita al culto boschivo, dedita al volere del diavolo e fortemente influenzata dalla fantomatica figura che prende il nome di “Siter Abigail”. L’interpretazione della gimmick da parte di Bray Wyatt, all’anagrafe Windham Lawrence Rotunda, è a dir poco meravigliosa. L’atleta si è perfettamente immedesimato con il personaggio, portando in scena interpretazioni degne da attore professionista. Sia nelle movenze, che nei promo, ma anche nell’entrata nel ring, la stable al momento è risultata quasi perfetta.

Il loro debutto nel main roster è avvenuto, dopo numerosi promo mandati in onda, l’8 luglio 2013. In questa occasione, durante la consueta puntata settimanale di RAW, la stable ha messo KO Kane, affermando che la Big Red Machine avesse smarrito il suo vero essere.  Fino al ppv Summerslam, la Wyatt Family ha continuato ad effettuare attacchi brutali, sia ai danni di Kane, sia ai danni di altre Superstars, con un modus operandi quasi casuale. Nel ppv Summerslam Bray Wyatt ha affrontato Kane in un ring of fire match (match che prevede la presenza di fiamme lungo l’apron ring). La vittoria è andata al leader della Wyatt, grazie soprattutto all’interferenza dei suoi adepti.

Dopo la breve parentesi con Kane, la Wyatt Family si è concentrata su Cm Punk e Daniel Bryan. La stable ha assaltato i due atleti più di una volta prima di ottenere un match alle Survivor Series. Rowan e Harper hanno rappresentato la stable contro il team formato da Bryan e Punk. I due membri della Wyatt Family usciranno sconfitti dal match ma riusciranno a prendersi la rivincita, almeno ai danni di Bryan, nel successivo ppv, TLC, anche se a dire il vero il match era un Handicap 3 vs. 1, con Bryan in palese inferiorità numerica.

La stable ha dimostrato di avere un ottimo potenziale, una gimmick che calza a pennello alle Superstars che la interpretano e soprattutto anche il favore della dirigenza, cosa che non guasta mai. Ormai per consolidarsi gli manca solo ottenere qualche cintura, probabilmente quelle che arriveranno prima saranno gli allori della categoria di coppia, visto che ormai la famiglia Rhodes ha sbaragliato tutta la concorrenza e che alcuni team non vengono presi proprio in considerazione (Usos docet). La consacrazione per Bray Wyatt probabilmente arriverà dopo la Rumble forse addirittura a Wrestlemania, dove se non conquisterà un titolo per lo meno lotterà in un match abbastanza importante.

In conclusione le domande che vi pongo sono: “Dove arriverà la stable? Quanto durerà la stable? Se si scioglierà solo Bray Wyatt riuscirà a restare sulla cresta dell’onda? Con questi interrogativi levo fiato alle trombe e cedo a voi la parola…        

Clicca qui per lasciare un commento                                      

                                                                                                                  


 

Prossimi PPV & Eventi Speciali

Indy & Altre FederazioniPROGRESS Chapter 82
Domenica 30 Dicembre 2018

LE TELECRONACHE DI WR

Wrestling Italiano

WrestlingRevolution.it al commento degli show italiani, Rising Sun Wrestling Promotion e non solo!

Il team di WrestlingRevolution al commento dei più elettrizzanti show di wrestling italiano: segui con noi la Rising Sun Wrestling Promotion!

Elenco completo delle nostre telecronache >>

WR SOCIAL: SEGUICI!

WrestlingRevolution.it Facebook WrestlingRevolution.it Twitter

Top