• Wrestling Revolution Facebook
  • Wrestling Revolution Twitter
You are here: Home Stipulazioni Match Match Hardcore
WrestlingRevolution.it

Stipulazioni Match: Hardcore

Match Hardcore

[ TIPOLOGIE | VARIAZIONI | HARDCORECON ARMINELLA GABBIA | ALTRI | POSTA IN PALIO ]


No Disqualification Match

No-DQ = nessuna squalifica. Ed è esattamente questo che contraddistingue questa stipulazione: l'assenza della squalifica.

Infatti, questa stipulazione segue le regole classiche del Single match: contempla la vittoria del match per pinfall o sottomissione all'interno del ring o per count-out. Ma il match non può finire per DQ.

Sono quindi concessi l'utilizzo di corpi contundenti, le interferenze e l'infrazione di altre regole, come il divieto di usare il pugno chiuso, i colpi bassi o altri manovre normalmente proibite.

Questa stipulazione può essere applicata a qualunque tipologia di match che normalmente prevede la DQ: 1 vs 1, tag team match, handicap match. Logicamente, non hanno senso un No-DQ Triple threat match o un No-DQ Fatal 4-way match, visto che queste due tipologie già normalmente non prevedono la DQ.

Quando un No-DQ match coinvolge wrestler che (in storyline) hanno in corso un feud molto acceso e sentito e che coinvolge anche la vita personale, viene a volte definito Grudge match.

 

Extreme Rules / No Holds Barred / Monster's Ball

Si tratta sostanzialmente di un passo in più rispetto al No-DQ match: oltre a non prevedere la DQ, queste stipulazioni non prevedono nemmeno il count-out. Quindi, si può vincere solo per pinfall o sottomissione all'interno del ring.

Inoltre, rispetto al No-DQ, in queste stipulazioni è molto più frequente e caratterizzante l'utilizzo dei corpi contundenti, anche molto più estremi (come filo spinato, puntine, pezzi di vetro…)

Oltre all'Extreme Rules match e al No Holds Barred match, sostanzialmente identici tra loro, ne esistono anche due varianti che, seppure anch'esse identiche dal punto di vista del regolamento, presentano piccole differenze dal punto di vista della kayfabe: infatti, nell'Unsanctioned match la federazione non si prende la responsabilità di ciò che accade durante il match (eventuali infortuni o simili), mentre nel Monster's Ball match (tipico della TNA Wrestling) i wrestler coinvolti devono trascorrere alcune ore senza mangiare o bere prima del match (anche se negli ultimi match lottati secondo questa stipulazione questa clausola non è stata specificata).

Esiste anche una versione al femminile dell'Extreme Rules match, chiamata Extreme Makeover match; questa stipulazione segue lo stesso regolamento della sua controparte maschile, con l'unica differenza che i corpi contundenti coinvolti sono tipi oggetti femminile e da casalinga (trucchi, assi e ferri da stiro e quant'altro).

 

Street Fight / Falls Count Anywhere / Hardcore Match

Tutte queste stipulazioni prevedono la vittoria solo per pinfall o sottomissione, mentre non sono previsti la DQ o il count-out. Inoltre, come si intuisce anche dal nome "Falls count anywhere", le cadute (sia per pinfall sia per sottomissione) non valgono solo nel ring, bensì in qualsiasi parte dell'arena e non.

Anche se seguono lo stesso regolamento, all'atto pratico c'è una minima differenza tra le varie stipulazioni: infatti, il Falls count anywhere match è più caratterizzato dal fatto che i lottatori lottino in varie parti dell'arena e del backstage rispetto all'utilizzo di corpi contundenti, sui quali sono invece più incentrati l'Hardcore e lo Street fight. Inoltre, lo Street fight match è solitamente combattuto in abiti civili (proprio come una rissa da strada); il nome del match viene spesso accompagnato dal nome della città in cui si svolge il match o da cui proviene uno dei due atleti (es.: "Chicago Street fight match"), oppure prende particolari festività durante le quali si svolge il match (come "Miracle on 34th Street Fight" nel periodo natalizio o "Trick or Street Fight" ad Halloween), normalmente in questi casi anche con armi a tema. In alcune occasioni uno Street Fight è stato combattuto in un'ambientazione da campo di battaglia, chiamato in questi casi Boot Camp match.

Una rara variante è l'Empty arena match, che viene lottato all'interno di un'arena completamente vuota, in cui sono presenti solo i lottatori coinvolti nel match, l'arbitro, i cameraman e (a volte) i commentatori.

Il Falls count anywhere match può essere unito al Submission match per formare un Submission count anywhere match, cioè un match che può essere vinto solo per sottomissione in cui però la sottomissione vincente può avvenire dovunque (non solo all'interno del ring).

 

Last Man Standing Match

Il Last man standing match (o Last woman standing match quando coinvolge lottatrici di sesso femminile) è una stipulazione che non prevede né DQcount-out; si può quindi utilizzare qualsiasi corpo contundente, infrangere le regole e lottare in qualsiasi parte dell'arena senza limiti.

Questo match non si può vincere né via pinfall né via sottomissione. L'unico modo per vincere ricorda molto la regola del KO pugilistico: infatti bisogna costringere l'avversario a non riuscire a rispondere a un conto di 10, a non rialzarsi per almeno 10 secondi; il match può anche finire in pareggio, se entrambi i lottatori coinvolti non rispondono allo stesso conto di 10. Il conteggio viene interrotto se il lottatore torna in piedi, toccando con entrambi i piedi a terra.

Questo match viene lottato solamente secondo la tipologia 1 vs 1.

 

I Quit Match

Due sole parole: "I quit!"

Due parole che formano la caratteristica fondamentale di questa stipulazione. Infatti questo match non può essere vinto né via pinfall né via sottomissione, e non prevede nemmeno la DQ o il count-out; l'unico modo in cui si può essere dichiarati vincitori del match è costringere il proprio rivale a pronunciare le parole "I quit" (cioè "Io cedo", "Mi arrendo"). Non importa se si costringe il rivale ad arrendersi attraverso una manovra di sottomissione, minacciandolo con corpi contundenti, ricattandolo di attaccare altrimenti una persona a lui cara o in altri modi; l'importante è fargli pronunciare al microfono queste due parole.

Durante tutto il match, un arbitro segue i lottatori coinvolti portando in mano un microfono. Il direttore di gara, su richiesta di un lottatore, chiede all'altro se vuole arrendersi e gli avvicina il microfono alla bocca (oppure dà il microfono al wrestler che lo richiede, che poi chiede direttamente lui all'altro se vuole arrendersi); quindi il wrestler può o arrendersi (dicendo "I quit") o dire qualcos'altro che faccia capire che intende continuare il match.

Questa stipulazione viene combattuta solo in modalità 1 vs 1.

Il primo I quit match della storia è stato lottato in NWA/JCP al ppv Starrcade 1985, e ha visto Magnum T.A. sconfiggere Tully Blanchard. In WWE l’I quit match viene considerato la specialità di John Cena, che è imbattuto in questa stipulazione (almeno fino a ora).

 

First Blood Match

Questa stipulazione ricorda i duelli al primo sangue con cui nel periodo rinascimentale (e non solo) i signori difendevano il loro onore.

E infatti anche il First blood match è un match al primo sangue, in cui per vincere bisogna far sanguinare il proprio rivale (da qualsiasi parte del corpo). Nella maggior parte dei casi non serve che sia proprio il vincitore del match a provocare il sanguinamento del proprio rivale; basta che uno dei due lottatori inizi a sanguinare (per qualsiasi motivo) e questi viene dichiarato sconfitto. Perché il match venga dichiarato concluso, l'arbitro deve assicurarsi che il perdente stia effettivamente sanguinando.

Ovviamente, questo match non prevede la fine del match per pinfall, sottomissione, count-out o DQ; viene lottato solo nella tipologia 1 vs 1.

Il primo First Blood match della storia del wrestling ha visto Kane sconfiggere Steve Austin a WWF King of the Ring 1998.

 

Barbed Wire Match

Si tratta di una stipulazione molto violenta, usata soprattutto nelle federazioni più estreme (come la defunta ECW o la CZW). Si tratta di un match senza DQ o count-out in cui le corde del ring sono sostituite (oppure avvolte) da filo spinato; il match viene visto per pinfall o sottomissione.

Una variante è il Barbed Wire Massacre, in cui, oltre alle corde fatte di filo spinato, ci sono anche altre tavole con il filo spinato e altre armi posizionate intorno al ring, a disposizione degli atleti coinvolti che possono usarle a loro piacimento.

Il più famoso Barbed Wire match della storia fu quello combattuto a ECW Born to Be Wired 1997, in cui Sabu sconfisse Terry Funk dopo essersi gravemente infortunato a un braccio.

 

Backstage Brawl

La classica rissa.

Infatti si tratta di match che si svolgono nel backstage (nella maggior parte dei casi in particolari zone del backstage), in cui si vince o secondo le normali modalità (pinfall o sottomissione) oppure secondo diverse modalità. Non lottando all'interno del ring, ovviamente non può essere presente il count-out; non è presente nemmeno la DQ, quindi si può utilizzare qualsiasi oggetto presente nella zona in cui si svolge il match e si possono anche usare manovre altrimenti proibite.

Solitamente, questa stipulazione prende il nome dall'area del backstage in cui si svolge. Le versioni più famose sono:

- Il Parking Lot brawl, che si svolge all'interno di un parcheggio pieno di automobili, camion e simili, in cui si vice per pinfall o sottomissione; una sua variante è l'Iron Circle match, in cui i veicoli sono disposti in un cerchio e i wrestler coinvolti si affrontano al suo interno.

- Il Bar brawl, che segue le stesse regole del Parking Lot ma viene lottato all'interno di un bar.

- Il Boiler Room brawl (match solitamente associato alla figura di Mankind), che viene combattuto all'interno della stanza delle caldaie e il cui vincitore è colui che riesce a fuggire per primo dalla stanza e, in alcuni casi, anche a raggiungere il ring.

 

Other Extreme Matches

In questa categoria sono raccolte quelle stipulazioni estreme poco conosciute, altamente pericolose, tipiche di alcune promotion hardcore e quant'altro. Queste sono le principali:

- 200 Light Tubes Death match: In questa stipulazione, molto cruenta, dentro e fuori il ring sono presenti duecento tubi di neon che possono essere utilizzati come armi durante il match. Ovviamente non ci sono DQ, e il match si vince via pinfall o sottomissione. Viene usato solo nelle federazioni più estreme, tra cui soprattutto la Combat Zone Wrestling, e ne esistono anche delle versioni con un numero diverso di tubi di neon (100 Light Tubes Death match300 Light Tubes Death match).

- 10000 Thumbtacks Death match: In questa stipulazione la superficie del ring è ricoperta di 10000 puntine da disegno, che i wrestler possono come armi; si vince per pinfall, sottomissione o KO.

- Awake Death match: Si tratta di un classico Hardcore match, con vittoria per pinfall o sottomissione, combattuto però nella macabra location di un cimitero. Un match di questo tipo fu combattuto a WCW Nitro nel 2000 tra Sting e Vampiro, con vittoria di quest'ultimo.

- Clockwork Orange House of Fun match: Anche conosciuto come Raven's House of Fun match (o Bowery Death match in WCW), si tratta di una stipulazione inventata da Raven (davvero inventata da lui, non solo nella storyline). In questo match, combattuto in 1 vs 1, intorno e/o sopra al ring viene eretta una struttura fatta di catene intrecciate nella quale sono appesi svariati corpi contundenti. Nella prima edizione di questo incontro si poteva vincere solo gettando il rivale attraverso due tavoli che andavano posizionati sopra una piccola passerella chiamata “Raven's perch”; nelle edizioni successive invece la vittoria andava per pinfall o sottomissione secondo la regola del Falls count anywhere.

- Crazy 8 match: Match usato nella defunta promotion Pro Wrestling Unplugged. Per vincere bisognava prendere prima dell’avversario una cintura (messa in palio nel match) posizionata al centro di una passerella piazzata a svariati metri di altezza sopra il ring, raggiungibile attraverso delle corde da arrampicata. All’interno e intorno al quadrato erano posizionati, oltre a svariati corpi contundenti classici, anche il lato di una gabbia, due trampolini e quattro corde da arrampicata, che erano usate soprattutto per spettacolari manovre aeree.

- Barbed Wire Explosion match: Variante del Barbed Wire Match, con vittoria per pinfall o sottomissione, nel quale le corde di filo spinato sono ricoperte anche di cariche esplosive C-4. È stato inventato nella Frontier Martial-Arts Wrestling.

- Barbed Wire Fist match: Molto simile al Taipei Deathmatch, in cui però le mani dei due wrestler coinvolti sono ricoperte di filo spinato invece che di frammenti di vetro; si vince per pinfall o sottomissione.

- Barbed Wire Glass match: In questo match le corde sono ricoperte di filo spinato come nel normale Barbed Wire match, ma la superficie del ring e del bordo ring è anche ricoperta da uno strato di vetro rotto. La vittoria è tramite pinfall o sottomissione, e ovviamente non ci sono squalifiche.

- Barbed Wire Net match: Stipulazione in cui per vincere si deve avvolgere l'avversario in una matassa di filo spinato posizionata all’interno del ring. Il più celebre match di questo tipo fu combattuto tra Triple H e Mankind nel 1992.

- Blood Bath match: Match senza squalifiche e count-out dove all’esterno del ring viene posizionato un secchio con all'interno 3-4 litri di sangue; per vincere bisogna rovesciare il secchio addosso all'avversario e cospargerlo quindi di sangue. Un match con questa stipulazione è stato disputato in WWE nel 2001 tra Edge e Gangrel.

- Double Hell Death match: Questa è una stipulazione dove a due lati del ring vengono tolte completamente le corde, mentre agli altri due le corde sono invece rimpiazzate da filo spinato ricoperto da cariche esplosive; fuori dal ring, vicino all'apron, viene piazzato dell'altro filo spinato esplosivo. L’unico modo per vincere è gettare l'avversario fuori dal ring. È una stipulazione di wrestling tipica della violenta Frontier Martial-Arts Wrestling.

- Fans Bring the Weapons match: Match tipico della vecchia ECW. Si tratta di fatto di un Extreme Rules match, che quindi si chiude per pinfall o sottomissione, con l’unica differenza che le armi coinvolte nel match vengono portate tutte dai fan presenti all’arena, armi che quindi vengono posizionate sul ring e intorno a esso prima del match oppure vengono passate dai fan ai wrestler coinvolti direttamente durante l’incontro.

- No Ropes 200 Volt Double Hell Double Barbed Wire Barricade Double Landmine Glass Crush Death match: Nome molto lungo per questa stipulazione estrema, nome che di fatto descrive tutte le caratteristiche del match: filo spinato al posto delle corde, ring esplosivo, frammenti di vetro, barricate, filo elettrizzato e altro ancora; il match si vince via pinfall o sottomissione. È stato il match di addio di Megumi Kudo, una lottatrice giapponese.

- Sadistic Madness match: Stipulazione inventata in TNA, che di fatto mescola il First Blood match e un match classico. Per vincere questo match (che normalmente coinvolge più di due lottatori) bisogna schienare uno dei rivali, però possono essere schienati solo quei partecipanti che abbiano precedentemente sanguinato; un pinfall su un wrestler che non abbia sanguinato non viene contato.

- Taipei Deathmatch: In questa stipulazione le mani chiuse a pugno dei due wrestler coinvolti sono avvolte da un nastro, quindi immerse nella colla e ricoperte poi di frammenti di vetro rotti; con questi particolari “guantoni” i due wrestler si prendono a pugni o altro durante il match. L’incontro si chiude per pinfall o sottomissione. Il match più famoso secondo questa stipulazione è stato lottato nel ppv ECW Hardcore Heaven 1995, in cui si scontrarono uno contro uno i due fratelli Axl e Ian Rotten.

Texas Death match: Anche conosciuto come Mexican Death match o Armageddon Rules match, si tratta di una variante del Last man standing match. Per poter vincere bisogna prima schienare o sottomettere il rivale, poi quest'ultimo non deve rispondere a un conto di 10 dell'arbitro; se si riesce a realizzare entrambi questi obiettivi uno di seguito all'altro, allora si vince il match.

 

 

Prossimi PPV & Eventi Speciali

Indy & Altre FederazioniPROGRESS Chapter 80
Domenica 25 Novembre 2018
Indy & Altre FederazioniRPW Cockpit
Domenica 02 Dicembre 2018
Indy & Altre FederazioniPROGRESS Chapter 81
Domenica 09 Dicembre 2018
WWE Pay Per ViewWWE TLC: Tables, Ladders and Chairs
Domenica 16 Dicembre 2018
Indy & Altre FederazioniPROGRESS Chapter 82
Domenica 30 Dicembre 2018

LE TELECRONACHE DI WR

RSWP Rise to Stardom

Rise to Stardom, terzo show della Rising Sun Wrestling Promotion che ha visto un grande torneo, match mozzafiato e anche la nostra presenza per la prima volta con un tavolo di commento live!

Dettagli & Info >>

Il Podcast di WR

Tutti gli episodi >>

WR SOCIAL: SEGUICI!

WrestlingRevolution.it Facebook WrestlingRevolution.it Twitter

Top