• Wrestling Revolution Facebook
  • Wrestling Revolution Twitter
You are here: Home Speciali WR Awards Slammy Awards Wrestling Revolution Awards 2013
WrestlingRevolution.it

Wrestling Revolution Awards 2013

Un altro anno è passato, tutti noi siamo più vecchi ma sicuramente siamo anche più ricchi di nuove esperienze e di nuove emozioni… perlomeno quelle legate al wrestling. Ora ci stiamo preparando per entrare con tutte le scarpe nel 2014. Tra l’altro, domani (1° gennaio 2014) WrestlingRevolution.it festeggerà il suo quinto anno! Prima però di immergerci a pieno nel nuovo anno e in quello che ci aspetterà bisogna volgere lo sguardo al passato, al 2013. Lo staff di WR al completo (anche con i suoi moderatori e collaboratori) ha espresso in maniera più che imparziale i suoi voti riguardo il meglio (e anche il peggio, ma di quello se ne parlerà più avanti) di questo anno che volge al termine. Che altro dire? Benvenuti allo speciale WR SLAMMY AWARDS 2013!

WRESTLER DELL'ANNO: DANIEL BRYAN
Se mettete insieme le parole “2013” e “wrestling”, qual è la prima cosa che vi viene in mente? La risposta è abbastanza semplice, e ha un nome e un cognome ben precisi: Daniel Bryan. Certo, il barbuto di Aberdeen potrà non aver eguagliato i traguardi raggiunti da altri suoi colleghi in termini di successi e di oro… Basta vedere gli altri due che hanno ricevuto dei voti: John Cena nello stesso anno ha vinto la Royal Rumble, il suo 11° WWE Title, il World Heavyweight Title e ha sconfitto The Rock a WM; Randy Orton invece ha vinto il MITB, due WWE Title e soprattutto è diventato il primo WWE World Heavyweight Champion della storia. Ma il wrestling non è fatto solo di meri titoli e riconoscimenti… E Bryan quindi, anche con un netto distacco, si aggiudica il premio di Wrestler dell’anno. Stavolta quindi WR è d’accordo con la WWE: il 2013 è stato l’anno dell’ascesa di Daniel Bryan, che ora si è ufficialmente elevato anche a livello major internazionale al livello una delle più grandi top star. Onore al Greatest Of All Time!

Andy Badwool: Daniel Bryan
Fantomius: Daniel Bryan
Adler12: John Cena
The Shark: Daniel Bryan
A.M.: Daniel Bryan
JBL: Daniel Bryan
Maddy: Daniel Bryan
Andrea Ceccacci: Daniel Bryan
Benoit1989: John Cena
Lorenz75: Daniel Bryan
FT4Guerrero: John Cena
Philip Turthell: Daniel Bryan
Gio Wolf: Daniel Bryan
Stegabri: Randy Orton
Mark194: Daniel Bryan


FACE DELL'ANNO: DANIEL BRYAN
Qui si raggiunge anche la (quasi) unanimità… Vai con il bis, ancora Daniel Bryan! Un Bryan che non solo vince il suo secondo (e - *spoiler alert* - non ultimo) premio per quest’anno, ma che bissa anche il successo dello scorso anno in questa categoria riservata ai face. D’altronde, se per quanto riguarda il wrestler dell’anno poteva esserci qualche piccolo dubbio, qui chi sarebbe dovuto essere il vincitore era chiaro fin da subito. Un Bryan che grazie alle sue enormi abilità sul ring e anche al microfono, un personaggio catalizzatore di attenzioni e pure il ruolo di antagonista numero uno dei malvagi poteri forti riservatogli dalla WWE ha saputo entrare nei cuori della stra-grande maggioranza dei fan, sia mark che smart. E se nonostante ciò avete ancora qualche dubbio, andate a guardarvi il segmento finale della puntata di RAW dedicata ai loro Slammy Awards, poi ne riparliamo…

Andy Badwool: Daniel Bryan
Fantomius: Daniel Bryan
Adler12: Daniel Bryan
The Shark: Daniel Bryan
A.M.: Daniel Bryan
JBL: Daniel Bryan
Maddy: Daniel Bryan
Andrea Ceccacci: Daniel Bryan
Benoit1989: Daniel Bryan
Lorenz75: Daniel Bryan
FT4Guerrero: Daniel Bryan
Philip Turthell: Daniel Bryan
Gio Wolf: Daniel Bryan
Stegabri: Big Show
Mark194: Daniel Bryan


HEEL DELL'ANNO: TRIPLE H
Una categoria molto combattuta quest’anno questa riservata agli heel. Qualche voto se lo prende anche la TNA, con un Bully Ray che in veste di President degli Aces & Eights ha fatto il bello e il cattivo tempo gettando la TNA nel terrore per buona parte de 2013. Degno di nota anche Paul Heyman, che con il suo atteggiamento viscido e calcolatore quest’anno è riuscito a farsi odiare come pochi, con al fianco (e poi contro) un mostro sacro come CM Punk e un mostro nel vero senso della parola come Brock Lesnar (e anche gli altri due sfigati, sì). Ma nessuno di questi due è il vincitore, visto che dopo due anni di dominio TNA il premio dell’Hell dell’anno torna alla WWE grazie niente poco di meno che a Triple H. The Game infatti, dopo un inizio anno in cui da face si è trovato nuovamente sul ring, in estate ha messo da parte i panni da wrestler per indossare quelli da corporate man, da dirigente e capo supremo. Nessuno come lui è emerso come heel, l’odiato COO che con la sua Authority sottomette con prepotenza ma anche in modo subdolo chiunque osi opporsi al suo volere, mascherato come il “bene per gli affari”. Be’, che dire? Questo Award è sicuramente #BestForBusiness!

Andy Badwool: Paul Heyman
Fantomius: Triple H
Adler12: Triple H
The Shark: Bully Ray
A.M.: Paul Heyman
JBL: Bully Ray
Maddy: Triple H
Andrea Ceccacci: Triple H
Benoit1989: Paul Heyman
Lorenz75: Bully Ray
FT4Guerrero: Bully Ray
Philip Turthell: Paul Heyman
Gio Wolf: Brock Lesnar
Stegabri: Triple H
Mark194: Triple H


TAG TEAM / STABLE DELL'ANNO: THE SHIELD
Prima di tutto, va sottolineato il fatto che il 2013 è stato un anno di grande ripresa per il wrestling tag team. E inoltre questa categoria quest’anno si allarga anche alle stable, visto che il 2013 ha visto vari gruppi degni di nota superiori alle due unità. E, neanche a farlo apposta (nooooo… XD), ad aggiudicarsi il premio per Tag Team / Stable dell’anno è proprio una stable, anche direi LA stable del 2013: The Shield! Questo trio di Mastini della Giustizia, arrivati solo verso la fine del 2012, ha infatti iniziato il 2013 con svariati mesi di dominio incontrastato e imbattibilità nei 3vs3, in cui hanno anche sconfitto dei dream team formati dal meglio che la WWE aveva da offrire, e arrivano a possedere tutti e 3 delle cinture; dopo le prime sconfitte hanno poi avuto un momento di calo, ma si sono ripresi alla grande diventando il braccio armato della legge, l’arma numero uno per punire chi osava ribellarsi all’Autorithy. Tutti e 3 i membri poi, eccellendo ognuno ha modo suo chi in una caratteristica chi in un’altra, hanno anche delle grandissime abilità nel wrestling lottato e non solo. Quindi l’Award non può che essere loro. Come direbbe Roman Reigns… BELIEVE IN THE SHIEEEEEELD!!!

Andy Badwool: The Shield
Fantomius: The Shield
Adler12: The Shield
The Shark: The Shield
A.M.: The Shield
JBL: The Shield
Maddy: The Shield
Andrea Ceccacci: Cody Rhodes & Goldust
Benoit1989: The Shield
Lorenz75: Young Bucks
FT4Guerrero: The Shield
Philip Turthell: The Shield
Gio Wolf: The Shield
Stegabri: The Wyatt Family
Mark194: The Wyatt Family


LOTTATRICE DELL'ANNO: AJ LEE
Come succede da un po’ di tempo, neanche il 2013 è stato un anno particolarmente eccelso per le lottatrici di sesso femminile, né per quanto riguarda le Divas WWE né per le Knockouts TNA (che hanno visto un netto calo rispetto agli anni passati). Nonostante ciò, anche nel buio c’è qualche piccola grande luce che continua a risplendere… Una luce rappresentata dalla vincitrice del WR Award come Lottatrice dell’anno, AJ Lee! Nonostante la WWE abbia concentrato molto l’attenzione femminile sulle cosiddette Total Divas, le vere luci della ribalta sono andate a questa piccola grande wrestler di Union City che in questo anno è riuscita a coronare il suo sogno che aveva fin da bambina diventando la campionessa della federazione principale di wrestling, difendendo poi il titolo in modo più che convincente per mesi e mesi e contribuendo più di chiunque altra a tenere alto l’onore di una Divisione in calo. Da notare come l’anno scorso in cui ha avuto un ruolo più dirigenziale o da manager AJ abbia vinto l’Award come Personaggio non lottatore, quest’anno che ha lottato ha vinto quello come Lottatrice: un talento poliedrico il suo. Tanto per sottolianeare ancora di più il suo successo, AJ è la prima Diva dei tempi moderni per cui è stato prodotto (e venduto in buone quantità) svariato merchandise WWE, cosa che non succedeva dai tempi di Trish Stratus e Lita, e la prima Diva di sempre ad aver superato il milione di follower su Twitter. Infine, nota di riguardo anche per una sua collega TNA, Gail Kim, che insieme a Taryn Terrell nel periodo della loro rivalità hanno tirato fuori degli ottimi match.

Andy Badwool: AJ Lee
Fantomius: AJ Lee
Adler12: AJ Lee
The Shark: Gail Kim - Taryn Terrell
A.M.: AJ Lee
JBL: AJ Lee
Maddy: /
Andrea Ceccacci: AJ Lee
Benoit1989: Gail Kim
Lorenz75: Gail Kim
FT4Guerrero: AJ Lee
Philip Turthell: AJ Lee
Gio Wolf: AJ Lee
Stegabri: AJ Lee
Mark194: AJ Lee


MATCH CLASSICO DELL'ANNO: JOHN CENA VS. DANIEL BRYAN - WWE SUMMERSLAM
Terzo premio per Daniel Bryan, che qui condivide le luci dei riflettori con il simbolo della WWE in persona, John Cena. Un match che alle sue spalle aveva mesi e mesi di costruzione per quanto riguarda lo sfidante Daniel Bryan, e un match a cui i due partecipanti tenevano talmente tanto al punto che Cena ha rimandato un delicato intervento al gomito pur di farlo. Senza stipulazioni particolari, solo puro e sano wrestling e con una costruzione del match a dir poco perfetta: la battaglia tra wrestling ed entertainment, simboleggiata dallo schiaffo in faccia con cui Bryan riconosce l’onore di John, la citazione iniziale di un vecchio incontro fatto dai due addirittura a Velocity 2003, l’esecuzione finale di Bryan e chi più ne ha più ne metta. La concorrenza era molto molto accesa, con su tutti un altro fantastico match già classico tra CM Punk e John Cena andato in scena a RAW e la battaglia a WM tra Punk e l’Undertaker, ma niente può superare l’autentico capolavoro fatto da Bryan e Cena a SummerSlam.

Andy Badwool: CM Punk vs. John Cena - WWE RAW 25/02
Fantomius: John Cena vs. Daniel Bryan - WWE SummerSlam
Adler12: CM Punk vs. John Cena - WWE RAW 25/02
The Shark: John Cena vs. Daniel Bryan - WWE SummerSlam
A.M.: The Undertaker vs. CM Punk- WWE WrestleMania 29
JBL: The Undertaker vs. CM Punk- WWE WrestleMania 29
Maddy: John Cena vs. Daniel Bryan - WWE SummerSlam
Andrea Ceccacci: John Cena vs. Daniel Bryan - WWE SummerSlam
Benoit1989: John Cena vs. Daniel Bryan - WWE SummerSlam
Lorenz75: Hiroshi Tanahashi vs. Kazuchika Okada - NJPW King of Pro Wrestling
FT4Guerrero: CM Punk vs. John Cena - WWE RAW 25/02
Philip Turthell: Cody Rhodes & Goldust vs. Seth Rollins & Roman Reigns - WWE Battleground
Gio Wolf: John Cena vs. Daniel Bryan - WWE SummerSlam
Stegabri: CM Punk vs. John Cena - WWE RAW 25/02
Mark194: The Undertaker vs. CM Punk- WWE WrestleMania 29


GIMMICK MATCH DELL'ANNO: CM PUNK VS. BROCK LESNAR (NO DQ MATCH) - WWE SUMMERSLAM
The Best vs. The Beast, No DQ Match: e ho detto tutto. Un CM Punk perfetto nella parte dell'eroe contro qualcosa più grande di lui, stoico, carico, deciso a tutto pur di vincere, furbo e coglione allo stesso tempo; ha subito colpi che avrebbero buttato giù chiunque senza battere ciglio, ha mostrato odio, voglia di vendetta, accompagnato da un pubblico tutto per lui che voleva la vittoria, voleva vedere Paul Heyman distrutto. Ma Brock Lesnar ancora una volta fa capire a tutti chi è la Bestia, fa capire a tutti che semplicemente è un mostro della natura e non c'è nessuno come lui. E lo fa capire con i fatti, con le ginocchiate, con le proiezioni a 3 metri di distanza, con la Powerbomb assassina; e soprattutto con le sediate che facevano male anche a noi fan e con la paurosa F-5 finale, con Punk che vola di un metro abbondante sopra la testa di Brock per poi ricadere sulla sedia. Un match violento come pochi altri, con uno storytelling perfetto, riuscito nel difficile compito di far uscire entrambi a modo loro vincitori.

Andy Badwool: CM Punk vs. Brock Lesnar (No DQ Match) - WWE SummerSlam
Fantomius: CM Punk vs. Brock Lesnar (No DQ Match) - WWE SummerSlam
Adler12: CM Punk vs. Brock Lesnar (No DQ Match) - WWE SummerSlam
The Shark: CM Punk vs. Brock Lesnar (No DQ Match) - WWE SummerSlam
A.M.: CM Punk vs. Brock Lesnar (No DQ Match) - WWE SummerSlam
JBL: Elimination Chamber Match - WWE No Way Out
Maddy: /
Andrea Ceccacci: CM Punk vs. Brock Lesnar (No DQ Match) - WWE SummerSlam
Benoit1989: CM Punk vs. Brock Lesnar (No DQ Match) - WWE SummerSlam
Lorenz75: CM Punk vs. Brock Lesnar (No DQ Match) - WWE SummerSlam
FT4Guerrero: Rob Van Dam vs. Jerry Lynn (No DQ Match) - TNA “One Night Only” X-Travaganza
Philip Turthell: CM Punk vs. Brock Lesnar (No DQ Match) - WWE SummerSlam
Gio Wolf: CM Punk vs. Brock Lesnar (No DQ Match) - WWE SummerSlam
Stegabri: Gail Kim vs. Taryn Terrell (Last Knockout Standing Match) - TNA Slammiversary
Mark194: SmackDown Money in the Bank Ladder Match - WWE Money In The Bank


STORYLINE/FEUD DELL'ANNO: DANIEL BRYAN VS. THE AUTHORITY
Ancora lui, sempre lui e nient’altro che lui: Daniel Bryan! La WWE quest’anno decide di giocare la carta dei poteri forti, e anche se si tratta di una carta non inedita trova una nuova linfa con un Triple H e una Stephanie McMahon in grande spolvero nei panni dei boss, un Randy Orton a suo agio nel ruolo di uomo di punta e “volto della WWE” e lo Shield che fa ciò che gli riesce meglio, essere la punizione per i ribelli. E questa è l’Authority, una Authority che rivolge tutte le sue intenzioni nell’impedire che l’eroe numero uno del popolo, anch’egli perfetto nel suo ruolo, arrivi al top della loro federazione. Passato il capitolo Bryan la rivalità del Best For Business ha poi perso molto dell’appeal che aveva in precedenza, ma che in questa prima parte in questione ha raggiunto dei picchi molto elevati e ha saputo coinvolgere i fan come nessun altra quest’anno; e anche una rivalità quella tra Bryan e l’Authority che, anche se ora le due parti sono impegnate in altre questioni, continua ancora come una sorta di guerra fredda e alla minima occasione si riaccende.

Andy Badwool: Paul Heyman vs. CM Punk
Fantomius: Daniel Bryan vs. The Authority
Adler12: Daniel Bryan vs. The Authority
The Shark: Kurt Angle vs. Bobby Roode
A.M.: Daniel Bryan vs. The Authority
JBL: Aces & Eights vs. TNA
Maddy: Daniel Bryan vs. The Authority
Andrea Ceccacci: Daniel Bryan vs. The Authority
Benoit1989: The Authority
Lorenz75: The Authority
FT4Guerrero: Daniel Bryan vs. The Authority
Philip Turthell: The Authority
Gio Wolf: Daniel Bryan vs. The Authority
Stegabri: Kaitlyn vs. AJ Lee
Mark194: CM Punk & Paul Heyman vs. The Undertaker


SHOW DELL'ANNO: WWE SUMMERSLAM
Il match classico dell’anno, il gimmick match dell’anno, il feud dell’anno partito da lì, sia il face che l’heel dell’anno coinvolti in prima persona nel match più rilievo, lo spot dell’anno, il momento da ricordare dell’anno… Tutto ciò accaduto nello stesso evento, che quindi per forza di cose alla (quasi) unanimità non può che essere lo show dell’anno: ovviamente sto parlando di WWE SummerSlam. Due capolavori degni della migliore WrestleMania, già diventati dei classici, come Daniel Bryan vs. John Cena e CM Punk vs. Brock Lesnar, accompagnati da un buon Alberto Del Rio vs Christian per il World Heavyweight Title e da undercard non proprio a cinque stelle ma che comunque ha fatto il suo lavoro (da notare in particolare il match tra Cody Rhodes e Damien Sandow, che aveva una buona storyline alle spalle). E come se non bastasse tutto ciò, l’incasso di Randy Orton e il tradimento di Triple H, che hanno dato il via alla miglior storyline di quest’anno (e forse non solo).

Andy Badwool: WWE SummerSlam
Fantomius: WWE SummerSlam
Adler12: WWE SummerSlam
The Shark: WWE SummerSlam
A.M.: WWE SummerSlam
JBL: WWE SummerSlam
Maddy: WWE SummerSlam
Andrea Ceccacci: WWE SummerSlam
Benoit1989: WWE SummerSlam
Lorenz75: WWE SummerSlam
FT4Guerrero: WWE SummerSlam
Philip Turthell: WWE SummerSlam
Gio Wolf: WWE SummerSlam
Stegabri: WWE Money In The Bank
Mark194: WWE SummerSlam


ROOKIE DELL'ANNO: BRAY WYATT
Quest’anno abbiamo assistito a un buon numero di debutti o re-package (almeno in WWE, ma qualcosina anche in TNA): Fandango, Curtis Axel, Xavier Woods, EC3, le nuove Total Divas… Ma di questi avrete tempo di leggerne nello speciale dedicato agli Scrappy. Di tutti questi debutti infatti nessuno ha entusiasmato più di tanto, e non sarebbe stato semplice eleggere un rookie del 2013 se non fosse per loro tre, la Wyatt Family. Da notare infatti come la vittoria finale se la siano contesa Bray Wyatt come singolo e la Wyatt Family come gruppo, anche con qualche voto a Luke Harper. L’Award va a Bray, che quest’anno si è presentato (in realtà ri-presentato) sulla grande scena portando delle doti nel wrestling lottato decisamente migliorate rispetto ai suoi precedenti stint come Husky Harris. E soprattutto portando un personaggio come non se ne vedevano da anni, o meglio come forse non se ne sono mai visti; un personaggio che rimanda un po’ ai film di Rob Zombie, accostando America rurale, misticismo, sette familiari e violenza gratuita il tutto in nome di una fantomatica Sister Abigail che guiderebbe le sue azioni e quelle dei suoi adepti. Forse alcune rivalità in cui è stato impegnato non hanno convinto a pieno, ma già solo per la sua perfetta interpretazione di un personaggio così complesso e intrigante merita quantomeno questo Award.

Andy Badwool: /
Fantomius: The Wyatt Family
Adler12: Bray Wyatt
The Shark: The Wyatt Family
A.M.: Bray Wyatt
JBL: Luke Harper
Maddy: Bray Wyatt
Andrea Ceccacci: The Wyatt Family
Benoit1989: The Wyatt Family
Lorenz75: Luke Harper
FT4Guerrero: Bray Wyatt
Philip Turthell: The Wyatt Family
Gio Wolf: Bray Wyatt
Stegabri: Xavier Woods
Mark194: Bray Wyatt


WRESTLER PIU' MIGLIORATO: ROMAN REIGNS
Chi di voi al debutto dello Shield, vedendo un quasi novellino come Roman Reigns al fianco di due veterani delle indies come Dean Ambrose (aka Jon Moxley) e Seth Rollins (aka Tyler Black), avrebbe scommesso anche solo un centesimo sul fatto che l’Ariete sarebbe diventato di fatto l’uomo di punta della stable? E invece l’Ariete dello Shield in quest’anno ha fatto degli autentici passi da gigante, arrivando dall’essere giusto un terzo incomodo a caso messo nello Shield solo per le Triple Powerbomb al catturare così tanto l’attenzione e l’approvazione dei fan al punto da spiccare sugli altri, regalando delle ottime prestazioni in particolare in team con Rollins e nei 3vs3 ma anche nelle rare occasioni in cui si è trovato in singolo. Inoltre una cosa che colpisce di Reigns è la cattiveria e la potenza che trasuda e che esprime attraverso le sue urla e soprattutto con le sue manovre, con le sue Spear che spezzano a metà i rivali e il fiato degli spettatori, una cattiveria che quasi nessun altro oggi esprime.

Andy Badwool: Roman Reigns
Fantomius: Magnus
Adler12: Roman Reigns
The Shark: Roman Reigns
A.M.: Roman Reigns
JBL: AJ Lee
Maddy: Roman Reigns
Andrea Ceccacci: Roman Reigns
Benoit1989: Roman Reigns
Lorenz75: Magnus
FT4Guerrero: Roman Reigns
Philip Turthell: Roman Reigns
Gio Wolf: Magnus
Stegabri: Taryn Terrell
Mark194: Big E Langston


MIGLIOR PERSONAGGIO "NON LOTTATORE": PAUL HEYMAN
Il buon vecchio Paul Heyman, dove lo metti sta bene. E quest’anno (o almeno in alcune parti dell’anno) si è superato, regalando dei promo degni di finire nel manuale del wrestling alla voce “Come si realizza un promo - corso avanzato” e riuscendo a catalizzare l’odio e l’autentico disprezzo dei fan, che non desideravano altro che vederlo distrutto, massacrato. Un Paul Heyman che nei primi mesi (e anche per buona parte dello scorso anno) ha saputo tenere la scena insieme a uno come CM Punk, accompagnandolo anche nella rivalità con l’Undertaker, e che ha dato il meglio di sé quando si è visto protagonista della scena come guida carismatica del mostro Brock Lesnar prima contro Triple H poi contro lo stesso CM Punk, con cui a parole ha duettato a un livello inumano. Un Paul Heyman a cui quest’anno è stato anche affibbiato l’arduo compito di risollevare le sorti dell’inutile Ryback e di “Mr. zero personalità” Curtis Axel; è riuscito a renderli un minimo interessanti, ma qui ovviamente non ha avuto lo stesso successo che ha avuto nelle altre occasioni. D’altronde neanche un genio come lui può fare miracoli...

Andy Badwool: Paul Heyman
Fantomius: Paul Heyman
Adler12: Paul Heyman
The Shark: Paul Heyman
A.M.: Paul Heyman
JBL: Paul Heyman
Maddy: Triple H
Andrea Ceccacci: Paul Heyman
Benoit1989: Paul Heyman
Lorenz75: Paul Heyman
FT4Guerrero: Paul Heyman
Philip Turthell: Paul Heyman
Gio Wolf: Paul Heyman
Stegabri: Zeb Colter
Mark194: Paul Heyman


MIGLIOR SEGMENTO: PAUL HEYMAN SPIEGA I MOTIVI DEL SUO TRADIMENTO SU CM PUNK A WWE RAW 15/07
Come detto poco fa, Paul Heyman in questo 2013 ha tirato fuori dei promo a dir poco da manuale. L’Award per il miglior segmento quindi non poteva che andare a un suo promo; e non a uno qualsiasi, bensì a uno dei migliori promo degli ultimi anni. È la sera dopo Money In The Bank, dove Heyman aveva tradito il suo migliore amico CM Punk impedendogli di vincere la valigetta; Punk va quindi a chiedere delle spiegazioni, e Heyman lo raggiunge sullo stage e inizia dicendogli che nel suo mondo lui, CM Punk, non esiste. Da lì si parte con un promo a dir poco fantastico, me lo sono risentito prorpio pochi minuti fa e ammetto di aver avuto ancora la pelle d’oca quando alla fine Paul, per spiegare il suo prossimo futuro a Punk, si inginocchia e urla “It’s clobberin’ time!”, a cui fa seguito la theme song di Brock Lesnar… Wow! Oltre a questo ricevono dei voti anche svariati altri segmenti, come ad esempio altri due segmenti sempre con Heyman, un promo di Punk, il doppio turn avvenuto a Payback e l’esilarante funerale degli Aces & 8s in quel della TNA.

Andy Badwool: Paul Heyman spiega i motivi del suo tradimento su CM Punk a WWE RAW 15/07
Fantomius: Paul Heyman spiega i motivi del suo tradimento su CM Punk a WWE RAW 15/07
Adler12: Paul Heyman spiega i motivi del suo tradimento su CM Punk a WWE RAW 15/07
The Shark: Il doppio turn di Alberto Del Rio e Dolph Ziggler a WWE Payback
A.M.: Il promo di Paul Heyman con la lava a WWE RAW 21/10
JBL: Il funerale degli Aces & Eights a TNA Impact Wrestling 28/11
Maddy: Il promo di CM Punk contro The Rock prima del loro match a Royal Rumble a WWE RAW 07/01
Andrea Ceccacci: Paul Heyman spiega i motivi del suo tradimento su CM Punk a WWE RAW 15/07
Benoit1989: Paul Heyman spiega i motivi del suo tradimento su CM Punk a WWE RAW 15/07
Lorenz75: Il funerale degli Aces & Eights a TNA Impact Wrestling 28/11
FT4Guerrero: Paul Heyman spiega i motivi del suo tradimento su CM Punk a WWE RAW 15/07
Philip Turthell: Il segmento finale di WWE RAW Slammy Awards, con il promo di Cena contro Orton e la rissa finale
Gio Wolf: L’introduzione di Bobby Roode nella E.G.O. Hall of Fame a TNA Impact Wrestling 10/10
Stegabri: Mark Henry frega John Cena fingendo il ritiro e attaccandolo a WWE RAW 17/06
Mark194: Paul Heyman si prende gioco di The Undertaker imitando il compianto Paul Bearer a WWE RAW 01/04


SPOT DELL'ANNO: IL BUSAIKU KNEE DI DANIEL BRYAN SU JOHN CENA A WWE SUMMERSLAM
In questi ultimi anni ci siamo abituati a intendere per “spot” una manovra altamente spettacolare, ad alto impatto visivo; e delle nomination per manovre del genere ci sono anche quest’anno (come la Whisper in the wind di Jeff Hardy dalla gabbia, o la Running cutter di Taryn Terrell dalla rampa, o le Spear di Roman Reigns). La grandissima maggioranza dei voti però quest’anno è andato a due manovre piuttosto semplici, legate tra loro, ma dall’enorme significato intrinseco e impatto soprattutto emotivo. Sto parlando della Pedigree con cui Triple H ha tradito Daniel Bryan a SummerSlam ma soprattutto dello spot vincitore di questo Award: il Busaiku knee con cui pochi minuti prima del tradimento Bryan aveva sconfitto John Cena per il titolo. Quella manovra in stile puroresu, presa appunto dall’arsenale del lottatore giapponese KENTA, ha rappresentato una vera e propria esecuzione di Bryan su Cena, un’esecuzione del wrestling sull’entertainment, un’esecuzione con cui Bryan ha detto forte e chiaro a Cena (con i fatti, non con le parole): “Io sono un wrestler migliore di te”.

Andy Badwool: Il Busaiku knee di Daniel Bryan su John Cena a WWE SummerSlam
Fantomius: Il Busaiku knee di Daniel Bryan su John Cena a WWE SummerSlam
Adler12: Il Busaiku knee di Daniel Bryan su John Cena a WWE SummerSlam
The Shark: Il Pedigree di Triple H su Daniel Bryan a WWE SummerSlam
A.M.: Il Pedigree di Triple H su Daniel Bryan a WWE SummerSlam
JBL: Il Busaiku knee di Daniel Bryan su John Cena a WWE SummerSlam
Maddy: Il Busaiku knee di Daniel Bryan su John Cena a WWE SummerSlam
Andrea Ceccacci: Il Busaiku knee di Daniel Bryan su John Cena a WWE SummerSlam
Benoit1989: Il Pedigree di Triple H su Daniel Bryan a WWE SummerSlam
Lorenz75: Il Busaiku knee di Daniel Bryan su John Cena a WWE SummerSlam
FT4Guerrero: Il Pedigree di Triple H su Daniel Bryan a WWE SummerSlam
Philip Turthell: Le devastanti Spear di Roman Reigns a WWE Survivor Series
Gio Wolf: La Whisper in the wind di Jeff Hardy dalla cima della gabbia a TNA Impact “Final Resolution”
Stegabri: La Running cutter di Taryn Terrell su Gail Kim a TNA Slammiversary
Mark194: La Triple Powerbomb dello Shield su The Undertaker sul tavolo dei commentatori a WWE SmackDown


EVENTO DA RICORDARE IN POSITIVO: DANIEL BRYAN SCONFIGGE JOHN CENA PULITO PER IL WWE TITLE A WWE SUMMERSLAM
Sesto (e stavolta ultimo, visto che sono finiti…) Slammy Award per Daniel Bryan! Con netto vantaggio anche l’Evento da ricordare in positivo del 2013 va a favore dell’American Dragon, e in particolare va a quel momento che se volete ha rappresentato il culmine della sua ascesa in WWE: la sua vittoria pulita ai danni di John Cena a SummerSlam. Perché dietro questa clamorosa vittoria c’è più che una semplice conquista al WWE Title arrivata al termine del match dell’anno e grazie alla manovra spot dell’anno. Come probabilmente avrò già detto in qualche altro premio dato a Bryan, questa ha rappresentato una vittoria del wrestling sull’entertainment. Sconfiggendo il campione Daniel Bryan non ha semplicemente sconfitto John Cena, ha sconfitto il vero volto della WWE, il suo uomo immagine; ha sconfitto la WWE stessa. Solo qualche anno fa (neanche troppi anni fa), sarebbe stato impensabile che un wrestler proveniente dalle indies e non un prodotto della WWE sconfiggesse addirittura un John Cena… Questa vittoria quindi ha rappresentato anche un forte segnale del fatto che i tempi stanno cambiando in WWE, che è iniziata una nuova era. E noi cosa rispondiamo a questi cambiamenti in atto? Esatto, avete indovinato… YES! YES! YES!

Andy Badwool: Daniel Bryan sconfigge John Cena pulito per il WWE Title a WWE SummerSlam
Fantomius: Daniel Bryan sconfigge John Cena pulito per il WWE Title a WWE SummerSlam
Adler12: L'ascesa di Daniel Bryan in WWE
The Shark: Hulk Hogan ed Eric Bischoff lasciano la TNA
A.M.: L'ascesa di Daniel Bryan in WWE
JBL: L'ascesa di Daniel Bryan in WWE
Maddy: La vittoria dei titoli di coppia da parte dei fratelli Rhodes
Andrea Ceccacci: Daniel Bryan sconfigge John Cena pulito per il WWE Title a WWE SummerSlam
Benoit1989: Daniel Bryan sconfigge John Cena pulito per il WWE Title a WWE SummerSlam
Lorenz75: Daniel Bryan sconfigge John Cena pulito per il WWE Title a WWE SummerSlam
FT4Guerrero: Daniel Bryan sconfigge John Cena pulito per il WWE Title a WWE SummerSlam
Philip Turthell: Daniel Bryan sconfigge John Cena pulito per il WWE Title a WWE SummerSlam
Gio Wolf: Daniel Bryan sconfigge John Cena pulito per il WWE Title a WWE SummerSlam
Stegabri: L'incasso del MITB da parte di Dolph Ziggler con l'arena tutta a suo favore
Mark194: Il ritorno di Randy Orton tra gli heel

 


Se l’anno scorso (e forse ancor più l’anno prima ancora) CM Punk aveva dovuto prendersi un muletto per portarsi via i premi vinti, quest’anno quel famoso muletto dovrà senza dubbio prestarlo a Daniel Bryan, autentico mattatore di questa edizione 2013 dei WR Slammy Awards. Un anno questo in cui la WWE si è aggiudicata tutti gli Awards, non lasciando niente a una TNA che è stata abbastanza in crisi. Ma nonostante ciò, su questo ne approfitto per ringraziare tutto lo staff di WrestlingRevolution.it; senza di tutti loro questo sito non potrebbe essere arrivato al suo quinto anno di vita. Ma soprattutto ne approfitto per ringraziare tutti voi fan di wrestling, che partecipate anche voi come utenti e fedeli lettori e sostenete questa avventura che è WR! A tutti voi i nostri migliori auguri per un fantastico 2014, pieno di grande wrestling di qualità!

WR Staff


 

Prossimi PPV & Eventi Speciali

Indy & Altre FederazioniPROGRESS Chapter 82
Domenica 30 Dicembre 2018

LE TELECRONACHE DI WR

Wrestling Italiano

WrestlingRevolution.it al commento degli show italiani, Rising Sun Wrestling Promotion e non solo!

Il team di WrestlingRevolution al commento dei più elettrizzanti show di wrestling italiano: segui con noi la Rising Sun Wrestling Promotion!

Elenco completo delle nostre telecronache >>

WR SOCIAL: SEGUICI!

WrestlingRevolution.it Facebook WrestlingRevolution.it Twitter

Top